Martedì 11 Dicembre 2018 - 10:05

Al Palapartenope l’atteso concerto di Giusy Attanasio

NAPOLI. Nel corso di una conferenza stampa all’hotel Royal Continental è stato presentato il concerto della cantante Giusy Attanasio (nella foto di Enzo Calone con il conduttore Mario Guida, lo showman Angelo Di Gennaro e il regista Nilo Sciarrone), in programma per lunedì 3 dicembre 2018 alle ore 21 al Palapartenope. «Una serata musicale - come ha ribadito la stessa cantante - che sarà interamente dedicata alla beneficenza ed alla raccolta fondi per l’ospedale Pausilipon, in memora di Anna, una ragazza di 12 anni scomparsa in seguito al terribile male del secolo». E per ribadire la volontà di portare tra i napoletani e tra il pubblico, attraverso la musica e lo spettacolo, la solidarietà di tanti artisti, è intervenuto anche il direttore artistico e presentatore dell’evento, Mario Guida. Lo stesso che ha parlato di un momento realizzato soprattutto con il cuore. «Uno spettacolo - ha spiegato il conduttore televisivo Guida - che vedrà duettare con Giusy Attanasio personaggi come Francesco Merola, Antonio Buonomo, Nello Amato, Ivan Granatino, Angelo Di Gennaro, Leo Ferrucci, Anthony, Marco Calone, Stefania Lay e Luciano Caldore e che servirà, attraverso una lotteria, organizzata con l’associazione “Insieme si può”, per donare un sorriso a chi ne ha bisogno. Si tratterà di uno spettacolo nello spettacolo con un’orchestra di 30 elementi diretta dal maestro Alberto Costa e con un corpo di ballo di 20 artisti coreografati da Ines Danza. Un grande allestimento che continuerà a girare, anche dopo il Palapartenope, per l’Italia e l’estero. E, a completare il tutto, vi saranno anche le riprese televisive dirette dal regista Nilo Sciarrone». A partecipare alla conferenza stampa moderata dal giornalista Carlo Ferrajuolo, oltre agli stessi protagonisti della serata, Costa e Sciarrone, sono stati anche l’artista Angelo Di Gennaro ed il presidente dell’associazione “Insieme si può” Giuseppe Di Maio. Tornando alla protagonista della manifestazione, la cantante Giusy Attanasio, «con questo spettacolo - ha dichiarato la stessa - intendiamo ricreare una sorta di “mini Sanremo”. Nel ringraziare coloro che mi seguono ormai da sette anni, intendo ribadire la giusta causa di una bambina tristemente strappata all’affetto dei genitori da un male incurabile. A Napoli le strutture ospedaliere hanno bisogno di molto aiuto per funzionare bene, ed io che ho la fortuna di essere la mamma di due bambini sani, mi impegno con il cuore insieme ai miei fans, per portate avanti un evento capace di aiutare con il contributo di tutti chi soffre e chi ha bisogno di essere curato. Dopo la tappa al Palapartenope il mio concerto benefico sarà replicato in una data da definire al teatro Totò e poi giungerà perfino in America. Ciò, grazie ad una squadra vincente. sempre animata dall’amore per il prossimo e dalla voglia di regalare un sorriso a chi ne ha bisogno».

21:22 2/12

di Giuseppe Giorgio

Commenta

Francesco Montanari al Sannazaro con “Poker”

Da venerdì 7 dicembre alle ore 21,00 (fino al 9 dicembre ore 18.00) al teatro Sannazaro, per la linea contemporaneo ricerca, sarà in scena lo spettacolo “Poker” di Patrick Marber con Francesco Montanari per la regia di Antonio Zavatteri. 

Un ristorante. Il proprietario e suo figlio, due camerieri e il cuoco.  Ogni domenica sera, dopo la chiusura questi vanno nello scantinato del locale e giocano a poker tutta la notte. La vita dei cinque è scandita da questa abitudine, le loro passioni e le loro speranze si condensano in questa notte di sfida reciproca, in cui si cerca il riscatto e la gloria. Questa routine viene spezzata dall’ingresso in scena, e quindi al tavolo da gioco, di un personaggio misterioso per quasi tutti i protagonisti della vicenda, ma non per il pubblico, che porta alla vita dei nostri amici disequilibrio e curiosità aggiungendo suspance agli sviluppi della vicenda e, soprattutto, alla partita che si giocherà.
Viene portata in scena la prima commedia, creazione perfetta, leggera, crudele e molto divertente di Patrick Marber, ex cabarettista, autore anche di CLOSER, must della nuova drammaturgia inglese.

Prezzi: € 18 + € 2 di prevendita

20:44 2/12

di Redazione

Commenta

“Mamma mà” , Daniela Ioia protagonista al Teatro Serra

Dal 7 al 9 dicembre al Teatro Serra, si terrà lo spettacolo “Mamma mà” di Massimo Andrei con Daniela Ioia per la regia di Gennaro Silvestro“Mamma, mà” è uno sguardo sul mondo femminile e sul desiderio di maternità che alle volte diventa un’ossessione dettata dalla consapevolezza che il tempo passa e che, purtroppo si invecchia. Un racconto divertente, dinamico ma soprattutto vero di una donna contemporanea e del suo futuro da madre”. (Massimo Andrei).

14:24 2/12

di Redazione

Commenta

“#laSciantosa - La prima influencer”, Serena Autieri all'Augusteo

Al Teatro Augusteo, da venerdì 7 dicembre, Serena Autieri sarà in scena con lo spettacolo “#laSciantosa - La prima influencer”. Sulla scia del grande successo con cui è stata accolta da critica e pubblico nelle ultime stagioni teatrali, Serena Autieri debutta al Teatro Augusteo con “La Sciantosa”, in una nuova edizione, più che mai coinvolgente, un One Woman Show vulcanico e ogni sera diverso grazie alla partecipazione appassionata del pubblico. Serena Autieri apre le porte del Cafè Chantant regalando canzoni senza tempo, eseguite dal vivo dalla Serendipity Orchestra, diretta dal Maestro Enzo Campagnoli. 

Raccontando con sentimento e leggerezza la storia di Elvira Donnarumma, simbolo di talento ed emancipazione, Serena si destreggia tra aneddoti e provocazioni fino a contagiare il pubblico con l’intramontabile potere seduttivo della “mossa”.

Serena scavalca la quarta parete e, cliccando metaforicamente sull’hashtag, ricrea il rapporto senza rete tipico del bar Tabarin, interagendo con il pubblico e rendendolo parte integrante dello show scritto da Vincenzo Incenzo e diretto dal Maestro Gino Landi.

Serena Autieri è divenuta un’interprete di riferimento della musica napoletana e promotrice convinta della buona cultura partenopea. L’artista è trasversalmente nota al grande pubblico per la sua poliedricità, avendo interpretato ruoli in film e fiction di successo, presentato il Festival di Sanremo al fianco di Pippo Baudo e per essere stata scelta dalla Disney come la voce italiana della principessa Elsa di Frozen.

Riguardo lo spettacolo, Serena Autieri ha dichiarato: “È sempre emozionante interpretare la Sciantosa, un personaggio a cui sono molto legata e che mi fa sentire connessa alle mie radici. In particolare, Elvira Donnarumma fu emblema di femminilità e di una sensualità sana che va valorizzata. La Sciantosa, nella sua accezione più positiva, è un modello di donna che ammiro e che reputo molto attuale per la sua capacità di influenzare mode e costumi. Questo ruolo mi ha dato la possibilità di mettermi in gioco e di crescere artisticamente. Oggi sono una sciantosa più consapevole, felice di godere dello spettacolo con il pubblico, che interagisce, balla, canta, nel clima autentico del Cafè Chantant”.

Nel merito, anche il produttore Enrico Griselli ha dichiarato: “La sciantosa è uno spettacolo nato fortunato, fin dal debutto al Festival dei Due Mondi di Spoleto, grazie alla regia di Gino Landi, la sapienza scenica del premio Oscar Gianni Quaranta e la poesia del Maestro Vincenzo Incenzo. Lo spettacolo ha messo in luce il talento poliedrico di Serena, riscuotendo un enorme successo in tutta la penisola. Anni di tournée, da Bolzano a Palermo, da Udine a Sanremo, passando per Torino, non hanno accontentato la richiesta dei teatri e ci hanno indotto a produrre un’edizione nuova che simbolicamente debutterà nel tempio napoletano della commedia musicale, il Teatro Augusteo”.

Prezzi - Platea: euro 35,00; Galleria: euro 25,00
Biglietti disponibili presso il botteghino del Teatro Augusteo, le rivendite ufficiali e online seguendo questo link:
https://shop.bigliettoveloce.it/index.php?r=frontend%2Fsite%2Fdettaglio&id=830

Orario degli spettacoli: venerdì 7 dicembre 2018 ore 21:00, sabato 8 dicembre ore 21:00, domenica 9 dicembre ore 18:00, giovedì 13 dicembre ore 21:00, venerdì 14 dicembre ore 21:00, sabato 15 dicembre ore 21:00, domenica 16 dicembre ore 18:00, martedì 29 gennaio 2019 ore 21:00, mercoledì 30 gennaio ore 18:00.

13:03 2/12

di Redazione

Commenta

Sviluppo sostenibile: confronto interprofessionale alla Federico II

Ridurre il consumo di suolo: oggi è una priorità per lo sviluppo sostenibile. Se ne parlerà a Napoli lunedì 3 dicembre, in occasione della Giornata mondiale del suolo: a partire dalle ore 9, nella Biblioteca Guarino dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, è infatti in programma il convegno sul tema “Governo del territorio, tutela dell’ambiente e consumo di suolo”. 
Il confronto si allargherà anche ad argomenti di particolare attualità per la Campania, come il dramma della “terra dei fuochi” e i problemi connessi alla raccolta, al trattamento e allo smaltimento dei rifiuti.  Riflettori puntati anche sul tema del recupero edilizio e della rivalorizzazione degli edifici e dei complessi industriali dismessi. 
Il convegno è organizzato congiuntamente dagli Ordini degli Ingegneri e degli Architetti di Napoli.
“L’incontro – spiegano Ettore Nardi e Aniello Tirelli, consiglieri, rispettivamente, degli Ordini degli Ingegneri e degli Architetti di Napoli - intende proporre un confronto trasversale al mondo delle professioni, delle istituzioni e della società civile sul tema del consumo del suolo. Nel corso del dibattito saranno dunque analizzati gli aspetti tecnici, giuridici ed economico-sociali connessi al problema”. Questi elementi sono peraltro alla base di una proposta di legge presentata lo scorso marzo dal Sottosegretario all’Ambiente Salvatore Micillo (già primo firmatario della legge sugli "ecoreati", la 68/2015), che reca "Disposizioni per l'arresto del consumo di suolo e per il riuso dei suoli edificati", il cui intervento concluderà il convegno.
 

12:59 2/12

di Redazione

Commenta

Francesca Alotta torna con "Anima Mediterranea"

Giovedì 6 Dicembre, alle ore 21,00 presso il Teatro degli Eroi, Via Girolamo Savonarola 36/m, Roma, Francesca Alotta presenterà l’uscita ufficiale dell’Album, Anima Mediterranea

Oggi Francesca Alotta è una donna matura e piena di emozioni: ha modulato molto la vocalità, il suo modo di esprimersi e la ricerca sonora riprendendo a comporre e a suonare il pianoforte.

Un album di brani antichi, siciliani e napoletani, realizzato in acustico, tra pop, jazz e soul in cui i pezzi sono suonati principalmente da quattro musicisti: Cristiano Viti, arrangiatore e pianista; Massimo Moriconi, grande contrabbassista prediletto da Mina; Luca Tufano alla chitarra acustica e ukulele e Simone Talonealle percussioni.

In alcuni brani saranno presenti le note toccanti dell'armonica a bocca di Giuseppe Milici mentre in altri suoneranno strumenti etnici come la zampogna, nykelarpa, friscaletto e kaval di Goffredo Degli Esposti e Gabriele Russo, la Fisarmonica di Agostino Casella e il Basso tuba di Manuel Cavalieri.

Nella serata, Francesca, oltre alle percussioni, suonerà il pianoforte nel brano scritto da lei e presente nell’album,  Amuri miu. dedicata al padre. “Parlando con mia mamma, del dolore che da figlia provavo e che col tempo non diminuiva, ho capito da lei quanto sia grande e immenso il dolore per la perdita del compagno di una vita intera. Il grido di chi non riesce ad accettare la separazione da chi ha amato tanto, era come se una parte di lei fosse morta per sempre insieme a lui”.

Brani straordinari della canzone antica come: I’ te vurria vasàEra de maggioReginellaE vui durmiti ancoraVitti na crozzaMi votu e mi rivotuCiuri ciuriMaruzzella‘O sarracinoCu ti lu dissi, ‘O sole mio‘O surdato ‘nnammurato e Tammurriata nera. Nella tracklist non manca il brano “Sona chitarra mia” interpretato dal padre nell'81, con il quale egli vinse il 2° Festival della canzone siciliana, condotto da Pippo Baudo
Nell’album sono intervenuti trenta coristi del M° Paolo Li RosiCristiano Viti, ha “sartorialmente disegnato” su Francesca il progetto, nato in origine come live poi come disco.   

Nell’album non poteva mancare la bonus track Non amarmi in versione acustica, cantata insieme ad Aleandro Baldi che nella serata di lancio sarà presente insieme all’armonicista Giuseppe Milici e all'arrangiatore e pianista Cristiano Viti.

L’Album, di respiro internazionale, è stato prodotto interamente da Francesca Alotta: “Un progetto che avrei voluto realizzare in duo con mio padre, Filippo Alotta, grande tenore, scomparso prematuramente”. Due i desideri di Francesca: quello di portare la musica italiana antica nel mondo e quello di farne un dono al papà che oggi ne sarebbe felice.

Anima Mediterranea – dichiara Francesca – “Rappresenta la mia anima più vera”. In questo disco, l’artista ha tirato fuori tutta la sua “profonda mediterraneità” e il suo essere siciliana. Anche gli arrangiamenti sono stati studiati in modo meticoloso per rappresentare al meglio la “nuova Francesca”, che si propone in nuova veste, con una vocalità più roca, tra il pop ed il soul.

In questo album c'è davvero tanto di me, della Francesca di oggi: sono cambiata tanto. Sono io, con tutte le mie sfumature, dalla gioia al dolore. Ho ritrovato la mia lingua e le mie radici: questa canzone dedicata a mio padre è stata scritta di getto, in siciliano”.

In questo nuovo percorso Francesca ha imparato a cantare in maniera diversa, forse più teatrale, a dare peso ad ogni parola. "È quasi un recitare ogni brano. Cerco di entrare nella storia vivendo quei sentimenti e quelle emozioni. La mia vera anima si manifesta proprio nel teatro, che adoro e trovo sia la forma d'arte che più mi rappresenta: la gente ascolta con un’altra predisposizione entrando in un'altra dimensione; io mi dono totalmente al pubblico, nel silenzio e lo scambio con la platea è più intenso e coinvolgente”.

In Anima mediterranea viene dato un ruolo importante anche alla fisicità: la stilista Aurora Caruso, creatrice della sua linea KEOS, sta disegnando una linea apposta per Francesca che metterà in risalto la sua classe e la sensualità di donna del sud.

12:52 2/12

di Redazione

Commenta

Al Laceno d'oro c'è il regista francese Stéphane Brizé

È il regista francese Stéphane Brizé il protagonista domani lunedì 3 dicembre del Laceno d’oro di Avellino, il festival internazionale del cinema del capoluogo irpino, diretto da Antonio Spagnuolo e in programma fino al 9 dicembre in vari spazi cittadini e della provincia. Brizé riceverà ilpremio alla carriera “Pier Paolo Pasolini” alle ore 20,30 al Movieplex di Mercogliano (Av) e a seguire presenterà al pubblico il suo ultimo film “In guerra”, applaudito a Cannes 2018, sulla lotta sociale tra operai e dirigenti di una fabbrica in chiusura. Il tema della perdita del lavoro è al centro anche della precedente opera del regista,  “La legge del mercato”, che sarà proiettato al Cinema Partenio alle 15,30.Brizé terrà inoltre una masterclass alle 18,30 al Godot Art Bistrot.

Nel pomeriggio apertura delle due mostre sulla storia del cinema,  alle 17,30 al Cinema Eliseo. “Leone Factory”, omaggio a Sergio Leone e al padre Roberto Roberti (pseudonimo di Vincenzo Leone), originario di Torella dei Lombardi (Av), propone 30 fotografie provenienti dagli archivi della famiglia Leone e della rivista “Quaderni di Cinemasud”. La mostra è a cura di Orio Caldiron, storico del cinema, già presidente del Centro Sperimentale di Cinematografia, e di Paolo Speranza, direttore della rivista “Quaderni di Cinemasud”. “Il ’68 nel cinema”, a cura di Paolo Speranza, è una mostra documentaria basata sui reportage d’epoca dei periodici italiani e ripercorre la ventata di protesta e di sperimentazione del cinema mondiale nel clima culturale di quella stagione memorabile, soprattutto in relazione al ruolo del movimento studentesco.

Spazio ai concorsi con la proiezione al Cinema Partenio dei film “The fall” di Akash Sharma dalla Bosnia (ore 17,54) e “Butterfly” di Alessandro Cassigoli e Casey Kauffman (ore 21,30). Per la sezione documentari a partire dalle 15,54 al Cinema Partenio in programma lo svedese “3 stolen cameras” di RåFILM & Equipe Media, dalla Germania “The last of his kind” di Jánik von Wilmsdorff e dal Messico“Rush hour” di Luciana Kaplan.

Il Laceno d’oro è organizzato dal Circolo ImmaginAzione con la direzione artistica di Antonio Spagnuolo in collaborazione con Aldo Spiniello, Sergio Sozzo, Leonardo Lardieri della rivista cinematografica Sentieri Selvaggi e Maria Vittoria Pellecchia, con il contributo di Regione Campania e MIBAC – Direzione Generale Cinema.

www.lacenodoro.it

12:30 2/12

di Redazione

Commenta

"Piccole Gioie": musica e solidarietà al Lendi

Musica e solidarietà saranno di scena il giorno 4 dicembre (ore 20.30) presso il teatro Lendi di Sant'Arpino dove si svolgerà lo spettacolo "Piccole Gioie - i viaggi della speranza" promosso dalla associazione omonima che si occupa di fornire sostegno e assistenza ai bambini ricoverati presso le strutture ospedaliere di Napoli nei reparti di oncologia pediatrica. Ideatore del progetto è Gianni Madonna, che da anni è attivo nel campo dell'animazione in corsia e della raccolta fondi per i piccoli degenti e le loro famiglie. Direttore artistico della serata è invece il musicista Ludo Brusco che ha sposato con entusiasmo il progetto. Tanti gli artisti che hanno deciso di partecipare alla maratona di beneficenza. Sul palco del Lendi ci saranno: Franco Ricciardi; Gianni Fiorellino; Mr Hyde; I Desideri; Nico Desideri; Emiliana Cantone; Giusy Attanasio; Mariano Bruno; Enzo Fischetti; Francesco D'Agostino; Nando Varriale . L'intero ricavato dell'evento sarà destinato all'acquisto di buoni carburante e viacard per curare i bambini fuori regione . Per info e biglietti: Gianni 328 94 94 705 \ Rosario 333 60 09 562 \ Crescenzo 347 30 77 043

12:28 2/12

di Redazione

Commenta

L'ora del "Caos Calmo" è arrivata: il primo aperitivo è per Frida Kahlo

NAPOLI. L'ora del "Caos Calmo" è arrivata, scoccherà alle ore 19 di domani (domenica 2 dicembre) alla Distilleria di Pomigliano d'Arco (via Roma 281) laddove si terrà il primo evento tra spritz e un buon sound. Una location fuori dagli schemi, un angolo tra vecchi ricordi alla ricerca di nuove idee. Il primo evento "Caos Calmo" sarà dedicato all'artista Frida Kahlo. Lo staff, sotto la direzione artistica di Antonello Fornaro, ha scelto La Distilleria per una serie di aperitivi domenicali dove i punti nevralgici saranno arte, musica, food experience e drink di qualità. La Distilleria che nasce con l'idea di essere un punto culturale per la zona vesuviana. In occasione dell'evento di domenica l'orario di apertura della Feltrinelli sarà prolungato fino alle ore 22. Per l'aperitivo inaugurale, che durerà fino alle 2 di notte, sulle mura degli edifici del cortile della distilleria e sulla caratteristica ciminiera dell'ex distilleria, saranno proiettati video mapping ad opera del creativo Goodman, dedicati all'artista Frida Kahlo. Il sound sarà curato dal dj DaSoul e dalla performance live guitar di Marco Perrone. Previa prenotazione, ci sarà anche la possibilità di cenare. L'ora del "Caos Calmo" è arrivata.

19:00 1/12

di Redazione

Commenta

Dichiarazione universale dei Diritti Umani, incontro con gli studenti

GRAGNANO. Si terrà lunedì alle ore 10 presso l’auditorium dell’I.I.S. “Don Lorenzo Milani” di Gragnano, diretto da Francesco Fuschillo, un incontro dedicato ai 70 anni della “Dichiarazione Universale dei Diritti Umani”. Uno storico documento sui diritti della persona adottato dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, il 10 dicembre 1948, dopo gli eventi drammatici della seconda guerra mondiale. All’iniziativa formativa per gli studenti prenderanno parte anche Rossella Miccio, presidente di Emergency, e Ciro Verdoliva (nella foto), direttore generale A.O.R.N. “A.Cardarelli”, da sempre legato al territorio di Gragnano. 

18:44 1/12

di Redazione

Commenta

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)