Giovedì 27 Luglio 2017 - 16:48

Venezia 74, in concorso anche “Ammore e malavita” ambientato a Napoli

VENEZIA. “The Leisure Seeker” di Paolo Virzì con Helen Mirren e Donald Sutherland, “Ammore e malavita” dei Manetti Bros (nella foto), “Hannah” di Andrea Pallaoro con Charlotte Rampling e “Una famiglia” di Sebastiano Riso con Micaela Ramazzotti sono i quattro film italiani in concorso alla Mostra del cinema di Venezia. Lo ha annunciato a Roma il direttore Alberto Barbera. “Il colore nascosto delle cose" di Silvio Soldini sarà presentato “Fuori concorso”. Al Lido arriveranno anche le prime due puntate della serie italiana per Netflix “Suburra” e l'omaggio a Michael Jackson “Thriller 3d” di John Landis. Tra gli altri film in concorso: “Mother!” di Darren Aronofsky, “Suburbicon” di George Clooney, “The shape of water” di Guillermo Del Toro, “Downsizing” di Alexander Payne, “First reformed” di Paul Schrader.

16:39 27/07

di Redazione

Commenta

Il cast di “Braccialetti Rossi” al Social World Film Festival

Serata dedicata alle serie televisive quella di stasera alla 7a edizione del Social World Film Festival. Il pubblico in piazza Mercato – Arena Loren vedrà sfilare sul red carpet il cast di “Braccialetti rossi” (Carmine Buschini, Mirko Trovato, Lorenzo Guidi, Pio Luigi Piscicelli, Maria Melandri, Antonietta Bello) e gli attori Cristina Donadio, Fabio De Caro, Loredana Simioli, Sabrina Impacciatore. Proiezione alle 20,30 del film “In guerra per amore” di Pif (Italia, 100’). Al termine dell’evento “Vico Jazz” in Piazza Umberto I con l’esibizione musicale di “Marco Ferri meet Hammond Groovers” con Marco Ferri, Daniele Cordisco, Antonio Caps, Elio Coppola.

Nel pomeriggio, invece, alle 16 nel Complesso Monumentale S.S. Trinità e Paradiso prenderà il via il workshop “Young Media Campus” con Pina Meriano. Alle 16,30 al Teatro Mio per la selezione “Concorso Internazionale” la proiezione dei lungometraggi “Cronaca di una passione” di Fabrizio Cattani (Italia, 78’) e l’anteprima assoluta di “Era giovane e aveva gli occhi chiari” di Giovanni Mazzitelli (Italia, 87’), al termine dibattiti con i relativi protagonisti. Alle 17 nel Museo del Cinema il “Cartoon Space”, spazio dedicato ai bambini ed ai loro genitori per vivere insieme la visione di cartoon sociali e formativi su Rai Gulp, il canale di riferimento per il pubblico compreso tra gli 8 e 14 anni.

Intanto cresce l’attesa per l’arrivo di Claudia Cardinale riceverà il Premio alla Carriera (venerdì 28 luglio) recitando alcuni passi dei più celebri film nazionali ed internazionali. Alla Cardinale verrà dedicata una retrospettiva con la proiezione di “8 e mezzo”, “Il Gattopardo”, “I guappi” e sarà insignita del titolo di Ambasciatrice del Museo del Cinema della Penisola Sorrentina. L’attrice, che campeggia anche sulla locandina del Festival, succede nell’albo d’oro dei premiati ad artisti come Giancarlo Giannini, Ornella Muti, Luis Bacalov, Valeria Golino, Leo Gullotta, Franco Nero, Maria Grazia Cucinotta che hanno apposto la loro firma sul monumento “The Wall of Fame” sito nel centro storico della città.

13:29 27/07

di Redazione

Commenta

Concerto per pianoforte dedicato a Bach e Schubert per ”Concerti al Tramonto 2017”

Dopo l’acclamato recital della settimana scorsa, che lo ha visto protagonista insieme al baritono FredrikZetterström e al soprano Alexandra Büchel, venerdì 28 luglio alle ore 20,00, il M° Love Derwinger, torna a riempire di note l'antica cappella di Villa San Michele.

Per questo appuntamento, il direttore musicale della rassegna “Concerti al Tramonto”, ha scelto un repertorio tratto dalle pagine più belle di due tra gli autori più amati di tutti i tempi: il musicista tedesco, dal genio universalmente riconosciuto, Johann Sebastian Bach e il pianista austriaco del periodo classico – romantico,  Franz Schubert.

Compositori celeberrimi di cui il pianista – esperto nei Lieder - ha dato prova di sé durante le numerose tournée in giro per il mondo, come solista e con le principali orchestre scandinave, collaborando con direttori di calibro internazionale.

La rassegna Concerti al Tramonto 2017, che fino al 18 agosto, ogni venerdì, metterà in scena artisti dal repertorio classico, jazz e contemporaneo, è organizzata dalla Fondazione Axel Munthe, con il patrocinio dell'Ambasciata di Svezia e con il contributo di Progetto Piano

Per l'acquisto dei biglietti (prezzo concerti € 15,00; ridotto ragazzi e studenti € 5,00) basta recarsi alla biglietteria mezz'ora prima o, in prevendita, presso il bookshop del museo, tutti i giorni dalle 9 alle 18. Per chi viene da Napoli vi è la possibilità di rientro con l'ultima corsa marittima. Per informazioni: tel. 081.8371401 www.villasanmichele.eu

 

11:57 27/07

di Redazione

Commenta

Welcome Summer 2017: solidarietà e musica per brindare all'estate

Grande successo a Napoli per l'evento Welcome Summer 2017, alla terza edizione estiva, svoltosi presso la Terrazza Angiò del Renaissance hotel Mediterraneo Napoli, organizzato dalle giovani associazioni di professionisti napoletani che hanno insieme creato il logo "Uniti nel Cuore". L'evento è stato coordinato dall'avv. Donata Del Giudice, Consigliere con delega Rapporti Interni, del GGI di Napoli che con il sostegno del Presidente Vittorio Ciotola, ha curato ogni piccolo particolare scegliendo come sottofondo musicale del party,  la band "Spillenzia" Band campana, che ha suonato  dal vivo.

Una festa per augurarsi buone vacanze, fare il bilancio dell’anno professionale trascorso ma soprattutto fare del bene. La solidarietà è infatti il leit motiv dell’evento che grazie ad una piccola quota di ciascun partecipante vede ogni anno un doppio appuntamento per  la realizzazione di una raccolta fondi da destinare a associazioni che operano nel sociale nella città. Durante l’evento  sono stati consegnati I fondi raccolti nel corso della festa di Natale 2016 destinati alle seguenti realtà:  Locanda di Hemmaus; Onlus CABENUS; Associazione C.A.S. (cultura, arte e solidarietà); Associazione Onlus "La vita è adesso con un raggio di sole", UNICEF. 

Le giovani associazioni che hanno partecipato e che rappresentano il format Uniti nel cuore  oltre Gruppo Giovani Imprenditori Confindustria Napoli GGI Napoli con  Presidente Vittorio Ciotola sono: i   Giovani Imprenditori Confcommercio - Presidente Dimitry Senofonte;   Gruppo Giovani Imprenditori Acen - Presidente Antonio Giustino;  Giovani Imprenditori CONFAPI - Presidente Raffaele Marrone;  Associazione Italiana Giovani Notai ASIGN - Presidente Lodovico Capuano;  Unione dei Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Napoli UGDCEC- Presidente Maria Caputo; Associazione Giovani Farmacisti AGIFAR - Presidente Francesco Zaccariello;  Associazione Giovani avvocati Napoli - Presidente Ilaria Imparato, Ettore Nardi per l’ordine ingegneri.

 L'evento ha visto la partecipazione di Mario Pisani Massamormile con la moglie, Alessandra Clemente, Francesco Paolantoni, Susanna Moccia,  Filippo Colosimo, Alessandro di Ruocco, Raffaele Tralice, Gianna e Marina Mazzarella, Salvatore e Annachiara Prisco, Gioia de simone, Vincenzo Caruso, Paolo Buonavolontà, Federico Gambardella, Domenico Perdono, Guido Bourelly, Marco e Teresa Scherillo, Veronica Campanile, Francesco Palumbo, Cristina Sgobbo, Riccardo Angioni. 

12:48 26/07

di Redazione

Commenta

Alieno fa strage di baci a Napoli

Un alieno sta facendo strage di baci a Napoli e in provincia. In molti per giorni hanno subìto le sue avances, uomini compresi. Alcune napoletane approcciate nei luoghi più svariati hanno accettato di lasciarsi baciare sulle labbra ma non sono mancate quelle che per lo spavento hanno reagito a schiaffi. L'alieno non è un maniaco e si chiama Alvin. Sarà nel cast del film "Era giovane e aveva gli occhi chiari" (in concorso anche al Social World Film Festival) del regista Giovanni Mazzitelli e prodotto dalla scuola e centro di produzione Cinemafiction di Napoli. L'Ufo interpreterà l'amico del protagonista: un marziano dai problemi amorosi tradito dalla ragazza con un Venusiano.

12:31 26/07

di Redazione

Commenta

"A Tutta Birra" al Grand Hotel La Favorita di Sorrento

Venerdì 28 luglio, a partire dalle ore 20.30, il resident chef del Grand Hotel La Favorita di Sorrento, Marco Erminione, sarà affiancato dal maestro pizzaiuolo Simone Fortunato, già premiato per il terzo anno consecutivo,  come pizzaiolo più veloce del mondo, nel corso della XVI edizione del Trofeo Caputo. 

La serata, dall’accattivante titolo “A Tutta Birra”, prevede la degustazione di due apprezzate birre artigianali campane, quella del Birrificio Alkimia di Montesarchio e della napoletana Kbirr, accanto  a un classico della brewery belga, la Stella Artois.

Cosa ci proporranno i due protagonisti? La loro offerta gastronomica vedrà un’ampia selezione dal ricchissimo repertorio del “cibo da strada”,  lo street food napoletano. 

Simone Fortunato presenterà due tipi di pizza fritta, un must della sua Pizzeria e Friggitoria, la Diaz di Portici, quella ripiena con  straccetti di mozzarella di bufala e, a seguire,  la classica  montanarina, tutte preparate al momento nello spazio del Garden Terrace de La Favorita dedicato al tradizionale “fuocone” partenopeo.

Marco Erminione,  con la sua brigata, dispiegherà  un ricchissimo buffet: mini supplì di riso, crocchette di patate viola, crocchette di patate al salame napoletano, panzarottini della Nonna, fiori di zucchine in crosta di mais ai gamberetti, frittelle con lievito madre al rosmarino e pecorino, crostatine di tagliolini agli asparagi e parmigiano, involtini di melanzane alla milanese con provola affumicata, rusticini misti, verdure in pastella, tocchetti di frittata di spaghettoni, gateaux di patate, cozze al gratin, bastoncini di zucchine e calamari, crudité di verdurine e tanto altro. 

La selezione di formaggi arriverà direttamente dal caseificio “Turillo Made in Bufala”, che ha voluto omaggiare Sorrento con una versione aromatizzata al limone dei suoi tipici straccetti di Bufala Campana.

Il cakes buffet sarà curato dal maestro pasticcere Gennaro Iovine.

Si ringraziano per le sponsorizzazioni tecniche: Mulino Caputo, Birrificio Alkimia,  Kbirr,  Corrado Manna per i pomodorini Ciao, Giuseppe Di Bernardo per i formaggi “Turillo Made in Bufala”.

Per  info e prenotazioni:  Grand Hotel La Favorita 081 8782031

11:12 26/07

di Redazione

Commenta

L'arte dei suoni de i Musicastoria rivive nell'area archeologica di Fratte

SALERNO. Punta dritto al cuore il concerto che domani sera (giovedì 27 luglio), alle ore 21, ci sarà all’Area Archeologica di Fratte a Salerno. A salire sul palco allestito nel giardino che custodisce i resti dell’insediamento etrusco sannitoco saranno  “I Musicastoria” con il loro “Spasiba”, parola russa che significa “grazie”. “Spasiba” è più di un concerto, è quell’appuntamento che rappresenta un punto fermo nel cartellone dei “Concerti d’estate di Villa Guariglia in Tour”.  Da anni, grazie al partenariato solidale con l’Associazione Salerno Accoglie, si raccolgono fondi da destinare all’orfanotrofio di Zhodino in Bielorussia. Con questo progetto è stata allestita una sala musicale in ricordo di Paola Galdi, la salernitana docente di pianoforte e direttore del coro di voci bianche “Arcobaleno” prematuramente scomparsa nel 2011.  Domani si vivrà una notte all’insegna della musica popolare della Campania e di tutto il Sud Italia: si percorreranno nota dopo nota le polverose strade che conducono nell’Agro Nocerino e sul Gargano, nel Salento e in Lucania e alla casa del diavolo incantatore che conosce tutte le “tammurriate” e costruisce tamburi di vera pelle di capra. Il tutto sapientemente interpretato da Angelo Santucci, voce solista e percussioni, Fortuna Imparato, voce solista, Raffaella Coppola, danza e percussioni, Danilo Gloriante, violino e mandolino, Gaetano Troisi, flauto traverso, Ciro Marraffa mandoloncello e chitarra battente, Francesco Granozi chitarra classica e chitarra acustica e Pietro Pisano, basso e zampogna. Ingresso, 5 euro.

Il festival “Concerti d’estate di Villa Guariglia in tour” è organizzato da Antonia Willburger del CTA di Salerno in collaborazione con la Provincia di Salerno, il Comune di Salerno, il Comune di Cava de’ Tirreni, il Comune di Baronissi, l’Ept, la Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana, il Conservatorio di Musica “Giuseppe Martucci” di Salerno, la Coldiretti-Campagna Amica e l’Associazione Amici dei Concerti di Villa Guariglia e con il patrocinio morale del Consiglio Regionale della Campania.

 

10:54 26/07

di Redazione

Commenta

“La cantata della grecità. L'età dei miti senza età”

POZZUOLI. Moni Ovadia (nella foto) è il protagonista, mercoledì 26 luglio (ore 21.00), in prima nazionale, al festival del Dramma Antico alle Terme di Baia, de  “La cantata della grecità. L'età dei miti senza età”. Ovadia, autore e attore particolarmente attento ai miti e alle culture che nei secoli hanno attraversato il Mediterraneo, presenta alla rassegna realizzata dalla Regione Campania, con il MiBACT – Parco Archeologico dei Campi Flegrei, la Fondazione Campania dei Festival e l’INDA – Istituto Nazionale del Dramma Antico, uno spettacolo nuovo, costruito intrecciando le riletture degli antichi del grande poeta greco Jannis Ritsos e i classici scelti dallo storico e grecista Luciano Canfora. Si realizza così un racconto, in versi e musica, dedicato ai miti, agli eroi, “cogliendone però – sottolinea Moni Ovadia - il momento in cui essi paiono stanchi, modesti, vinti. Insomma, quando ci assomigliano di più”. La cantata unisce sull’argomento una selezione di testi, classici e contemporanei che, oltre ai brani tratti da “Quarta Dimensione” di Ritsos, accoglie  frammenti di Aristofane, Eschilo, Euripide, Omero, nonché versi dei “nostri” Giosuè Carducci e Dante Alighieri. Tra i miti scelti da Moni Ovadia ci sono quelli di Elena, Agamennone e Crisotemi (la figlia di Agamennone e di Clitennestra): “grandi figure che hanno attraversato la letteratura classica per approdare alla nostra contemporaneità”. “Ritsos – continua  Moni Ovadia -  porta il mito vicino a noi: racconta questi eroi in una dimensione più modesta, stanca e vinta. Elena di Troia, con la sua bellezza oltre ogni dire, viene raccontata mentre sta invecchiando. La vecchiaia mette in scacco la bellezza. Agamennone non ha più voglia di nulla, mentre da giovane faceva fuoco e fiamme. L'età ti porta insegnamenti su ciò che noi siamo davvero: siamo tutti fragili. Viviamo in una civiltà che ha il tabù dell'invecchiamento. E così, lo spettacolo è una riflessione sulla natura profondamente, modestamente, disperatamente umana del mito, adatta ai nostri tempi modesti e malinconici”. Moni Ovadia  sarà accompagnato in scena dal clarinetto di Paolo Rocca, dal bouzouki di Dimitris Kotslouros e dal qanun — strumento mediorientale straordinario, che viene accordato mentre lo si suona — di Stefano Albarello. Prodotto da QAcademy, in collaborazione con Corvino Produzioni e con il patrocinio dell’I.N.D.A., lo spettacolo nasce nell’ambito del progetto speciale del Mibact “Teatri Antichi. Nostri Contemporanei”, per la valorizzazione dei luoghi più antichi d’Italia. Dopo la “prima” alle Terme di Baia, sarà programmato ancora al Teatro Romano di Ferento (il 27 luglio), al Teatro Romano di Fiesole (il 28), al Parco Archeologico di Paestum (il 29), al Teatro Romano di ostia Antica (il 30), al Teatro Romano di Grumento Nova (il 31). Il festival del Dramma Antico alle Terme di Baia si concluderà il 27 e il 28 luglio (ore 21) con Fedra di Seneca, per la regia di Carlo Cerciello. Prima degli spettacoli, in accordo con il Direttore ad interim del Parco Archeologico dei Campi Flegrei, Dott.ssa Anna Imponente, sarà possibile partecipare a una visita guidata alle antiche Terme di Baia (ore 20.00). Si potrà visitare il sito e raggiungere il luogo delle rappresentazioni attraverso un transfer messo a disposizione dalla Fondazione Campania dei Festival, fino a esaurimento posti, al costo aggiuntivo di €2 sul biglietto dello spettacolo che è di euro 8 (intero) e 5 euro (ridotto per under 30 e over 65). La navetta parte alle ore 18.30 da via San Carlo (Napoli) e da Baia mezz'ora dopo la fine dello spettacolo per fare ritorno a Napoli nello stesso luogo. Il sito archeologico è provvisto di un punto ristoro. 

19:46 25/07

di Redazione

Commenta

La pizza si inforna nel container: ecco la nuova idea di Johnny Take Uè

Da vano per trasporto merci a vera e propria pizzeria. Questa è il nuovo utilizzo dei container che, grazie alla joint venture di Johnny Take Uè di Giovanni Kahn della Corte e Ape Street Fooding di Gianni Garofalo, da oggi sforneranno pizze della tradizione napoletana. Una pizzeria itinerante che può far leva sul forno elettrico di nuova generazione che mantiene 480 gradi costanti proprio come uno a legna.

IL FORNO COLORATO. Forno che è elegantemente arricchito, così come tutti quelli a marchio Johnny, di un rivestimento con tappi colorati di bottiglie di ferro grazie all’artista Luigi Masecchia di Ttappost, progetto artistico, sociale ed ecologico, che coinvolge ragazzi diversamente abili o appartenenti a categorie svantaggiate che si occupano della selezione e trasformazione dei tappi rispettando il loro tempo attraverso delle donazioni economiche o di attività creative insieme

PIZZAIOLO A VISTA E TAVOLINI ALL’ESTERNO. E poi il pizzaiolo che lavora a vista dietro al vetro con l’impastatrice al coperto. Tavolini ed una tenda elettrica con fari a led che consente ai clienti di consumare all’esterno. Tutto il personale è formato nel laboratorio di Johnny Take Uè, pizzeria e cucina d'eccellenza al Corso Vittorio Emanuele di Napoli, flagShip del network.

L’ESORDIO. Questo innovativo format ha fatto il suo esordio nel McArthurGlen Serravalle Designer Outlet (Alessandria). Prossime installazioni in Austria, Dubai, Tel Aviv. Le novità di Johnny Take Uè non terminano qui perché martedì 22 agosto in Viale Regina Margherità a 1 Milano, aprirà un nuovo locale con 80 coperti sempre caratterizzato dall’Apecar all’interno.

17:43 25/07

di Redazione

Commenta

Ravigan, una stagione musicale di successo

Ravigan, il pub con sede a Cardito, nel cuore dell’area a nord di Napoli incassa un successo assoluto, grazie ai dati emersi dalle serate live del giovedì.

Il RistoPub, aperto al pubblico solo da 7 mesi, durante i concerti tenuti durante la settimana ha registrato un numero notevole di presenze, affezionati provenienti non solo da Cardito e dai comuni limitrofi ma anche da Napoli e comuni di altre aree territoriali.

Gli eventi, organizzati in sinergia con il team di Next Step, che ne ha supportato la diffusione social e web, hanno portato vitalità e movimento in un’area che chiedeva da tempo e con forza una rinascita socio-culturale.

La rassegna

L’iniziativa del #giovedìlive nasce dall’intuizione dei gestori del locale, che hanno deciso di offrire al pubblico concerti gratuiti con protagonisti d’eccezione.

Le migliori Tribute Band, Cover Band e gruppi originali della Campania si sono alternate sul palco del RistoPub a suon di buona musica.

Band come i Simplified, The HYPE, Suck My Funk, tribute band dei Red Hot Chili Peppers, The Doors '67 e ancora Acoustic Jam Trio tribute band di Pino Daniele,Happy One Hour (t.b. Ligabue) ed Anymore (t.b. Vasco Rossi).

Hanno avuto spazio, inoltre, anche giovani promesse della musica come la cantanteGiusi Barone.

Una stagione ricca di successi che da ottobre 2017 continuerà a fare compagnia al pubblico del Ravigan.

 

Il Pub

Il Ravigan si trova, come detto, a Cardito, e da lì è divenuto in poco tempo un punto di riferimento e d’incontro per tutti i residenti di quella vasta area a nord di Napoli e sud di Caserta. Si propone, insomma, non solo come luogo per mangiare e bere ma soprattutto per stare insieme, conoscersi, divertirsi e condividere. 
 

Il pub vuole essere la casa di tutti coloro che credono nella socialità, nella buon musica, nei format innovativi con un occhio e mezzo strizzato a chi cerca il buon cibo e il buon bere.

13:44 25/07

di Redazione

Commenta

Pagine

Rubriche

REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale