Venerdì 15 Dicembre 2017 - 9:06

La storia affascinante dell’industria motociclistica flegrea

Si terrà sabato 16 dicembre alle ore 15,30, presso la Casina Vanvitelliana, con il patrocinio del Comune di Bacoli, il Convegno Nazionale del Moto Club Old Lambretta Campania, dal titolo “Dal Siluro al Paperino", storia affascinante dell’’industria motociclistica flegrea. L’iniziativa ha lo scopo di porre in risalto l’importante ruolo che ha avuto l’Industria meccanica napoletana nel Dopoguerra nel settore specifico. Curatore dell’iniziativa è Giovanni Angelico, esaminatore nazionale del Registro Storico F.M.I. Interverranno il presidente Moto Club Old Lambretta Campania, Domenico Terracciano; il sindaco di Bacoli Giovanni Picone; il presidente del Centro Ittico Campano Domenico Oriani; e Salvatore Pascucci, coordinatore nazionale del Registro Storico FMI. Relatori Giuseppe Del Core, professore dell’Università Parthenope di Napoli, Vincenzo Angelico, Maggiore della guardia di finanza e Adele Durante esperta in Storia dell’Arte. L’incontro sarà moderato dal giornalista Salvatore Buglione. Dopo il convegno ci sarà una sfilata in tema anni ’50, dei modelli più rappresentativi dell’industria meccanica napoletana.

20:44 14/12

di Redazione

Commenta

"Autunno in Cappella", la mostra Unesco al Tesoro di San Gennaro

Nell’anno internazionale dello sviluppo sostenibile, promosso dalle Nazioni Unite, e con la notizia recente dell’inserimento dell’arte del pizzaiolo napoletano tra i beni patrimonio immateriale dell’umanità, il Club per l’Unesco di Napoli e il suo presidente Fortunato Danise organizzano una mostra al Museo del Tesoro di San Gennaro dal titolo “Paesaggi e Culture”, in via Duomo 149, visitabile dal 12 dicembre al 19 dicembre 2017, secondo gli orari del sito museale.

L’esposizione si inserisce nel solco delle attività e degli eventi alla Cappella del Tesoro di San Gennaro, a conclusione dell’ottava edizione della kermesse artistica “Autunno in Cappella 2017”: musica, concerti, appuntamenti d’arte che hanno contraddistinto l’autunno di Via Duomo.

Ora è il turno di 28 artisti tra fotografi, pittori e scultori, napoletani e pugliesi per l’occasione, di raccontare la città e i paesaggi, la cultura e le testimonianze di turismo eco sostenibile attraverso i loro scatti, le tele, i dipinti e le opere scultoree.

Per una settimana i partecipanti - Renato Aiello, Claudia Amatruda, Loretta Bartoli, Davide Bellagi, Francisco Basile Pascale, Giuseppe Cultrera, Emanuela Danise, Aurora Micieli De Biase, Ruggero Micieli De Biase, Manlio De Pasquale, Vincenzo De Sario, Giovanni Di Cecca, Assunta Fino, Federica Francia, Daniele Galdiero, Vito Gurrado,  Pasquale Manzo, Giacomo Stefano Nello Miale, Vitoronzo Pastore, Rogeer Peeraerts, Amedeo Persi, Angelo Perrini, Tony Rizzo, Roberto Sibilano, Danilo Spiteri, Arturo Vastarelli - saranno esposti nell’Appartamento storico del Domenichino, al secondo piano dell’edificio, ingresso con ascensore dalla Cappella del Tesoro di San Gennaro, lato Sagrestie.

Tre le sezioni coinvolte, pittura, fotografia e scultura, ma al vernissage del 12 dicembre alle ore 16 non mancheranno momenti di musica e poesia, col reading di Liliana Palermo e le letture di Ciro Di Costanzo; omaggi musicali a cura di Roberta Paturzo con i giovani allievi, Roberto Sepe al flauto e Francesca Strazzullo alla chitarra; e contributi multimediali, come i due documentari realizzati dai presidenti dei Club per l’Unesco coinvolti, rispettivamente il prof. Fortunato Danise per Napoli e la fotografa Pina Catino per Bisceglie.

Il video della fotoreporter Catino si intitola Culti delle Acque e Mito del Sole, mentre il filmato del professor Danise, artista, docente di disegno e Storia dell’Arte, ha come titolo La Magia del Mare di Napoli, ed è una passeggiata simbolica e metaforica da Mergellina al molo Beverello, nella città dal centro storico dichiarato patrimonio culturale dell’Umanità.

Le conclusioni dell’incontro saranno affidate al Duca d’Andria Don Riccardo Carafa, Vice Presidente Eccellentissimo della Deputazione della Cappella del Tesoro di San Gennaro, storica e antichissima istituzione del 1600 che comprende i rappresentanti dei sedili napoletani e del popolo, con il compito di amministrare la cappella e il tesoro del santo più invocato e adorato dai partenopei.

I nomi degli artisti partecipanti Renato Aiello, Claudia Amatruda, Loretta Bartoli, Davide Bellagi, Francisco Basile Pascale, Giuseppe Cultrera, Emanuela Danise, Aurora Micieli De Biase, Ruggero Micieli De Biase, Manlio De Pasquale, Vincenzo De Sario, Giovanni Di Cecca, Assunta Fino, Federica Francia, Daniele Galdiero, Vito Gurrado,  Pasquale Manzo, Giacomo Stefano Nello Miale, Vitoronzo Pastore, Rogeer Peeraerts, Amedeo Persi, Angelo Perrini, Tony Rizzo, Roberto Sibilano, Danilo Spiteri, Arturo Vastarelli.

 

 

12:30 14/12

di Redazione

Commenta

“Bollicine del Principe”, Città del Gusto porta l'arte spumantistica al Museo "Filangieri"

Città del gusto Napoli Gambero Rosso e il Museo Civico Gaetano Filangieri – in via Duomo 288, Napoli-, presentano nell’ambito del progetto culturale “Intrecci” incontri fra arte, design e cultura enogastronomica creato da Città del Gusto Napoli, l’evento “Bollicine del Principe”, Napoli 15 dicembre 2017. Bollicine del Principe verrà realizzato per la presentazione in anteprima nazionale dell’Abito di Corte di Maria Argentina Caracciolo Duchessa di Martina e il Manto dell’Ordine di San Gennaro, donato al museo dal duca Riccardo De Sangro. Bollicine del Principe nasce con l’intento di coniugare l’arte spumantistica italiana con i Tesori del Principe di Satriano con l’obiettivo di voler contribuire sia al recupero e al sostegno di un patrimonio storico ed artistico da preservare, sia a divulgare la migliore produzione enologica italiana.

Un evento esclusivo, il primo dedicato ad una serie di appuntamenti tra arte ed eccellenze enogastronomiche, Bollicine del Principe vede le migliori aziende della spumantistica che avranno modo di presentare e far conoscere i loro prodotti d’eccellenza; il grande pubblico sarà coinvolto nella suggestiva location per conoscere il mondo dell’arte più ricercata e il gotha della viticoltura made in Italy. Il Museo Civico Gaetano Filangieri fu fortemente voluto da Gaetano Filangieri, convinto sostenitore della funzione sociale dell’arte e della cultura; egli impiegò gran parte della sua vita viaggiando in Europa, a confronto con le più moderne esperienze del collezionismo e delle realizzazioni museali d’arte industriale, incontrando le nuove realtà di industria e artigianato, alla ricerca di splendidi e rari oggetti artistici. Il principe profuse tutto il suo impegno per la realizzazione dell’ambizioso programma di esportare a Napoli il modello europeo del Museo Artistico Industriale. Un appuntamento atteso in cui sarà presente una selezione dell’enologia italiana alla scoperta di vitigni autoctoni e poco conosciuti; realtà vitivinicole tutte da conoscere insieme ad una degustazione di dessert Angelo Grippa, direttamente dalla sua pasticceria di Eboli e docente della Gambero Rosso Food&Wine Academy Napoli, presenterà i suoi rinomati panettoni in diverse sfaccettature. Tra i maestri pasticcieri con la vocazione per i lievitati, Angel Grippa ha creato per l’evento Bollicine del Principe un elegante bouquet di sapori fatto di tradizionalità ed estro creativo. Salvatore Capparelli, dalla sua pasticceria in via Tribunali a Napoli, detto anche “Il Principe del babà”, delizierà il pubblico con i suoi speciali babà in diverse versioni: dal grande classico all’ultima rivisitazione di uno dei dolci simbolo della napoletaneità nel mondo. 

Fra grani antichi e prodotti della tradizione, tutta la fragranza della panetteria La Fattoria degli Esposti di Napoli accompagnerà il pubblico in questo percorso multisensoriale di eccellenze con una selezione di pani, biscotti, freselle e tutti i loro prodotti di punta, frutto di una salda esperienza ispirata non solo ai sapori mediterranei ma anche alle novità gastronomiche. I banchi di assaggio saranno curati dai sommelier della delegazione AIS Campania; garanzia di professionalità ed esperienza. La manifestazione prevede un Vernissage di apertura alle ore 19.

12:13 14/12

di Redazione

Commenta

“Sogni sotto l’Albero”, grande festa a Villa Domi

Maridì Communication e Maxima Film: una partnership vincente al fine di arginare la violenza di genere attraverso l’audiovisivo fortemente voluta da Marzio Honorato e Maridì Vicedomini nel segno di considerare il cinema non come un segmento lavorativo particolarmente minato da fenomeni di abusi sulle donne, bensì come  strumento fascinoso ed efficace per combattere una delle piaghe più significative della società civile. L’ambizioso progetto è stato presentato nel corso  della nuova edizione di “Sogni sotto l’Albero” by Maridì Communication svoltosi l’11 dicembre sera a Villa Domi, Napoli. Protagonisti del Christmas Gala, che ha vantato gli eleganti allestimenti di Valeria Gallo e Jessica Gallo note event planner, accanto a Marzio Honorato, Rosalia Porcaro ed Antonio Pennarella, interpreti del corto della Maxima Film sulla violenza femminile proiettato ad apertura della serata e Salvatore Misticone e Lucia Cassini. A seguire ampio spazio dedicato alla moda con in passerella i capi sartoriali di  Eles Couture, alias Ester Gatta, un brand giovane ma già molto affermato anche nel campo dello spettacolo, collaborando alla realizzazione dei costumi di scena femminili di prodotti audiovisivi di grande risonanza come “I Bastardi di Pizzofalcone 2 “, le cui riprese sono cominciate già da qualche giorno sul territorio partenopeo; ed ancora gli outfit dedicati alle Christmas Holidays  de “Il Bello delle Donne”, la nota boutique di via Scarlatti al centro del Vomero di Loredana Gaeta, i gioielli di Gentilepiù di Celeste e Lisa Gentile, affermate imprenditrici  nel campo dei “preziosi” per tradizione familiare e le avvolgenti e pregiate pellicce di Umberto Antonelli, dai tagli perfetti e le nuance inusuali come il pervinca, l’arancio, il fucsia. Particolare attenzione  anche alla cura del benessere psico-fisico della donna con i preziosi suggerimenti e gli interessanti pacchetti Health & Beauty offerti dalla Farmacia “Aesculapius” di Andrea Di Giacomo, farmacista da generazioni. Grande risalto anche alle eccellenze del Food and Beverage del nostro territorio: in scena, gli show coking by la storica ditta “Da Pasqualino” al Borgo Loreto , nella persona di Lella Gallifuoco, istruttrice UP&ter, campionessa mondiale di “pizza fritta” con Giovanna Mazzotta  e di Linda Gallifuocoartist pizzaiola” che ha stupito il foltissimo parterre di invitati , presentando il Presepe di pizza  e del maestro pasticciere Gerardo Di Dato, appena reduce da un nuovo successo professionale conquistato a Parigi. In pole position la “Confettata natalizia” di Maxtris Confetti, prima azienda in Europa per qualità e tecnologia, Caffè Kamo, brand giovane ma di antica tradizione che con il suo bar itinerante ha deliziato il palato degli ospiti proponendo una degustazione delle sue eccellenti miscele di caffè e l’”Azienda Agricola Solaria Capri” che ha offerto  una selezione di vini campani doc. Particolarmente interessante anche l’intervento in linea con il tema della kermesse, di Patrizia Gargiulo, Presidente de “Le Donne per il sociale” Onlus, con il suo Calendario “Le donne che Amo” , un progetto nato allo scopo di raccogliere fondi per acquistare il kit anti violenza che è  stato distribuito agli invitati  dietro un atto di liberalità, Gran finale con un dinner buffet curato dallo Chef di Villa Domi e del suo staff con la supervisione del patron Mimmo Contessa e della signora Marianna Mercurio e del direttore della struttura Marcello Messuri Presenti, centinaia di invitati, esponenti del mondo dell’impresa e del professionismo campano; tra questi, Serena Albano, Luigi Ferrandino, il noto fotografo Antonio Aragona, autore degli scatti con Ferdinando Polverino de Laureto, grafico ed autore dei testi del calendario “Le donne che amo”, Rossella Frendo, Gigliola Salvadori, Bruna Piantedosi, Lisa Iodice, Iris Savastano e Toto Gentile, Luciano Schifone con la moglie Silvana, Lorenzo Crea, Direttore di Retenews24, Chicca Gambardella,Lucia Cino ed Alberto Fieramonti, Mario Matano, Marizia Rubino ed Ennio Giardino, Renato Di Sabato, Pino Papaleo e Maria Teresa Delisa, Walter e Rosanna Lignelli, Giuseppe e Vanda Mirante, Agostino Siena, Titti Petrucci ed Elio Bava, Antonio Pugliese, Tonino Fiorito, Armida Filippelli, Daniela e Gaia Giordano. Da menzionare, tra i partecipanti, autorevoli operatori dell’audiovisivo, quali il regista Enzo Acri, Maurizio Matania ed Eduardo Angeloni, accompagnati dalle rispettive consorti.     

11:31 14/12

di Redazione

Commenta

Controllare la casa attraverso il battito cardiaco, premiato il progetto di Verde e Cipresso

AVERSA. HeartSwitch, il dispositivo che controlla la casa attraverso il battito cardiaco, riscuote successo. Il team, infatti ha ricevuto il prestigioso Premio Gaetano Marzotto giunto alla settima edizione. È proprio il cuore a controllare la casa. Ad idearlo, Arturo Verde (nella foto a sinistra), sviluppatore informatico di 36 anni residente ad Aversa e Clemente Cipresso (nella foto a destra), 34 anni, esperto in "imaging preclinica" di Lusciano. Heartswitch, che, attraverso l'uso di una tecnologia alternativa, vogliono superare le "barriere" legate alla disabilità. Quello che sembra essere un dispositivo "magico", in realtà funziona attraverso un algoritmo software che rileva piccole variazioni della frequenza cardiaca e, sulla base di esse è possibile controllare i propri elettrodomestici. "Il nostro obiettivo - dichiarano i fondatori - è quello aiutare le persone a soddisfare i loro bisogni tramite l'innovativo principio della bio-domotica, ovvero la possibilità di interagire e intervenire su aspetti biologici del corpo umano per migliorarne la qualità della vita e il benessere psico-fisico, partendo dall' alimentazione fino alla possibilità di controllare i dispositivi a partire dai piccoli segnali provenienti dal cuore. In un futuro non troppo remoto sarà quindi possibile controllare l’ illuminazione, il riscaldamento e altri elettrodomestici in maniera completamente autonoma a partire non solo dal battito cardiaco, ma da numerose altre rilevazioni fisiologiche.” Per ora il prototipo è costituito da un bracciale, ma presto potrebbero essere inclusi un anello, o addirittura smalto per le unghie o, perché no, un tatuaggio". Il primo prototipo è stato realizzato in stampa 3D dall'azienda aversana, "Vitruvian". Il progetto, inoltre, approderà sulla piattaforma di crowdfunding Kickstarter entro la fine dell'anno.

Giovanna Zanatta

19:22 13/12

di Redazione

Commenta

alberto angela: «Napoli è un unicum, senza i napoletani non sarebbe la stessa cosa»

"Napoli è un vero unicum e senza i napoletani non sarebbe la stessa cosa. Una città molto forte culturalmente, che ha prodotto tante bellezze nei secoli, dal Cristo Velato al San Carlo fino alle stazioni della metropolitana. Tutto questo è una dimostrazione della grande creatività dei napoletani". Lo ha detto il giornalista e divulgatore scientifico Alberto Angela, nel corso di un'intervista rilasciata a Mattina 9 in onda sull'emittente Canale 9 - 7 Gold.
"Napoli è come un diario che ha raccontato la storia di una grande famiglia, quella dei napoletani: ogni epoca ha lasciato una pagina scritta nei palazzi e nelle abitudini, tanto che questa città sarebbe sempre la stessa anche se collocata in qualsiasi altra parte del pianeta".
"Ogni volta che vengo qui mi sento a mio agio e coccolato. La tradizione, il calore, il sorriso delle persone e l'abitudine a farsi carico anche delle tue sofferenze, ti fanno sentire parte di questa grande famiglia".

19:09 13/12

di Redazione

Commenta

Una gita di fine settimana nella valle del fiume Treja

I ponti e le feste stanno per arrivare! Non bisogna farci trovare impreparati per una gita in cerca di aria buona, natura e – perché no – cibi genuini della campagna. Dove? Nel parco del fiume Treja che grazie all’autostrada del sole è poi non tanto lontano da Napoli. Il bando regionale “Valorizzazione e Promozione Turistica dei Borghi del Lazio”, vinto dai comuni  di Calcata e Mazzano Romano magnifici borghi fra Roma e Viterbo, prevede la partnership fra i due comuni, l’Ente Parco, le associazioni di categoria e gli operatori locali nonché la possibilità di costituire in seguito un Centro di Ricerca sul Turismo (CRT) per la salvaguardia del patrimonio naturale e culturale del territorio. Verranno realizzate opere di interesse collettivo nel parco regionale della valle del fiume Treja, a meno di un’ora di auto da Roma, con i due comuni di riferimento, Calcata e Mazzano Romano che hanno costituito un partenariato con la Confesercenti e la Confartigianato e con l’associazione dei Consumatori per il rafforzamento dell’offerta turistica del territorio e l’avvio di nuovi modelli di sviluppo. La prima azione concreta è stato un workshop  organizzato nei giorni scorsi a Calcata, in collaborazione col centro assistenza tecnica sviluppo imprese di Viterbo, che  ha visto faccia a faccia gli attori della filiera turistica del comprensorio, in cui gli  agenti di viaggio e tour operator provenienti da tutta la Regione  si sono intrattenuti a lungo per capire  quali prodotti turistici  promuovere dal punto di vista culturale, naturalistico e gastronomico. Sono stati presentati pacchetti turistici di due, tre e più giorni per consentire di poter scoprire con calma un territorio naturale già meta delle gite “fuori porta” nei fine settimana dei cittadini della Capitale. Il Sindaco di Calcata, Alessandra Pandolfi, ha dichiarato: “Ci piace un turismo lento, non invasivo, vogliamo un turismo consapevole che comprenda di trovarsi in una realtà molto eterogenea. In questa zona ci sono delle unicità, c’è la storia dei Falisci e dei Romani, con un fiume che abbraccia i due paesi che in realtà sono simili ma completamente diversi ”. Ha continuato il sindaco Pandolfi: ”Nell’immediato dopoguerra Calcata si salvò dalla demolizione soltanto per un la disobbedienza civile. Il suo fascino decadente e surreale iniziò  ad espandersi e fu così che il borgo fantasma cominciò  ad essere ripopolato da artisti, artigiani ed intellettuali che a partire dagli anni ’60 vennero da ogni parte del mondo, in cerca di una dimensione di vita genuina e in contrasto con l’incalzante società industriale e consumistica”. Furono in molti ad innamorarsi di questo luogo magico, a cominciare dall’architetto  Paolo Portoghesi che qui ha voluto creare un’”Oasi”  nella quale far rivivere parte dei suoi sogni e dei suoi ricordi in giro per il mondo. “E’ un giardino della memoria sul tipo della tradizione classica - ci dice - in cui vi sono oltre mille piante e ottocento animali alcuni in via di estinzione curati da mia moglie”. Visitare Calcata oggi significa vivere una magia che pochi altri luoghi possono trasmettere.

Il parco è stato voluto dalle popolazioni locali che sono consapevoli di vivere in modo più naturale, consentendo la vita dei borghi che altrimenti verrebbero progressivamente abbandonati.

Meno nota di Calcata, ma non per questo meno interessante, il borgo medievale di Mazzano Romano costruito su di una ripida altura che emerge dalla valle del fiume Treja. Poco distante si trova  Monte Gelato, un luogo molto amato dal mondo cinematografico grazie alle sue cascate naturali incorniciate nelle fitta vegetazione, che alimentavano un’antica mola,  sembra un luogo senza tempo, incontaminato dall’uomo, lontano dal caos della capitale: un posto magico tra castelli medievali, boschi e canyon. Da visitare anche l’insediamento falisco di Narce e la villa romana del I° secolo a.C. ricoperta da vegetazione.  “Noi - ha dichiarato il primo cittadino di Mazzano Romano Nicoletta Irato -  puntiamo ad un turismo consapevole, siamo borghi medievali nei quali natura e archeologia rappresentano un’unicità.. Il nostro scopo è quello di attrarre il visitatore non soltanto per un giorno, ma farlo rimanere nel nostro territorio più a lungo per farglielo scoprire a trecento sessanta gradi. Siamo certi che l’unione dei tre fattori: Ambientale, Archeologico e Architettonico fanno di questa parte del territorio laziale un unicum per cui vale davvero la pena di venire a visitarci”.  Dunque un turismo che tenda a valorizzare le eccellenze del territorio a cominciare da quelle enogastronomiche e le tradizioni della zona.

 

19:02 13/12

di Harry di Prisco

Commenta

“Un maestro ed una cantante” per il Festival Internazionale del ‘700 Musicale Napoletano

Dopo il sold out di “Mozart alla Corte di Pulcinella”, il programma della XVIII edizione del Festival Internazionale del ‘700 Musicale Napoletano, organizzato dalle associazioni Domenico Scarlatti e Il canto di Virgilio,  prosegue con lo Scherzo  Comico in un'atto, “Un maestro ed una cantante” composta da Lauro Rossi.

Domenica 17 dicembre alle ore 19,30 la Domus Ars ospiterà il celebre scherzo comico per la regia di Filippo Zigante. Con l’orchestra “La Real Cappella di Napoli” diretta da Ivano Caiazza, il baritono di fama internazionale Filippo Morace nei panni del Maestro e la soprano, Ilaria Iaquinta, nel ruolo della cantante. Scene e costumi a cura di Giuseppe Zarbo.

Questo spettacolo rappresenta la prima esecuzione in tempi moderni dell’opera di Lauro Rossi grazie alla revisione ed orchestrazione di Ivano Caiazza il quale ha ricostruito da uno spartito per canto e pianoforte la partitura completa.

Un maestro ed una cantante. Nel 1867 debuttò a Torino “Un maestro ed una cantante” e ottenne molto successo sia per la sua gradevolezza che per la divertente ironia comicità. L’opera inizia con il maestro di musica che rincasa e siede al pianoforte per comporre. Le dita scorrono sulla tastiera e ne escono temi intriganti ma egli stesso scopre che non sono suoi: sono di Verdi, Donizetti, e così via. Che fare? Abbandonarli? Ma no! Li scrive. Chi se ne accorgerà? L’ironia è evidente. Improvvisamente bussano alla porta. E’ una bella signora, una cantante. Gorgheggia e proclama di sapere più lingue, ma poi dichiara perché è lì: vuole che il maestro le insegni una canzone napoletana di successo: “Fenesta vascia”. Il maestro, che non è napoletano, non capisce, pronuncia male e in maniera ridicola il titolo, ma poi alla fine si siede al pianoforte e l’accompagna. Il risultato è eccellente e i due potranno avere successo presentandosi insieme in concerto.

Lauro Rossi nacque a Macerata nel 1810 e studiò musica a Napoli, al Real Collegio di Musica dove fu allievo di illustri maestri, tra i quali Zingarelli, autore teatrale di notevole prestigio. E fu proprio all’ombra del Vesuvio che Rossi entrò a contatto con la vasta eredità dell’Opera Buffa napoletana. “Un maestro ed una cantante” è l’esempio di come il seme gettato nel ‘700 abbia continuato a dare i suoi frutti anche in epoca molto più avanzata, quando ormai il linguaggio musicale aveva abbandonato gli stilemi del classicismo per addentrarsi nel ricco e complesso territorio del romanticismo. Lauro Rossi muore a Cremona il 5 maggio 1885. A lui è intitolato il Teatro di Macerata.

18:50 13/12

di Redazione

Commenta

Napoli, torna in centro la Notte d'Arte

Il Centro antico di Napoli spalanca le porte dei suoi gioielli artistici e architettonici in occasione della Notte d'Arte. L'appuntamento, in programma sabato 16 dicembre dalle 18 e fino a notte fonda, è promosso dalla II Municipalità in collaborazione con l'assessorato alla Cultura del Comune di Napoli. Per un'intera notte, napoletani e turisti potranno visitare chiese, basiliche, musei e palazzi storici in orari d'eccezione e con biglietti di ingresso ridotti. Il filo conduttore sarà 'Racconti, favole e leggende' tema che accompagnerà la città di Napoli durante tutto il periodo delle festività natalizie.

In occasione della manifestazione, i visitatori potranno ammirare la mostra 'Museo della follia: da Goya a Maradona' nella Basilica Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta. Apertura straordinaria anche per 'Il piccolo regno incantato', spettacolo allestito nel Complesso di San Domenico Maggiore.

18:05 13/12

di Redazione

Commenta

Premio Cinema Campania, la grande festa dell'audivisivo all'Hart

Domenica 17 dicembre dalle ore 19 presso l’Hart (via Crispi, 33 – Napoli) si terrà la terza edizione del Premio Cinema Campania 2017, un riconoscimento non competitivo alle istituzioni, aziende, persone che hanno contribuito allo sviluppo, alla crescita e alla promozione dell’attività cinematografica ed audiovisiva in Campania, con una particolare attenzione alla celebrazione dei giovani artisti. Presenterà il conduttore televisivo RaiLivio Beshir.

«Sarà una grande festa per celebrare un anno di lavoro in Campania – così il regista e produttore Giuseppe Alessio Nuzzo, direttore del premio - un momento di networking per talenti emergenti e realtà prestigiose, un incontro prenatalizio per fare il punto sulla salute del cinema del nostro territorio».

Si alterneranno sul palco tra i tanti gli attori Serena Rossi, Gianfranco Gallo, Fabio Fulco, Angela e Marianna Fontana, Gianluca Di Gennaro, i registi Edoardo De Angelis e Stefano Incerti, i produttori Gaetano Di Vaio e Luciano Stella, lo sceneggiatore Maurizio Braucci, il fotografo di scena Gianni Fiorito, il musicista Nelson.

Il Premio Cinema Campania 2017 è realizzato nell’ambito delle attività in Campania e nel Mondo del Social World Film Festival con il contributo del piano operativo annuale di promozione dell’attività cinematografica e audiovisiva della Regione Campania, l’adesione della Film Commission Regione Campania e la collaborazione di Rai Cinema Channel, Paradise Pictures, Università del Cinema. Le attività istituzionali hanno ricevuto l’alto patrocinio del Parlamento Europeo, il riconoscimento del Presidente della Repubblica, del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati; il patrocinio della Fondazione Pubblicità Progresso, Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani – Premi Nastri d’Argento, Città di Vico Equense, Università degli Studi di Salerno e l’Università di Napoli Suor Orsola Benincasa. L’Ente è, tra l’altro, fondatore e membro attivo del Coordinamento Festival Cinematografici della Regione Campania e partecipa ai lavori del Clarcc – Coordinamento Lavoratori Regione Campania Cinema e Audiovisivi.

In nove anni di storia, il Social World Film Festival, che annovera come presidente onorario l’attrice Claudia Cardinale, ha organizzato 480 giornate di attività cinematografica in Campania e nell’intera nazione, 36 eventi internazionali che hanno toccato 27 città dei cinque continenti da New York a Sydney passando per Tokyo, Los Angeles, Rio de Janeiro, Tunisi e Londra, coinvolgendo migliaia di spettatori e centinaia di protagonisti della cinematografia mondiale.

Per ulteriori info www.premiocinemacampania.it

17:35 13/12

di Redazione

Commenta

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli