Giovedì 23 Marzo 2017 - 0:48

Incontri dell'Arga, alla scoperta dei segreti dell'olio

NAPOLI. È dedicato all’olio il secondo appuntamento degli “Incontri dell’Arga”, il ciclo di eventi organizzato dall’Arga Campania “Francesco Landolfo”, il gruppo di specializzazione del Sindacato Unitario dei Giornalisti della Campania che si occupa di ambiente e territorio. 

Venerdì 24 marzo alle ore 18 nella sede del Sugc (via Cappella Vecchia, 8b), Elisabetta Donadono (nella foto), giornalista e assaggiatrice olio, e Aberto Marulli, capo panel, ci condurranno alla scoperta dell’olio extravergine d’oliva, in un viaggio che va dal produttore al consumatore, fino a svelarci i segreti del buon Evo con una prova tecnica di assaggio. Al termine dell’incontro ci sarà una degustazione di olio. 

L’Arga Campania aderisce alla campagna di crowdfunding lanciata dal Sindacato Unitario Giornalisti della Campania, insieme a Meridonare, per aiutare Carla Caiazzo a ricostruire la propria identità http://sindacatogiornalisti.it/via-alla-campagna-di-crowdfunding-per-carla-caiazzo-donate/

14:05 22/03

di Redazione

Commenta

Daniela Ioia: «Sogno il cinema dopo aver recitato per Martone»

Applausi ad ogni replica e critiche entusiastiche. “Il sindaco del Rione Sanità”, capolavoro di Eduardo De Filippo, rivive cambiando veste nella versione di Mario Martone. Un cast giovane, in contraddizione con l’originale stesura, che sorprende ed entusiasma. Tra i protagonisti Daniela Ioia.

Ci parli del suo personaggio...

«Il personaggio di Armida Barracano è un personaggio intenso, pieno di sfumature. In questa versione è una giovane donna, consapevole della vita che ha scelto di fare e della persona che ha davanti. Lei ama Tatonno, nonostante lui abbia una visione delle cose tutta sua. La mia Armida è proprio la donna del boss, passionale, innamorata, che ha scelto quell'uomo e di conseguenza tutto il resto, cioè sottostare alla sua legge sempre. Lei ha una grande forza, implosa. Non usa armi, ma le sue parole si trasformano in colpi di pistola. Io la paragono al Vesuvio: sembra che dorme, ma dentro ha il fuoco della lava. Tutto questo ho cercato di mostrarlo già dal primo ingresso in scena, anche perché drammaturgicamente non ho molte occasioni e tempo, quindi l'impegno maggiore è stato proprio quello di raccontare da subito tutto questo. Spero di esserci riuscita». 

Quanto le somiglia?

«Mi somiglia molto dal punto di vista dell'energia, ma la mia la esterno molto facilmente ed è un'energia positiva, comunque, meno scura. Mi somiglia nelle sfumature più che nella visione generale, ci sono momenti in cui sono stata Armida Barracano nella vita, ma generalmente sono più solare e sorridente».

Com'è stato lavorare con Mario Martone?

«Lavorare con Mario è stato ed è ancora una grande esperienza. Ha una spiccatissima sensibilità e una capacità di rapportarsi agli attori davvero rara. Già durante i provini ci siamo intesi. È importante cogliere le indicazioni registiche e lui è molto bravo a chiedere le cose in modo secco e preciso, che non puoi sbagliare. Oddio puoi sbagliare, ma il problema è tuo perché lui lo spiega bene, ecco. E lascia gli attori liberi di esprimersi, di proporre. Tanto se fai una cavolata ti avvisa e alla fine decide sempre lui (ride)».

Aveva mai recitato un testo di Eduardo De Filippo?

«Mai fatto Eduardo in vita mia. Credo sia un autore magnifico. Il sindaco del rione Sanità, tocca dei punti poetici a mio avviso, davvero di grande drammaturgia. È stato bello perché alla fine mi sono resa conto di fare Eduardo, ma di non fare Eduardo. Per la chiave di lettura data al testo sembra lo spettacolo di un autore contemporaneo. Equi la sua grandezza di essere attualissimo. Spero di recitare ancora testi eduardiani, anzi ti confido che tra 15 - 20 anni mi piacerebbe fare Filumena».

Quali i prossimi impegni?

«Dopo essere andati in scena al Nest, saremo a Torino per due settimane allo Stabile. Con la promessa che l'anno prossimo gireremo in tourneè. Ad aprile andrò in scena anche con il nuovo spettacolo della compagnia Epochè, una compagnia istituita 5 anni fa, tutta al femminile a partire dall'autrice. Facciamo spettacoli ironici e sperimentali, ma quest'anno sarà una divertente commedia. A fine aprile e maggio sarò di nuovo in scena con "Messico e Nuvole" ex " Maradona è meglio ' e Pelè" a milano, per tre settimane, spettacolo con il quale ho debuttato lo scorso anno a Roma, la regia di Paolo Triestino ed i cui sono la protagonista femminile. Intanto spero di sperimentare un po’ di cinema, mi piacerebbe confrontarmi con questo mezzo comunicativo di cui conosco poco. In generale credo che ognuno di noi abbia una missione, uno scopo. La mia missione credo sia quello di raccontare vite ed emozioni e quindi spero di crescere migliorarmi e fare sempre meglio».

22:35 21/03

di Redazione

Commenta

Luci a Scampia, il libro presentato al Vomero

Domani, alle ore 17.30, presso la libreria Mooks Mondadori di piazza Vanvitelli, si terrà la presentazione del libro “Luci a Scampia” scritto dall’avvocato Angelo Pisani. Il testo, edito da Minerva, prende spunto dal vissuto umano e politico dall’autore durante la sua passata esperienza da presidente dell’ottava Municipalità. Un territorio difficile dove la criminalità non manca ma anche un luogo che, grazie a tanti cittadini perbene che lo popolano, mira alla conquista di diritti, dignità e lavoro per cancellare ogni pregiudizio. A tal proposito l’autore non manca di polemizzare contro la serie Tv "Gomorra". Angelo Pisani anche dopo la sua esperienza politica non ha mai abbandonato quel territorio, promettendo attraverso il suo testo di restare a vigilare da cittadino e da avvocato sulle sorti di Scampia e di tutta Napoli Nord. Alla presentazione prenderanno parte anche Nicola Graziano, magistrato, Maurizio Zuccaro, avvocato, Davide Estate, opinionista, Roberto Mugavero, editore, il maestro Gianni Maddaloni, Antonella Leardi, la madre del tifoso azzurro Ciro Esposito, ed il docente Antonio Coviello. Nell’occasione Angelo Pisani annuncerà anche l’uscita del suo prossimo libro nel quale tratterà le questioni fisco e Maradona.

20:30 21/03

di Redazione

Commenta

Arte e moda prendono forma alla Galleria Borbonica con “Loro di Napoli”

Le profondità sotterranee di Napoli accoglieranno, domenica 26 marzo, dalle ore 19.30, la nona edizione di “Arte e Moda prendono forma alla Galleria Borbonica”. L’evento, ideato da Ludovico Lieto e organizzato da Visivo Comunicazione, fonde le diverse espressioni dell’arte con la moda in un luogo unico al mondo: la Galleria Borbonica di via Morelli a Napoli, gestita dall’Associazione Borbonica Sotterranea di Gianluca Minin che, con un estenuante lavoro che tuttora prosegue, l’ha resa il più affascinante percorso del circuito della Napoli sotterranea.

L’arte si mescolerà con la moda nel sottosuolo napoletano, tema di questa edizione è “Loro di Napoli”, declinato in molteplici interpretazioni: per la moda femminile, sono in programma tableaux vivants di modelle che indosseranno un abstract della prossima stagione, secondo lo stile “ORMA”, brand rinomato sul territorio per la moda e le calzature. Mentre, per la moda maschile, è previsto un flash moda a cura del nuovo store “Etienne”, di via dei Mille a Napoli. Per gli accessori, spazio dedicato alle borse con “REBB”, brand made in Italy che punta su un prodotto di qualità e dallo stile ricercato.

In programma per la serata musica live con gli Ondanueve String Quartet, esibizioni artistiche dal vivo e una mostra d’arte a cura di Valeria Viscione, sulle suggestioni del tema predominate dell’evento: “Loro di Napoli”, fonte di ispirazione anche per Ciro Oliva, patron della Pizzeria Concettina ai Tre Santi, che per l’occasione presenterà, in esclusiva, una nuova pizza accompagnato da una performance live dell’artista Pietro Mingione.

In mostra: Antonio De Rosa, Annamaria Volpe, Salvio Parisi, Nunzio Meo, Mena Pezzullo, Domenico Sepe, Gaetano Di Maiolo, Francesco Scardaccione e Roberto Pierucci, Sara Tonello, Mariella Ridda, Mario Cicalese, Corrado Pastore, Aurora Cimmino, Peppe Avolio, Oxalab, Mario Sepe, Rosario Manco, Violante Varriale e Gianpiero D'Alessandro.

Performance live con i ballerini della “Mart Company” diretti da Marco Auggiero, il mascheraio Luca Arcamone, la bodypainter Weronique Art, la compagnia di danza Malaorcula & HDemia Artystry a cura di Valerio Guidorizzi e Marcella Martusciello, la make up artist Tiziana Costanzi, il corpo di ballo “Imperfect Movement”, coreografato da Valeria Papale e l’artista Alfonso Trillicoso che realizzerà vignette per il pubblico, ispirandosi al mondo “Ham”, l’hamburger gourmet.

Partner dell’iniziativa Orma, Etienne, REBB, Concettina ai Tre Santi, Big Mountain, Ham, Team Leo​, Alba Catering,​ CSF Centro Servizi e Formazione​, Sorrentino Vini.

 

18:46 21/03

di Redazione

Commenta

In Poltrona con lo chef: gran finale all'Hart

Giovedì 23 Marzo alle 20.30 andrà in scena sul palco del cinema Hart Food Music di Napoli l’ultimo appuntamento della prima edizione di In Poltrona con lo Chef, la rassegna ideata da Wine&Thecity che fa leva sulla contaminazione di generi, sull’improvvisazione colta e curiosa mescolando alta cucina, cinema e cultura in un mix inedito di sapori e spettacolo.

Per il gran finale protagonista sul palco sarà lo chef ischitano Nino Di Costanzo due stelle Michelin del Danì Maison di Ischia. Ad aprire la serata sarà il cortometraggio Armandino e il Madre, prodotto nel 2010 da Pasta Garofalo, diretto e sceneggiato da Valeria Golino con Gianluca di Gennaro - Esther Garrel - Denis Nikolic - Iaia Forte. Una storia ambientata nel cuore di Napoli, al MADRE, Museo d’Arte Contemporanea, ospitato nello storico Palazzo Donnaregina.

La serata prosegue sul palco con la cooking station di Schettino Cucine Professionali dove lo chef svelerà i segreti della preparazione di uno dei suoi piatti iconici, autentica opera d’arte. Il pubblico in sala assisterà allo spettacolo con degustazioni di cibo e vino in poltrona.

Il tema della serata è l’arte, interpretata e raccontata attraverso varie forme: dal grande schermo, con la Golino dietro la macchina da presa, alla cucina dello chef artista, al vino dell’azienda cilentana San Salvatore 1988 che sin dal suo esordio celebra l’arte e la cultura del bello con il vino intitolato a Gillo Dorfles, pittore, critico d’arte e professore di Estetica, e le etichette d’artista realizzate dallo stesso Dorfles. Nei calici il pubblico degusterà uno dei vini di punta dell’azienda: Il Trentenare Fiano Paestum Igp 2015 osannato dalla critica enologica sia italiana che estera.

La cucina di Nino Di Costanzo è stata spesso definita artistica per la capacità di proporre piatti tradizionali in forma di piccoli capolavori: ogni suo piatto è una tavolozza di colori, un’opera d’arte per accostamenti cromatici, texture di sapori, supporti utilizzati che sono creazioni esclusive progettate dalla mente creativa dello chef.

Accanto all’arte anche il design: sul palco di Hart saranno protagoniste anche le poltrone Aris 1967 di Valentina Pisani Architetto, riedizione storica della seduta del 1967 dello Studio Pisani.

18:02 21/03

di Redazione

Commenta

Claudia Gerini: «Guarderò sempre il mondo con lo stupore di una bambina»

Il rapper premio Oscar Common la definisce una vera e propria “forza della natura”, la grintosa e brillante Claudia Gerini è la protagonista della copertina di F, il settimanale femminile di Cairo Editore diretto da Marisa Deimichei, in edicola domani. Ha lavorato con i più grandi registi, da Tornatore a Mel Gibson, da Corbucci a Castellitto e a Verdone, Claudia Gerini nel nuovo film “John Wick” recita accanto al sex symbol Keanu Reeves: “È un attore molto magnetico, con grande carisma, sensibile, riservato, generoso - asserisce l’attrice - Una persona buona, uno che ha avuto una vita privata complicata e che ha sofferto. È anche molto umile”.

La Gerini è un vulcano di energia ha due figlie che stanno seguendo le sue orme, pratica le arti marziali e ha una scuola di recitazione. Durante l’intervista afferma di non dover niente a nessuno, ringrazia Verdone ma a proposito di Boncompagni dichiara: “Gianni non mi ha aiutato per niente, mi è stato accanto, ma non professionalmente. È stato importante per la mia formazione di donna, ma a livello lavorativo zero: non ha aggiunto e non ha tolto niente. ‘Non è la Rai’ l’avrei fatta lo stesso”.

17:40 21/03

di Redazione

Commenta

Cicchella e Gregoraci protagonisti al Festival di Rodi

Il talento dello spettacolo italiano Francesco Cicchella, insieme con una delle show-girl più ricercate dai maggiori brand e media, Elisabetta Gregoraci, sbarcano nell'edificio storico d’epoca d’eccellenza del Dodecaneso in Grecia per una serata di intrattenimento fatta di musica, risate e tanta gastronomia rigorosamente italiana.
 
Promotori di questa iniziativa due realtà: Golden Wave e Made in Eventi. La prima leader nel segmento dell’intrattenimento turistico in costante espansione in tutta Europa, e la seconda, produzione e distribuzione di spettacoli e personaggi dello Show, che debutta sul mercato Europeo. Ognuna con la propria esperienza, si fondono nella realizzazione di un evento unico nel suo genere nel Casinò Rodos del Grande Albergo delle Rose a Rodi, in Grecia.
 
Lo show esclusivo è Festival, una serata da ricordare, fortemente voluta dopo il successo della stagione invernale che ha visto il poliedrico cantante, imitatore e cabarettista “sbancare” tutti i programmi al vertice della televisione italiana; ed allo stesso tempo ha visto la show-girl essere contesa tra tante trasmissioni televisive ed eventi di prestigio come l’inaugurazione di Casa Sanremo e la conduzione della trasmissione comica di punta di Rai 2, Made in Sud.
 
L’evento Festival che si terrà il 14 Agosto 2017, è quindi una grande iniziativa immersa nella storia, l’affascinante Albergo costruito dal Governatore Italiano del Dodecaneso, Mario Lago, nel 1927 nella migliore posizione dell’Isola di Rodi che ha una magnifica vista sul Mar Egeo e per questo soprannominato “Il sogno dell’Oriente”. Un’iniziativa che vuole portare all'interno del Casino Rodos, una serata diversa, con tanto divertimento, accompagnato dalla bellezza di Elisabetta Gregoraci e dai beat musicali e le imitazioni queer di Francesco Cicchella, con un contorno di sensazioni gastronomiche all'italiana.
 
L’appuntamento è per l’estate 2017 al Casino Rodos.

16:16 21/03

di Redazione

Commenta

Vieni a vivere a Napoli, il film diventa una mostra

Vieni a vivere a Napoli, il film a episodi diretto da Edoardo De Angelis, Guido Lombardi e Francesco Prisco, diventa anche una mostra d’arte itinerante. I manifesti progettati dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Napoli saranno esposti nei Cinema Modernissimo dal 23  marzo, giorno dell'uscita del film, al 30 marzo.  La mostra si sposterà poi al Cinema Teatro Posillipo e al Cinema Metropolitan per le due settimane successive (orario mostra dalle 19:30).

Durante il primo semestre dell’Anno Accademico 2016-2017, nell’ambito delle attività didattiche dei corsi di Graphic Design per la Comunicazione pubblica e di Comunicazione pubblicitaria (biennio di Design della comunicazione) tenuti rispettivamente dai docenti Enrica D’Aguanno e Diego Del Pozzo, sono stati effettuati una serie di workshop finalizzati a una sperimentazione artistica sul tema del manifesto cinematografico. Grazie a un accordo di collaborazione con la casa di produzione Run Film, i workshop hanno avuto come oggetto di sperimentazione proprio il film Vieni a vivere a Napoli, distribuito nei cinema italiani da Europictures.

Coerentemente con le finalità didattiche e formative dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, i manifesti (la cui stampa realizzata grazie alla Run Film) non sono stati inseriti nella campagna di comunicazione commerciale ufficiale del film, ma sono andati a confluire in una mostra parallela al percorso del film. Gli studenti hanno progettato anche altri materiali promozionali (gif animate, pressbook, loghi, idee per il merchandising, azioni di viral marketing, eccetera) che saranno proposti  sulla pagina Facebook ufficiale del film durante le prime settimane di programmazione nei cinema.

15:46 21/03

di Redazione

Commenta

Dire Straits Tribute band al Ravigan

Il Ravigan il pub più innovativo della Campania, che ha creato un nuovo modo di intendere la cucina e la socialità, soprattutto aldilà dei social, continua con gli eventi musicali del giovedì.

Per aumentare la propria offerta in termini di condivisione e socialità, lo staff del Gastro Risto Pub propone, anche per il secondo appuntamento della rassegna dedicata alle  tribute band, un gruppo molto noto nell’ambiente musicale campano.

Giovedì, 23 marzo alle ore 21:30, tocca ai Making MoviesTribute band dei Dire Straits che con la loro musica incanteranno l’atmosfera del british pub.

Dopo il successo delle prima serata, intendiamo bissare il grande risultato con una serata che punti su rock di qualità, e la tribute band dei Dire Straits garantirà, di sicuro, uno spettacolo musicale di altissimo livello!” affermano gli organizzatori.

Il Pub che si trova a Cardito, nel cuore dell’area a nord di Napoli, è divenuto in poco tempo un punto di riferimento e d’incontro per tutti. Non solo mangiare e bere ma soprattutto, stare insieme, conoscersi, divertirsi e condividere. 

Ravigan, il pub che promuove la cucina primordiale, ha il suo punto forte nella collaborazione con #ficheraversion, il noto brand del cuoco Francesco Fichera, che ha messo la sua impronta su diversi piatti del menù e che marchierà tutte le portate del Ravigan.

Il Pub vuole essere la casa di tutti coloro che credono nella socialità, nella buon musica, nei format innovativi con un occhio e mezzo strizzato a chi cerca il gusto del buon cibo, il bere di qualità e i dolci artigianali.

Prossima data: 30/3 The HYPE - U2 Live Experience - Tribute Band

Ravigan: via Bonavolontà, N° 1 a Cardito (Na)

15:42 21/03

di Redazione

Commenta

Kami Beach: tutto pronto per l'estate 2017 tra eventi, spettacoli e deejay

Il Kami Beach anche quest’anno promette ai suoi affezionati eventi unici ed interessanti. Il club estivo intende non deludere le aspettative e promuovere serate di alto livello per un’estate 2017 da vivere intensamente a suon di musica e sano divertimento.

Kami è reduce dal successo della scorsa stagione, che ha prodotto una nomination ufficiale ai Dance Music Awards come "MIGLIOR SUMMER DISCO CLUB 2016", per sostenere il club basta inviare un SMS al numero 340 63 58 503 digitando il codice 483. Per scoprire la data d’inaugurazione e per restare aggiornati su tutte le news basta seguire la pagina Kami Beach.  Si inaugura così un’estate ricca di eventi, ospiti, spettacoli, deejay, dancers, e tanti effetti speciali.

IL CONCEPT: Kami è la parola giapponese indicante gli oggetti di venerazione nella fede shintoista. I kami sono identificati come vere e proprie divinità, simili agli Dei dell’antica Grecia o dell’antica Roma. In altri casi invece, come il fenomeno della crescita, gli oggetti naturali, o forze della natura.

15:39 21/03

di Redazione

Commenta

Pagine

Rubriche

REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
DIRITTI&LAVORO
di Carlo Pareto
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale