Martedì 25 Aprile 2017 - 6:56

Golden Globes 2017, trionfa "La La Land"

Un “La La Land” da record nella 74esima edizione dei Golden Globe ha conquistato sette premi su altrettante candidature. Migliore film brillante, migliori attori protagonisti, Emma Stone e Ryan Gosling (che ha dedicato il premio al fratello della sua compagna, Eva Medenz, morto recentemente di cancro), migliore sceneggiatore e miglior regista, il giovane Damien Chazelle, migliore colonna sonora e migliore canzone, “City of Stars”. Ora è di diritto la pellicola più accreditata a far man bassa di Oscar il prossimo 26 febbraio.

La cerimonia tenutasi al Beverly Hilton Hotel di Beverly Hills e condotta da Jimmy Fallon (in Italia è andata in onda su Sky Atlantic), ha visto trionfare nella categoria dramma Casey Affleck come migliore attore drammatico per la sua interpretazione in “Manchester by the Sea”, mentre miglior film è andato al piccolo film indipendente Moonlight. Isabelle Huppert è stata eletta migliore attrice con “Elle”, film francese di Paul Verhoeven che ha vinto anche nella categoria miglior film in lingua straniera.

I membri dell'Hfpa hanno premiato per la categoria Televisione Tracee Ellis Ross come migliore attrice in una serie brillante per “Black-ish”, Donald Glover migliore attore in una serie comica per “Atlanta”, premiata anche come migliore serie brillante, mentre la migliore serie drammatica è “The Crown”, che ha visto vincere anche Claire Foy per la sua interpretazione della regina Elisabetta II. Miglior film per la tv è “The People vs OJ Simpson” sul caso di cronaca giudiziaria che negli anni Novanta vide il campione di football accusato dell'omicidio della moglie e di un amico. L'ex dottor House Hugh Laurie è miglior attore per “The Night Manager”.

Il momento più toccante della serata è stata la consegna del premio alla carriera a Meryl Streep, che ha tenuto un lungo discorso nel quale ha sottolineato l'importanza della diversità nel mondo dell'arte: «Se a Hollywood mandassimo via tutti quelli che non sono nati qui non ci resterebbe nulla da guardare se non il football e le arti marziali, che non sono propriamente arte». Poi, la stoccata a Donald Trump, senza nominarlo, che durante la campagna elettorale scimmiottò un giornalista disabile. In conclusione una dedica alla sua compianta amica e collega Carrie Fisher: «Prendi il tuo cuore spezzato e fallo diventare arte».

 

09:49 9/01

di Alessandro Savoia

Commenta

Rubriche

I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
DIRITTI&LAVORO
di Carlo Pareto
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli