Giovedì 27 Aprile 2017 - 12:50

Luigi Carrino diventa commendatore al merito della Repubblica

Al prof. Luigi Carrino, noto studioso di tecnologie innovative per il settore aerospaziale e docente presso il Dipartimento di Ingegneria Chimica, dei Materiali e della Produzione Industriale dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, è stata conferita dal Presidente della Repubblica, On. Sergio Mattarella, l’alta onorificenza di Commendatore al Merito della Repubblica Italiana. Il prof. Carrino è attualmente Presidente del Distretto Tecnologico Aerospaziale della Campania.

Il decreto di conferimento è stato consegnato oggi dal Prefetto di Caserta, S.E. Arturo De Felice, nel corso di una solenne cerimonia svoltasi in occasione delle cerimonie per la festa del 25 aprile.

L’alto riconoscimento è stato concesso per i particolari meriti scientifici del prof. Carrino e per aver egli sempre coniugato l’impegno nella ricerca con l’azione a sostegno dello sviluppo socio-economico del territorio ed il contrasto alle ecomafie.

L’Ordine al Merito della Repubblica Italiana è stato istituito con la Legge 3 marzo 1951, n. 178 (G.U. n. 73 del 30 marzo 1951), è il primo fra gli Ordini nazionali ed è destinato a "ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere, delle arti, della economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari."

L'onorificenza di Commendatore è successiva come grado a quelle di Cavaliere e Cavaliere Ufficiale, tuttavia, in casi eccezionali e motivati, si può ricevere anche senza questi due titoli. Per il 2017 il Decreto del Presidente della Repubblica del 13 gennaio 2017 prevede che si possano conferire in Italia al massimo 300 titoli di Commendatore.

A margine della cerimonia, Carrino ha dichiarato: “Sono consapevole che i grandi traguardi della vita si raggiungono soltanto se si ha la fortuna di essere circondato da persone di elevate qualità umane e professionali; da questo punto di vista, io ho avuto la fortuna di essere circondato nella vita, nell’Università, nel Distretto da persone eccezionali; il mio riconoscimento sento di doverlo sinceramente e con gratitudine dividere con loro”. 

“Sono particolarmente grato al Prefetto di Caserta, S.E. Arturo  De Felice, per avermi proposto e consapevole che quest’onorificenza deve spronarmi a fare ancora meglio e ancora di più per gli altri”.

23:17 26/04

di Redazione

Commenta

“Storie di Napoli. Nei vicoli del tempo”, 30 ragazzi innamorati di Napoli raccontano la città con storie e disegni

Ritornano con il nuovo libro dal titolo “Storie di Napoli. Nei vicoli del tempo” (Ed. Spazio Cultura Italia) e la prefazione di Mimì De Maio, il gruppo di ventenni innamorati di Napoli, fondato da Federico Quagliuolo, che da oramai tre anni racconta i miti, magie, luoghi, odori e sapori della città raccogliendo centinaia di migliaia di fans. Presenteranno il nuovo libro giovedì 27 aprile alle ore 17.00 presso la Casina Pompeiana in via Riviera di Chiaia (Napoli).

Dopo un anno e mezzo dal successo del primo libro, ritornano in libreria con un volume che ripercorre le diverse fasi storiche attraverso storie e disegni: dalla Napoli Greco Romana a quella Medievale, da quella Spagnola a quella Borbonica, dal Risorgimento al Novecento, per riscoprire, attraverso le sue storie, l’amore per Napoli. 

14 scrittori e 16 disegnatori, una pagina facebook da 46.000 iscritti, un patrimonio di 950 tra storie e disegni, 1.200.000 visitatori unici sul sito www.storienapoli.it, un gruppo di ragazzi dall’età media 21 anni - la più giovane ha 15 anni ed il più grande 25 -, 30 eventi dalle scuole ai locali per raccontare Napoli. Sono alcuni dei numeri del loro successo.

I ragazzi si definiscono cantastorie, piccoli novellieri con il sogno di raccontare, con i mezzi moderni, le storie che cent’anni fa scrivevano Ferdinando Russo e Salvatore Di Giacomo. Un gruppo di “Indiana Jones dei vicarielli” con l’obiettivo di far svegliare nei ragazzi l’amore per le proprie radici. Nel 2016 hanno vinto il Premio Civicrazia Napoli per l’Eccellenza con Medaglia del Presidente della Repubblica e nello stesso anno le loro fotografie sono state esposte a New York nell’ambito di “The world bridge - New York Napoli” il festival di promozione della cultura napoletana a NYC.

Spazio Cultura Italia prosegue l’operazione di valorizzazione del patrimonio culturale della città attraverso la voce dei ragazzi – commenta Mimì De Maio Presidente di Spazio Cultura Italia. “Quella di Storie di Napoli è un’esperienza unica nel suo genere. Un grido d’amore verso la propria terrà che parte dal basso, contamina e si espande a macchia d’olio. Un prezioso esempio di emulazione positiva” conclude.  

Un progetto nato da un’idea di Federico Quagliuolo, come spesso capita, per puro caso, grazie all’incontro con il mito di Colapesce, divenuto il simbolo e logo di Storie di Napoli, e che intende promuovere la cultura tra le giovani generazioni. Un messaggio ai propri coetanei. “Un tempo Napoli era la seconda città d’Europa per arti, splendore e grandezza – scrive Federico sul sito – purtroppo oggi molti primati, molte storie, molti personaggi che ci hanno reso tanto vengono trascurati e dimenticati”.

Innamòrati di Napoli con gli innamoràti di Napoli” è il loro grido e allo stesso tempo la loro sfida. Il loro stato d’animo ma anche l’imperativo rivolto a tutti noi.

23:14 26/04

di Redazione

Commenta

Sagra dei Virni e degli Asparagi: dal 5 al 7 maggio a Cerreto Sannita

Il 5, 6 e 7 maggio si terrà a Cerreto Sannita (Benevento) la XIVª edizione della Sagra dei Virni e degli Asparagi organizzata da APTC “Associazione di Promozione del Territorio Cerretese” con il patrocinio del Comune ed in collaborazione con l'Associazione Culturale "CampaniaChe... ti passa" 

Questa manifestazione, che rappresenta un importante momento di promozione delle coltivazioni locali, celebra uno dei prodotti tipici di Cerreto Sannita, ossia il Fungo Virno, un fungo primaverile della specie Calocybe gambosa, re della cucina locale, le cui caratteristiche organolettiche sono seconde solo al tartufo.

 

Programma

L'evento si svolgerà a Piazza Luigi Sodo.

- venerdì 5 maggio

Ore 17:00 - Apertura della sagra e presentazione delle Aziende del territorio.

Ore 19:00 - Apertura stand gastronomici e, a seguire, musica dal vivo.

- sabato 6 maggio

Ore 17:00 - Apertura della sagra e presentazione delle Aziende del territorio.

Ore 19:00 - Apertura stand gastronomici e, a seguire, musica dal vivo.

- domenica 7 maggio

Ore 9:30 - Raduno in piazza per una passeggiata nella storia (,unirsi di scarpe comode e vari accessori da Trekking): rientro con pranzo alle ore 13:00.

Ore 11:00 - Apertura stand gastronomici.

0re 15:00 - Passeggiata nella storia con la collaborazione di uomini a cavallo.

Ore 17:00 -  Apertura stand gastronomici e, a seguire, musica dal vivo.

Sono inoltre previste visite guidate al Ponte di Annibale (solo su prenotazione presso l'Ente Matese Escursioni presente in Piazza San Martino). 

 

Il Virno

Il "Virno", o "Tricholoma georgi” è un fungo primaverile della specie Calocybe gambosa, re della cucina cerretese, le cui caratteristiche organolettiche sono seconde solo al tartufo.

Questo fungo è meglio noto in Italia con il nome di prugnolo. Esso cresce nelle aree montane dei comuni di Pietraroja e Cerreto Sannita, nel Parco Regionale del Matese, ai margini dei boschi, fra rovi, biancospini o rose canine, ad una quota media di 1.000 m\slm, da metà aprile alla seconda metà di maggio (da cui il nome di fungo di S. Giorgio, la cui ricorrenza è celebrata il 23 aprile), in aree a forma "di ferro di cavallo" (vernere) nelle quali il colore dell'erba è più intenso e contribuisce a formare i famosi circoli delle streghe o linee a zig-zag attribuite nella fantasia popolare al passaggio delle "janare".

Il virno è un fungo particolarmente ricercato in tutta Italia per le ottime caratteristiche organolettiche e per l'incredibile versatilità: esso si accompagna egregiamente ai robusti  vini rossi locali, a base di aglianico e barbera, e ad una bianca e fresca falanghina e può essere consumato crudo previa marinatura, grattato sulle tagliatelle fresche, servito a “stracciatella” con le uova strapazzate o con la carne di agnello, cotto con olio ed aglio fresco, essiccato per un odore particolarmente pronunciato o conservato sott'olio previa scottatura in acqua ed aceto.

19:50 26/04

di Redazione

Commenta

Il Beer Garden riapre con Gnut

Dopo le prime due candeline spente sabato scorso, il Beer Garden in via Discesa Coroglio 34 apre la sua stagione, con la direzione artistica New Reel Records, sabato 29 aprile alle 21, in grande stile e con un cartellone pieno di buone proposte. Si inizia con Gnut che, senza interrompere il tour estivo, sta lavorando su un nuovo disco e, in scaletta insieme ai brani di “Domestico”, metterà inediti in anteprima. On stage con Claudio Domestico (chitarra e voce), Marco Caligiuri (batteria), Gianluca Capurro (chitarra), Valerio Mola (contrabasso), Daniele “Mr Coffee” Rossi (tastiere), Mattia Boschi (violoncello).  

Toccherà poi a Tartaglia Aneuro (venerdì 5 maggio, alle 21), in tour con l’album autoprodotto “Per errore”, dove in 11 brani viene raccontata una voce interiore che soffre per la direzione che l’uomo ha intrapreso, distante dalla natura, distante da sè stesso.

Sabato 6 maggio alle 21 doppio live sul palco del Beer Garden, con il concerto dei Ventinove e Trenta e dei Thisage. I Ventinove e Trenta nascono nel 2015 con un'idea ben chiara: suonare insieme è un divertimento, e divertito deve sentirsi chi ascolta la musica. Il loro repertorio, energico e scanzonato, prende libero spunto da generi differenti quali blues, swing, funk nella definizione di un sound corposo e accattivante. I testi, integralmente in lingua napoletana, sono un omaggio alla città natale della band, fonte inesauribile di ispirazione da cantare e suonare col sorriso. Loro sono Carlo de Rosa (voce), Pasquale Di Marino (batteria), Roberto Veneri (chitarra), Francesco Verrone (basso), Alessandro Zinno (sassofono). Thisage è un progetto musicale che ha come unico, grande obiettivo, quello di raccontare il proprio sentimento. Sul palco Mario Manduca (voce, chitarra), Andrea Boccia (voce, chitarra), Lorenzo Manduca (voce, basso), Marco Fiandra (percussioni), Andrea Esposito (rap).

Venerdì 12 maggio, alle 21, tocca a Nicola Caso & Powa Trio, ovvero Nicola Caso (voce e chitarra), Gianmarco Angelone (basso), Leo Ingegno (batteria). Dopo più di due anni di scrittura e di lavoro in studio e a dieci anni dall’album di esordio "Neapolitan Hard-Pop", Nicola caso ritorna con "Svendesi", un doppio album composto da 33 tracce suddivise in due dischi, "Odio" e "Svendesi", fisicamente separati ma uniti da un filo conduttore concettuale. Un viaggio che va dall'odio più viscerale all'infinita dolcezza di un amore romantico, l'impegno e il puro intrattenimento, condito da tracce di ironia, tra frustrazione e riscatto, ansia e malinconia, catarsi crude e immagini sognanti.

Sabato 13 maggio, alle 21, la scena diventa rap con Peppe-oh e la BabeBand che si incontrano nell’estate del 2014 e nel 2015 portano sul mercato discografico “Sono un cantante di Rap”. In quell’estate Pepp-Oh, Salvatore Cecere (batterista), Marco Cecere (bassista) e Luca Fiorillo (chitarrista) cominciano per puro diletto a fare un po’ di musica insieme, chiudendosi per ore e ore in sala e lasciandosi totalmente trasportare dai groove che in modo del tutto naturale seguivano il loro corso e dalle rime del rapper, strofe personali riadattate sui temi musicali che questa prima formazione improvvisava. Si aggiungono poi tastiere e sequenze con Gianluca Albrizio (DJ Cioppi) e Paolo Astarita.

Venerdì 19 maggio, alle 21, è tempo di pirati con Capitan Capitone e i Parenti della Sposa, in formazione completa a raccontare il secondo capitolo della saga iniziata con i Fratelli della Costa. On stage, Daniele Sepe, Tommy De Paola, Paolo Forlini, Davide Afzal, Mario Insenga (Blue Stuff), Maurizio Capone (Capone & BungtBangt), Alessio Sollo (The Collettivo), Dario Sansone (Foja), Gnut, Roberto Colella (La Maschera), Alessandro Morlando (La Maschera), Martina De Falco, Andrea Tartaglia (Tartaglia Aneuro), Sara Sossia Squeglia, Gino Fastidio, Carmine D’Aniello ('O Rom), Nelson. 

Sabato 20 maggio, alle 21, on stage Uanema Swing Orchestra che nasce dall’incontro di alcuni musicisti accomunati dalla passione per il Dixieland e lo Swing. Il progetto ha inizio come laboratorio di musica all’ex Asilo Filangieri, sviluppando un repertorio che spazia su tutta la gamma dei registri espressivi del genere: dal blues al ragtime, dallo swing fino alle canzoni più celebri. L’idea di creare una orchestra partenopea è nata soprattutto dalla spinta della nuova generazione di ballerini di questo tipo di danza, conosciuta con il nome di Lindy Hop. La forte carica di energia si manifesta compiutamente negli entusiasti ballerini di Swingin’ Napoli, per uno spettacolo di grande impatto emotivo. Sul palco Sara Persico (voce); Ciro Riccardi (tromba); Rino Saggio (sassofono tenore); Massimiliano Sacchi, (sassofono baritono e clarinetto); Mario Tammaro (trombone); Dario De Luca (chitarra); Bruno Belardi (contrabbasso) e Matteo Nocera (batteria).

Venerdì 26 maggio, alle 21, Piero Gallo Quartet che porta sul palco l’energia di Mediterranean Experience, in cui si intrecciano folk e world music. Con Piero Gallo (mandolina, strumento ricavato dalla fusione di mandolino e mandola), Raffaele Vitiello (chitarre), Marco Caligiuri (batteria) e Luca Caligiuri (basso).

Sabato 27 maggio, alle 21, chiudono questo primo giro di programmazione Slivovitz, un progetto che nasce a settembre 2001 e da allora non ha mai smesso di muoversi, crescere, forma e direzione sempre nella scanalatura della musica strumentale legata alla musica etnica jazz rock. Hanno pubblicato tre dischi: Slivovitz (Ethnoworld 2005), Hubris (registrato nel 2007 e pubblicato da Moonjune nel 2009) e Bani Ahead (Moonjune 2011). Gli Slivovitz sono Derek Di Perri, Marcello Giannini, Vincenzo Lamagna, Salvatore Rainone, Ciro Riccardi, Pietro Santangelo, Riccardo Villari.

19:13 26/04

di Redazione

Commenta

Simone Di Meo per la rassegna LibriAmo con “Ho scelto di vivere all’inferno”

Il giornalista e scrittore Simone Di Meo sarà il prossimo ospite della rassegna LibriAmo (patrocinio del Comune di Meta), appuntamento fisso in Penisola Sorrentina per conoscere autori, scoprire libri, vivere emozioni.

Il suo ultimo lavoro “Ho scelto di vivere all’inferno. Confessioni di un terrorista dell’Isis” sarà presentato venerdì 28 aprile 2017 alle ore 19:30 presso il salotto letterario dell’Associazione Culturale Sfumature in Equilibrio, in via Tommaso Astarita n. 50 (80062, Meta).

 

Noto giornalista napoletano e collaboratore di importanti testate come Il Giornale, Il Sole 24 ore, Panorama e Il Tempo, oltre che autore di successo, Simone Di Meo è uno dei massimi esperti italiani di camorra e autore anche di numerosi saggi sulla criminalità organizzata. Dopo “Soldatessa del Califfato”, in cui racconta i segreti inconfessabili dell’Isis, già presentato per la rassegna LibriAmo lo scorso aprile 2016, Simone Di Meo ritorna a parlare dello Stato Islamico con un libro-inchiesta, in la “macchina” terroristica che sta minacciando il mondo occidentale appare nel suo aspetto più oscuro.

 

Definito “una delle penne più pungenti del panorama giornalistico italiano”, Simone Di Meo incontrerà i suoi lettori il prossimo venerdì.

Conduce la presentazione l’Avv. Mariolina Costagliola.

Momenti musicali a cura del M° Luisa Esposito.

Seguirà un rinfresco a cura dell’associazione.

19:11 26/04

di Redazione

Commenta

Mostra evento innovazione nella filiera delle costruzioni

Cambiamento e innovazione per andare incontro alle nuove esigenze del mercato, delle imprese, e dei lavoratori. Sono i driver dei nuovi paradigmi per il mercato italiano delle costruzioni . Ma per guidare il settore dell’edilizia verso la ripresa e il successo la formazione è indispensabile.

E proprio la formazione sarà al centro dell’evento “ Formare per innovare nelle costruzioni” in programma il prossimo 28 aprile presso il Polo di Ingegneria di Napoli – San Giovanni in  corso Protopisani ,17 e nel corso del quale  saranno illustrati i risultati dei progetti formativi realizzati dalla società consortile STRESS – Sviluppo Tecnologie e Ricerca per l’Edilizia Simicamente Sicura ed ecoSostenibile, che ha ideato 14 nuovi profili professionali (skill), formando 132 nuove figure registrando un elevato tasso di occupazione.

L’evento sarà l’occasione per approfondire le tematiche più strategiche per il settore dell’edilizia sostenibile e analizzare il cambiamento in atto.

Una area espositiva allestita ad hoc inoltre  permetterà di illustrare le attività svolte, le tecnologie e le attrezzature utilizzate durante la fase formativa “sul campo” e promuoverà le competenze tecniche acquisite dai discenti per identificare, formulare e risolvere in modo innovativo problemi complessi del settore delle costruzioni.

All’evento interverranno: Ennio Rubino,  Presidente Stress Scarl, Gaetano Manfredi, Rettore dell’università degli studi di Napoli Federico II e presidente Crui, Luigi Vinci, Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli, Pio Crispino,  Presidente dell’Ordine degli Architetti di Napoli e Provincia,  Francesco Tuccillo, Presidente Acen ,Domenico Foglia, Responsabile formazione Stress, Andrea Prota , Università degli studi di Napoli Federico II e responsabile scientifico progetto Metrics,  Giuseppe Peter Vanoli , Università degli studi del Sannio, responsabile scientifico progetto Smartcase, Antonio Oddati, Direttore Generale per l'Istruzione, la Formazione, il Lavoro e le Politiche giovanili,Giuseppe Russo, dirigente ufficio RIS3, Direzione Generale per l’Università, la Ricerca e l’Innovazione della Regione Campania,  Raffella Farina, Dirigente di Staff Direzione Generale per l’Università, la Ricerca e la Formazione, Leopoldo Angrisani, Direttore del Cesma - Centro di servizi metrologici avanzati, Diego Vivarelli, Direttore Acen - Centro sperimentale competenze nelle costruzioni “edil-lab” , Valeria D’Ambrosio, Università degli Studi di Napoli Federico II e responsabile progetto Metropolis.

19:05 26/04

di Redazione

Commenta

Gli Illuminati Crew sbarcano al “Vulcano Buono” venerdì

 
NOLA. Un altro appuntamento d’autore. Venerdì 28 aprile, alle ore 18, al centro "Vulcano Buono" arrivano gli "Illuminati Crew" (nella foto) per presentare e firmare ai fans in piazza Capri il loro primo libro edito da Mondadori: “Come diventare ricchi con Youtube”. La "Illuminati Crew" è una delle più importanti community di gamer in Italia, formata da 7 canali YouTube con milioni di visualizzazioni e da 8 creator: XMurry, GiampyTek, iNoobChannel, Brazo Crew, MikeShowSha, S7ORMy e IlvostrocaroDexter che postano ogni giorno video di intrattenimento del mondo dei videogame, situazioni della vita quotidiana e anteprime. Per la crew tutta italiana, vere star del web, è una delle prime tappe al Sud: chi ha comprato il libro potrà incontrare gli "Iluminati" e farsi fotografare. Gli scatti saranno pubblicati e scaricabili sulla pagina facebook ufficiale del "Vulcano Buono".

13:55 26/04

di Redazione

Commenta

Totò, da cinquant'anni in paradiso

Una torta con cinquanta candeline per festeggiare altrettanti anni di paradiso di Antonio de Curtis, in arte Totò. L’idea è stata del notaio Sergio Cappelli che, da anfitrione istrionico ed esuberante qual è, anche stavolta ha fatto centro nel cuore dei suoi amici. Tutti riuniti a tavola, al Mangiafoglia, per una cena davvero speciale. A cominciare dal menù  con le diverse portate ispirate a noti film dell’attore: gli spaghetti e le pizzelle come in “Miseria e Nobiltà”, il baccalà con le patate di “Signori si nasce” e i broccoletti di “La banda degli onesti” per finire con la bombetta di Totò, della pasticceria Poppella, che si trova alla Sanità, il quartiere di nascita dell’artista.  Speciali anche i centrotavola: il profilo di Totò disegnato con la latta dai ragazzi dell cooperativa Iron Angels, che proprio alla Sanità realizzano prodotti artigianali di altissima qualità.

Ma a rendere davvero divertente la serata sono stati i giochi: divisi in squadre, gli agguerritissimi ospiti si sono cimentati nell’indovinare un film dalle immagini della locandina, o nel completare frasi divenute ormai  proverbiali, e infine a rispondere a domande sulla vita privata dell’attore. Il tutto condito con l’ironia e il garbo di Cappelli che alla fine ha avuto premi per tutti. Aveva ragione Totò: signori si nasce. E lui lo nacque.

18:54 25/04

di Armida Parisi

Commenta

L'amore in poesia al Cervantes

La poesia d'amore di tre grandi autori del secolo scorso all'Istituto Cervantes, in via Nazario Sauro 23. Giovedì alle 17 un appuntamento da non perdere con Garcia Lorca, Neruda (nella foto) e Cernuda: tre poeti del Novecento che hanno cantato l'amore con passione e sofferenza, tenerezza e carnalità, inquietudine e malinconia. Il pomeriggio letterario sarà condotto dalla giornalista Armida Parisi e vedrà gli interventi di Maria Rosaria Alfani e Augusto Guarino, docenti di letteratura spagnola all'Orientale,  le letture di Aldo Spina e il commento musicale delle chitarre di Elpidio Baldascino e Silvano Petrucci. L'evento è organizzato dal Centro Studi Erich Fromm in collaborazione con il Consolato di Spagna e l'Istituto Cervantes.

17:48 25/04

di Redazione

Commenta

Visite oncologiche gratuite a Succivo

SUCCIVO. Visite oncologiche gratuite a Succivo. L'appuntamento è per il 27 e il 28 aprile, dalle ore 9,30, nel parcheggio Montegrappa. L'iniziativa “Prendi un appuntamento con la salute”, organizzata dall'Asl Caserta con il patrocinio del Comune di Succivo, intende promuovere gli screening e informare i cittadini sulle vaccinazioni obbligatorie. La Giunta comunale, guidata dal sindaco Gianni Colella, su proposta degli assessori Imma Marsilio (Ambiente) e Valentina Iovinella (Politiche sociali), ha deliberato la fornitura del truck attrezzato per le visite. Marsilio ha ringraziato il responsabile dell'Asl Caserta per gli screening, dottor Michele Tari. 

11:29 25/04

di Redazione

Commenta

Pagine

Rubriche

I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici