Giovedì 18 Ottobre 2018 - 4:33

Un riconoscimento al cortometraggio “Tu mi uccidi, o crudel”

NAPOLI. La rievocazione grottesca di un omicidio famoso: quello del duca d’Andria, Fabrizio Carafa, sorpreso assieme all’amante, la bellissima Maria D’Avalos, da suo marito Gesualdo da Venosa. Il celebre madrigalista, una delle personalità più importanti nella storia della musica di tutti i tempi, finse di partire per una battuta di caccia, appostandosi invece nei pressi dell’alcova, a Palazzo San Severo in piazza San Domenico Maggiore, forse colpendo di persona con furia gli amanti, forse mandando i suoi sicari a perpetrare il duplice delitto. “Tu mi uccidi, o crudel”, questo il titolo del corto di Giovanni Calvino, che rievoca i fatti con un piglio del tutto personale e originale, si è aggiudicato il premio come “Miglior corto” al Galà del Cinema e della Fiction. «Fabrizio – racconta l’autore – è sul letto di morte; ma a un tratto si alza e lo spettatore capisce quella che sembrava una storia del XVI secolo si svolge ai nostri giorni ed è ambientata su un set. Ma il fato ci mette lo zampino: l’attore che impersonava Fabrizio resta vittima di un infarto; quello che doveva interpretare Gesualdo arriva in ritardo perché bloccato dal traffico; e il produttore che dovrebbe finanziare il loro progetto, si ritrova sul set proprio quando tutti gli attori piangono davvero il morto. La scena è talmente realistica che, alla fine, egli applaude alla scena». Gli interpreti sono Franco Iavarone (nella foto), Gianni Ferreri, Patrizia Di Martino, Marianna Mercurio, Dalal Suleiman e Roberto Pappalardo. Calvino, che è architetto, ma si dedica sempre di più alla passione per la scrittura e la regia, ha prodotto il corto come socio della Tile Entertainment assieme a Nicola Barile e Giovanni Parisi. La Tile è una società napoletana che si sta facendo rapidamente strada nel mondo dell’audiovisivo con progetti nazionali e internazionali.

23:42 17/10

di Redazione

Commenta

A Napoli Est torna il viaggio di Moviemmece

Tre amici che scelgono di produrre bottarga nel posto più freddo della Terra. Un critico gastronomico di mezz’età che gira il mondo alla scoperta dei piatti di ogni continente. Tre istantanee sulla vita in comunità nel centro Italia, un anno dopo il sisma che nel 2016 colpì il cuore del Belpaese. Racconti di vita, volti di integrazione e di tradizioni antiche, con il cibo che sa essere, insieme, amore e sofferenza.

Sono venti le storie raccontate nei cortometraggi finalisti di Moviemmece, il primo Cinefestival italiano dedicato alla biodiversità del cibo e delle culture, a Napoli Est dal 19 al 27 ottobre.

La seconda edizione di Moviemmece, la rassegna ospitata nei locali del cultural hub di San Giovanni a Teduccio Art33, è ideata da Associazione Gioco Immagine e ParoleAssociazione Fuori dal Seminato e Cooperativa Sociale Mandacarù, in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, con il sostegno del ministero per i Beni e le Attività Culturali e di SIAE, nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”, ed è stata presentata questa mattina nel corso di una conferenza stampa nella sala giunta del Comune di Napoli.

Tra i venti corti selezionati per la finale, realizzati da registi italiani under35 che presenteranno le proprie opereal teatro NEST – Napoli Est Teatro durante la rassegna,  sarà selezionato il corto vincitore, a cui verrà attribuito un premio in denaro di mille euro. A giudicare i giovanissimi registi una giuria scuole con gli studenti ma anche critici, giornalisti ed esperti del mondo cinematografico: il regista di “Vieni a vivere a Napoli” Francesco Prisco, l’attore Francesco Vitiello che interpreta Diego Giordano in Un Posto al Sole, la giornalista dei tweet irriverenti sul Napoli Anna Trieste, lo sceneggiatore di “Io Speriamo che me la cavo” Andrej Longo e l’attore Adriano Pantaleo, che ha iniziato la sua carriera nel cinema interpretando il personaggio di Spillo in Amico Mio.

I giurati incoroneranno il regista under 35 vincitore di Moviemmece 2018 sabato 27 ottobre, durante la serata finale del Festival, al termine di una settimana di eventi tutti gratuiti collaterali al concorso, tra show cooking e laboratori di cucina multietnica, quest’anno dedicati all’incontro tra la gastronomia partenopea e la tradizione sri lankese, la cucina palestinese, e la rilettura vegana della cucina classica, e mostre fotografiche dedicate alla biodiversità, con il cibo che diventa veicolo di conoscenza e scambio interculturale, strumento di salvaguardia e valorizzazione di territori e culture.

È gratuita anche la masterclass di cinema breve, un incontro esclusivo sul mondo dei cortometraggi che per tre giorni permetterà a studenti di cinema e appassionati dai 18 ai 35 anni di scoprire i segreti della cinematografia con il pluripremiato regista italiano Giuseppe Marco Albano.

“Portare il grande cinema connesso a tematiche quali sovranità alimentare, ambiente e accoglienza nel quartiere di San Giovanni a Teduccio – ha dichiarato Marina Ferrara, direttrice del Festival - per noi è una sfida che si rinnova. Crediamo fortemente che la riconnessione fra centro e periferia, sia nelle nostre città, che più in generale nell’intero pianeta con tutti i suoi squilibri, sia la strada maestra per la comprensione reciproca e per la pacifica convivenza. E cosa più del cibo, da sempre “luogo” di incontro e meticciamento, per compiere questa riconnessione?”

“Il nostro obiettivo – ha detto Martina Romanello, dell’Associazione Gioco Immagine e Parole, è quello di creare un festival partecipato e condiviso il più possibile, soprattutto dai giovani. È per questo che la seconda edizione, oltre alle attività rivolte alle scuole e alla giuria giovani, prevede anche una prestigiosa masterclass e un concorso fotografico, per moltiplicare le occasioni di incontro e scambio fra quelli che sognano il cinema e un mondo più sostenibile per tutti”.

“Siamo contenti – ha dichiarato Roberto Todisco, dell’associazione Fuori dal Seminato, che l’edizione di quest’anno, soprattutto nella sezione fuori concorso, sia fortemente segnata da figure femminili, ritratti che ribaltano le tradizionali dinamiche di subalternità e riassegnano alla donna un ruolo che le è proprio: tessitrice di relazione e centro delle comunità. Ruolo, per altro, interpretato in maniere diversissime, dall’eroismo di una ragazzina afgana, all’accoglienza di tre sorelle giapponesi, passando per una donna nigeriana che restituisce umanità in quel limbo che può diventare per gli immigrati Castel Volturno”.

L'intera manifestazione è a impatto zero: durante i giorni delle proiezioni, che vedranno alternarsi i cortometraggi finalisti e lungometraggi internazionali fuori concorso, piccoli produttori locali e una selezione di prodotti provenienti dalla filiera del commercio equo e solidale coinvolti dalla cooperativa Le Tribù, stuzzicheranno il palato del pubblico e dei registi che parteciperanno alla manifestazione. Sarà promossa una strategia a rifiuti zero e verrà distribuito solo cibo proveniente da filiere etiche. 

Il programma completo di Moviemmece è disponibile sul sito http://www.moviemmece.it

21:46 17/10

di Redazione

Commenta

Fabio Cristiano e l'abito realizzato con la pasta di pizza

NAPOLI. Fabio Cristiano (nella foto di Michele De Luca con Laura Tresa e Davide Cecora) dell'“Antica Pizzeria da Gennaro” a Bagnoli ha realizzato in esclusiva un abito realizzato con l'impasto della pizza per l'evento gastronomico organizzato da “Mysocialrecipe” dedicato alla pizza napoletana. L'impasto è stato realizzato con semplicissimi ingredienti come acqua minerale, farina, pomodoro e sale. 

21:17 17/10

di Redazione

Commenta

"Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald": fan event in piazza Trieste e Trento

Ad un mese dall’uscita nelle sale italiane di "Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald", Warner Bros. Pictures presenta "Animali Fantastici fan eventi – accendi la magia. Sabato 3 novembre alle ore 18.30 i fan del Wizarding World accenderanno contemporaneamente con uno speciale Lumos le imponenti installazioni delle bacchette dei protagonisti del magico mondo di J.K. Rowling in nove città italiane. A Napoli la bacchetta di Harry Potter sbarcherà a Piazza Trieste e Trento.

Per poter partecipare all’evento è necessario registrarsi alla pagina dedicata http://www.warnerbros.it/AnimaliFantasticiFanEvent. I primi 2300 babbani che si registreranno agli eventi di Milano, Roma, Napoli, Lucca, Torino, Firenze, Genova, Bergamo e Perugia, saranno premiati con l’esclusivo invito al Fan Event e con una speciale bacchetta magica luminosa di Newt Scamander, Albus Silente o Grindelwald. I vincitori saranno contattati direttamente via mail martedì 30 ottobre.

L’evento è realizzato in collaborazione con Infinity - il servizio streaming del Gruppo Mediaset, la saga completa dei film di Harry Potter è disponibile on demand sul servizio, e con UCI Cinemas. "Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwald" uscirà nelle sale italiane il 15 novembre del 2018, sarà distribuito in tutto il mondo in 2D e 3D nei cinema selezionati e IMAX dalla Warner Bros. Pictures.

20:42 17/10

di Alessandro Savoia

Commenta

“Da ordinario a straordinario”, il seminario di formazione di Gaetano Sottile

NAPOLI. “Da ordinario a straordinario”: è questo il titolo del seminario di formazione per lo sviluppo di una leadership personale che terrà il dottor Gaetano Sottile (nella foto) il 20 ottobre 2018 presso il Centro Eccellenze Campane (via Brin, 69 – Napoli), nella sede di “De. Le. & Partners” dalle ore 10 alle ore 13. Gaetano Sottile è ritenuto uno dei più importanti esperti di leadership in Italia, laureato alla Columbia University e membro del “John Maxwell Team”, la più importante organizzazione in tema di leadership al mondo. Al termine del seminario infatti sarà rilasciato un attestato ai partecipanti “The John Maxwell Team”. Il dottor Sottile illustrerà i 7 principi per sviluppare e migliorare la vita personale e professionale: «Per distinguersi dalla massa bisogna alzare l’asticella e condurre la propria vita al di sopra della normalità - ha dichiarato Sottile, che aggiunge - dobbiamo capire che nella vita la vera sfida è aggiungere valore agli altri, non solo a se stessi. Quindi equipaggiamoci per affrontare le sfide che ci attendono, con uno spirito da leader». Introduce l’evento John Tufaro, responsabile dell’associazione “Celebration Italia". Modera Davide Lepore, socio fondatore della “De.Le & Partners International School”. È previsto un ticket d’ingresso acquistabile direttamente sulla pagina Fb "Corsi di Leadership"e sul sito www.corsileadership.com.

18:56 17/10

di Redazione

Commenta

Autunno Musicale omaggia Rossini con il chitarrista Emanuele Segre

Sarà il musicista Emanuele Segre, tra i più virtuosi chitarristi al mondo, Venerdì 19 Ottobre, alle ore 20.00, al Museo Archeologico di Calatia di Maddaloni in un recital A – Solo con brani di Sylvius Leopold Weiss, Mauro Giuliani, Ottorino Respighi, Maurice Ravel e Isaac Albeniz, a dare inizio al terzo weekend dei concerti della XXIV rassegna di Autunno Musicale.

Segre, che arriverà in Campania dopo un tour in Giappone per poi ripartire per gli USA, considerato dalla critica come il chitarrista dal tratto garbato e signorile, già nella metà degli anni Ottanta fu definito dal Washington Post ”a musician of immense promise”, dopo il suo debutto alla Carnegie Concert Hall.

In occasione dell’Anno rossiniano, Autunno Musicale con Emanuele Segre riserveranno un omaggio a Gioacchino Rossini.

Segre, accompagnato dall’Ensemble dell’Orchestra da Camera di Caserta, ritornerà per un doppio appuntamento dedicato all’autore de Il barbiere di Siviglia, nel concerto Around Rossini che si terrà Sabato 20 ottobre, alle ore 19.30, nella Chiesa dell’Annunziata di Sessa Aurunca e verrà replicato,Domenica 21 Ottobre, alle ore 11.30, al Museo Archeologico di Teanum Sidicinum di Teano, dove il pubblico, dopo il concerto, potrà anche partecipare all’Aperitivo Rossini. Momento culinario dedicato al “Rossini gourmet”, a cura di Associazione Sidicina Amici dei Musei, in cui si potranno assaggiare alcune ricette del compositore originario di Pesaro, appassionato della buona cucina e lui stesso inventore di alcune famose ricette, tra cui i maccheroni alla Rossinitrascritta nel 1866, durante il suo soggiorno napoletano. Celebre l’esclamazione del grande compositore ad alcuni suoi amici: “Non conosco un’occupazione migliore del mangiare, cioè, del mangiare veramente. L’appetito è per lo stomaco quello che l’amore è per il cuore. Lo stomaco è il direttore che dirige la grande orchestra delle nostre passioni”.

Sabato 20 ottobre, il programma di Autunno Musicale darà il via al progetto Educational, che prevede una masterclass con Emanuele Segre e gli studenti del Liceo Musicale di Sessa Aurunca, ospiti dell’ex convento dei padri Agostiniani, dove Mozart soggiornò per due notti, durante il suo viaggio da Roma a Napoli.

Grande attesa per il concerto di Sae Yoon Chon, il giovane pianista coreano, vincitore del concorso “Premio di Dublino”, concorso riconosciuto tra i pochi nella stretta rosa d’importanza mondiale, che concluderà, Domenica 21 ottobre, alle ore 17.30, al Museo Campano di Capua, per la sezione Pianofestival, gli appuntamenti musicali del fine settimana. Il pianista asiatico, per la prima volta in Italia, eseguirà brani di Johann Sebastian BachJohannes Brahms,Ludwig van BeethovenAlexander Scriabin e Franz Liszt.

Autunno Musicale, la rassegna itinerante di concerti di musica da camera e pianoforte Suoni & Luoghi d’Arte, giunta alla sua XXIV edizione, ha la direzione artistica di Antonino Cascio, concertista, direttore d’orchestra e docente del Conservatorio di Napoli.

 

Info:

www.autunnomusicale.com - info@autunnomusicale.com  - tel. 0823 361801 / 339 170 29 06

18:40 17/10

di Redazione

Commenta

Da Torre del Greco un presepe in corallo per il Presidente Mattarella

Come da tradizione, con l’arrivo dell’autunno, presso lo Show Room di Torre del Greco è stata presentata la nuova collezione di presepi, realizzati a mano da Luigi Liverino sia in corallo, che in conchiglia corniola.

Il primo pezzo della serie 2018/2019 ha avuto un destinatario d’eccezione, infatti i docenti e gli alunni del Liceo Scientifico “Filippo Silvestri” di Portici, in occasione di una visita didattica al Quirinale, hanno donato al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella un esclusivo presepe in corallo scuro del Mediterraneo, un manufatto di grande pregio, che rispettando rigorosamente i canoni dell’alta produzione artigianale e mantenendo gli standard estetici dei presepi in corallo, si configura come una creazione unica nel suo genere.

«Negli ultimi anni – afferma Luigi Liverino - ci sono state commissionate diverse creazioni presepiali, che alcuni nostri clienti hanno poi donato a Pontefici e Capi di Stato. Conservo ancora con grande orgoglio una lettera di apprezzamento di Papa Benedetto XVI, un vero esteta in materia di gusti e preferenze. Realizzare un presepe per il Presidente della Repubblica e ricevere il suo convinto apprezzamento è per me motivo di grande soddisfazione. Sapere che una nostra natività è stata donata ad un uomo con un elevato senso delle Istituzioni come Mattarella,  conferisce ulteriore prestigio alla lodevole iniziativa del Liceo Silvestri».

Ogni singolo pezzo, sia in corallo che in conchiglia corniola, trattandosi di due pregiati prodotti naturali, si configura come un prodotto da collezione: se solo si pensa a quanto sia complicato realizzare anche una piccola incisione sul corallo o sulla conchiglia (se si sbaglia, qualsiasi realizzazione ne risulterà seriamente compromessa), ci si può rendere conto di quanto sia delicata ed onerosa la produzione di una rappresentazione presepiale. 

18:18 17/10

di Redazione

Commenta

Castelvenere accoglie i “gemelli" maltesi

Una delegazione maltese pronta a prendere il volo per far ritorno a Castelvenere. Gli amministratori comunali di Xewkija, cittadina dell’isola di Gozo, saranno a Castelvenere per partecipare al week-end dedicato a ‘La vendemmia dell’uva “camaiola” con i “gemelli” di Xewkija’, evento con cui il Comune castelvenerese intende presentare le tante iniziative che animeranno questo finale del 2018 e l’intero anno 2019 nell’ambito del prestigioso riconoscimento di ‘Città Europea del Vino 2019’ ottenuto da Recevin insieme ai Comuni di Guardia Sanframondi, Sant’Agata dei Goti, Solopaca e Torrecuso.

Il programma prevede nella mattinata di sabato le visite alle aziende del territorio. Nel pomeriggio, alle ore 18.30, presso l’Enoteca Culturale di piazza San Barbato, si svolgerà il seminario/degustazione sul tema ‘Viticoltura mediterranea e cambiamenti climatici lungo la rotta Sannio-Malta’, con un confronto tra etichette prodotte in terra gozitana con quelle castelveneresi. All’appuntamento parteciperà il produttore maltese Anthony Hili (dell’azienda Massar Winery), mentre al bando dei degustatori siederanno Luciano Pignataro (giornalista), Nicola Matarazzo (curatore scientifico del progetto ‘Luoghi e protagonisti del risorgere del vitigno “camaiola”), Mariagrazia de Luca (delegata Ais Benevento) e Pasquale Carlo (giornalista).

La giornata di domenica offrirà una mattinata tra le vigne, con un’escursione che porterà gli ospiti maltesi a raggiungere contrada Foresta, dove ci sarà un momento dedicato alla raccolta dell’uva a cui farà seguito un pranzo contadino sull’aia. Nel pomeriggio, alle 18.30, sempre nella cornice dell’Enoteca Culturale, il sindaco castelvenerese Mario Scetta e quello di Xewkija, Paul Azzopardi, daranno i saluti ai sindaci della ‘Città Europea del Vino 2019’ e ai rappresentanti delle istituzioni e degli enti coinvolti nella fase di candidatura del territorio ‘Sannio Falanghina’. Prevista la partecipazione di: Floriano Panza (sindaco di Guardia Sanframondi), Carmine Valentino (Sant’Agata dei Goti), Pompilio Forgione (Solopaca) ed Erasmo Cutillo (Torrecuso); Antonio Campese (Camera di Commercio di Benevento), Libero Rillo (Sannio Consorzio Tutela Vini), Giuseppe Marotta (UniSannio) ed Erasmo Mortaruolo (consigliere Regione Campania). Saranno illustrati i contenuti e gli obiettivi che si prefiggono le attività messe in cantiere per l’intero corso del 2019 e sarà proiettato il video che è stato realizzato dai cinque Comuni a sostegno della candidatura.

«Purtroppo il caso ha voluto – dichiara il sindaco di Castelvenere, Mario Scetta – che l’avvio di queste importanti iniziative coincidesse con una vendemmia particolarmente triste per i viticoltori castelveneresi. Una vendemmia segnata dagli eventi avversi del 3 maggio scorso, che hanno condizionato una difficile gestione delle vigne, tanto che in alcuni casi si sono segnalate perdite anche nell’ordine dell’80-90% della media dei raccolti. Parliamo, ovviamente, di iniziative che mirano a sostenere la filiera, promuovendo i nostri vini di eccellenza e strutturando sul territorio una rete di accoglienza che possa finalmente far decollare un percorso turistico. Tutto questo non solo attraverso le iniziative programmate nell’ambito della ‘Città Europea del Vino 2019’ ma anche attraverso il progetto co-finanziato dalla Regione Campania, dedicato ai luoghi e ai protagonisti del risorgere del vitigno “camaiola”. Questo percorso intende affiancare lo sforzo che hanno messo in campo i produttori castelveneresi, mirati a trovare una definitiva soluzione all’annoso caso che condiziona negativamente la promozione del nostro vitigno a bacca rossa più importante, legato nel nome al vitigno di origini piemontesi barbera. L’Associazione Imbottigliatori Castelvenere – spiega Scetta – ha infatti avviato l’iter per ottenere l’autorizzazione ad utilizzare proprio il sinonimo “camaiola”, il nome di un vitigno di cui si trovano abbondanti documentazioni nella storia della vitivinicoltura di Castelvenere fino ai primi decenni del Novecento, per quanto concerne i vini a Denominazione di Origine ‘Sannio Barbera’. In ultimo ma non per ultimo, condivideremo diversi momenti della nostra importante programmazione con la comunità maltese di Xewkija, con cui siamo gemellati dal lontano 2002. Un vincolo di amicizia che vogliamo rafforzare attraverso la condivisione di buone pratiche, stimolando rapporti commerciali e, soprattutto, riflettendo insieme su quella che sarà l’impegno futuro che maggiormente condizionerà la coltivazione della vite nell’area del Mediterraneo: le conseguenze dovute ai cambiamenti climatici. Queste le sfide in cui saremo impegnati alla guida di una comunità che lega da sempre la sua esistenza alla coltivazione della vite. Una sapiente e laboriosa comunità che è chiamata ancora una volta a superare un momento non semplice. Siamo convinti, così come successo nel passato, che i nostri viticoltori – conclude il sindaco – usciranno da questa fase critica ancora più forti. Il nostro impegno è quello di renderli più competitivi”.

18:07 17/10

di Redazione

Commenta

Il canale Arte parla italiano: cinema, musica, storia, scienze nei programmi in 6 lingue

ARTE, il canale culturale europeo, presenta ARTE in italiano, la versione sottotitolata in italiano dell’offerta gratuita in streaming video. L’offerta multilingue di ARTE, già disponibile con sottotitoli in inglese (www.arte.tv/en), spagnolo (www.arte.tv/es) e polacco (www.arte.tv/pl), oltre che francese (www.arte.tv/fr) e tedesco (www.arte.tv/de), dal 17 ottobre 2018 si arricchisce con la versione italiana fruibile su www.arte.tv/it e tramite applicazione per smartphone, tablet e smart TV, nonché sul servizio tivùon! di tivùsat.

Ogni settimana ARTE, attraverso l’offerta streaming multilingue, offre 10 ore di nuovi programmi sottotitolati: documentari nel campo delle scoperte, inchieste, società, scienze, cultura e arte, ma anche appuntamenti come i magazine ARTE Reportage con approfondimenti sull’attualità europea e internazionale e il magazine culturale europeo Metropolis. Troverà ampio spazio anche lo Spettacolo, grazie a una scelta di programmi dell’offerta musicale ARTE Concert, concerti di musica classica e leggera, opera, jazz e ancora elettronica e rock.

Dal 17 ottobre 2018, la programmazione gratuita in italiano, francese, tedesco, inglese, polacco e spagnolo consentirà ad ARTE di raggiungere il 70% di tutti gli Europei nella loro lingua madre. Oltre la metà di tutti i programmi sarà accessibile in tutto il mondo. La sottotitolazione in italiano, inglese, polacco e spagnolo è stata resa possibile grazie ad un progetto sperimentale, co-finanziato dall’Unione Europea.

Una selezione dei programmi di ARTE in italiano saranno disponibili anche sul sito della Radiotelevisione Svizzera Italiana nella sezione rsi.ch/cultura, mentre ARTE in italiano ospiterà alcuni programmi della RSI.

Aumentando la sua proposta di programmi sottotitolati con l’introduzione della lingua italiana, ARTE fa un ulteriore passo verso la concretizzazione della sua missione in Europa e consente la divulgazione in varie lingue di contenuti culturali di alta qualità.

15:56 17/10

di Redazione

Commenta

Le stelle della bodybuilding alla Mostra d’Oltremare

Una festa per lo sport. Una gara e un expo gratuita per incontrare anche le star, molto spesso anche volti noti, internazionali. Il 21 ottobre al teatro Mediterraneo all’interno della Mostra d’Oltremare, si terrà La notte delle stelle IFBB uno dei massimi eventi al mondo dedicati al bodybuiliding. La manifestazione organizzata da NAPOLI BIG POWER, a cura di Fabio Cappiello, Luigi Filace, Vincenzo Borrelli e Pasquale Delli Paoli vedrà sfidarsi tra loro circa duecentocinquanta atleti provenienti da tutta Italia, che gareggeranno per accedere direttamente ai Campionati Mondiali IFBB e aggiudicarsi il titolo “Notte delle stelle”. Una grande giornata di sport e spettacolo con tutti i più grandi campioni della ghisa e del bodybuiliding, che farà guadagnare al vincitore la grande opportunità di accedere alle finali mondiali IFBB, agli italiani Fit Italy Show e alla prestigiosa Diamond Cup di Roma.

Napoli capitale mondiale, dunque, del bodybuilding, al teatro Mediterraneo, con una gara che permetterà di accedere direttamente alle fìnali mondiali di Byalistock in Polonia, di Benidor in Spagna, e ai Master a Terragona ancora in Spagna. Napoli torna così ad essere palcoscenico mondiale di una disciplina amatissima come il bodybuiliding. Evento di straordinaria importanza con la città partenopea palcoscenico mondiale di disciplina, dopo il “Grand Prix d’Oltremare” dello scorso anno, questa volta l’organizzazione di Napoli Big Power si è affidata alla prestigiosa sigli di IFBB, un marchio di garanzia assoluta nel panorama mondiale.

Saranno tantissimi anche gli stand presso i quali tutti gli appassionati di culturismo, pesistica, e sportivi in generale potranno conoscere le novità o ritrovare i cult del settore integratori, dell’abbigliamento, degli accessori. Inoltre presso gli stessi stand, testimonial ManPhisyque, Bodybuilder Pro, Bikini Pro presenzieranno e incontreranno il pubblico nell’area Expo, per scattare qualche foto e stringere la mano al pubblico. Una grande festa di sport, con i riflettori accesi su Napoli da tutto il mondo.

Napoli Big Power da oltre cinque anni lavora alla organizzazione di eventi rivolti agli appassionati bodybuilder, culturismo e pesistica con risultati. “La notte delle stelle” accende i riflettori di tutto il mondo su Napoli e sul pianeta del bodybuliding.

15:42 17/10

di Redazione

Commenta

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica