Martedì 22 Gennaio 2019 - 4:02

Torna CineBus, il primo festival cinematografico on the road: tappe a Napoli e Roma

Proiezioni, dibattiti, incontri, casting e masterclass a bordo di un truck. Torna Cinebus, il primo festival cinematografico on the road che porterà nelle piazze le attività targate Social World Film Festival. «Dopo il fortunato esperimento dello scorso anno con la prima edizione in giro per la Campania tra Napoli, Benevento e Salerno – così il regista e produttore Giuseppe Alessio Nuzzo – questo innovativo format sbarcherà anche a Roma per consentire a tutti di avvicinarsi alla settima arte e dare grande visibilità ai giovani talenti del nostro Paese». Il CineBus farà tappa venerdì 21 dicembre a Napoli in Piazza dei Martiri dalle 11.30 alle 20.30 e domenica 23 dicembre a Roma in Piazza del Popolo dalle 11.30 alle 20.30.

Verranno proiettate opere provenienti da tutto il mondo vincitrici dell’ultima edizione del Social World Film Festival, alla presenza dei registi, autori, produttori e attori. I lavori saranno valutati da giurie composta da studenti ed esperti di cinema che attribuiranno i premiCineBus alle categorie lungometraggio, documentario e cortometraggio, Smile e Screen-play.

Spazio a masterclass di regia, linguaggio cinematografico, recitazione, ma anche coreografia, yoga, lotta e armi per il training dell’attore, e a street casting a cura di PM5 Talent, Paradise Pictures e il casting director Emanuele Donadio alla ricerca di nuovi volti per il cinema e la tv. Verranno inoltre presentati il romanzo “Le verità” e l’Annuario del Cinema Breve editi da Cinema Edizioni. E ancora, realtà virtuale con spot e opere VR 360° 3D, cinema in verticaleYoung Film Market e Stati Generali del Cinema Giovane e Indipendente.

A bordo verranno effettuate le riprese dello spot per il contrasto al fenomeno del cyberbullismo in collaborazione con il Consiglio Regionale della Campania – Forum Regionale della Gioventù della Campania. Incontro su curiosità e retroscena delle scenografie delle tre serie televisive made in Campania di maggior successo (“L’amica geniale”, “I Bastardi di Pizzofalcone” e “Gomorra – La Serie”), a cura della Film Commission Regione Campania.

L’ingresso a tutte le attività proposte per il CineBus è totalmente gratuito e libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili salvo per le masterclass che, seppur totalmente gratuite, è necessario prenotarsi inviando una mail a masterclass@cinebus.it.

Il programma completo delle attività delle due tappe è disponibile su www.cinebus.it.

L’evento è organizzato dall’Ente Social World Film Festival sostenuto dalla Direzione Generale Cinema del Ministero dei Beni e le Attività Culturali, con l’adesione della Film Commission Regione Campania, il patrocinio del Comune di Roma e Comune di Napoli e la collaborazione di  Radio Marte, Canale 21, Italian Film Factory, Paradise Pictures, Università del Cinema - sede di Acerra, PM5 Talent, PubliPeas, Imprenditori di Sogni, Gaetano Paolella Pizzeria, T&D Angeloni Trasporti Cinematografici.

01:12 21/12

di Redazione

Commenta

#safethewoman: campagna di sensibilizzazione contro la violenza di genere

Si terrà venerdì 21 dicembre alle ore 11 presso la sede del SUGC – Sindacato Unitario dei giornalisti della Campania – in Vico Santa Maria a Cappella Vecchia 8/B – primo piano int.3, la conferenza stampa voluta per presentare ai media e agli addetti ai lavori la campagna di sensibilizzazione nazionale contro la violenza di genere ideata dall’ingegnere napoletano Oliver Tahir, inventore di “Safe” un dispositivo di sicurezza 2.0 monitorato da una centrale operativa h24, costituito da uno spray al peperoncino, un puntatore laser, un led ed una videocamera ad alta risoluzione. Un dispositivo altamente innovativo destinato a rivoluzionare il concetto di sicurezza e difesa personale.

Tutt’altro che casuale la scelta della data: il 21 dicembre 2015 la giornalista Luciana Esposito, direttore di www.Napolitan.it, veniva aggredita nel parco Merola di Ponticelli, mentre stava svolgendo il suo lavoro.

Tutt’altro che casuale anche la scelta della sede: la sala del SUGC intitolata a Santo Della Volpe accolse la conferenza stampa voluta dalla FNSI nelle settimane successive a quell’episodio violento per lanciare il concetto di scorta mediatica a tutela dei cronisti minacciati. Un’associazione di fatti, persone e location fortemente voluta dall’ingegnere Tahir per concretizzare la sua vicinanza alle donne vittime di violenza, oltre che ai giornalisti minacciati, sottolineando la sua forte volontà di agire a supporto delle categorie quotidianamente oggetto di aggressioni.

Ragion per cui, oltre alla giornalista Luciana Esposito e all’ingegnere Oliver Tahir, nel corso della conferenza stampa interverranno il segretario del SUGC Claudio Silvestri, e la criminologa Luisa D’Aniello, per approfondire ed introdurre il tema della violenza di genere. Non solo giornalisti minacciati ed aggrediti, a rappresentanza delle numerose categorie sensibili e quotidianamente esposte a rischi analoghi, ma anche e soprattutto il dilagante vortice di violenza che su più fronti minaccia la nostra società: questi i temi portanti della campagna nazionale di sensibilizzazione che verrà illustrata nel corso della mattinata di venerdì 21 dicembre.      

Il progetto Safe, finanziato dalla Regione Campania nell’ambito delle politiche di sostegno all’imprenditoria innovativa, di recente è stato premiato nell’ambito della Conferenza nazionale sulla sicurezza e legalità, come start up innovativa ad interesse strategico nazionale sulla sicurezza urbana e tutela penale, organizzata dalla DNA.

 

00:54 21/12

di Redazione

Commenta

Ad Ercolano il progetto “Mai più soli contro il racket e l’usura”

Venerdì 21 dicembre alle 11 a Ercolano, nelle Scuderie di Villa Favorita, verrà presentato il progetto “Mai più soli contro il racket e l’usura”. Un invito a partecipare esteso alla cittadinanza tutta, che parte dall’Associazione FAI Antiracket Ercolano, che eroga servizi gratuiti a livello legale, amministrativo, bancario e psicologico a soggetti vittime di reati di usura ed estorsione. 

Mai più soli, ma tutti insieme, in associazione e con fiducia. Si condivide tutto il percorso, che va dalla segnalazione alla denuncia, ai processi e a ogni genere di assistenza. Si vuole evidenziare che, nonostante i successi ottenuti, mai è cessata l'attività sul territorio dell’associazione e delle forze dell’ordine. Un’azione discreta, professionale e silenziosa, come il caso richiede.

Interverranno alla presentazione, tra gli altri, il Sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto per i saluti istituzionali, Franco Roberti, Assessore Regione Campania alle Politiche integrate di sicurezza e legalità, Giuseppe Borrelli, Procuratore aggiunto DDA di Napoli, Col. Ubaldo Del Monaco, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Napoli, Tano Grasso, Presidente FAI, Pasquale Del Prete, Presidente FAI Ercolano, modera Giuseppe Scognamiglio, coordinatore del progetto. 

Sono in corso processi frutto delle denunce passate, ad opera di commercianti e imprenditori associati alla FAI antiracket Ercolano, a testimonianza che mai si è abbassata la guardia sul fenomeno estorsivo. Il sostegno è continuo, così come la costituzione del FAI antiracket Ercolano come parte civile nei processi: i legali dell’associazione assistono le vittime di estorsione e curano tutti gli aspetti per garantirne diritti e interessi.

Quando, per troppo tempo, si lascia un vuoto nelle organizzazioni criminali, è inevitabile la scalata di giovani leve che, guidate e ispirate da vecchi pregiudicati, tentano di occupare gli spazi disponibili nel mercato illegale. Droga, usura e racket rappresentano i massimi interessi delle famiglie camorriste.A queste famiglie, a questi malavitosi, dobbiamo opporre la nostra costante difesa.– Parola della FAI antiracket Ercolano -. Difesa tanto più efficace quanto condivisa, nel comune interesse della libertà, della giustizia, dell’economia sana e dello sviluppo locale. Nessun tentennamento è concepibile: si va avanti. Indietro non si torna.Chiunque voglia liberarsi dall'oppressione dei clan camorristici non sarà mai solo e avrà tutto il sostegno della FAI Antiracket Ercolano, dei Carabinieri, di tutte le forze dell'ordine e della Magistratura. L'attività non si esaurisce nelle aule dei tribunali, ma prosegue con discrezione e rispetto. Fondamentale è la credibilità di tutte le Istituzioni, per dare fiducia ai coraggiosi cittadini che, nelle Istituzioni, ripongono le loro aspettative”.

Grazie alla volontà politica della Regione Campania e dell’Assessorato alle Politiche integrate di sicurezza e legalità, presieduto dal Dott. Franco Roberti, già Procuratore Nazionale Antimafia, l’Associazione FAI Antiracket Ercolano, beneficiaria del bando pubblico “Progetti di adozione sociale per le vittime di usura ed estorsione – seconda edizione – P.O.R. Campania FSE 2014-2020 – Obiettivo Specifico 11 – Azione 9.6.2”, offrirà in maniera ancora più efficace e capillare servizi di Presa in carico, Counseling legale, Counseling amministrativo/commerciale, Counseling bancario e d’impresa, Counseling psicologico.

La legalità conviene ed è un volano di sviluppo locale.

00:50 21/12

di Redazione

Commenta

Ulla, un mondo magico

Si tiene domani alle ore 18 presso il Sindacato Unitario dei Giornalisti della Campania la presentazione del libro "Il viaggio di Ulla in Italia" di Claudia Maremonti.

Un libro di favole per bambini che ha come protagonista Ulla, il cane dell'autrice, compagna di tante avventure, che nel suo viaggio visiterà diverse città italiane, tra queste Matera, Capitale Europea della Cultura 2019. Le fantasiose peripezie di Ulla sono accompagnate e descritte dai disegni dell'autrice, addestratrice di cani, che ha unito il grande amore per il suo lavoro e per gli animali, alla passione per i disegni che coltiva da quando è piccola.

Con la presentazione, viene lanciata anche la campagna "#dogisforever, un cane è per sempre ma non è un oggetto", perché sin dai più piccini si sensibilizzi l'attenzione verso tutte quelle problematiche delicate legate ai cani, che spesso vengono donati in occasione delle festività. Il cane diventa, per chi lo possiede, un vero e proprio membro della famiglia, che va quindi accudito, curato e mai abbandonato. “Ci sono molte persone che si dicono animaliste, cioè amiche degli animali, che li

fanno viaggiare continuamente, perché quando ne trovano uno per strada, abbandonato, lo spediscono subito lontano. E’ come se l’Italia fosse divisa in due, buoni da una parte e cattivi dall’altra. Non esistono buoni e cattivi, ma solo persone che possono gestire bene i cani e persone che non possono farlo. E non si usa la geografia per capire dove si trovano le persone giuste. I cani facciamoli viaggiare con noi e mandiamoli in adozione lontano solo quando non c’è altro modo”, -dichiara Stella Cervasio, garante per i diritti degli animali a Napoli -stiamo attenti a non far nascere cuccioli se poi non sappiamo a chi darli. I cani abbandonati non nascono sotto i cavoli, ma dai cani che molte persone irresponsabili hanno a casa loro”.

Il libro è patrocinato dal Sindacato Unitario dei Giornalisti della Campania e dall'Associazione Leda Onlus, per la difesa ed i diritti degli animali e dell'ambiente.

Con l'autrice intervengono: Stella Cervasio, giornalista di Repubblica e Garante per i diritti degli animali a Napoli; Roberta De Maddi, consigliere del SUGC.

19:29 20/12

di Redazione

Commenta

“Capri – Revolution”, la metafora del mondo di Mario Martone

Scienza e fede. Arcaismo e progresso. “Capri – Revolution” di Mario Martone (nella foto di Gilda Valenza) è una grande metafora del mondo, della vita. Si interroga su individualismi e collettività, sulla necessità di confronto, di crescita. Narra la storia di Lucia (Marianna Fontana), una giovane pastorella di Capri, analfabeta, che vive con i fratelli (Gianluca Di Gennaro e Eduardo Scarpetta) e la madre (Donatella Finocchiaro). Pascolando si imbatte in una comune di intellettuali stanziata sull’isola, li spia mentre prendono il sole nudi, mentre ballano, ne rimane incuriosita. Il gruppo è guidato da Seybue (Reinout Scholten van Aschat), un pittore, un uomo spirituale. I due entrano in contatto, lei ne resta affascinata e lascia la casa per proseguire il suo percorso con lui. Nella vicenda irrompe un dottore (Antonio Folletto), un ragazzo forte delle sue convinzioni, ma pronto a confrontarsi con il prossimo. Fino a che la guerra non travolge l’Italia.

«Mi sono imbattuto in questa storia per caso, vedendo i quadri di Karl Diefenbach nella certosa di Capri - ha dichiarato il regista alla presentazione tenutasi ieri al Filangieri alla presenza dei protagonisti Marianna Fontana e Gianluca Di Gennaro, la sceneggiatrice Ippolita De Majo e il presidente della Film Commission Regione Campania Titta Fiore - La sua vita mi ha immediatamente colpito e non sapevo che all’inizio del 900 ci fossero comuni che anticipavano quello che sarebbe accaduto negli anni 60-70. Immediato è stato il cortocircuito temporale con vicende successive, con Joseph Beuys aveva creato un'installazione sull’isola, “Capri Batterie”, dove l’arte non era questione estetica ma mezzo per immaginare un diverso modo di rapporto tra le persone, un fatto politico».

Una pellicola che manda in estasi la vista. Le inquadrature ricordano quadri: quando i protagonisti sono a tavola sembra di vedere Van Gogh, le sinuose scene di danza (coreografate da Raffaella Giordano) riportano alla mente Matisse. Le musiche ipnotiche di Sasha Ring ne amplificano la potenza. Il volto della Fontana riempie lo schermo, notevoli i cambi di registro di Folletto, la mimica di Di Gennaro da potenza al suo personaggio, molto convincente Scholten van Aschat.

Nonostante sia ambientato oltre 50 anni fa, il film contiene un messaggio molto attuale. «L’isola è a la metafora del mondo, si scopre che l’unica cosa possibile è confrontarsi. Il confronto è necessario, mentre oggi viviamo in un tempo in cui tutto va chiuso e improntato su una visione in cui l’odio e la paura fanno da collante». Prodotto da Indigo e Rai Cinema, “Capri – Revolution” è da oggi nelle sale con 01 Distribution.

14:09 20/12

di Alessandro Savoia

Commenta

“Napoli Svelata 4.0”, successo per la mostra di Mario Zifarelli

ERCOLANO. Gran successo per la IV edizione di “Napoli Svelata 4.0”, percorso fotografico di Mario Zifarelli tra culti sacri, simboli ed esoterismo. La mostra, a cura di Pina Sorrentino, organizzata dalle associazioni culturali I’M Perfect, Terra del Sud in collaborazione con Confartigianato Napoli, Assidal e Pastorale Universitaria Chiesa di Napoli è stata inaugurata al Mav di Ercolano dove resterà fino al 28 dicembre e dove si è svolto anche il Forum tra “Sacralità ed esoterismo” con tanti ospiti e moderato da Geremia Gaudino. Dal saggista Sigfrido Hobel al direttore degli Scavi Archeologici Ercolano Francesco Sirano, dal responsabile della comunicazione Parco archeologico di Ercolano Francesca Cantone, alla direttrice Istituto nazionale di Astrofisica Osservatorio di Capodimonte Marcella Marconi. E poi Armando del Giudice, Massimo della Valle dell’Istituto Nazionale di Astrofisica osservatorio di Capodimonte e tanti altri. «Siamo felicissimi del successo che sta riscuotendo la mostra ad Ercolano – dice Zifarelli –  si tratta di un viaggio che prosegue nel tempo e nello spazio. I miei scatti sono stati raccolti in un nuovo volume che comprende anche foto sulla meravigliosa città di Ercolano». La mostra è visitabile fino al 28 dicembre (tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 16 con ingresso gratuito al Mav) quando ci sarà il finissage e la premiazione del Concorso fotografico “ Fotografi…Amo la nostra regione rivolto agli studenti delle scuole medie inferiori della città di Ercolano. L’importanza del viaggiare sicuri e la sicurezza stradale il tema del concorso. Tra i premi che verranno assegnati: caschi, gilet e zaini e un riconoscimento speciale Facebook a cura della Fondazione Angelo Pentella.

20:46 19/12

di Redazione

Commenta

“L’Italia che rinnova”, dare voce a chi fa bene per il futuro

ROMA. Una nuova generazione di apparecchi a legna e pellet ad alto rendimento e basse emissioni, combustibili legnosi di qualità certificata, installazioni e manutenzioni a regola d’arte, con queste credenziali si presenta la campagna “L’Italia che rinnova” con l’obiettivo di dare voce all’impegno di un settore con solide radici ma proiettato al futuro. L’iniziativa, promossa da Aiel (Associazione Italiana Energie Agroforestali), RisorsaLegno, Anfus (Associazione nazionale Fumisti e Spazzacamini) e Assocosma (Associazione Nazionale Costruttori Stufe) e da Legambiente tra le più importanti associazioni ambientaliste del nostro paese, si rivolge ai cittadini con l’obiettivo di fornire una concreta risposta all’esigenza di riscaldarsi in modo sostenibile e conveniente attraverso gli apparecchi domestici a legno e a pellet, che già oggi rappresentano la seconda fonte di riscaldamento per le famiglie italiane. Il legno è una risorsa irrinunciabile e rappresenta un terzo delle energie rinnovabili in Italia. Insieme a eolico, fotovoltaico, idroelettrico e solare contribuisce in maniera significativa al raggiungimento degli obiettivi europei che per il 2030 si prefiggono di raggiungere il 32% di produzione di energia da fonti rinnovabili.  Ma con questa campagna i promotori vogliono anche dare una risposta alle istituzioni impegnate a garantire una migliore qualità dell’aria attraverso una strategia di rottamazione delle vecchie stufe obsolete con le nuove tecnologie, che riducono le emissioni nocive fino all’80%. «L’abbiamo chiamata L’Italia che rinnova, sia per sottolineare la necessità che il nostro Paese raccolga e vinca la sfida della crescita delle energie rinnovabili, di cui le bioenergie  sono parte essenziale, sia perché proprio il rinnovarsi del settore, in particolare con i moderni generatori di calore a biomasse legnose , consenta di raggiungere obiettivi di una vera rivoluzione energetica per contrastare gli effetti del cambiamento climatico in atto” – spiega Marino Berton, direttore Generale di Aiel, che sottolinea: “serve l’impegno di tutti, dai cittadini alle istituzioni, affinchè il futuro della valorizzazione energetica delle biomasse sia costruito nel rispetto di una gestione forestale sostenibile e responsabile». «Legambiente sostiene e promuove “L’Italia che rinnova” perché è, non solo una importante opportunità per diffondere una cultura attenta all’uso delle rinnovabili e comportamenti di consumo consapevoli e sostenibili, ma anche per raccontare che oggi esistono già alternative valide e sostenibili alle fonti fossili. E se vogliamo puntare davvero ad un futuro 100% rinnovabile dobbiamo far sì che queste tecnologie siano sempre più diffuse» - dichiara Katiuscia Eroe, Responsabile Energia di Legambiente. La campagna partirà nei prossimi giorni in circa duemila punti vendita di tutta Italia con manifesti e materiale informativo per far conoscere ai cittadini “la più antica e la più moderna delle energie rinnovabili” che, raccogliendo la sfida dell’innovazione, vuole dare il suo contributo al miglioramento della qualità dell’aria.

20:31 19/12

di Redazione

Commenta

Grande successo per il gala organizzato dall’Acaia Medical Center

ROMA. Grande successo dell’evento natalizio di Acaia Medical Center, studio polimedico di Carmela, Mara, Michele Pisano che nasce con l’obiettivo di trasportare le pazienti nel mondo della bellezza, del benessere e della salute per una maggiore autostima e per il miglioramento della qualità di vita globale. Nutrito il parterre di amici e personaggi che hanno brindato con i padroni di casa, la brava interprete Loredana Cannata, che abbiamo apprezzato al cinema nel film “Non è vero ma ci credo” di Stefano Anselmi, Barbara Bacci, senza il suo Tony Sperandeo ma con la bellissima mamma Giovanna, l’istrionica Cinzia Leone che ha appassionato i telespettatori con le sue esilaranti performance nel programma Rai “La Tv delle Ragazze”, Nathaly Caldonazzo, reduce dal successo della commedia “Baciami James, ed ancora la star dei social Maria Teresa Buccino, che ha al suo attivo milioni di follower, l’ex showgirl e manager Roberta Pedrelli, la nota influencer Ketty Buccino, il make up artist delle Star, Simone Belli,  con il suo team della Simone Belli Make Up Academy, Alessia Fabiani, pronta per la prossima tappa a Reggio Calabria della tournèe di “Dissolute e Assolte”, regia di Luca Gaeta, la splendida show girl,  Pamela Camassa senza il “suo” Filippo Bisciglia. Il centro, grazie alla collaborazione del direttore commerciale di Filorga, Amira Remi, e dell’informatore scientifico Carla Massucci, ha omaggiato tutte le signore di apprezzati cadeaux dei loro straordinari prodotti anti age. Tutti i vip hanno visitato e apprezzato lo spazio Art Medicamente, sotto la direzione artistica del Cinquantino Lab, laboratorio di idee di Maria Antonietta Cardea e Daniele Scarponi, che nasce dal presupposto che l'arte custodisca in sé l'alchimia della cura e del medicamento e pensato per sostenere le eccellenze e i migliori talenti artistici emergenti della pittura, della fotografia e della scultura, oltre ai due promotori, in esposizione anche Luca Romano, Marco Taglienti, Alessio Moglioni, Ramon Carusi e Victor De Leo.

20:22 19/12

di Redazione

Commenta

L'“Hammond trio” al Music Art con la tromba di Amato

NAPOLI. La tromba di Giovanni Amato (nella foto di Renato Brugnola) ed il suo “Hammond trio” saranno di scena per il concerto di Natale giovedì 20 dicembre 2018 (ore 21,30) al Music Art. Con il trombettista di Nocera saranno sul palco Marco Ferri (sax), Alberto Gurrisi (organo hammond) e Marco Valeri (batteria). Fra Amato e Ferri suonano insieme solo da qualche anno. Un sodalizio recente ma solido e funzionale, perché i due si sono trovati per caso insieme sul palco e subito ne è nato un feeling fertile ed efficace, tanto da moltiplicare in fretta i loro incontri. Del resto, lo spessore artistico del trombettista salernitano è ampiamente riconosciuto. Quanto a Marco Ferri, stiamo parlando di uno dei giovani talenti più brillanti del jazz italiano, vincitore del premio Massimo Urbani 2009 e proiettato già verso una dimensione di livello internazionale. Tromba e sax nel jazz rievocano inevitabilmente il leggendario duo Gillespie-Parker, o anche la più recente coppia Habbard-Gordon. Riferimenti non casuali perché il repertorio che Amato e Ferri proporranno sarà quello tipico del periodo bop e hard bop, insomma standard degli anni '60, magari poco frequentati, alternati con qualche pezzo originale. E non è da escludere qualche richiamo alla canzone napoletana: “Anema e core” è un motivo molto caro ad Amato che ne ha fatto da tempo un hit personale rivisitato naturalmente in chiave molto particolare. L'hammond di Alberto Gurrisi e la batteria di Marco Valeri sosterranno la fase ritmica del gruppo. Entrambi hanno da tempo un collaudato affiatamento con Amato.  Per i frequentatori del club della Torretta sarà insomma un “arrivederci al 2019” in pieno sapore boppistico.

lucis

19:52 19/12

di Redazione

Commenta

Alle Terme di Agnano in scena Carlo Lomanto e Beatrice Valente con Ciro Iovine

NAPOLI. Due voci, una maschile, baritonale calda e profonda, quella di Carlo Lomanto (nella foto), l’altra femminile, morbida e vellutata, quella di Beatrice Valente, capaci di duettare sullo swing della chitarra di Lomanto e del contrabbasso della Valente, sostenuti dalla batteria di Ciro Iovine. È il concerto che il Live Tones propone per giovedì 20 dicembre 2018 (ore 20,30) sotto le luci soffuse della  hall dell’Hotel delle Terme di Agnano trasformata per l' occasione in jazz club. “The swing strings trio” è il titolo di questo nuovissimo progetto musicale che ripercorre alcune tra le più belle pagine della musica swing. Carlo Lomanto, cantante e chitarrista, docente di canto Jazz presso il Conservatorio di Salerno e trent’anni di jazz sulle spalle. Beatrice Valente, giovanissima cantante e contrabbassista, ha studiato contrabbasso, allieva del compianto Rino Zurzolo. Due musicisti, cantanti e strumentisti al tempo stesso, che s'incontrano sostenuti dalla ritmica di Ciro Iovine, batterista napoletano formatosi sotto la guida del maestro Umberto Guarino, con all’attivo numerose collaborazioni di prestigio. Appuntamento alle 20,30 con degustazione vini e pasticcini. Inizio concerto alle 21,30. Info e prenotazione 3389941559-335487053. Parcheggio nel parco delle Terme (0,50 euro all'ora).

lucis

19:47 19/12

di Redazione

Commenta

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici