Accessibilità:
-A A +A
Print Friendly, PDF & Email

Se c'è un settore del mondo del lavoro che non conosce crisi, e che anzi evidenzia un mercato in crescita, questo è quello dei massaggiatori, che nell'ambito del benessere sono considerati tra le figure professionali più apprezzate e, proprio per questo motivo, più ricercate. I trattamenti estetici, la pratica del massaggio sportivo, i trattamenti di medicina alternativa e i massaggi olistici sono alcune delle attività a cui ci si può dedicare se ci si specializza in questo campo. Ovviamente per riuscire a diventare dei massaggiatori professionisti è indispensabile seguire un percorso ad hoc che prenda in considerazione, tra l'altro, le novità teoriche e pratiche: anche in questo settore un aggiornamento regolare è sempre fondamentale, per esempio per essere sempre informati sulle leggi e sulle norme che disciplinano la professione, oltre che in relazione alla formazione tecnica relativa alla manipolazione vera e propria.

I corsi per massaggiatori

Sin dai tempi più antichi l'umanità ha dimostrato di riconoscere e valorizzare i benefici offerti dai massaggi, che hanno sempre rappresentato una soluzione ideale per contrastare la fatica e per alleviare i dolori. E non si parla solo dei dolori dei muscoli e delle articolazioni, ma anche di quelli dello spirito, o - per essere più prosaici - della mente: il riferimento è allo stress e agli stati di ansia, che per i loro effetti psico-somatici si possono riflettere sullo stato di salute dei muscoli. Oggi chi è interessato ad avviare un percorso professionale di massaggiatore non può fare a meno di frequentare un corso base ad hoc, caratterizzato da lezioni di teoria e di pratica che servono a trasmettere tutte le conoscenze più importanti che riguardano le tecniche di manipolazione del corpo.

Quali competenze sono richieste?

In un corso massaggio a Roma, per esempio, possono essere fornite competenze di vario genere, che includono i trattamenti estetici come quelli che vengono applicati con l'esecuzione dei massaggi che permettono di stimolare il drenaggio linfatico o quelli che vengono eseguiti per contrastare la cellulite. Un ruolo di rilievo, poi, spetta alla fisioterapia, che chiama in causa i massaggi orientati a lenire i dolori che riguardano i muscoli e l'apparato scheletrico. Ma la rassegna completa sarebbe molto più lunga, e include anche i massaggi olistici, quelli thai, quelli ayurvedici, quelli shiatsu, e così via. La medicina alternativa è in grado di garantire un benessere completo, e i massaggi hanno una funzione importante in tal senso.

Che cosa si studia?

Le materie di studio si differenziano a seconda della specializzazione, anche se vi sono alcuni argomenti comuni da cui non si può prescindere: è il caso della fisiologia e dell'anatomia, ma anche dello studio del sistema circolatorio e di quello respiratorio. Non possono essere trascurate, inoltre, le tecniche base di massaggio, che sono propedeutiche all'apprendimento di tecniche avanzate che, di volta in volta, possono essere applicate per i massaggi decontratturanti, per quelli dimagranti e per quelli finalizzati a contrastare la pressione alta. Esistono perfino massaggi antidepressivi come quelli orientali, che si concentrano sull'equilibrio dei chakra a livello fisico e mentale.

Le tecniche

Le tecniche che contraddistinguono i massaggi variano a seconda dell'obiettivo che ci si propone di raggiungere. Delle manipolazioni decise e veloci, per esempio, consentono di usufruire di un effetto tonificante, mentre se devono essere attuati dei massaggi a scopo rilassante c'è bisogno di manovre lente, in grado di favorire la decontrazione dei muscoli e di mandare via lo stress: ciò è possibile in virtù di sfioramenti molto leggeri, attuati tenendo conto dei punti di contrazione su cui si deve intervenire. Per i massaggi orientali, invece, è essenziale lo studio dei canali di circolazione energetica, cioè di quelli che sono noti come meridiani.

Lavoro