Giovedì 20 Settembre 2018 - 16:14

Autismo, l’importanza della Formazione

“L’autismo e i disturbi pervasivi dello sviluppo hanno notevoli ripercussioni sulla qualità della vita delle persone interessate e delle loro famiglie. Il bisogno di conoscere meglio questi disturbi coinvolge profondamente sia i familiari sia le diverse figure professionali sanitarie, sociali e scolastiche direttamente coinvolte nell’interazione con persone con autismo.  La formazione, dunque, assume un ruolo importante e significativo per poter esaminare e approfondire i risultati più recenti della ricerca scientifica sull’autismo, in modo particolare per quanto riguarda gli interventi psico-educativi. Ecco perché ci siamo attivati affinché la nostra direzione didattica firmasse una convenzione con l’Università di Salerno – Dipartimento di Scienze Umane, Filosofiche e della Formazione (DISUFF), rappresentato dal Direttore Prof. Maurizio Sibilio, per un corso di formazione su: “Approcci didattici per l’inclusione di alunni con Disturbo dello Spettro Autistico”, rivolto ai docenti del Circolo – spiega la Prof.ssa Maria Funaro, dirigente Direzione Didattica Statale SCAFATI I.   “Fornire modelli metodologici e strumenti operativi per affrontare la complessità delle tematiche inerenti all’autismo nei contesti scolastici è importante, considerato che vari studi su tale tematica hanno riscontrato un quadro molto disomogeneo della preparazione degli addetti ai lavori nel nostro Paese nel campo dei disturbi dello spettro autistico, evidenziando gravi deficit formativi le cui conseguenze ricadono sulla possibilità, per chi ne è affetto, di ottenere una corretta diagnosi e un'adeguata assistenza. Le famiglie hanno per molti anni dovuto sopperire a tali carenze, sia nel loro privato, sia nel “pubblico”, associandosi al fine di costruire reti di auto-aiuto esperienziale, e promuovere azioni formative e informative rivolte ai professionisti e all'opinione pubblica. E’ giunto il momento che la scuola pubblica si faccia garante di una offerta formativa rivolta a tutti con personale qualificato, perché formato adeguatamente”. Il corso, attraverso i vari moduli, offrirà una panoramica dei principali approcci didattico-metodologici al fine di offrire ai partecipanti gli strumenti necessari alla personalizzazione e alla individualizzazione dei percorsi formativi ed educativi e di promuovere l’inclusione in una scuola che sia di tutti e non di pochi.  Un intenso programma che vedrà relatori di altissimo livello, quali la prof.ssa Aiello Paola e il prof. Di Tore Stefano del Dipartimento di Scienze Umane, Filosofiche e della Formazione dell’Università degli Studi di Salerno. Al termine del percorso formativo, si avvierà la sperimentazione sul G-ESDM, un  programma di intervento su misura per le esigenze e le caratteristiche dei bambini in età prescolare, mirato a promuovere lo sviluppo delle abilità sociali, comunicative e di apprendimento già a partire dal secondo anno di vita. La sperimentazione pilota coinvolgerà alcune sezioni della Scuola dell’Infanzia della Direzione Didattica Statale SCAFATI I, il suddetto gruppo di ricerca del DISUFF ed alcuni ricercatori americani.

 

19:18 16/02

di Redazione

Commenta


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

BIRRE IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno