Venerdì 24 Novembre 2017 - 19:29

Mann/Fuoriclassico, 2 giorni dionisiaci con Silvia Calderoni a Galleria Toledo

Il Museo Archeologico di Napoli invita a teatro per lo spettacolo MDLSX dei Motus con Silvia Calderoni sabato 25 novembre (ore 21) alla Galleria Toledo nell'ambito di “Fuoriclassico, la contemporaneità antica dell’ambiguo”, la rassegna quest'anno sul tema delle migrazioni e dei passaggi di stato è promossa dal Mann diretto da Paolo Gulierini. MDLSX, protagonista assoluto il corpo androgino dell’attrice icona dei Motus che raccoglie da due anni successi in tutto il mondo.

Sono dedicati a Dioniso, dio migrante e mutante per eccellenza, dal cui mito si procederà per una riflessione più ampia sul tema delle identità, i prossimi appuntamenti di  “Fuoriclassico, a cura di Gennaro Carillo, venerdì 24 e sabato 25 novembre. Venerdì 24 novembre (ore 17,30) al Museo Archeologico di Napoli dialogo tra il Prof. Massimo Fusillo, autore di un importante libro sul dio e sulle Baccanti nel Novecento, Il dio ibrido, e Gennaro Carillo. Si discuterà sul nesso tra il dionisiaco e le cosiddette teorie del genere (Gender Theories) che assumono la sessualità non come un dato biologico irrevocabile, come un destino, ma come un atto creativo, qualcosa di prossimo alla performance artistica (basti pensare alle tesi di Michel Foucault e Judith Butler). Tema cruciale e attuale specie alla luce della vicenda recentissima di Lorenzo, adolescente transgender di Alatri, che ha chiesto e ottenuto dal tribunale di Frosinone il riconoscimento del diritto di cambiare sesso e di chiamarsi Olimpia senza dover ricorrere a un intervento chirurgico. Sabato 25 novembre (ore 21) sul palco della Galleria Toledo la performance MDLSX dei Motus, con Silvia Calderoni (già Premio Ubu 2009  recentemente anche modella per Gucci)  da sola in scena, in una delle esperienze teatrali più potenti, e intimamente ‘dionisiache’, degli ultimi anni (Ingresso gratuito fino a esaurimento posti; prenotazione obbligatoria fuoriclassico.prenotazioni@gmail.com o +39 3336553496). MDLSX rimanda a Middlesex, romanzo dello statunitense Jeffrey Eugenides, premio Pulitzer 2003, storia di Calliope ermafrodito, nato maschio in corpo di donna. Nello spettacolo si arricchisce con manifesti queer e teorie sul genere, contributi di Judith Butler, Preciado, Donna Haraway e Pasolini, e della stessa Calderoni.

La rassegna, che proseguirà fino a giugno 2018, è promossa dal MANN e dal suo direttore Paolo Giulierini, con le associazioni “A Voce alta” e “Astrea. Sentimenti di giustizia”, ideata e curata da Gennaro Carillo, con il coordinamento organizzativo di Marinella Pomarici e di Andrea Milanese per il MANN.

15:50 24/11

di Redazione

Commenta

Villaggio di Babbo Natale e mercatini nella tenuta La Fortezza

TORRECUSO. C'è anche il villaggio di Babbo Natale quest’anno, all’interno dei mercatini della Tenuta La Fortezza. Stand enogastronomici, musica, intrattenimento per i più piccoli, prodotti di artigianato, tante luci e molto altro ancora. Da oggi a domenica il secondo il secondo weekend dell'edizione 2017 dei Mercatini che si svolgono ogni anno in Località Tora a Torrecuso (Benevento) all’interno degli ampi spazi della “Tenuta La Fortezza”  all’insegna della più tradizionale delle manifestazioni natalizie.
Gli altridue fine settimana sono 1, 2, 3 dicembre e 7, 8, 9, 10 dicembre. Tante le attrazioni che attendono i visitatori. Dalle degustazioni di vini, formaggi, salumi, dolci e prodotti tipici del Sannio, all’esposizione di oggetti di antiquariato, passando per le pregevoli ceramiche e giocattoli fatti a mano dagli artigiani presenti. Senza dimenticare che si potrà andare alla riscoperta degli antichi mestieri come il calzolaio, il cestaio e il tombolo, professioni che risveglieranno in molti gli elementi nostalgici della propria infanzia. Ad arricchire il tutto ci penserà poi uno scenario da favola, impreziosito da luminarie e spettacoli di animazione per grandi e piccini.

Ma l’edizione 2017 potrà contare anche su altre attrazioni, anzitutto quella rappresentata dal villaggio di Babbo Natale dove i più piccoli troveranno Santa Clause con i suoi piccoli aiutanti, gli elfi, e potranno giocare sulla slitta e visitare il magazzino coi giocattoli.
Per i più gradi la rievocazione storica diBenevento Longobarda consentirà di fare un tuffo nella storia, fino al Medioevo e osservare da vicino un vero e proprio villaggio medievale dove si potranno conoscere le principali attività e usi dei longobardi, ma anche la scrittura beneventana, le spade, il tiro con l’arco e la balestra.
Per informazioni basterà visitare il sito della Tenuta La Fortezza (http://www.tenutalafortezza.com/mercatini) o chiamare al +39 0824 874955.

14:49 24/11

di Redazione

Commenta

Riparte AstraDoc - Viaggio nel cinema del reale”

Venerdì 24 novembre alle ore 19.00 parte la nona edizione di “AstraDoc - Viaggio nel cinema del reale” rassegna cinematografica a cura Arci Movie Napoli, Parallelo 41 Produzioni, Coinor e Università degli Studi di Napoli Federico II.

Fino alla fine del 2017 saranno cinque le anteprime, tra novembre e dicembre, che anticiperanno il programma completo che si terrà da gennaio a maggio del prossimo anno. Questi primi cinque appuntamenti rappresentano una sorta di anteprima della rassegna 2018 che prenderà il via il 12 gennaio e che prevede altre 20 serate fino al maggio prossimo. Per questo scorcio di 2017 ci si muove in giro per il mondo, con la preziosa collaborazione di enti quali l'Institut français di Napoli, l'Università l'Orientale, il Ceicc e Omovies, il Festival di Cinema LGBT promosso da I Ken. Si parte dal tema più attuale di tutti ovvero quello delle migrazioni e del confronto con chi è diverso da noi, andando poi a scoprire storie e personaggi sparsi per il globo con opere ed approcci di diversa natura, ma accomunati dal linguaggio del cinema della realtà.

"Nove anni sono un bel traguardo per AstraDoc – dice Antonio Borrelli curatore della rassegna - ormai divenuto un appuntamento fisso e atteso per il pubblico cinefilo napoletano, con un'enorme partecipazione di persone che da novembre fino a maggio affolla il Cinema Astra per scoprire, attraverso il meglio della produzione documentaristica nazionale ed internazionale, l'articolato ed interessante universo del Cinema del Reale. La collaborazione tra Arci Movie, Parallelo 41 produzioni, Coinor e Università "Federico II" dimostra l'efficacia della scelta di puntare su un'offerta culturale originale con cui si è sempre voluto dare spazio ad un Cinema ingiustamente tagliato fuori dalla distribuzione ordinaria, ma capace di affrontare senza eguali la complessità del mondo contemporaneo. Una serata speciale è prevista per sabato 2 dicembre quando presenteremo alla città i primi film documentari sviluppati negli Atelier di Cinema del reale del progetto FilmaP, promosso da Arci Movie dal 2014, con la direzione pedagogica di Leonardo Di Costanzo e il coordinamento di Antonella Di Nocera".

 

La serata d’inaugurazione del 24 novembre vedrà un doppio appuntamento dedicato al tema delle migrazioni, dei rifugiati e del razzismo, con il viaggio intercontinentale a volo d’uccello dell’artista e dissidente cinese Ai Weiwei, capace ci catapultarci in 23 paesi del mondo per un’epopea delle migrazioni, e un racconto sul Sudafrica contemporaneo, patria di Mandela e della lotta per l’eguaglianza, ma che sembra essere sprofondato in nuove e più terrificanti pratiche di discriminazione e di violenza.

Si parte alle 19.00 con la proiezione di “Voetsek! Us, Brothers?” di Andy Spitz anteprima italiana di un recente film sudafricano su una grave vicenda di violenza xenofoba perpetrata dal 2008 ad oggi dai sudafricani nei confronti di migranti dagli altri paesi africani e che presenta inquietanti parallelismi con quanto sta accadendo in Europa. La proiezione rientra nel programma della giornata di studi: "Migrazioni, Rifugiati, Xenofobia" a cura dell'Università degli Studi di Napoli "L'Orientale" e del CEICC- Europe Direct Napoli del Comune di Napoli.

A seguire alle 21.00 “Human Flow” di Ai Weiwei, opera monumentale e profonda sulle migrazioni nel mondo contemporaneo, realizzata in tutti e cinque i continenti del globo e presentata in concorso ufficiale alla 74° Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia lo scorso settembre, dove è stata accolta con grande attenzione da tutta la stampa e la critica internazionale.

Ad introdurre le proiezioni ci saranno il Prof. Loren Landau dell'African Centre for Migration and Society (Wits University di Johannesburg), il Prof.Antonio Pezzano Centro studi sull'Africa contemporanea dell'Università l'Orientale di Napoli e Alessandra Sardu, Assessore alla Cooperazione Decentrata del Comune di Napoli.

Loren Landau è Professore in “Mobilità umana e politiche delle differenze” presso il Centro Africano per la migrazione e la società dell'Università di Witwatersrand, Johannesburg, di cui è stato fondatore. Il suo lavoro esplora la mobilità umana, la cittadinanza, lo sviluppo e l'autorità politica. È stato presidente del Consorzio per i rifugiati e i migranti in Sud Africa (CoRMSA), è membro del Consiglio consultivo sudafricano per l'immigrazione e fa parte del comitato editoriale di “Society & Space”, “International Migration Review”, “Migration Studies” e del “Journal of Refugee Studies”.

 

11:54 23/11

di Redazione

Commenta

“Il Piccolo Regno Incantato” al Complesso di San Domenico Maggiore

L’attesa è finita. Inizia il countdown per uno degli eventi più attesi del Natale a Napoli. Venerdì 24 novembre “Il Piccolo Regno Incantato”, prodotto e organizzato da Volare Srl, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, trasformerà il Complesso di San Domenico Maggiore in un meraviglioso castello delle fiabe. Tutti gli orari sono sul sito www.ilpiccoloregnoincantato.com.

“Il Piccolo Regno Incantato”, che ha riscosso un grande successo di pubblico e critica a Montecatini Terme, con oltre 50.000 visitatori in due edizioni, sancisce anche il gemellaggio tra due città. San Domenico, con le sue vetrate, i corridoi, gli ampi spazi tutti meravigliosamente coordinati diventa il luogo ideale per descrivere un palazzo, un regno. “Il Piccolo Regno Incantato”, dove bambini e adulti, attraverso l’esperienza diretta, incontrano e dialogano con i personaggi delle fiabe. Tra fantasia e realtà, va in scena un grande spettacolo teatrale, in cui i personaggi esistono veramente e si muovono all’interno di scene fisse, che ricreano i posti magici della fiabe, tutti collegati tra di loro dal cammino che l’ospite dovrà fare. Ogni personaggio apre e chiude la scena, evoca la propria fiaba, ma si ricollega a ciò che immediatamente prima gli ospiti hanno visto e hanno ascoltato. E così di scena in scena, di personaggio in personaggio, si rivela una grande rappresentazione emozionale, dove non c’è distanza tra chi recita e chi assiste, ma tutti sono protagonisti sullo stesso palcoscenico.

Con il claim “Se ci credi esiste”, “Il Piccolo Regno Incantato” arriva nel Complesso di San Domenico Maggiore con 30 attori che proporranno al pubblico uno spettacolo itinerante, trasportandolo, attraverso 15 scene tematiche allestite in uno spazio di 600 mq, nei mondi delle favole più belle di sempre: Cenerentola, I Tre Porcellini, Cappuccetto Rosso, Peter Pan, La Spada nella Roccia, PinocchioAlice nel Paese delle Meraviglie, Biancaneve e Mary Poppins.

Ingresso: 13,20 euro (adulti) e 11,20 euro (bambini). Diritti di prevendita inclusi

10:58 23/11

di Redazione

Commenta

Giagni presenta il saggio "Pericolosamente suppergiù sicuri"

A "Il tempo del vino e delle rose", noto Caffè letterario in piazza Dante 44 di Napoli, sabato 25 novembre ore 18 si terrà la presentazione del saggio "PERICOLOSAMENTE SUPPERGIÙ SICURI - Nel mondo dei bambini" di Gianluca Giagni. Insieme all'autore interviene Gianluca Vorzillo, amministratore unico e maggiore azionista di New Edenlandia SPA, con il ricercatore Salvatore Forte che modera la serata. Aperitivo al termine, posti limitati. Ma di cosa tratta il libro? Divertirsi, il più delle volte, per i bambini significa eludere la sicurezza, sperimentare e ricercare il rischio. Pensiamo, per esempio, a quanti pericoli corrono mentre si dondolano sull’altalena o si arrampicano sullo scivolo. Che cosa possono fare gli adulti in termini di prevenzione? "Pericolosamente suppergiù sicuri" partendo da questo interrogativo esplora in lungo e in largo il tema della sicurezza riferito al mondo dell’infanzia e dei giochi. L’intento è quello di offrire uno strumento di formazione utile, efficace e completo per farci scoprire quali pericoli si celano dietro oggetti e attività apparentemente sicure. Ingegnere per professione e scrittore per passione, Gianluca Giagni prova con questo libro a colmare un ritardo tutto italiano favorendo lo sviluppo di una vera e propria cultura della sicurezza, perché anche il gioco progettato bene, secondo la buona norma, e quindi “perfettamente sicuro” dal punto di vista tecnico, può diventare “potenzialmente pericoloso” per un semplice dettaglio: il fattore umano. Il benessere e la cura dei bambini sono il fil rouge che lega il libro al progetto “Ubakala”, che prende il nome da un piccolo villaggio nel sud della Nigeria ed è finalizzato alla costruzione di una struttura che racchiude al suo interno un reparto ospedaliero di Maternità e Pediatria, una scuola e un parco giochi. Devolvendo parte dei proventi, Gianluca Giagni contribuirà a raggiungere questo duplice obiettivo per #unavitachenasce e #unavitachecresce.

10:48 23/11

di Redazione

Commenta

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne: su Studio Universal il corto "Gionatan con la G"

“Gionatan con la G”, è il cortometraggio del regista Gianluca Santoni, vincitore del Cinemaster 2017, il progetto per giovani registi italiani organizzato da Studio Universal in collaborazione con i Corti d’Argento che è incentrato sul tema della violenza sulle donne.

La programmazione è prevista su Studio Universal (Mediaset Premium) sabato 25 alle 18.35 proprio in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

Sinossi. Gionatan ha nove anni e gli occhi di un adulto. Nella sala d'aspetto del pronto soccorso attende che sua madre si faccia medicare. Di nascosto, la sente mentire sul modo in cui si è procurata quelle ferite al volto. Con le caramelle in mano ed una terribile idea in testa, Gionatan decide di scappare.

10:46 23/11

di Redazione

Commenta

Gustus, accoglienza mediterranea per la Federazione Italiana Cuochi

Sono oltre 200 le personalità e gli chef transitati dallo stand dell'Accademia enogastronomica MedEATerranea a Gustus. Un salotto culturale dedicato all'agroalimentare e , soprattutto, a diffondere la cultura del mangiar sano e del mangiar bene che deriva da una approfondita conoscenza, come evidenziato dal professor Antonio Giordano presidente dello Sbarro Institute di Filadelfia e direttore scientifico dell'Accademia.

Proprio sul tema del cibo che fa bene alla salute è intervenuto il vicepresidente di MedEATerranea, Ernesto Quintiliani , nell'ambito dell'incontro organizzato dalla Regione Campania su "la Dieta Mediterranea, valore riconosciuto dall'Unesco come patrimonio universale", al quale hanno preso parte le massime autorità del settore: il capo della segreteria del Presidente della Regione Vincenzo De Luca, Franco Alfieri e l'assessore alle Politiche Agricole e Forestali della Regione Basilicata, Luca Braia.
Sempre nella tre giorni dedicata al gusto che si è svolta alla Mostra d'oltremare, l'Accademia ha garantito accoglienza ad oltre 1500 cuochi della Fic che hanno preso parte alla 29esima edizione del congresso della Federazione: nei saloni del ristorante della piscina, gestiti da Sire Ricevimenti, main sponsor di Accademia MedEATerranea, si sono alternate le delegazioni regionali della Federazione che hanno deliziato i presenti con i piatti tipici dei rispettivi territori. Sempre all'insegna della dieta mediterranea.
"Una sinergia, quella tra cuochi, Accademia e salone del Gusto  - ha dichiarato l'imprenditore Vincenzo Borrelli, amministratore di Sire al termine dell'evento - che si è rivelata vincente. Siamo convinti che si debba partire dalla cultura del cibo per arrivare poi ad avere, nella ristorazione, prodotti e menú che possano soddisfare sempre piú le esigenze di un cliente evoluto e attento alla propria salute. Siamo quello che mangiamo e il cittadino oggi lo sa". 

10:37 23/11

di Redazione

Commenta

L'eleganza di Cerrone in un Fashion Event

Grande successo per il Fashion Event di Tersige Cerrone svoltosi domenica  19  novembre  nell'elegante show room  “Cerrone”, situato nel “salotto” di Avellino. Madame  Cerrone, dopo  il felice riscontro  ottenuto sulle passerelle di AltaRomaModa, Ischia, Napoli ed al Museo del Louvre a  Parigi dove, nell'ambito di una iniziativa benefica promossa da African Fashion Gate, ha sfilato una capsule della sua linea di abiti Haute Couture, ha inteso omaggiare la sua città mettendo in scena nel suo atelier articolato in più piani, un raffinato trunk show suscitando ampi consensi e vive emozioni da parte di tutti i presenti. La performance  interpretata da modelle professioniste, condotta  dalla stessa Tersige, dottoressa in farmacia ma da sempre dedita alla moda sua grande passione, esprimendo gusto e cretività  soprattutto nel segmento “pellicceria” ha visto sfilare in passerella in pole position capi pregiati di alta pellicceria, confezionati con tecniche innovative al punto da renderli particolarmente leggeri e maneggevoli da poterli  addirittura infilare in borse da viaggio, dai colori inusuali come il rosa pallido, il pervinca, i celesti, spesso anche accostati al puro cashemere. Strepitosi gli zibellini Imperial accanto al coppottino di persiano color marrone bruiciato con lamine di rame ed alla giacca da sera stile anni “50  sempre di persiano dalle nuance del grigio con lamina in argento.  Molto apprezzati anche i visoni di qualità rara realizzati in soprabiti di varie lunghezze dai tagli ed il design  assolutamente inusuali Applauditi anche gli outfit pret 'a porter della maison Cerrone, ideali per ogni donna che vuol vestire al passo con i tempi senza mai sfociare negli eccessi, mantenendo costantemente uno standard di eleganza e raffinatezza. Stupendi  i capi   dell'Haute Couture per la gran sera, ognuno dei quali realizzato in maniera artigianale con l'utilizzo di tessuti pregiati in tinta unita o di stampa floreale secondo le linee di tendenza di quest'anno. Divertente ed originale l'idea della pelliccia per il cane indossata da un impertinente little dog in passerella come pure un cappottone di visone con inserti e bordi di pelle destinato all'uomo che insegue un look stravagante ma elegante al tempo stesso. A seguire brindisi augurale con finger food e  dinner buffet  con un festival di prelibatezze ispirato ai dettami della cucina d'oltreoceano opportunamente rivisitato secondo le tradizione culinaria campana, innaffiato da vini doc dell'Irpinia e della Costa d'Amalfi

10:25 23/11

di Redazione

Commenta

Fashion night ad Ercolano nel Museo Archeologico Virtuale

Grande successo per la seconda edizione dell’evento “Ercolano Fashion Night”, la kermesse di moda, arte e cultura organizzata da alcune realtà imprenditoriali ercolanesi. La manifestazione, tenutasi domenica sera presso il Museo Archeologico Virtuale di Ercolano, ha visto la partecipazione di oltre trecentocinquanta persone.

“Ercolano Fashion Night” non è un appuntamento fine a sé stesso, ma mira a valorizzare il lavoro delle aziende ercolanesi e l’immagine della città degli Scavi. Nata lo scorso anno da un’idea del curatore d’immagine Antonio Iengo che ha calcato le più famose passerelle di haute couture nazionali ed internazionali, la kermesse è stata realizzata anche grazie al contributo delle aziende Strada Facendo, Occhi Verdi Bijoux, De Gaetano Furs.

Artigiani e commercianti di altre realtà come Napoli, Sorrento e Caserta hanno chiesto agli organizzatori della manifestazione di poterla replicare nelle loro città. Un potenziale format di moda da esportare. Non solo in Campania. Alla manifestazione era presente anche una delegazione di studenti di moda cinesi che hanno preso appunti e chiesto informazioni alle aziende che hanno realizzato l’evento.

 

20:40 22/11

di Redazione

Commenta

Malena, un corto a Napoli con Gianni Marino

In questi giorni sono terminate le riprese del cortometraggio “La ragazza della porta accanto” , scritto e interpretato dall’ attore Gianni Marino, artista Sangiorgese con un solido curriculum alle spalle. Tra i suoi impegni professionali ricordiamo la partecipazione da comico al programma televisivo “Made in sud”,dove ha preso parte a diverse edizioni, portando sul piccolo schermo divertenti e variopinti personaggi. Prosegue l’ evoluzione artistica di Marino con il suo quarto cortometraggio, stavolta affiancato dalla sensualissima attrice Malena (nella foto di Renato Manente), reduce dall’ ultima edizione del format “L’ isola dei famosi”. La regia è affidata all’ istrionico Roberto Aiena. Il cortometraggio con una forte vena comica, ironizza maliziosamente sulle fantasie dell’ italiano medio, strizzando l’ occhio alla storica commedia all’ italiana. Malena, con la sua intrigante bellezza, dà un valore aggiunto al progetto. Gianni Marino e Davide Grieco, produttori del cortometraggio, hanno confermato che tale lavoro sarà distribuito e proiettato ai vari Festival di Cortometraggi nazionali, per poi essere pubblicato successivamente sui canali del web, dando possibilita’ a tutti i followers di Malena e appassionati, di godere delle risate del gustoso cortometraggio.

 

20:33 22/11

di Redazione

Commenta

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
DIRITTI&LAVORO
di Carlo Pareto
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
RICETTE E CURIOSITÀ: ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici