Martedì 17 Ottobre 2017 - 6:02

La modella napoletana Ines Trocchia conquista Playboy Portogallo

Ines Trocchia di successo in successo. La supermodella campana come non l'avete mai vista prima: in copertina completamente nuda per Playboy Portogallo; la rivista, oltre la prima pagina, le ha dedicato un servizio di ben 16 pagine sul numero di Ottobre. Ormai è ufficiale che sia tra le donne italiane più belle e sexy del mondo, apparsa sulle maggiori riviste italiane e non (Maxim, Ehm, Esquire, Sports Illustrated, Gq), che la definiscono un'icona della bellezza italiana. Un servizio fotografico bollente dove non nasconde le sue forme naturali. Il servizio è stato realizzato in Portogallo dalla fotografa internazionale di Playboy, Ana Dias.

Seguitissima sui social, l'avevamo già vista questa estate sugli schermi di Sportitalia per un programma sul calciomercato. Mediterranea, occhi scuri, sorriso magnetico, Ines è una delle italiane maggiormente in ascesa che ha conquistato il pubblico internazionale.

16:36 16/10

di Redazione

Commenta

Il Pozzo e il Pendolo, torna "A Rota"

Venerdì 20 e sabato 21 ottobre alle ore 21 e domenica 22 ottobre alle ore 1830 va in scena al teatro “Il Pozzo e il Pendolo” (Piazza San Domenico Maggiore 3, Napoli) il nuovo allestimento di “’A Rota”, lo spettacolo, scritto e diretto da Ramona Tripodi, che racconta, tra storia e mito popolare, la Napoli del dopoguerra all’alba del Referendum del 1946 attraverso lo sguardo degli “esposti” dell’Annunziata. In scena Marianita Carfora e Ianua Coeli Linhart, mentre il disegno sonoro originale è affidato ad Andrea Canova e l’aiuto regia a Matteo Giardiello. Lo spettacolo è una produzione di Inbilico Teatro e Film, con il prezioso sostegno de L'Asilo - la comunità di lavoratrici e lavoratori dello spettacolo in autogoverno nel cuore di Napoli - e del Teatro Popolare dell’Ex O.p.g. “Je so’ Pazzo”. Biglietto intero16 euro, ridotto 12 euro, ingresso con prenotazione consigliata presso il teatro “Il Pozzo e il Pendolo” telefonando allo 081 5422088 oppure scrivendo una mail alla compagnia : inbilicoteatro@libero.it

 

La vicenda di “’A Rota” è ambientata a Napoli nel giugno del 1946. La città e la popolazione portano le ferite della guerra e, tra le macerie, si attende l'esito del “referndùm”, la consultazione istituzionale con la quale gli italiani furono chiamati a scegliere tra la monarchia e la Repubblica. Nel frattempo, la vita continua a fiorire persino dove non è desiderata, dove non è attesa. Nel rione Forcella, presso la basilica dell’Annunziata, continua a girare la Ruota degli Esposti, il marchingegno mediante il quale venivano raccolti, in forma anonima, i neonati abbandonati per miseria o illegittimità. La ruota è più che mai in funzione, benché ufficialmente chiusa dal 1875. Perché, come dice Telluccia (Marianita Carfora), «Con la guerra e con la miseria che ci stanno, i figli sono per chi se li può permettere.» Telluccia, che ha votato per la prima volta, sogna che l'Italia scriva la Costituzione. Mentre la Madonna dalle scarpette rotte (interpretata dalla giovanissima Ianua Coeli Linhart) la quale, secondo il mito popolare, consuma le scarpe perché esce di notte per trovare gli “esposti” che sono stati adottati, per dar loro il bacio della buona notte e continuare a vegliare su di loro ed essere certa che la loro nuova famiglia se ne prenda buona cura. Alle prime luci dell’alba la Madonna dalle scarpe rotte calpesta frettolosa il basolato di una Forcella addormentata per far ritorno al suo altare prima che Telluccia e tutti gli ex-esposti si sveglino. E nel rione già si vocifera di una storia a metà tra il miracolo e la leggenda.

 

“Chi veniva abbandonato nella ruota degli Esposti nasceva due volte: la prima biologicamente, la seconda quando veniva preso dalla ruota. Ho sentito l’esigenza di raccontare una Napoli popolare che porta ancora le ferite della guerra e quelle provocate dalle promesse illusorie di una ricostruzione, ma anche una delle pagine più belle e sacre per me, la nascita della Repubblica e soprattutto la nascita della costituzione.” Lo dice Ramona Tripodi che nel 2009, insieme con Andrea Canova, fonda Inbilico Teatro e Film, realtà teatrale e cinematografica attiva sul territorio da quasi dieci anni, che vanta produzioni di grande riscontro come lo  spettacolo dedicato alla tragedia del Titanic dal titolo “Il Sole di Notte”, scritto, diretto e interpretato da Ramona Tripodi e con il disegno luci del maestro Cesare Accetta,  finalista al Premio Landieri nel 2013 come Miglior Spettacolo, Miglior Spettacolo Premio Giuria Popolare, Miglior giovane attore (Raffaele Ausiello), e che premia Ramona Tripodi come Miglior Giovane Attrice, definendo la qualità di un percorso di interprete che comprende personaggi intensi e misteriosi come il Tettè de “Il Giorno dei Morti”, dal romanzo di Maurizio De Giovanni e per la regia di Annamaria Russo; Assuntina per la Tentazione di Sara Sole Notarbartolo ed il vagabondo Rimbò, il cui nome dà il titolo all’omonimo cortometraggio per la regia di Andrea Canova, con cui Tripodi riceve il premio come miglior attrice al Wirror Film Festival di Liverpool nell’edizione del 2012.Nel settembre del 2017 Inbilico Teatro e Film ha presentato il docufilm “Je so’ pazzo”, per la regia di Andrea Canova, che ricostruisce la vicenda dell’ex Ospedale Psichiatrico Giudiziario nel rione Materdei a Napoli, che ora è uno spazio occupato di cittadinanza e partecipazione dal basso, raccontato attraverso lo sguardo dell’ex detenuto e poeta Michele Fragna e del collettivo “Je so’ Pazzo”,

14:09 16/10

di Redazione

Commenta

Artecinema, al via la 22esima edizione: il programma completo

La 22ª edizione del Festival Artecinema, a cura di Laura Trisorio, si svolgerà dal 19 al 22 ottobre 2017. L’inaugurazione avrà luogo giovedì 19 ottobre alle ore 20.00 al Teatro San Carlo e dal 20 al 22 ottobre le proiezioni proseguiranno al Teatro Augusteo, dalle ore 16 alle ore 24.

Sarà presentata una selezione di documentari sui maggiori artisti, architetti e fotografi degli ultimi cinquant’anni, suddivisi nelle sezioni Arte e Dintorni, Architettura, Fotografia.

I filmati raccontano la storia degli artisti attraverso biografie, interviste, narrazioni montate con materiali d’archivio, permettendo agli spettatori di addentrarsi nel mondo dell’arte accompagnati direttamente dai protagonisti, di vedere gli artisti al lavoro nei propri atelier o dietro le quinte di importanti esposizioni internazionali.

Il programma dettagliato:

GIOVEDì 19 OTTOBRE - TEATRO SAN CARLO

ore 20.00

NOVANTATREMILIARDI DI ALBE - FRANCESCO ARENA arte e dintorni*

Domenico Palma, Italia, 2017, 24'

Il 29 ottobre del 2016 in Gallura, dalle colline che guardano il mare, un masso di granito rosa ha visto sorgere per l’ultima volta il sole. Il 18 dicembre dello stesso anno, a Capri, nel mezzo di un uliveto affacciato sul mare verso Ischia, lo stesso masso ha visto il suo primo tramonto dopo novantatre miliardi di albe. Il documentario segue passo dopo passo la realizzazione dell’ultima opera di Francesco Arena.

 

THE SECRET LIFE OF PORTLLIGAT. SALVADOR DALÍ’S HOUSE arte e dintorni*

David Pujol, Spagna, 2017, 59', inglese

La casa che Salvador Dalí fece costruire a Portlligat fa da filo conduttore della storia della sua vita e del suo lavoro, una biografia e un'opera creativa che coprono gran parte del ventesimo secolo.

-------------------------------------------------------------

 

VENERDì 20 OTTOBRE - TEATRO AUGUSTEO

 

ore 16.00

FREI OTTO: SPANNING THE FUTURE architettura

Joshua V. Hassel, Stati Uniti, 2016, 60’, inglese

Le teorie di Frei Otto sulla relazione dell'architettura con le forze naturali sono alla base dell'architettura contemporanea. Mentre avanza la tecnologia, i suoi metodi sono sempre più diffusamente adottati. Ripercorriamo la sua carriera ascoltandolo una delle sue ultime interviste prima della scomparsa.

 

ore 17.15

PICASSO ET LES PHOTOGRAPHES fotografia

Mathilde Deschamps-Lotthe, Francia, 2013, 27’, francese

Durante la sua lunga vita, Picasso ha usato la fotografia come mezzo di espressione ed ha conosciuto molti fotografi con i quali ha stabilito legami forti concedendogli innumerevoli immagini di sé stesso. Fra questi Lucien Clergue, amico e ritrattista di Picasso, offre in questo film la sua preziosa testimonianza.

 

ore 18.00

LIVE ART: TAKE ME (I’M YOURS) arte e dintorni*

Heinz Peter Schwerfel, Francia, 2015, 26’, francese

In questa tappa parigina della leggendaria mostra Take me (I’m Yours), creata nel 1994 dall’artista Christian Boltanski e dal curatore Hans Ulrich Obrist, i visitatori sono espressamente invitati a toccare, mangiare o anche portarsi via le opere.

 

ore 18.40

LIVE ART: 14 ROOMS arte e dintorni*

Heinz Peter Schwerfel, Francia, 2014, 26’, francese

Dalle prime esperienze di body art delle pioniere Joan Jonas o Marina Abramovic alle recenti creazioni dello spagnolo Santiago Sierra, dell’inglese Damien Hirst o del cinese Xu Zhen, questo film propone un viaggio nella storia della Performance come espressione artistica.

 

ore 19.15

FIVE SEASONS: THE GARDENS OF PIET OUDOLF architettura*

Thomas Piper, Stati Uniti, 2017, 76', inglese

L’architetto di giardini Piet Oudolf è ormai un riferimento culturale imprescindibile. Nel corso del documentario ci guida in un viaggio alla scoperta di alcune delle sue opere più rappresentative tra cui il suo giardino privato in Olanda, la High Line a New York, le grandi opere pubbliche a Chicago e nel Regno Unito, ma anche delle sue fonti d'ispirazione. 

 

ore 20.50

OBJECTIF FEMMES fotografia*

Julie Martinovic, Manuelle Blanc, Francia, 2015, 52’, inglese, francese

Dalle pioniere alle figure contemporanee, il film parla della storia della fotografia al femminile,  mostsrandoci il lavoro di Berenice Abbott, Margaret Bourke White, Helena Almeida, Julia Margaret Cameron, Imogen Cunningham, Nan Goldin, Dorothea Lange, Dora Maar, Vivian Maier, Sarah Moon, Cindy Sherman, Grete Stern, Francesca Woodman.

 

 

ore 22.00

HOCKNEY arte e dintorni

Randall Wright, Regno Unito, 2014, 112', inglese

Per la prima volta David Hockey ha aperto il suo archivio personale di fotografie e film. Il risultato è uno straordinario ritratto, spesso intimo, della vita di questo artista carismatico e incorreggibilmente non convenzionale.

 

 

SABATO 21 OTTOBRE

 

ore 16.00

BILL VIOLA: THE ROAD TO ST PAUL’S arte e dintorni*

Gerald Fox, Regno Unito, 2017, 82', inglese

Questo documentario segue il videoartista americano Bill Viola e la moglie Kira Perov, sua collaboratrice, nei dodici anni in cui si dedicano alla realizzazione di due opere video, Mary e Martyrs, nella Cattedrale di St. Paul a Londra.

 

 

ore 17.50

MU arte e dintorni*

Janice Zolf, Canada, 2017, 13’, inglese

MU accende i riflettori su un esperimento di arte murale a Montréal, il più grande progetto di arte pubblica del Canada. Oltre cento murales creati da artisti di culture diverse hanno cambiato la percezione dei singoli quartieri e dell'intera città.

 

ore 18.15

THE BAMBOO SCHOOL OF BALI architettura*

Richard Copans, Francia, 2016, 26’, inglese

Il campus realizzato a Bali su progetto dell’architetto americano John Hardy comprende 40 edifici interamente realizzati in bambù, senza calcestruzzo, metallo o vetro. Completamente immerso nella natura, il complesso architettonico è un modello esemplare di sostenibilità ambientale.

 

ore 18.50

PAOLO CANEVARI – SOUVENIR arte e dintorni*

Domenico Palma, Stati Uniti, 2016, 13', italiano, inglese

Attraverso le voci dei protagonisti, il film documenta l'ideazione e la creazione di Souvenir, un lavoro di Paolo Canevari commissionato nel 2015 da Nancy Olnick e Giorgio Spanu per la loro residenza di Garrison (NY).

 

ore 19.15

SGUARDO NOMADE - MARISA ALBANESE arte e dintorni*

Fiamma Marchione, Italia, 2017, 18’, italiano

Marisa Albanese descrive il suo processo creativo. Affrontando i motivi del viaggio, delle migrazioni degli uomini, del mutamento e dell’interazione tra visione e gesto, l’artista ci accompagna nel suo studio attraversando con noi le sue ultime mostre dove convivono installazioni ambientali, sculture e disegni.

 

ore 19.45

LOUISE BOURGEOIS arte e dintorni*

Nina e Klaus Sohl, 2007, 40', tedesco, inglese

Girare una lunga intervista con Louise Bourgeois nella sua casa di Chelsea si prospettava come un’impresa molto ardua ma alla fine l’artista - nota per la sua disciplina rigorosa, per la sua forte personalità, per la sua impazienza - ha permesso alla macchina da presa di addentrarsi nei dettagli più intimi della sua vita regalandoci questa testimonianza unica.

 

ore 20.45

EVA HESSE arte e dintorni*

Marcie Begleiter, Germania, Stati Uniti, 2016, 109’, inglese

Seguiamo la storia dell'artista tedesca Eva Hesse attraverso un gioco di rimandi fra la sua vita e le sue opere innovative. La storia è ambientata nella fervente atmosfera della New York degli anni ‘60 dove la scena artistica e il movimento femminista degli esordi svolgono un ruolo fondamentale.

 

ore 23.00

PAVLENSKY – MAN AND MIGHT arte e dintorni*

Irene Langemann, Germania, 2016, 58’, russo

Nelle sue performance, l’artista russo Pyotr Pavlensky si è cucito la bocca, si è inchiodato lo scroto al selciato della Piazza Rossa, ha dato fuoco alla porta della sede dei servizi segreti russi per protestare contro il “terrore di stato”.

 

 

 

DOMENICA 22 OTTOBRE

 

ore 16.00

TADAO ANDO SAMURAI ARCHITECT architettura*

Shigenori Mizuno, Giappone, 2015, 73’, giapponese, sottotitoli in inglese

Questo documentario segue Tadao Ando per un intero anno e svela il processo creativo del noto ‘Architetto Samurai’. Ex pugile e architetto autodidatta, Ando rivela una personalità forte, una lingua tagliente e un innato senso dell’umorismo.

 

ore 17.40

WOMEN ARTISTS: JENNY HOLZER arte e dintorni*

Claudia Müller, Germania, 2016, 26’, inglese

Il medium espressivo privilegiato da Jenny Holzer è il linguaggio. Le sue scritte a led sfruttano la tecnica pubblicitaria per sollecitare il pensiero critico degli spettatori. In questo documentario seguiamo la realizzazione di una mostra in 3D da lei curata e dedicata a 24 donne artiste.

 

ore 18.30

ANTONY GORMLEY arte e dintorni*

Matteo Frittelli, Italia, 2015, 24', inglese

Il film segue l’allestimento dell’installazione Human realizzata da Antony Gormley al Forte Belvedere di Firenze. Oltre cento sculture antropomorfe in ferro invadono la struttura, dalle terrazze ai bastioni, dal deposito della polvere da sparo, alle scalinate della fortezza cinquecentesca.

 

ore 19.05

MARIO BOTTA - ARCHITETTURA E MEMORIA architettura*

Francesca Molteni, Fulvio Irace, Italia, 2014, 12’, italiano

Il film è un dialogo sui temi che caratterizzano la visione e la pratica dell’architetto Mario Botta: il rapporto con la storia e con il territorio, il progetto degli spazi collettivi, gli incontri con i grandi protagonisti del ‘900.

 

 

ore 19.30

CUCCHI A PASSO UNO arte e dintorni*

Maurizio Finotto, Italia, 2012, 15’, animazione

Un viaggio visionario in stop motion intorno all’opera di Enzo Cucchi. Con la supervisione e la collaborazione dell’artista, Maurizio Finotto anima le sue opere utilizzando la tecnica della ‘claymation’.

 

ore 20.00

KOUDELKA SHOOTING HOLY LAND fotografia*

Gilad Baram, Germania, Repubblica Ceca, 2015, 72’, inglese, ebraico

Per cinque anni, nel corso di diverse visite protrattesi dal 2008 al 2012, il giovane fotografo e regista israeliano Gilad Baram ha accompagnato Josef Koudelka nel suo lungo viaggio in Terra Santa. Lo seguiamo a Gerusalemme, Hebron, Ramallah, Betlemme e in vari insediamenti israeliani lungo il percorso della barriera tra Israele e Palestina.

 

 

ore 21.30

JAN FABRE AT THE STATE HERMITAGE MUSEUM arte e dintorni

Wannes Peremans, Francia, 2017, 58’, inglese

Dopo quasi dieci anni dalla mostra al Louvre, Jan Fabre fa interagire le sue opere con la collezione permanente del Museo dell’Ermitage di San Pietroburgo. Il documentario lo segue durante l'allestimento nei giorni precedenti l’apertura ufficiale della mostra.

 

ore 22.45

THE CHINESE LIVES OF ULI SIGG arte e dintorni

Michael Schindhelm, Svizzera, 2016, 93’, svizzero tedesco, tedesco, inglese, mandarino

Nel delicato contesto socio-politico in trasformazione della Cina degli ultimi quarant’anni, il diplomatico e imprenditore Uli Sigg, è riuscito a creare la più importante collezione di arte contemporanea cinese del mondo. La maggior parte della sua collezione sarà trasferita nel museo M+ di Hong Kong che aprirà nel 2019.

13:09 16/10

di Redazione

Commenta

Il piano di Angelo Villari per i Concerti di Autunno 2017

Proseguono gli appuntamenti con i Concerti di Autunno 2017, la rassegna della Comunità Evangelica Luterana di Napoli, presieduta da Riccardo Bachrach per la direzione artistica di Luciana Renzetti:mercoledì 18 ottobre, alle ore 20.30, presso la Chiesa Luterana di Napoli (via Carlo Poerio, 5 - ingresso gratuito) il pluripremiato pianista Angelo Villari, giovane talento salernitano, eseguirà un repertorio classico che comprenderà brani di Hummel, Mozart, Debussy, Chopin, Rachmaninov e Schubert. 

Concerti di Autunno giunge quest’anno alla ventiduesima edizione, e proseguirà fino al 6 dicembre con altri sette appuntamenti, tutti a ingresso libero: dal chitarrista peruviano Francesco Scelzo (25 ottobre), ai fratelli Sebastianutto (1 novembre), dal trio “La belle époque” (8 novembre) a quello formato da Luca Signorini, Michelangelo Massa e Antonio Grande per una “paganiniana” (22 novembre). Il duo Two for New si esibirà in un recital dedicato al repertorio contemporaneo italiano (15 novembre). Tornerà l’appuntamento con la premiazione del concorso letterario “Una piazza, un racconto”, giunto alla 20esima edizione (29 novembre). A chiudere la programmazione sarà il Trio Cardoso, che assieme al percussionista Toni Vitagliani, musicherà dal vivo il capolavoro di Charlie Chaplin “Night in the Show” (6 dicembre).

La rassegna Concerti di Autunno è realizzata con il contributo dell’8 per mille donato alla Chiesa Luterana. 

12:41 16/10

di Redazione

Commenta

Lalla Esposito omaggia Nino Rota

Apre con un appuntamento straordinario la rassegna “Cinema e Teatro: musica e parole”, a cura di Stella Orazio, che venerdì 20 ottobre, alle 20.30, negli spazi dell’associazione Mapils a Palazzo Serra di Cassano, in via Monte di Dio, 14,ospita Lalla Esposito con il suo piccolo gioiello “Nino”. Accompagnata al pianoforte da Antonio Ottaviano, Lalla Esposito rende omaggio a Nino Rota, uno dei più grandi compositori del Novecento, che ha firmato belle e indimenticabili melodie del cinema italiano e si è aggiudicato il Premio Oscar per le musiche del film di Francis Ford Coppola “Il Padrino Parte II”. Federico Fellini lo definiva “l’amico magico”.

In scena con una valigia antica, custode di cappelli, veli e altri piccoli oggetti, Lalla Esposito dà vita a un viaggio all’interno del mondo musicale di Nino Rota, recitando e cantando, trasformandosi di volta in volta, solo attraverso il semplice cambio del copricapo, nei vari personaggi che hanno popolato l’immaginario di registi come Fellini, Coppola, Wertmüller, in movimento sulle magnifiche composizioni di Rota. Da Gradisca di “Amarcord”, alle visionarie femme fatale di “8 e mezzo”, passando attraverso la sfortunata Cabiria o la malinconica Gelsomina di “La strada”, grandi personaggi femminili dei film di Federico Fellini, fino ad arrivare allo scatenato Gianburrasca, le cui musiche furono composte da Rota per il fortunato sceneggiato televisivo “Il giornalino di Gianburrasca” di Vamba, con la regia di Lina Wertmüller o, ancora, al disperato Tunin anarchico che decide di uccidere il Duce in “Film d’amore e d’anarchia”, sempre della Wertmüller, fino ad arrivare alle struggenti melodie che Rota compose per la trilogia di Francis Ford Coppola, “Il Padrino”.

 

11:11 16/10

di Redazione

Commenta

Gala del Cinema e della Fiction: ecco i premiati 2017

Si è felicemente conclusa la IX edizione del Gala del Cinema e della Fiction, la manifestazione ideata e prodotta da Valeria Della Rocca, con la direzione artistica di Marco Spagnoli , diretta a promuovere ed a valorizzare attraverso l’audiovisivo, le risorse artistiche, paesaggistiche del territorio campano. Un progetto nato fin dagli albori con la collaborazione della Film Commission Regione Campania  che oggi più che mai si qualifica nel panorama dello show-biz nazionale come un appuntamento significativo ed assolutamente di rilievo; ciò grazie alla tenacia, alla grinta ed alla professionalità di Marco Spagnoli e della ideatrice Valeria Della Rocca e di tutto il team che da sempre lavora con entusiasmo, passione ed in grande sinergia. Una grande anteprima romana il 5 ottobre nella sede prestigiosa dell’ Università UniPegaso sempre vicina come partner autorevole alla kermesse con la premiazione di due “eccellenze artistiche” quali Leo Gullotta ed Alessandro Preziosi, l’incontro con la stampa a Napoli sempre alla UniPegaso con la partecipazione del regista Sydney Sibilia Greta Scarano, insignita con il Premio Speciale Attrice del 2016 e poi due  appuntamenti con il grande schermo al Cinema Metropolitan, con la proiezione del corto “Io sì tu no” e del film “Spemmo quando voglio 2-Masterclass” di Sibilia e la serata dedicata alla visione dei cortometraggi  in concorso. Spazio dedicato anche al workshop con l’incontro previsto il 12 ottobre mattina a Villa Pignatelli   dal titolo “L’audiovisivo del futuro: quali sfide delle nuove professioni” a cura di LUISSS e FAPAV in collaborazione con Film Commission Regione Campania a cui è seguita la visita alla mostra fotografica “Napoli. Tra finzione e realtà. Retroscena de “I bastardi di Pizzofalcone”. Fotografie di Anna Camerlingo” Gran finale con il Gala di premiazione  svoltosi la sera del 13 ottobre sera nella splendida cornice di Castellammare di Stabia, in penisola Sorrentina. A fare gli onori di casa , Maurizio Casagrande, accanto  alla madrina dell’evento Sarah Felberbaum che riceverà Il Premio Speciale Cinema e Moda da Eles Couture  ed un gioiello disegnato ad hoc da  Eres Design.  Durante la manifestazione, sono stati  assegnati Premi Speciali a: Claudia Cardinale (Premio Speciale alla Carriera Pif, (Premio Speciale Impegno Civile) , Donatella Finocchiaro (Donne per l’Audiovisivo), Edoardo Leo (Attore dell’anno), Vincenzo Marra (Premio Speciale alla Regia), Paola Saluzzi (Giornalista dell’anno), Stella Egitto (Rising Star), Christiane Filangeri (Premio Banca Stabiese Eccellenza Artistica), Francesco Frigeri (Premio Speciale Pecorella Marmi -Scenografia ), Alessandro D’Alatri  (Premio Speciale della Giuria Regista Impegno in Campania),  Pina Turco (Premio Speciale della Giuria Attrice Rivelazione), “Gatta Cenerentola “ di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone ( Premio Speciale della Giuria) Dolce &Gabbana  (Premio Speciale Cineturismo) Nel corso del Gala sono stati assegnati anche i riconoscimenti per le opere in concorso; in particolare, un’autorevole giuria composta da  giuria composta dai giornalisti Valerio Caprara, Enrico Magrelli, Tonino Pinto, Alessandro Barbano,gli attori Fioretta Mari, Caterina Murino, Marco Bonini, i registi Cinzia TH Torrini e Riccardo Grandi, il produttore Enzo Sisti e Corrado Matera, Assessore al Turismo Regione Campania, dopo un’accurata selezione dei prodotti audiovisivi divisi in categorie quali: Film Drammatici: Il padre di Italia, L’Equilibrio, Le Verità, Falchi,Veleno,L’Intrusa. Film Commedia: Vieni a Vivere a Napoli, Ammore e Malavita, Gatta Cenerentola, Babbo Natale non viene da Nord, I Peggiori, La Parrucchiera. Fiction: I bastardi di Pizzofalcone, In punta di piedi, Un posto al sole. Cortometraggi: La condanna dell’essere, Anna, Lettera a mia figlia, La Barba, Uomo in Mare, MaLaMèNTI. Spot: Atelier Vanitas, Dolce & Gabbana – The One, Costa Crociere 2017., si è così espressa:

  1. Miglior Film Drammatico– L’INTRUSA di Leonardo Di Costanzo
  2. Migliore Attore di Film Drammatico – MICHELE RIONDINO(Falchi di Toni D’Angelo)
  3. Migliore Attrice di Film Drammatico– LUISA RANIERI (Veleno di Diego Olivares)
  4. Miglior Film Commedia– AMMORE E MALAVITA dei Fratelli Manetti
  5. Migliore Attore di Film Commedia – CARLO BUCCIROSSO per Ammore e Malavita
  6. Migliore Attrice di Film Commedia – MIRIAM CANDURRO per Vieni a Vivere a Napoli
  7. Miglior Fiction– I BASTARDI DI PIZZOFALCONE di Carlo Carlei
  8. Migliore Attrice di Fiction – ALESSANDRO GASSMAN (I Bastardi di Pizzofalcone)
  9. Migliore Attore di Fiction – CAROLINA CRESCENTINI(I Bastardi di Pizzofalcone)
  10. Miglior Spot– THE ONE -  DOLCE E GABBANA regia di Matteo Garrone

10:25 16/10

di Redazione

Commenta

Franco Pepe ospite del Degusta di Avellino per il ciclo "In Fermento"

Sarà Caserta la prima provincia protagonista del ciclo di appuntamenti “In Fermento” in programma presso il ristorante pizzeria Degusta di Avellino a partire dal mese di ottobre. Martedì 24 ottobre alle ore 20,30 a interpretare i sapori dell’autunno, accanto a Giovanni Mariconda e Alessio Sisinno, rispettivamente chef e pizzaiolo del Degusta, saranno la signora della pasticceria Carmen Vecchione di Dolciarte e Antonio Ferraiuolo, patron-pizzaiolo de Le 7 Voglie di San Marco Evangelista. Ospite speciale della serata sarà il maestro Franco Pepe della pizzeria Pepe in Grani di Caiazzo, ambasciatore internazionale delle eccellenze di Terra di Lavoro.

La cena si aprirà con un piatto della tradizione irpina proposto dallo chef Mariconda per poi proseguire con le pizze autunnali di Sisinno e Ferraiuolo e terminare in dolcezza con il dessert di Carmen Vecchione.  

Anche le birre artigianali selezionate per questa serata dall’esperto Gianluca Polini dell’Ottavonano di Atripalda, partner dell’intero ciclo di appuntamenti, saranno rappresentative dei due territori protagonisti della serata: la Granum di Serro Croce per l’Irpinia e la StaScocciata di StiMalti per la provincia di Caserta.    

   

Menu

Raogliano

Zuppa con lenticchie di collina, “vallani”, caldarroste, cotechino avellinese e olio d’alloro

 

‘A Signurin

Vellutata di zucca, speck, rocher di ricotta e scaglie di provolone del monaco

 

Cappoccia

Fiordilatte, provola, pomodoro infornato, verza, finocchietto selvatico, pancia stagionata di maiale pesante, caciocavallo di pezzata rossa

 

Il Bosco

Misto di funghi, pomodori confit, pancetta, noci e scaglie di tartufo

 

Castagna e cioccolato by Carmen Vecchione

 

In abbinamento le birre artigianali selezionate da Ottavonano:

Granum – Serro Croce

StaScocciata - Stimalti

 

Ticket cena: euro 20,00

 

Info e prenotazioni:

Degusta Ristorante Pizzeria

Via Ammiraglio G. Ronca, 35

Avellino

Tel. 0825 784957

www.ristorantedegusta.it

10:14 16/10

di Redazione

Commenta

Diving Castagne, ai fornelli 46 chef

Il 2017 è l’anno della promozione per il DiVin Castagne: l’evento, che già l’anno scorso aveva palesato segni di maturità offrendo ai circa 30.000 visitatori intervenuti un menù degno di un ristorante di alto livello, quest’anno è stato promosso a Festival che celebra l’arte e l’haute cuisine (elementi aventi come minimo denominatore il “buon gusto”) e che fa accomodare alla stessa mensa artisti, pubblico e grandi chef.

Dal 20 al 23 ottobre 2017 il centro di Sant’Antonio Abate (Napoli) si trasformerà in uno straordinario percorso gourmet, avente come tappe profumi e sapori per tutti i gusti.

La manifestazione è cresciuta costantemente dal 2011, anno della sua prima edizione: di pari passo è lievitato anche l’entusiasmo del pubblico ed è aumentato il numero degli chef ogni anno coinvolti, grazie a spazi più grandi e organizzati oltre a un folto programma di show cooking e attività. Insomma, quest’anno il DiVin Castagne entra di diritto tra gli appuntamenti più attesi dell’anno per i buongustai d’Italia!

Gli chef e i loro ristoranti, scelti tra le eccellenze del panorama gastronomico italiano, sono 46:

  • Alfonso Varone (dolciaria Varone),
  • Aniello Abagnale (birrificio Malti da legare),
  • Carmela Giordano (pizzeria Borgo Antico) – Le vecchie tradizioni;
  • Catello Attanasio (Capo d'Orso Eventi) – La tradizione rivisitata;
  • Corrado Coviello (ALMA, Scuola Internazionale di Cucina Italiana) – Risotto DiVin Castagne;
  • Davide Pontoriere (locanda I Girasoli) – Spalla di maialino all’alloro, crema di castagne arrostite e ciocco bianco, jus agrodolce d’arancia;
  • Dora Della Mura (caffetteria Della Mura),
  • Eugenio Simonetti (Taverna di Bibbiano) – Farro della Carfagnana con funghi porcini e zucca;
  • Fabiana Scarica (Villa Chiara orto&cucina) – Mare d’Autunno;
  • Flavia Marrone (La Forchetta Bistrot) – Gnocchi di castagne, pepe e provolone del Monaco;
  • Gabriele Martinelli (Il Machiavelli Restaurant) – Dolcezza d’Autunno;
  • Gaetano Morese (ristorante Il morese) – Risotto mantecato con fondente di cipolla ramata, pancia di maiale e Provolone del Monaco;
  • Gennaro Longobardi (ristorante Nonna Giulia) – Profumo di bosco, pasta con funghi;
  • Gerardo Galasso – Maiale e tacchino su salsa di castagne e patate duchessa;
  • Gian Marco Carli (ristorante Il Principe) – Vellutata di stagione con gamberi rossi;
  • Gianluca Fattoruso (Hotel Paradiso) – Provolone impiccato con crema ai funghi porcini;
  • Gioacchino Nocera (In cucina con Gioacchino) – Baccalà e castagne;
  • Giovanni de Vivo (ristorante Il Mosaico),
  • Giovanni Sorrentino (ristorante Gerani) – Primo Piatto;
  • Giuliano Donatantonio (ristorante Pineta 1903) – Scrigno d’autunno di patate e castagne con fonduta di caciocavallo al tartufo estivo e polvere di peperone crusco;
  • Giuseppe Cannillo (concorrente di Top Chef Italia),
  • Lazzaro Fattoruso (Ristorante Opera Viva) – L’uovo sullo scoglio;
  • Lorenzo Montoro (Osteria Al Paese),
  • Luca Ludovici (L'Osteria di Birra Del Borgo) – Tortello di castagne e chiodini con birra Castagnale;
  • Luca Natalini (Osteria Agilulfo) – Carpaccio di manzo, bietole e castagne;
  • Luigi Arpaia (ristorante La Panoramica) – Street food & fish;
  • Luigi Sorrentino (La casa del ghiro)  Baccalà con alloro, crumble di castagne, purea di zucca e riduzione di vino rosso;
  • Majda Nabaoui (ristorante Alain Ducasse, Hotel Plaza Athénée) – Similitudine di Castagnaccio;
  • Marco del Sorbo (Palazzo Marziale) – zuppa di ceci, fagioli e castagne;
  • Marco di Martino (Le Jules Verne Restaurant, Tour Eiffel) – Fantasia d’Autunno;
  • Mario Pollio (ristorante "Pasta e…") – Zuppa di farro ai sapori autunnali;
  • Massimo Matarese,
  • Michele Comentale (ristorante Nonna Giulia),
  • Pasquale D’Apice (Punto Freddo) – Profumi d’Autunno;
  • Pasquale Vitale (Ristorante Pascalo) – Maialetto in salsa di mela annurca e castagne;
  • Raffaele Vertolomo (ristorante O Primmo Ammore) – Gnocchetto di Lucullo;
  • Savino Galasso (pasticceria Savino) – Dolce;
  • Sebastiano Donnarumma (pasticceria La Viennetta) – Morbido Autunno e Délice de noisette;
  • Stefano Marconi (Osteria Cuore Piccante) – Ciascuolo croccante, gambero rosso arrostito e crumble di castagna;
  • Tobia Manfuso,
  • Tommaso De Rosa (docente di arte culinaria della Toffini Academy),
  • Umberto Ventriglia (personal chef) . Entrèe d’autunno;
  • Vincenzo Giordano Guido Schettino (ristorante Il Canacolo) – “Campania” dall’antico al moderno;
  • Vincenzo Piacente (Giò Ponti, Hotel Parco dei Principi) – Guancia di Maiale con riduzione di Gragnano e cremoso di zucca, galletta di patate e croccante di castagne;
  • Vincenzo Vaccaro (Cucina 82 Restaurant).

Ogni chef proporrà una portata in formato degustazione avente come ingrediente ovviamente la castagna. Il pubblico potrà dunque comporre il proprio menù scegliendo tra decine di piatti gourmet (antipasti, primi e secondi piatti, dolci, anche gluten free), tutto ad un presso contenutissimo.

Ricco il calendario di eventi collaterali proposti durante i quattro giorni dell’evento. Dagli show cooking che vedranno protagonisti gli chef Davide Pontoriere, Corrado Coviello, Lazzaro Fattoruso , Alessandra Surdo (maître e sommelier), e i top chef Luca Natalini e Majda Nabaoui, agli appuntamenti organizzati da Slow Food, passando per i wine tasting organizzati presso la Corte del gusto e del vino, i laboratori per bambini che saranno condotti da Maria Rosaria Sica (volto di Alice TV) e l’area produttori ove sarà possibile acquistare prodotti tipici del territorio da portare a casa. Altre attività innovative, tutte organizzate da grandi esperti del settore, sono:  

•         Ludus – Giochi di Bacco
dalle 20.00 alle 23.30
Giochi a squadre legati al mondo del vino e alla convivialità: in programma anche il palio delle botti;

•         Sagra del fungo chiodino e mostra micologica
dalle 19.00 alle 23.30
Esposizione di più di 170 specie di funghi;

•         Ritrovo Camper
dalle 8.00 alle 23.30
Sarà allestita un’area appositamente dedicata ai camper. È previsto il servizio navetta per raggiungere l’evento;

•         22 ottobre (dalle ore 8)
Randonnée – Ciclopedalata in Costiera Amalfitana
I ciclisti pedaleranno lungo uno dei percorsi panoramici più belli d’Italia;

•         22 ottobre (in serata)
Cerimonia di premiazione del concorso DiVinCastagne Art;

•         23 ottobre (ore 14,30)
Concorso Cocktail's DiVini 
Il concorrente è invitato a sviluppare un cocktail con l’utilizzo della castagna. Il concorso è stato organizzato in collaborazione con AIBM PROJECT (Associazione italiana bartender & mixologist).

Il DiVin Castagne è organizzato dall’associazione “Napoli è” da anni impegnata nella promozione del patrimonio artistico, paesaggistico ed enogastronomico della Campania.

10:06 16/10

di Redazione

Commenta

Nest, una stagione non convenzionale

Al Napoli Est Teatro è stata presentata oggi la nuova stagione teatrale 2017/2018  con la direzione del collettivo Nest. «Convinti che il teatro possa sanare qualche ferita e riempire qualche vuoto, quest’anno l’Arrotino del Teatro griderà per le strade del quartiere» spiegano i ragazzi del Nest che puntano su una stagione non convenzionale dal titolo “È arrivato il Teatro”.  Da Goldoni a Totò, passando per la nuova drammaturgia e finendo con la lezione di un grande Maestro come Eugenio Barba, la formula sarà come sempre quella dei 2 spettacoli al mese che permetterà di lavorare in maniera approfondita su ogni singolo evento. «In questi primi tre anni ci siamo fatti un po’ d’esperienza e abbiamo capito molto bene una cosa: il pubblico bisogna andare a prenderlo fino a casa. Allora ci siamo immaginati arrotini del teatro che girano per i vicoli del quartiere al grido: È arrivato il Teatro! Un servizio alla comunità necessario, almeno è quello che crediamo da quando è nato il Nest, e alcuni risultati sul territorio lo dimostrano» spiega Francesco Di Leva, tra i fondatori dello spazio.

La stagione si apre il 4 e 5 novembre con “La Locandiera” di Stefano Sabelli con Silvia Gallerano, che traghetta l'azione del capolavoro goldoniano dalla Firenze di metà settecento in una bassa Padania, esotica e fluviale anni '50. Il 12 novembre Giuliana De Sio leggerà per noi antiche favole della tradizione napoletana, di una Napoli che in pochi hanno visto e saputo cogliere, assaporarne i colori ed i sapori, con l’accompagnamento musicale di Marco Zurzolo 4Tet. Si prosegue con “Gli Onesti della Banda” dal 23 al 26 novembre, liberamente tratto dalla sceneggiatura de La Banda degli Onesti di Age e Scarpelli, che ha visto il debutto al Napoli Teatro Festival, è una spericolata riscrittura di Diego De Silva e Giuseppe Miale Di Mauro, una produzione Casa del Contemporaneo e Nest. Ad inaugurare il nuovo anno, il 6 e 7 gennaio, I Virtuosi di San Martino, con Totò che Tragedia!, che, in collaborazione con Teatri Uniti, portano in scena il racconto di un doppio binario di dolore e di gioia, di parole e musica, sul quale si fonda il mito del Principe De Curtis. Il 20 e 21 gennaio si va nella Città Inferno di nO (Dance first. Think Later), un musical di dolori e abbandoni, delle superstizioni, delle canzoni passionali, dell’Italia del nord e del sud, passando per il centro. A seguire il 3 e 4 febbraio Marcello Cotugno mette in scena un testo con un’anima femminile, Il Corpo giusto di Eve Ensler, una galleria di ritratti di donne moderne, un caleidoscopio di situazioni grottesche. Spazio ai più piccoli il 3 e 4 marzo che potranno vedere Il Piccolo Principe in versi siciliani e italiani di Giovanni Calcagno, liberamente tratto da Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupèry. 

Duccio Camerini sarà sul palco il 17 e 18 marzo con Risorgi una singolare riscrittura contemporanea del “Re Lear”, contaminato con “The Connection”, mitico testo anni sessanta del Living Theatre. E per restare in tema la compagnia ScenaVerticale con Dario De luca firma la regia di Il Vangelo secondo Antonio in cui racconta, con sentimento e com-passione, le vicende di un parroco molto attivo impegnato nell’accoglienza di emigranti, che si ammala di Alzheimer.

Grande novità di quest’anno il progetto conNESTioni (collaborazioni con realtà di promozione teatrale campane, attraverso un percorso di sostegno a grandi progetti formativi e di programmazione condivisa) che porterà il 23 marzo il maestro Eugenio Barba, che presenta Ave Maria, uno spettacolo Odin Teatret (fuori abbonamento) grazie alla collaborazione con l’Associazione Il Colibrì (CE) di Antonio Iavazzo. Mentre in collaborazione con Erreteatro di Vincenzo Albano (SA), il 28 e 29 aprile, ci sarà La Mite adattamento e regia di Cèsar Brie, che chiude la stagione.

Fuori abbonamento (data da definire) anche quest’anno Una Serata al Nest con…Francesco Montanari che presenta Il pigiama, ovvero: solo gli stupidi si muovono veloci, testo e regia di Daniele Prato. Nell’ambito del progetto #Giovani O’Nest, attività laboratoriali, formative e di visione condivisa, con lo scopo di avvicinare i giovani a rischio al teatro, il 17 e 18 febbraio si ride con TVATT (fuori abbonamento) - Teorie Violente Aprioristiche Temporali e Territoriali - uno spettacolo di Lugi Morra, comico e grottesco, che indaga su una precisa tipologia di violenza come schiaffi, pugni, risse, sopraffazioni. Infine dal 23 novembre e fino al 7 gennaio 2018 il Nest ospiterà Totò POP (focus su Totò) la mostra fotografica dedicata al principe della risata a cura di Pasquale Liguori e Clelio Alfinito foto di Giancarlo De Luca. 

10:01 16/10

di Redazione

Commenta

"Tre Bicchieri", Città del Gusto presenta i migliori vini 2018 a Palazzo Caracciolo

Martedì 24 ottobre Città del gusto Napoli animerà la città con l’evento più atteso per gli appassionati e stimatori dal mondo vitivinicolo, suggellando ancora una volta la sinergia con la città e celebrando la pubblicazione della Guida Vini d’Italia 2018 che premia i migliori vini della Penisola e quest’anno celebra i trentuno anni di età.

La Guida Vini d’Italia è la più autorevole e nota pubblicazione di settore che ogni anno assegna gli ambitissimi “Tre Bicchieri”, garanzia di eccellenza produttiva e simbolo di qualità dei vini italiani.

L’evento avrà luogo nell’esclusivo Palazzo Caracciolo MGallery By Sofitel dove l’antica arte enoica italiana si fonderà con la bellezza architettonica di una delle location più prestigiose del capoluogo campano.

Tre Bicchieri Napoli si conferma come l’appuntamento più importante del panorama vitivinicolo campano dove, in un’unica serata, i migliori produttori di vino potranno confrontarsi e far conoscere prodotto e azienda attraverso un esclusivo parterre di etichette.

Alle ore 19.00 l’evento si apre al pubblico dei wine lovers con un viaggio tra le eccellenze dell’Italia enologica abbracciando grandi spumanti, vini rossi, vini bianchi e da dessert premiati nella Guida Vini d’Italia 2018 e presentati nei banchi d’assaggio curati da produttori e AIS Campania.

Tre BicchieriNapoli non è solo vino. Le eccellenze vinicole saranno abilmente abbinate ai momenti dedicati al food, sia dolce che salato, per offrire una serata all’insegna del gusto e della convivialità; grandi chef, pizzaioli premiati dal Gambero Rosso, maestri panificatori come Massimiliano e Daniele Malafronte, Gigi Muroli di Sogni di Latte ed esperti dell’arte dolciaria napoletana come il maestro Mario Di Costanzo.

La serata vedrà la partecipazione di altri grandi interpreti premiati nelle guide del Gambero Rosso: Marco C. Merola, Chef Executive di Hackert a Caserta, nuovo premiato Tre Chicchi e Tre Tazzine secondo la guida Bar d’Italia del Gambero Rosso, condurrà i partecipanti verso un’esperienza sensoriale fatta di cioccolato e praline.  I giovani fratelli Di Lelio della Pizzeria Sancho di Fiumicino, nuovo premio Tre Rotelle nella guida Pizzerie d’Italia 2018 del Gambero Rosso, delizieranno il pubblico presente con la loro creazione di punta: una pizza speciale con porchetta in crosta di patate. Tra i protagonisti di Tre Bicchieri lo chef contadino Pietro Parisi di “Era Ora” a Palma Campania, portavoce dell’imprenditoria locale e ricercatore degli autentici sapori del territorio è tra i premiati del Gambero Rosso per aver fatto della tradizione culinaria un punto innovativo da scoprire.

"Un evento che celebra la ricchezza produttiva di alta qualità del nostro Paese - afferma Serena Maggiulli - e che conferma il ruolo strategico di Città del gusto Napoli come importante player in Campania e nel Sud per la diffusione della cultura del cibo e del vino".

L’evento Tre Bicchieri 2018 è a posti limitati e quest’anno sarà possibile partecipare tramite prenotazione o acquisto preventivo del biglietto di ingresso sul sito: https://goo.gl/onVDE8  

09:43 16/10

di Redazione

Commenta

Pagine

Rubriche

I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ: ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
RICETTE E CURIOSITÀ: ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica