Lunedì 18 Giugno 2018 - 9:43

“Sunset Malandrino a Palazzo Petrucci”, happening tra alta cucina, musica e arte

Alta cucina, musica e performing art al tramonto per l’happening “Sunset Malandrino a Palazzo Petrucci”, in programma mercoledì 27 giugno, dalle ore 19.30, su una delle più belle terrazze di Napoli con vista mozzafiato sulla baia di Posillipo. La serata, organizzata da Visivo Comunicazione, aprirà la stagione del “Malandrino”, il nuovo lounge club sul mare di Palazzo Petrucci, uno spazio elegante dal design contemporaneo, con una grande postazione cucina firmata KitchenAid, dove si esprimerà l’estro dello chef Stellato Lino Scarallo con uno show cooking dei suoi piatti più celebri in versione finger food, accompagnati dalle bollicine delle Cantine Sorrentino. Lo chef Scarallo condurrà gli ospiti in un viaggio tra i sapori della sua cucina creativa, alla scoperta dei piatti che hanno fatto storia nel suo percorso professionale, a partire dalla famosa lasagnetta di mozzarella di bufala e crudo di gamberi, fino ad arrivare alla stratificazione di pastiera.

Da buoni napoletani non poteva mancare una degustazione a base di pizza a cura di Palazzo Petrucci Pizzeria, costola del ristorante, situata nel cuore di Napoli, in Piazza San Domenico Maggiore, ai forni Davide Ruotolo che proporrà una selezione di pizze gourmet, accompagnate dalle birre artigianali Karma. Sulla terrazza esterna, che affaccia sull’incantevole Palazzo Donn’Anna, si esibiranno in una performance live di “Lollipop Lyra” le acrobate della compagnia Aerial District, un mix tra danza e circo nero in versione aerea. Note “stellari” con la selezione musicale dal sound sofisticato e all’avanguardia a cura di Lunare Project e performing art con Weronique che realizzerà un bodypainting ispirato alla leggendaria sirena Partenope, fondatrice di Napoli. I quattro livelli di Palazzo Petrucci saranno l’incantevole scenario di un happening consacrato alla bellezza e al buon gusto.

12:32 17/06

di Redazione

Commenta

“Cinema intorno al Vesuvio”, appuntamento con i film di Campillo e Oliviero

Dopo lo straordinario successo di pubblico dell’inaugurazione la rassegna “Cinema intorno al Vesuvio” a Villa Bruno, organizzata da Arci movie con il comune di San Giorgio a Cremano, prendono il via le serate del cinema di impegno civile e che affrontano temi del nostro tempo curate da Antonella Di Nocera:il18 giugno con la proiezione di “120 BATTITI AL MINUTO” di Robin Campillo e il 20 giugno con “NATO A CASAL DI PRINCIPE” di Bruno Oliviero.

Entrambi i film portatori di una grande forza per i temi affrontati hanno trovato pochissimo spazio nella distribuzione ordinaria e sono scomparsi dalle sale in pochi giorni pur rappresentando una alta cinematografia europea che il pubblico dovrebbe conoscere ed apprezzare

Il film di Campillo vincitore del Gran Premio al festival di Cannes 2017, sei Cesar in Francia, ed è stato il film francese selezionato per gli Oscar, l'hanno visto quasi un milione di persone in Francia, 70 % giovani è stato un fenomeno giovanile.La serata è in collaborazione con Napoli comicon, Consolato generale di Francia, Arcigay, Coordinamento Campania Rainbow, Network persone sieropositive, Associazione Volontari Ospedalieri lotta AIDS e Pompei Pride,

Nella Parigi dei primi anni Novanta, il giovane Nathan decide di unirsi agli attivisti di Act Up, associazione pronta tutto pur di rompere il silenzio generale sull’epidemia di AIDS che sta mietendo innumerevoli vittime. Anche grazie a spettacolari azioni di protesta, Act Up guadagna sempre più visibilità, mentre Nathan inizia una relazione con Sean, uno dei militanti più radicali del movimento. Accolto come un capolavoro all’ultimo Festival di Cannes, dove ha conquistato il GrandPrix, il Premio Fipresci e la Queer Palm, 120 battiti al minuto ha avuto un enorme successo in patria ed è il candidato francese per la corsa all’Oscar. “Ho amato quel film dal primo minuto sino all’ultimo – ha dichiarato commosso il presidente della giuria di Cannes, Pedro Almodóvar, dopo la premiazione – non mi sarebbe potuto piacere di più. Campillo ha raccontato storie di eroi veri che hanno salvato molte vite”.

“Mi sono unito a Act Up-Paris nell’aprile del 1992 – spiega il regista Robin Campillo – più o meno a 10 anni dall’inizio dell’epidemia di AIDS. Fin dal primo incontro a cui ho partecipato, sono rimasto profondamente colpito dall’entusiasmo del gruppo, considerando che quegli anni sono stati i più duri del contagio. I gay che avevano subito inermi la malattia negli anni Ottanta, erano diventati attori chiave nella battaglia per sconfiggerla. La forza del movimento veniva dalle scintille che scoccavano tra gruppi diversi di individui che imparavano sul campo a costruire un discorso e una posizione comune al di là delle differenze. Con Philippe Mangeot, ex membro di Act Up che ha collaborato con me alla sceneggiatura, eravamo d’accordo sull’importanza di restituire innanzitutto la polifonia di voci e l’intensità delle discussioni. Oggi grazie a internet possiamo avere facilmente la sensazione di appartenere a una battaglia comune, ma questo modo di aggregarsi è difficile che prenda davvero corpo e metta radici. A quei tempi le persone dovevano unirsi fisicamente in uno spazio reale, fronteggiarsi gli uni con gli altri e confrontare le proprie idee. Voglio che lo vedano tutti perché la politica non ha fatto nulla".

Una serata da non perdere per il forte valore sociale e per le tematiche di attualità trattate così some “Nato a Casal di principe”, in programma il 20 giugno, che è stato premiato con il Nastro d’argento della legalità dal Sindacato nazionale Giornalisti cinematografici italiani e da Trame; il film tratto dal libro autobiografico di Amedeo Letizia scritto con Paola Zanuttuni, diretto da Bruno Oliviero che presenterà al pubblico il suo film con l’attore Massimiliano Gallo che racconta il lato b della camorra (quello delle vittime).  Roma, 1989. Amedeo Letizia sta intraprendendo la sua carriera di attore (diventerà uno dei “Ragazzi del muretto”) quando dalla nativa Casal di Principe lo raggiunge la notizia che suo fratello Paolo è stato rapito. Considerato il fatto che Casal di Principe è quello che Saviano descrive come il quartier generale della camorra casertana e che, come ammette lo stesso Amedeo, Paolo Letizia andava spesso in cerca di guai, le ipotesi circa la scomparsa del ragazzo puntano in una sola direzione. Ma Amedeo non si rassegna a non sapere esattamente che fine abbia fatto suo fratello, e ricollegandosi a quella parte di sé che si era illuso di lasciarsi alle spalle, torna ad imbracciare il fucile mettendosi in caccia insieme al cugino adolescente, anche lui abituato a difendersi con le armi.

"Più che la violenza - spiega il regista - volevo mettere in luce l'aspetto poetico delle persone che subiscono una cosa simile. Persone che non sono eroi, che diventano vittime di questa violenza e che si devono comunque rialzare. Una novità rispetto alle tradizionali storie di camorra. Questo film alla fine -conclude- racconta più una storia di resistenza civile".

Orario d’inizio spettacoli > ore 21.15

Infoline > 0815967493

Ingressi >Tutte le sere 4 € e 3 € con tessera Arci (che si potrà anche acquistare al botteghino della cassa nel corso delle serate) ed under 25 (con libretto universitario o carta d’identità). Per ulteriori info> www.arcimovie.it - facebook arci movie napoli

12:30 17/06

di Redazione

Commenta

Premio Amato Lamberti 2018, la cerimonia a Palazzo San Giacomo

Lunedì 18 giugno alle ore 11 presso la Sala Giunta di Palazzo San Giacomo, sede del Comune di Napoli, ci sarà, nell'ambito della Quinta edizione del Premio Nazionale 'Amato Lamberti' 2018, la cerimonia della consegna delle Borse di studio ai vincitori per la miglior tesi di laurea magistrale e per la miglior tesi di dottorato sui temi della criminalità organizzata, dei traffici criminali, della corruzione e delle economie globali.

Con i vincitori Andrea Alcalini e Mariabruna Stefanizzi ci saranno il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, l'assessore alla Cultura Nino Daniele, il Procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo Federico Cafiero De Raho, il presidente del comitato scientifico e assessore regionale alla Sicurezza Franco Roberti, la giornalista e scrittrice Gemma Tisci e l'attore ed autore Renato Carpentieri.

Al Premio giunto alla sua Quinta edizione ha contribuito come sempre l'Associazione 'Museo del Vero e del Falso' che ha finanziato la borsa di studio offerta dall’Associazione 'Amato Lamberti'. La collaborazione tra le due Associazioni rafforza l’impegno nel contrasto l’illegalità, diffondere la cultura della legalità e far prendere sempre più corpo a quella coscienza sociale che la comunità deve avere e che deve essere stimolata e sviluppata con progetti rivolti al pubblico, accessibili a tutti e fruibili da tutte le tipologie di cittadino.

Presidente del Comitato scientifico è Franco Roberti con i docenti dell'Università Federico II Giuseppe Acocella, Enrica Amaturo, Luciano Brancaccio, Gabriella Gribaudi, Anna Maria Zaccaria, lo storico della camorra e docente al Suor Orsola Benincasa Isaia Sales, e il giornalista Arnaldo Capezzuto.

L’Associazione 'Amato Lamberti' è impegnata nel trasmettere ai giovani la lezione, il pensiero e l'esempio morale del grande sociologo anticamorra Amato Lamberti. Dell'associazione fanno parte Roselena Glielmo, Daniele Lamberti, Marco Lamberti e il sociologo Amedeo Zeni, segretario del Premio.

 
 

12:24 17/06

di Redazione

Commenta

Azienda campana scelta per l’app ufficiale dell'evento rock dell'anno

Foo Fighters, Guns N’ Roses, Iron Maiden Ozzy Osbourne sono solo alcuni degli artisti che in questi giorni si stanno esibendo sul palco del Firenze Rocks 2018 davanti a 200 mila persone, per quello che viene definito “il festival dell’anno” (www.firenzerocks.it). L’app ufficiale del Firenze Rocks, disponibile gratuitamente su App Store e Google Play Store, è stata realizzata e sviluppata da un’azienda nata e cresciuta in Campania.

L’AZIENDA CAMPANA. Fondata nel 2009 da tre ragazzi di Agropoli, Salvatore Iodice, Lucio Antonio Itri e Luca Ciuccio, la Bitdrome (www.bitdrome.com) è cresciuta negli anni grazie al lavoro di decine di ragazzi tutti under 35 e provenienti dal Sud. In dieci anni, l’azienda ha collaborato con realtà italiane e internazionali come Mercedes, Opel, ilMeteo, Virgin Radio, Peroni, Radio 105 e Live Nation.

«Al di là dei traguardi professionali, che ci hanno portato a collaborare con alcune delle più importanti aziende italiane e internazionali – così Lucio Antonio Itri, co-founder dell’azienda - in dieci anni di attività abbiamo assunto tanti giovani laureati provenienti dalle Università campane. Questo è stato il nostro piccolo, grande successo: rimanere ad Agropoli per dare anche un messaggio di speranza a tutti i giovani spesso costretti ad emigrare al nord o all’estero per lavorare nel proprio settore».

Fin dall’inizio, la mission di Bitdrome è stata quella di rimanere in Campania, nello specifico ad Agropoli, anche per dare uno sbocco a tanti giovani che, per lavorare nel campo del digital, spesso erano costretti a trasferirsi al Nord. Non è un caso se tutti i dipendenti provengono dalla Campania o dalla vicina Basilicata.

L’APPLICAZIONE. L’applicazione per dispositivi iOS e Android mostra tutte le informazioni sugli artisti e sulle date dei concerti con la Line Up completa e aggiornata. Gli utenti potranno aggiungere i loro artisti alla lista dei preferiti per rimanere sempre aggiornati, leggere le news sull’evento con informazioni di servizio fondamentali per eventi così grandi, godersi la splendida gallery fotografica ufficiale del Firenze Rocks e avere la possibilità di prenotare un hotel e acquistare il merchandise ufficiale dell’evento.

L’utilissima mappa Interattiva offre una panoramica dell’arena, con indicazioni dettagliate sulla posizione dei vari ingressi, degli stand per cibo e bevande, delle toilette, dei pronto soccorso, delle Game Zone e di tutti gli altri servizi presenti al Firenze Rocks. E per gli amanti della condivisione online, nella sezione Photo Booth gli utenti potranno divertirsi a condividere le proprie foto e a visualizzare tutte le immagini caricate dalla community di Firenze Rocks.

17:51 16/06

di Redazione

Commenta

Appalti, si presenta il libro di Cogliandro

Incentivare e snellire il sistema degli appalti pubblici in Italia, dinamizzando le procedure, senza mai perdere di vista le degenerazioni corruttive che possono inquinare lo stesso sistema. Negli ultimi anni l’attività dell’Autorità nazionale anticorruzione presieduta da Raffaele Cantone ha molto operato al fine di individuare, isolare e colpire le infiltrazioni di elementi corruttivi nel sistema degli appalti pubblici, con  risultati tuttavia alterni, che hanno fatto dire al neo-premier Giuseppe Conte che “in questo momento, non abbiamo dall'ANAC quei risultati che ci attendevamo, forse avevamo investito troppo. Possiamo valorizzare l'ANAC ma in una funzione e anche in una prospettiva diverse di prevenzione”.  In riferimento alla struttura creata per sconfiggere la corruzione, Conte ha affermato anche che "Cultura della legalità non vuol dire che non bisogna fare le cose in Italia, ma che si devono fare bene e per farlo bisogna prendere atto che le P.A. non sono nella condizione di poter serenamente operare, schiacciate dalla prospettiva di una responsabilità erariale e penale”.

Nel dibattito aperto da queste problematiche e sulle possibili soluzioni interviene opportunamente il libro “L’Avvalimento – Profili interdisciplinari” curato dal notaio Roberto Dante Cogliandro, con prefazione dello stesso Cantone (Giuffrè Editore) incentrato sull’evoluzione del sistema italiano degli appalti e che verrà presentato mercoledì 20 giugno a Napoli, durante i lavori del Convegno “Regolazione e Mercato negli appalti pubblici” (Palazzo Serra di Cassano – Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, via Monte di Dio 14 alle ore 15.30). Interverranno, tra gli altri: Federica Brancaccio, presidente Associazione Costruttori Edili di Napoli, Michele Corradino, membro del Consiglio di Presidenza Anac e Sergio De Felice, Capo di Gabinetto della Regione Campania. Modererà i lavori Leandro del Gaudio, giornalista de Il Mattino.

Il volume curato dal notaio Cogliandro, che opera a Napoli ed è direttore della “Gazzetta Forense” nonché presidente dell’Associazione italiana notai cattolici, tratta l’istituto dell’Avvalimento attraverso il contributo sinergico di giuristi del mondo accademico, forense, della magistratura amministrativa, con l’apporto di esponenti degli organismi dirigenziali della pubblica amministrazione.

«Negli ultimi anni sul fronte dell'anticorruzione l'Italia ha fatto grandi passi avanti, come non avveniva da tempo e senza nascondere la spazzatura sotto il tappeto» ha dichiarato Raffaele Cantone. Il presidente dell'Anac ha tuttavia convenuto  con il premier Conte sulla «necessità di rafforzare la lotta alla corruzione, individuando specifici percorsi di legalità nell'ambito della Pubblica Amministrazione, operando altresì una semplificazione del quadro normativo vigente, in modo da consentire il riavvio degli investimenti nel settore dei contratti pubblici».Il libro del notaio Cogliandro rappresenta un momento di ulteriore approfondimento ed evoluzione della materia degli appalti pubblici. “Un’utile guida –sottolinea Cogliandro - per gli specialisti del settore e per il nuovo governo, impegnato nell’eliminazione di tutti gli ostacoli che rallentano la dinamicità del sistema, per assicurare ad esso percorsi più snelli e produttivi, ma  nella legalità”.

13:07 16/06

di Redazione

Commenta

Solstizio d’Estate al Maschio Angioino tra visite, rievocazioni e convegni

Il solstizio d’Estate non segna solo il giorno più lungo, in termini di luce, dell'anno. E’ questo il momento in cui si verificano fenomeni e misteri che affascinano l'uomo da secoli. Anche a Napoli accade qualcosa di “magico”, una recente scoperta apre nuove letture del passato: attraverso la finestra più grande della Sala dei Baroni, il Sole entra nel Maschio Angioino per compiere, sulla parete opposta, un arco di cerchio che man mano si trasforma. E mostra, solo in un determinato intervallo di tempo, qualcosa di insolito. In questa sala, la luce del Sole si fissa in un quadrato e rivela una sagoma precisa. E’ la forma di un "libro aperto", forse il Libro della Conoscenza, un’immagine più volte riproposta nel castello, presente in alcune opere, quadri e monete del passato, come nel dipinto in cui è raffigurato proprio Alfonso V D'Aragona. Ma qual è il suo significato? Chi l’ha creata e voluta qui, in quella che era la sala del Trono, a Napoli?

Dopo tre anni di studi e ricerche, l’associazione di professionisti di IVI-Itinerari Video Interattivi, con Salvatore Forte, Francesco Afro de Falco e Annalisa Direttore, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, organizza, dal 21 al 28 giugno 2018, una settimana di eventi, visite, rievocazioni storiche e convegni al Maschio Angioino per raccontare al pubblico i fenomeni, le scoperte e i “nuovi” spazi, di uno dei castelli simbolo di Napoli. Ma anche per svelare un’altra “Storia”, quella non documentata sui libri di scuola.

Da giovedì 21 giugno, si aprono al pubblico i portoni del Maschio Angioino: nel giorno del solstizio d’Estate, al mattino (dalle ore 10 alle ore 16:30), si terrà il convegno “Altri Rinascimenti/Nuovi Rinascimenti. Riletture della Sala dei Baroni” con Salvatore Fortericercatore IVIGiuseppe Germano, Jessica Ottobre e Antonietta Iacono, del Dipartimento degli Studi Umanistici dell’Università Federico II di Napoli, Alfredo Buccaro e Raffaele Amore della Facoltà di Architettura dell’Università Federico II di Napoli, Fulvio Delle Donne dell’Università della Basilicata, Enzo de Luzio dell’associazione Timeline Napoli e Mario Cristiano dell’associazione HK. Nel pomeriggio, ore 17:00, sarà possibile assistere in diretta all’evento “Il segreto del Libro di luce”: seguendo il fenomeno del sole e rievocando la storia di re Alfonso, si potrà partecipare a un "tour rievocativo", che racconta la nuova scoperta e la storia di Alfonso. “Esotericamente il libro aperto può rappresentare la conoscenza rivelata”, spiega Salvatore Forte. “Non può essere un caso, quindi, il fenomeno del sole nell’antica sala del Trono”. Altre repliche dell’evento, sono previste fino a giovedì 28 giugno (dalle ore 16:30), su prenotazione obbligatoria al numero 3273239843. Sarà consentito scattare foto solo dai cellulari: sui social si può utilizzare l’ hashtag #librodiluce.

Sabato 23 giugno, dalle ore 16 alle ore 19:30, andrà in scena la “’O Sole ‘e Napule - Festa del solstizio d’Estate”, una rievocazione storica organizzata da IVI in collaborazione con le associazioni Rievocatori Fantasie D'epoca, Compagnia d'arme La Rosa e La Spada, Archibugieri Trombonieri Senatore e Accademia Reale. Oltre 50 figuranti in mise storica, accoglieranno il pubblico nel cortile del castello per trasportarle in un viaggio nel tempo, al cospetto del re Alfonso D’Aragona, di Ferrante e dei cavalieri del Seggio Periglioso. L’evento sarà un vero e proprio spettacolo itinerante con attori in abiti d’epoca che reciteranno versi di canti e poemi medievali sotto le note del passato.

Domenica 24 giugno, alle ore 12:30, prende vita la “Festa di San Giovanni Battista: rievocazione dell’incontro di Lucrezia d’Alagno con re Alfonso d’Aragona”: gli spettatori potranno prendere parte alla video visita guidata "Il segreto celato", indossando lenti oled: durante il percorso virtuale, tutti i visitatori interagiranno con la giovane donna che conquistò il cuore di Alfonso appena mise piede a Napoli. La bella Lucrezia, interpretata dall’attrice napoletana Annalisa Direttore in mise storica,  condurrà virtualmente i suoi ospiti anche in quei luoghi ancora oggi inaccessibili, come ad esempio sulle sue Torri del Maschio Angioino.

 

11:15 16/06

di Redazione

Commenta

Commercialisti e magistrati si incontrano ad Ischia

ISCHIA (NA) – Commercialisti e giudici si incontrano per discutere delle criticità della giustizia tributaria e delle opportunità offerte dalle agevolazioni fiscali per il rilancio delle imprese del territorio. Grande risalto sarà dato, nella due giorni ischitana, anche alla gestione degli aiuti di Stato per le aree terremotate.  
“E' un appuntamento importante non solo per il tessuto socio-economico dell’isola – ha dichiarato Vincenzo Moretta, presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli – ma anche per i risultati che ci aspettiamo dal confronto tra la nostra categoria di professionisti e quella dei giudici tributari che potrà offrire nuove linee guida per il rilancio delle aziende”.  
Ad aprire i lavori venerdì 15 giugno alle ore 10.30 presso il Centro Congressi Hotel Regina Isabella di lacco Ameno sarà il primo cittadino del comune isolano, Giacomo Pascale, che introdurrà gli interventi di Mario Cavallaro, presidente del Consiglio di Presidenza della Giustizia tributaria, Massimo Miani, presidente dei commercialisti italiani, Michele Oricchio, presidente CTR Campania e Francesco Salzano, presidente CTP Napoli. La prima sessione di lavori sul tema “Giudici e commercialisti a confronto sulla criticità della giustizia tributaria” vedrà le relazioni di Stanislao De Matteis, giudice CTP, Paola Rossi, componente del gruppo di lavoro ‘Giustizia tributaria’ CNDCEC, Massimo Scuffi, consigliere CPGT, Lucia Picone, consigliere CPGT e Gilberto Gelosa, consigliere delegato Area Fiscalità CNDCEC moderati da Lorella Fregnani, consigliere CPGT. La seconda sessione vedrà la partecipazione di Lucio Di Nosse, consigliere CPGT, Nicola Graziano, giudice CTP Napoli, Pasquale Saggese, componente del gruppo di lavoro ‘Giustizia tributaria’ CNDCEC, Alfredo Montagna, consigliere CPGT, Angelo Parente, componente del gruppo di lavoro ‘Giustizia tributaria’ CNDCEC, Aurelio Parente, cultore in materia di Processo tributario telematico presso LUISS G.C. di Roma e Immacolata Vasaturo, componente del gruppo di lavoro ‘Giustizia tributaria’ CNDCEC, moderati da Achille Coppola, consigliere segretario CNDCEC.
La seconda giornata di lavori, sabato 16 giugno alle ore 9.30, sarà incentrata sulla tavola rotonda “Le agevolazioni fiscali e i finanziamenti agevolati a sostegno delle imprese del territorio”. Dopo i saluti del parlamentare europeo Giuseppe Ferrandino e del senatore Domenico de Siano, seguiranno gli interventi di Michele Ancona, componente del consiglio di presidenza Giustizia tributaria,, Mario Cavallaro, presidente del Consiglio di Presidenza della Giustizia tributaria, Dante Carolo, presidente Odcec Padova, Giancarlo Carriero, presidente sez. Turismo Unione industriali Napoli, Felice Delle Femmine, direttore generale Banca di Credito Popolare di Torre del Greco, Gilberto Gelosa, consigliere delegato Area Fiscalità CNDCEC, Ilaria Grimaldi, giudice sez. fallimentare Tribunale di Napoli, Costanzo Iannotti Pecci, presidente Federterme Confindustria, Catello Maresca, sostituto procuratore presso Tribunale di Napoli,  Salvatore Lauro, presidente Terminal Napoli Spa, Domenico Ranieri, coordinatore degli odcec Campania, Concetta Riccio, consigliere odcec Napoli, Fiorenzo Sirianni, direttore Giustizia Tributaria presso Dipartimento delle finanze, Liliana Speranza, consigliere odcec Napoli con delega al Turismo, Claudio Turi, commissione di studi imposte dirette e indirette odcec Napoli e Maurizio Zancanaro, AD Banca Aletti &co Spa, I dibattiti saranno moderati da Clelia Buccico, presidente della Fondazione Odcec Napoli e dal giornalista Paolo Chiariello.
 

17:08 15/06

di Redazione

Commenta

A Radio Amore si parla di alimentazione

Le Impiccione fa rima con Ciccione... questo è il titolo della trasmissione in onda su Radio Amore dalle 18 alle 19 e condotta da Ida Piccolo e Reika Inch. Si, proprio di "ciccioni" si parlerà oggi, essendo ospite Alberico Lemme, che oltre a parlare di Filosofia Alimentare, ci parlerà anche della sua canzone Spaghetti a Colazione, scritta insieme a Luigi Concilio, e prodotta dalla Effeccì Media Company srl di Napoli. L'appuntamento è alle 18,30 in punto sulle frequenze di Radio Amore

16:26 15/06

di Redazione

Commenta

“Quotazioni Metroquadro”, la presentazione al Circolo Canottieri Napoli

Sarà il Circolo Canottieri Napoli (via Molosiglio, 1) ad ospitare, lunedì 18 giugno alle ore 10, l’evento di presentazione di “Quotazioni Metroquadro”, la pubblicazione curata da F.I.M.A.A. Napoli e provincia e edita da Mediapass di Gianfranco Passarelli con la quale esiste una collaborazione e una sinergia ormai triennale. L’iniziativa è il risultato annuale dello scrupoloso lavoro degli agenti valutatori coordinati da Fimaa e contiene i valori al metro quadro, strada per strada (e questa è la peculiarità), degli immobili dell’area territoriale di Napoli e provincia oltre ad approfondimenti informativi settoriali. Inoltre, verranno consegnate le prime 10 id quality card che attesteranno alla platea dei consumatori l’affidabilità e professionalità di un agente associato Fimaa, una novità assoluta nel settore.

Durante la mattinata interverranno: Giacomo Errico, Presidente Confcommercio Imprese per l’Italia della Provincia di Napoli; Vincenzo De Falco, Presidente Provinciale F.I.M.A.A. di Napoli “Federazione Italiana Mediatori Agenti in Affari”; Santino Taverna, Presidente Nazionale F.I.M.A.A. Italia “Federazione Italiana Mediatori Agenti in Affari”; Pietro Ciavola, Editore Mediapass; Dario Castiglia, Presidente Nazionale Re/Max Italia; Maurizio Visconti, Direttore Commerciale Mediofimaa; Raffaello Lerro, Presidente A.S.P.P.I. “Associazione Sindacale Piccoli Proprietari Immobiliari” sede Provinciale di Napoli;

Diomede Falconio, Notaio, Presidente NotarAct;

All’Avvocato Daniele Mammani, Consulente Legale Fimaa Italia, il prezioso compito di aggiornare gli agenti immobiliari sulla nuova disciplina del trattamento dei dati personali e sensibili a seguito dell’entrata in vigore del Regolamento Comunitario n.2016/679;

Modera:

Vincenzo De Falco, Presidente Provinciale F.I.M.A.A. di Napoli “Federazione Italiana Mediatori Agenti in Affari”.

12:02 15/06

di Redazione

Commenta

White Ice Summer, a Napoli i migliori maestri gelatieri d’Italia

Giovedì 21 giugno, a partire dalle ore 20, presso gli eleganti spazi dello storico Palazzo Caracciolo MGallery by Sofitel (via Carbonara 112 – Napoli) andrà in scena la sesta edizione di White Ice Summer a cura della Città del gusto Napoli, il network di divulgazione enogastronomica e grandi eventi del Gambero Rosso. La festa dedicata al solstizio d’estate, quest’anno si presenta in un’edizione speciale “Ice” per celebrare per la prima volta i Maestri del brivido premiati Tre Coni sulla guida Gelaterie d’Italia 2018 del Gambero Rosso.

Il premio Tre coni è assegnato, dopo una serie di valutazioni sensoriali e tecniche, a tutti quei maestri che abbracciano la filosofia della produzione d’eccellenza: dalle materie prime alle tecniche di lavorazione alle nuove frontiere in fatto di gusti. I gelatieri al pari di cuochi, pasticceri e pizzaioli studiano sempre più ingredienti e caratteristiche organolettiche, si confrontano su ricette ed ingredienti e si riuniscono in associazioni per tutelare un gelato artigianale buono e sano che tutto il mondo ci invidia. Il gelato sempre più sta diventando complice e co-primario di esperienze gastronomiche a tutto tondo ed è importante aumentare la conoscenza del pubblico e stimolare il settore.

Durante l’evento White Summer i Maestri del brivido prepareranno per l’occasione un percorso di degustazione con gelati artigianali di qualità tutti da scoprire, attraverso rivisitazioni e grandi classici che stupiranno il pubblico per la ricercatezza dei sapori e la bontà del gusto.

Attesi a Napoli Alberto Marchetti e Marco Serra dal Piemonte, Candida Pelizzoli dalla Lombardia, Antonio Mezzalira dal Veneto, Stefano Guizzetti dall’Emilia Romagna, Paolo Brunelli dalle Marche, Alberto Manassei, Dario Benelli, Dario Rossi e Veronica Fedele dal Lazio, Raffaele Del Verme e Raffaele Cuomo dalla Campania, Emilio Panzardi dalla Basilicata e tanti altri.

Tra le novità che si potranno assaporare c’è il gusto caffè al cubo, caffè degli artigiani, crema libanese, e poi fichi, alloro e mandorle, al sapore di finocchietto in salsa di visciole, quello all'orzo con datteri marinati al marsala e crumble alla liquirizia, quello profumato alle stelle di ghiaccio ed ancora il pistacchio lucano salato e il gelato ai sapori di Sorrento.

La serata sarà caratterizzata da ambientazioni create dalla performer Hilde Soliani, artista dell'Olfatto e del Gusto. Non solo brivido ma anche tanta dolcezza grazie ai fragranti lievitati creati per l’occasione dal Maestro Pasticcere Salvatore Gabbiano dell’omonima pasticceria di Pompei, premiato nella guida Pasticcerie di Italia Gambero Rosso.

Le prelibatezze gelato dei migliori Maestri Gelatieri italiani saranno ulteriormente valorizzate dalle vetrine di design dell’azienda Orion, dalla tecnologia delle macchine di Cattabriga marchio storico di Iceteam 1927, dalle cialde della cinquantenaria azienda Bussy.

Il viaggio nel bianco da gustare continuerà attraverso la delicatezza di formaggi freschi e morbidi, selezionati da Paolo Amato per l’occasione, dell’Azienda casearia Aurora che da oltre 250 anni e 5 generazioni vanta una produzione casearia di eccellenza, tramandandosi i segreti e le ricette per produrre latticini di qualità.

Per brindare poi all’arrivo dei Maestri del brivido presente una selezione di grandi etichette italiane scelte dal Gambero Rosso con Cantine San Marzano che accompagneranno con i loro vini aromatici la festa dedicata al solstizio d’estate. Il bianco, protagonista della serata, non sarà soltanto da bere e da mangiare, ma sarà declinato anche in una sua forma esclusiva e sonora, tutta da ascoltare.

L’evento, infatti, sarà accompagnato dalle atmosfere musicali lunari create ad hoc dal Dj set internazionale di Lunare Project, con special guest in consolle Roberto Barone “Heart” Director di Radio YACHT, la radio svizzera dal gusto tutto italiano con sede centrale a Lucerna (Svizzera), Capri, Napoli, Londra e Sidney, media partner esclusivo degli eventi firmati Città del gusto Napoli.

Partner dell’evento Audi A&C Motors, unica concessionaria Audi per Napoli e provincia che dal 1962 sono divenuti sinonimo di grande qualità ed affidabilità. Per l’occasione presenteranno l’Audi Q2 #citycar ma anche #SUV #crossover ma anche #coupé.

White Summer che si svolgerà in un edificio ricco di storia, Palazzo Caracciolo, residenza del re di Napoli Gioacchino Murat, oggi è un hotel 4 stelle lusso che accoglie i suoi ospiti con il desiderio di regalare loro un affascinante “viaggio nel tempo”. L’esperienza multisensoriale si completa con speciali allestimenti a tema e, per godere al massimo della serata ed esserne parte integrante, è consigliabile dress code bianco.

Evento su prenotazione a posti limitati
Costo ingresso:
Intero €25
Ridotto €20

Per informazioni e prenotazioni:
Città del gusto Napoli
Tel.: 0813119800/13
Email: eventi.na@cittadelgusto.itcomunicazione.na@cittadelgusto.itnapoli@cittadelgusto.it

12:01 15/06

di Redazione

Commenta

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
SCATTI DI BIRRA
di Alfonso Del Forno
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica