Giovedì 19 Luglio 2018 - 2:08

La Serbia incontra Napoli per una cooperazione economica e culturale

Tre giorni di eventi a Napoli dedicati alla Serbia fra concerti, visite istituzionali, itinerari turistici e incontri per opportunità di cooperazione economica e culturale. Una delegazione serba composta dal viceministro alla Cultura Ivana Dedic, dall’Ambasciatore in Italia Goran Aleksic e dalla viceambasciatrice Tatjana Garcevic è stata nei giorni scorsi nel capoluogo campano all’interno di un programma promosso dall'Ambasciata della Repubblica di Serbia in Italia e organizzato dall’avvocato Marcello Lala (console onorario designato della Repubblica di Serbia a Napoli) e dagli Assessorati alla Cultura e alle Politiche Giovanili del Comune di Napoli guidati rispettivamente da Nino Daniele e Alessandra Clemente.

Due concerti, preceduti dalla esibizione della Fanfara del 10° reggimento dei Carabinieri campani che ha eseguito gli inni di Europa, Serbia e Italia, si sono svolti nel Cortile Monumentale del Maschio Angioino all’interno del cartellone di “Estate a Napoli 2018”: protagonisti il violoncellista Dejan Mladjenović e la pianista Natalija Mladenović, nella prima serata dedicata alla musica classica, e il sassofonista e compositore di Belgrado Jovan Malioković con la “Balkan Salsa Band”, una delle più rinomate jazz band serbe che si esibisce da anni con grande successo nei festival internazionali, con una raffinata fusione fra jazz e musica tradizionale serba, nella seconda serata.

Presenti al cocktail post-concerto, oltre alle autorità, agli organizzatori e agli artisti già citati, tar gli altri, anche , gli imprenditori Antonio Amato, Davide Esposito, Gianluigi Barbato, Giulio Cacciapuoti,  Pasquale Limatola, il commissario per la Campania di Fareambiente Vincenzo Scatola , i giornalisti Enzo Agliardi (che ha presentato l’evento), Vito Francesco Paglia e Sara Tufariello di Mediaset, Enzo Calise della Rai, Pasquale Riccio imprenditore del Terzo Settore ed una delegazione della fondazione ADASTRA oltre ai professori Ugo Di Tullio ed Eugenio Carugati.

 Nel corso della tre giorni la delegazione serba è stata ricevuta dal Prefetto di Napoli Carmela Pagano per un incontro istituzionale, ha visitato l'Accademy Apple della Federico II a San Giovanni a Teduccio accolti dal Prof. leopoldo Angrisani , l'Istituto Suor Orsola Benincasa alla presenza del Rettore Lucio D'Alessandro,ed il Museo Archeologico di Napoli per una visita guidata dal direttore Paolo Giulierini infine gli uffici della  Cohousing Cinema Napoli (lospazio gestito dall'Ufficio Cinema del Comune di Napoli dedicato alle società di produzione che realizzano film, serie e trasmissioni tv, spot, videoclip, documentari, servizi fotografici e altri prodotti audiovisivi in città o interessate a progetti di collaborazione e formazione nel settore) e ha partecipato a “Napoli vista dal mare”, un itinerario in barca a cura di Italia Marine nel corso del quale Massimo Faella dell’associazione Respiriamo Arte ha illustrato agli ospiti serbi la storia di Napoli.   

12:59 13/07

di Redazione

Commenta

Premio Napoli, al via Sorsi di Parole: 90 minuti tra arte, lettura e ottimo vino

Novanta minuti, è il tempo di una partita di calcio. Ma non solo, è anche il tempo giusto per leggere, conoscersi meglio e bere ottimo vino. E’ questo lo scopo dell’iniziativa “Sorsi di Parole” che da settembre vedrà alcuni tra i più giovani giudici lettori del Premio Napoli animare una volta alla settimana reading non solo delle opere finaliste ma anche di classici e nuove uscite. “Nel corso degli incontri – spiega Bianca Sparago, tra gli organizzatori dell’iniziativa – si leggeranno capitoli incontri verranno letti capitolo dopo capitolo alcuni dei libri forniti dalla Fondazione Premio Napoli, vi saranno poi incontri con gli scrittori, musica dal vivo e dibattiti artistici. Sorsi di parole è semplicità. E' leggere un buon libro in compagnia tra tarallucci e vino. Leggere e conoscere è cool,  tutt'altro che monotono”.

Nel corso della presentazione, tenuta presso la sede della Fondazione a Palazzo Reale, sono stati premiati i vincitori del concorso artistico "Domus Artis" , iniziativa che ha coinvolto artisti di tutte le età e da tutta Italia nella realizzazione di manufatti artistici che esprimessero il loro concetto di "casa" in un ottica personale, sociale e culturale. 

12:54 13/07

di Redazione

Commenta

Big data e intelligenza artificiale, asse Pechino-Napoli

Due punte di diamante del sistema cinese dell’innovazione tecnologica fanno tappa a Città della Scienza allo scopo di creare e fortificare partnership su big data, manifattura 4.0, automazione e robotica. Da un lato la città di Guiyang, la “Biga Data Valley” cinese, dall’altro la Tsinghua University, tra le più antiche e prestigiose università del paese asiatico. Si fortifica così l’asse con Pechino in vista della “Settimana Italia-Cina della Scienza, della Tecnologia e dell’Innovazione” in programma a Napoli il 22 e 23 ottobre.

In missione a Napoli la delegazione di Guiyang, la Big Data Valley Cinese

A rappresentare il Governo municipale di Guiyang una delegazione guidata dal vicesindaco Sun Zhiming ha visitato ieri, giovedì 12 luglio, lo Science Center partenopeo per approfondire le opportunità del sistema regionale della ricerca e dell’imprenditorialità più innovativa nel campo delle tecnologie digitali legate alle analisi e processi degli enormi flussi di dati creati dagli ecosistemi digitali. La delegazione è stata accolta dal Commissario di Città della Scienza Giuseppe Albano, dal Segretario Generale Giuseppe Russo, dalla delegata dell’assessore regionale alla Ricerca scientifica, Valeria De Gennaro.

La attività di cooperazione con La Cina basate sulla ricerca e l’imprenditorialità innovativa – ha detto Giuseppe Russo, segretario generale di Città della Scienza – fortificano non solo i nostri rapporti economici con una potenza del mercato globale, ma servono anche a rendere più solidi i nostri rapporti culturali. Città della Scienza ha fatto da apripista nei rapporti con le realtà più avanzate della Cina e continuerà a svolgere un ruolo centrale a livello nazionale anche nei prossimi anni”.

Intendiamo alimentare sempre di più i rapporti con la Repubblica Popolare Cinese – ha affermato Valeria De Gennaro, delegata dell’Assessore regionale alla Ricerca – al fine di aumentare la competitività dell’ecosistema regionale su scala internazionale. Una importante occasione sarà l'edizione 2018 della Settimana Italia-Cina della dell'Innovazione. Considerato che ad oggi, l’iniziativa ha consentito di mettere in contatto oltre 3.000 operatori italiani e cinesi, con numerosi accordi già sottoscritti, riteniamo opportuno consolidare la collaborazione sino-italiana ed in particolare quella tra le municipalità cinesi e la Regione Campania nel settore della ricerca scientifica e innovazione”. 

Conosciuta come la “Big Data Valley” della Cina, Guiyang ospita giganti dell’Hi-Tech come Alibaba, China Mobile, China Unicom, China Telecom, Dell, Huawei, IBM, Microsoft e Qualcomm. Di recente Apple ha deciso di trasferirvi i server per l’archiviazione di tutti i dati degli utilizzatori del suo servizio iCloud. Nel maggio del 2018 Guiyang ha ospitato il China International Big Data Expo, nel cui ambito si è tenuto anche un focus Italia Cina sulle potenzialità e gli scenari aperti dall’utilizzo dei big data nel settore salute.

Ad accompagnare il vicesindaco di Guiyang, Wu Hongchun, Director of Guiyang Science and Technology Bureau, Liu Jun, Deputy Director of Administrative Committee of Guiyang National High Technology Developmental Zone, Chen Feng, Associate Researcher at Institute of Software Chinese Academy of Sciences and Executive Deputy Director of Guiyang Information Technology Research Center, Ren Zhong, Director of Planning Division of Guiyang Science and Technology Bureau, Zhang Hailong, Director of Middle and Small-sized Enterprises Division of Guiyang Industry and Information Technology Committee.

 

Manifattura avanzata, al via il “Ci-Lam Joimt Lab”

A rappresentare la Tsinghua University di Beijing è invece un giovane team di sei studenti di ingegneria elettronica che, arrivati a Napoli lunedì 9 luglio, saranno nel capoluogo partenopeo fino a venerdì 13 luglio per un workshop su manifattura avanzata, intelligenza artificiale e design interattivo insieme a otto studenti del Dipartimento di Ingegneria elettrica e dell'Informazione della Federico II. Obiettivo: progettare schede innovative per serre intelligenti. Più nel dettaglio gli studenti sono impegnati su un progetto di programmazione firmware di schede a microcontrollore per la realizzazione di serre per pareti idroponiche. Sicura, pratica e poco dispendiosa, la coltivazione idroponica permette di coltivare ogni tipo di pianta senza utilizzare il terreno e per questo sta conoscendo un grande successo nei centri urbani. Le schede verranno presentate in occasione della Settimana Italia-Cina dell’Innovazione in programma a Napoli il 22 e 23 ottobre.

Il workshop è il primo frutto del “Ci-Lam Joimt Lab” (China-Italy Joint Lab on Advanced Manufacturing), laboratorio di ricerca e di formazione congiunto italo-cinese incentrato sui temi della Fabbrica Intelligente nato in occasione dell’edizione 2017 della Settimana dell’Innovazione Italia-Cina tenutasi lo scorso novembre a Pechino. Firmato per parte italiana dall’Università degli studi di Napoli Federico II, dall’incubatore Campania Newsteel e dall’Università di Bergamo e per parte cinese dalla Tsinghua University e la China Sci-Tech Automation Alliance (Csaa - Cluster cinese per l’Automazione Industriale che vanta al suo interno oltre 60 imprese), il Ci-Lam Joint Lab si inserisce all’interno di una piattaforma di collaborazione tra i due Paesi sui temi del manifatturiero avanzato, in linea con le azioni programmatiche del “Piano Industria 4.0” e del piano “Made in China 2025”.

Fondata a Pechino nel 1911, la Qinghua University è una delle università più importanti in Cina, facendo parte di fatti della Lega C9, l’associazione delle nove più prestigiose università cinesi. La ricerca della Tsinghua University è finanziata soprattutto da fondi governativi. In particolare, nel campo della scienza e della tecnologia i sussidi governativi superano i tre miliardi di dollari, sovvenzionando quindi  più di 1400 progetti ogni anno. Grazie agli investimenti crescenti del governo cinese nel campo dell’innovazione, della scienza e della tecnologia si prevede che la Tsignhua University otterrà un supporto ancora maggiore da parte dello Stato.

 

La Settimana Italia-Cina della Scienza, della Tecnologia e dell’Innovazione

Momento centrale di un programma permanente di cooperazione tra i due Paesi, la Settimana Italia-Cina della Scienza, della Tecnologia e dell’Innovazione è il più grande evento europeo di internazionalizzazione tra i due Paesi  e racchiude il China Italy Innovation Forum (CIIF – IX edizione) e il Sino-Italian Exchange Event (SIEE – XII edizione), che si svolgeranno rispettivamente il 22 e il 23 ottobre a Napoli. 

Seguiranno il 24 e 25 ottobre due focus territoriali tematici a Roma e a Cagliari. La manifestazione sarà inaugurata a Napoli il 23 ottobre alla presenza dei ministri Marco Bussetti e Wang ZhiGang.

Mirata alla creazione di partenariati scientifici, tecnologici e produttivi nei contesti innovativi di ricerca e impresa, la Settimana Italia-Cina entra nel percorso di avvicinamento al 50° anniversario delle relazioni diplomatiche tra i due paesi “Road to 50” e si conferma quale “strumento fondamentale di promozione di iniziative bilaterali su ricerca e innovazione” così come riconosciuto dalla “Dichiarazione Congiunta” firmata a Pechino il 13 novembre del 2017 dal Ministro italiano dell’Istruzione e della Ricerca e il ministro cinese della Scienza e della Tecnologia.

 

11:28 13/07

di Redazione

Commenta

Spoleto Art Festival, premiata Rosa Leone

Nell’antichissima cittadina umbra, Spoleto, Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco, e in una delle più rinomate manifestazioni d'arte a livello mondiale Spoleto Festival Art Due Mondi 2018 che avvicina due culture, quella europea e quella americana, si è svolta sabato 7 luglio la cerimonia di premiazione del Premio Internazionale Spoleto Festival Art 2018 nella suggestiva dimora storica di Palazzo Mauri. A ricevere il prestigioso premio tra i 40 artisti vincitori provenienti da 30 Paesi diversi, la pittrice campana (già vincitrice di numerosi premi culturali e d’arte) Rosa Leone, nonché giornalista, direttore del quotidiano ilGRE.it e presidente dell’Associazione ilGRE cultura@comunicazione di Benevento, con la sua opera “Donna nell’ingranaggio della storia”. Le opere vincitrici parteciperanno anche alla Mostra Internazionale Itinerante che avrà luogo nei mesi da luglio 2018 ad aprile 2019 nelle migliori location museali e alberghiere in varie regioni italiane, tra cui spiccano le città di Siena, Perugia, Milano, Roma, Spoleto.

19:31 12/07

di Redazione

Commenta

“Created by Passion”, il concorso Campari che promuove giovani talenti del cinema

Campari, l’iconico aperitivo simbolo di passione e intrigo, presenta “Created by Passion”, il concorso volto a promuovere i giovani talenti del cinema e realizzato in collaborazione con la Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti di Milano.
Da Fellini a Sorrentino, al cinema emergente italiano: il racconto del mondo Campari continua così con un nuovo capitolo.
Aperto a studenti ed ex studenti della storica scuola milanese, il contest ha l’obiettivo di creare uno short movie di massimo 3 minuti che tragga ispirazione dai valori portanti di Campari e che dia vita al concetto di “Nulla si crea senza la passione”, lo stesso che ha portato alla realizzazione dell’ultima campagna di comunicazione “Creation” firmata da Paolo Sorrentino.
Un film fortemente distintivo, quest’ultimo, che rispecchia lo stile unico e inconfondibile del regista premio Oscar e che ruota intorno alla Red Passion, tema da sempre legato in modo indissolubile al marchio. “Nulla si crea senza la passione, la stessa passione che accompagna da sempre ogni momento Campari”: questa è l’idea creativa che Paolo Sorrentino ha interpretato in modo magistrale grazie alla sua estetica riconoscibile e al suo modo contemporaneo di raccontare grandi storie e con cui i giovani talenti sono ora chiamati a cimentarsi.
I film che saranno iscritti al concorso saranno realizzati nel mese di giugno e saranno tutti disponibili in simultanea su una piattaforma dedicata dal 9° al 22 luglio, dove potranno essere votati dal pubblico. Questo giudizio sarà completato dal parere di un regista, della direttrice della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti e ovviamente da Campari.
Il vincitore sarà decretato entro la fine di luglio 2018. Oltre a un premio economico (7.000 € al primo classificato e 3.000€ al secondo), il vincitore sarà celebrato durante la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, della quale Campari sarà il main sponsor.
Da sempre, infatti, Campari sceglie il mezzo cinematografico come potente veicolo di comunicazione per raccontare, in modo avveniristico e aspirazionale, l’essenza di un marchio che ha sancito la nascita del mito dell’aperitivo italiano nel mondo. Un connubio, quello tra Campari e il cinema, che trova la massima espressione nelle numerose collaborazioni con celebri registi e attori di fama internazionale, attraverso campagne innovative e di grande impatto che hanno scritto la storia della comunicazione di marca, come Federico Fellini, Paolo Sorrentino e Stefano Sollima.
Oggi, invece, la sfida riguarda i giovani talenti: che vinca il migliore!

16:58 12/07

di as

Commenta

Premio Eccellenze del Sud a Villa Signorini

Si accendono nuovamente i riflettori sul Premio Eccellenze del Sud giunto quest’anno alla sua settima edizione. A far da cornice a questa prestigiosa manifestazione sarà ancora una volta l’incantevole Villa Signorini che, per questa tanto attesa kermesse, aprirà le sue porte per accogliere ospiti d’eccezione e stelle del nostro Meridione.

L’iniziativa, come sempre curata minuziosamente dalla poliedrica cantautrice Shara e promossa dall’Associazione Terronian, presieduta dalla stessa Shara e dal Maestro Pizzaiolo Salvatore Di Matteo, vede la collaborazione della storica Pizzeria Di Matteo e di Villa Signorini, realtà che aiutano a rendere ogni anno indimenticabile questa pregevole manifestazione. Ad impreziosire quest’edizione si aggiunge la collaborazione del noto artista partenopeo Gennaro Regina, il quale installerà nel giardino della villa dei dipinti della sua ricca collezione. Ma l’artista stupirà i presenti con una vera e propria chicca che sarà possibile scoprire soltanto una volta giunti nella location!

La conduzione della kermesse è stata affidata a Luca Abete, il quale sarà affiancato sul palco dalla giornalista Lorenza Licenziati.

La serata si terrà nel suggestivo giardino della villa dove, per l'assegnazione del premio Eccellenze del Sud 2018, verranno omaggiati personaggi di grande spessore e rilievo e realtà legate alle terre del Sud. Tra questi l’attore Gaetano Amato, il giornalista Vincenzo Perone, il cantante ed autore Mario Castiglia, lo stilista Michele Miglionico, il puglie campione del mondo Clemente Russo, il Prof. Antonio Marte, la scrittrice Maria Cristina Orga, l’emittente televisiva Canale 21, il pizzaiolo ed imprenditore Luigi Ricchezza, il Dott. Antonio Mattone, lo spettacolo teatrale “Sbussolati”, i comici e conduttori tv Gigi e Ross.

L'aspetto enogastronomico sarà curato da Salvatore Di Matteo  in collaborazione col Resident Chef di Villa Signorini, Vincenzo Borriello, i quali, per questa cena sotto le stelle, realizzeranno i piatti tipici della tradizione meridionale coi prodotti d'eccellenza del nostro territorio messi a disposizione dai partners dell'evento. Quest’anno l’area dell’aperitivo dedicato alla pizza si amplia in quanto Salvatore Di Matteo ha voluto condividere il suo spazio con gli amici di Pizza News School che faranno deliziare ai presenti le loro specialità.

Il dolce porta invece la firma del Maestro Pasticciere Mario Di Costanzo.

La kermesse vedrà diversi interventi artistici di gran spessore grazie alla partecipazione di artisti quali la cantante Lisa, da pochissimo vincitrice del programma Rai "Ora o Mai più"; il virtuoso compositore polistrumentista Vito Ranucci che vanta prestigiose collaborazioni con Mario Monicelli, Roberto De Simone, Michele Placido, la Wurtmuller e molti altri; l'artista Mario Zamma, arrivato alla notorietà grazie al famoso programma tv "Il Bagaglino" ed ora in tour col suo nuovo spettacolo "Sbussolati" prodotto dall'attore e modello Nicola Canonico.

Shara allieterà anche in questo evento i presenti con la sua voce ed i suoi brani inediti che, per questa serata di eccellenze, verranno eseguiti in versione unplugged. Ad accompagnarla sul palco il pianista Daniele Franzese, il chitarrista Gianluigi Capasso, il batterista e percussionista Francesco Varchetta, il contrabbassista Luigi Castiello ed il sassofonista Alessio Castaldi.

Il gran finale porta la firma dei popolarissimi comici e conduttori tv Gigi e Ross che, dopo aver ricevuto il premio per la categoria Televisione, intratterranno il pubblico con un loro coinvolgente comic show.  

Tra le realtà di spicco del territorio è già confermata la presenza di personalità appartenenti al mondo politico, artistico ed enogastronomico.

Il Premio sarà nuovamente nel segno della solidarietà, infatti, l'Associazione Terronian riconferma la positiva partnership intrapresa lo scorso anno col Lions Club Portici Miglio d'Oro per la raccolta fondi destinata alle varie iniziative di beneficenza portate avanti dal Club stesso.   
Si ringraziano La Fiammante, Nastro AzzurroAzienda vinicola Vigna Villae, Caseificio Tenuta del Lago, Caffè Izzo, Grandi Molini Italiani, Cargomar, 3 Effe Distribuzioni, Gerli, Gennaro Regina, Pasticceria Di Costanzo, FerrarellePastificio De CeccoFiorucci, Susi Sposito Fashion Desiner, The Story Parrucchieri, MV Forni, Vesuviolive, La Gazzetta dello Spettacolo, Eatammece ed Hobo Creative per il supporto fornito all’iniziativa.

16:51 12/07

di Redazione

Commenta

Campania Blues Festival: Cain e Gulley all'Arena del Mare di Salerno

Dopo un primo evento speciale, lo scorso 6 luglio, che ha visto come protagonista Musica Nuda, entra nel vivo la 13esima edizione del Campania Blues Festival. Un doppio appuntamento, quello del 17 e 18 luglio all'Arena del Mare di Salerno, all'insegna del blues di caratura internazionale. Martedì, infatti, sarà la volta del chitarrista preferito di Joe Bonamassa, cresciuto con il maestro Albert King e dotato di una timbrica che tanto ricorda il leggendario BB King: si tratta di Chris Cain, il musicista prodigio di Memphis, nato da madre greca e padre afroamericano, che per l'occasione sarà accompagnato da Luca Giordano Big Band. Mercoledì, invece, la "Regina del Blues di Atlanta", Lola Gulley, con The Black City al seguito, intratterrà il pubblico dell'Arena del Mare grazie al suo stile sempre in bilico tra funk e R&B. La rassegna, rigorosamente ad ingresso gratuito, proseguirà fino al 25 luglio, con una coda – altro evento speciale – ad inizio agosto.
 
"Il festival – racconta il direttore artistico, Domenico Spena – anche per questa tredicesima edizione ha scelto un tema portante che quest'anno è 'la passione': un sentimento che nella musica blues è sempre presente e che, unito alla tenacia, ci consente con uno sforzo enorme di continuare ad offrire alla città di Salerno una rassegna con un cartellone di valore assoluto, che addirittura raddoppia le serate rispetto alla prima edizione salernitana di tre anni fa. Per questo non posso che ringraziare i soci di Genius Loci, associazione che organizza il festival, per l'impegno e l'amore che mettono per far sì che il Campania Blues Festival continui ad essere una delle più importanti manifestazioni blues di tutto il Sud d'Italia".

16:48 12/07

di Redazione

Commenta

Jakob Högström e Duo Dialog tra Puccini, Tosti e Alfvén per "Concerti al Tramonto 2018"

Venerdì 13 luglio alle ore 20, nuovo appuntamento nell’antica cappella di Villa San Michele che ospiterà il quinto appuntamento della rassegna Concerti al Tramonto 2018. Un interessante incontro tra mondi musicali diversi: quello operistico celebrato dal baritono Jakob Högström e quello classico e contemporaneo interpretato dal clarinettista Dan Larsson e dal chitarrista Magnus Grönlund, meglio noti come Duo Dialog.

Insieme daranno vita a un recital delle pagine di alcuni tra i compositori più apprezzati, facendo incursioni nella tradizione dell’opera e delle romanze italiane, nella storia musicale argentina, nell’universo autoriale svedese: Paolo Tosti, Giacomo Puccini, Carlos Gardel, Hugo Alfvén e Evert Taube.

L’inedito trio darà prova della propria bravura e versatilità combinando una certa estensione vocale con l’accompagnamento di strumenti dalla ricchezza tonale e ritmica. Per questa ragione, la Soprintendente e Console On. di Svezia, Kristina Kappelin, motivata dall’accoglienza del pubblico che nei primi incontri musicali è stato numeroso e partecipativo, invita gli appassionati a non perdere una esecuzione rara e particolarmente coinvolgente”

La rassegna Concerti al Tramonto 2018, si avvale anche quest’anno della consulenza musicale del pianista svedese Love Derwinger, e fino al 10 agosto, ogni venerdì, metterà in scena artisti dal repertorio classico, jazz e contemporaneo. E’ organizzata dalla Fondazione Axel Munthe, con il patrocinio dell'Ambasciata di Svezia e con il contributo di Progetto Piano

Per l'acquisto dei biglietti (prezzo concerti € 15,00; ridotto ragazzi e studenti € 5,00) basta recarsi alla biglietteria mezz'ora prima o, in prevendita, presso il bookshop del museo, tutti i giorni dalle 9 alle 18. Per chi viene da Napoli vi è la possibilità di rientro con l'ultima corsa marittima. Per informazioni: tel. 081.8371401 www.villasanmichele.eu

16:45 12/07

di Redazione

Commenta

Omino Michelin compie 120 anni

Quest’anno Bibendum festeggia il centoventesimo compleanno. Nel 1894, all’Esposizione Universale e Coloniale di Lione, vedendo una pila di pneumatici disposti artisticamente, Édouard Michelin ha un’idea: “Guarda, con un paio di braccia in più sembrerebbe un omino!”

Questa frase è l’abracadabra che farà nascere, nel 1898, l’Omino Michelin. Sarà l’artista Marius Rossillon, conosciuto con il nome d’arte di “O’Galop”, a realizzare il personaggio che da allora accompagna generazioni di viaggiatori in tutto il mondo, rendendolo protagonista di uno straordinario manifesto dal titolo “Nunc est Bibendum” (“Adesso bisogna bere”), in cui cita l’Ode di Orazio (I, 37) per dire che il pneumatico Michelin “beve” l’ostacolo.

L’Omino Michelin suscita subito simpatia e comincia ad apparire su ogni canale pubblicitario, impegnato a fornire informazioni tecniche relative all’uso corretto del pneumatico.

 

Da O’Galop allo studio grafico Michelin: la nascita di una personalità

O’Galop è il primo a dar vita all’Omino Michelin, ma Bibendum acquisisce una personalità umana forte, divertente ed estroversa anche grazie ad altri grandi nomi del mondo della pubblicità e dei manifesti, come Hautot, Grand Aigle, Riz, Cousyn e René Vincent, ognuno dei quali gli conferisce il proprio stile e le proprie idee, sviluppando forme e design diversi.

Ma per rendere l’Omino Michelin facilmente riconoscibile per tutti, è necessario uniformarne l’immagine. L’impresa è facilitata quando, negli anni Venti, gli artisti dediti a Bibendum lavorano nello studio grafico Michelin. Con un numero ben preciso di pneumatici come struttura per il corpo e forme definite, a poco a poco l’Omino Michelin diventa il personaggio conosciuto in tutto il mondo: sorridente, gentile, protettivo e vivace, pronto ad aiutare ogni viaggiatore e a risolvere ogni suo problema.

 

Lo specchio di un’epoca

Lo sviluppo dell’Omino Michelin dice molto della storia dell’industria dell’automobile. All’inizio, i suoi tratti rispecchiano quelli dell’unica classe sociale che poteva permettersi i nuovi mezzi di trasporto (monocolo, sigaro, anello con sigillo, gemelli). Con la diminuzione dei prezzi delle automobili, ormai più accessibili, l’Omino Michelin abbandona gli accessori, diventando per tutti il compagno di viaggio amichevole e ideale.

 

Un personaggio universale

La carriera di Bibendum a livello internazionale comincia molto presto. Conosciuto in tutto il mondo sin dagli anni Venti, il suo successo continua a crescere fino ad essere sancito dal massimo tributo ricevuto nel 2000, quando viene riconosciuto miglior logo di tutti i tempi da una giuria di esperti del Financial Times. Quello stesso anno, l’Omino Michelin assume un design high-tech in 3D, che ne sottolinea la predisposizione per l’innovazione e la tecnologia. 

Fedele a se stesso nell’indole e negli obiettivi, per essere sempre più in linea con i tempi e immediatamente riconoscibile dai viaggiatori di ogni epoca, l’Omino Michelin non ha mai smesso di mutare aspetto.

16:42 12/07

di Redazione

Commenta

"Scappa Napoli”: musica e danza per "Suggestioni all'imbrunire"

Per la quinta serata di “Pausilypon: Suggestioni all’Imbrunire”, la Rassegna stabile del Parco archeologico del Pausilypon, curata dal Centro Studi Interdisciplinari Gaiola onlus, con la direzione artistica di Serena Improta, d’intesa con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Napoli, arriva:

Scappa Napoli” con la Compagnia di danza Malaorcula e i 44 QuartetArcangelo Michele Caso (violoncello), Gianluca Rovinello (arpa), Osmani Artiga Cairo (cajon), Marta Carbone (voce e percussioni), e Mariateresa Carbone (seconda voce e tammorra). Coreografia di Marcella Martusciello - Regia di Manuela Barbato 

Con quattro danzatrici, quattro musicisti e due cantanti, “Scappa Napoli” porta in scena una città che scappa dalla consapevolezza e perde la forza di combattere contro il marcio che ne infetta la terra; la stessa terra che un tempo era motivo di orgoglio e che oggi è avvelenata. Se lo sguardo dell’onesto troppo spesso si abbassa e si arrende di fronte  alle ingiustizie, ai soprusi, alle violenze, alla criminalità e al degrado, “Scappa Napoli” si pone come un urlo di denuncia. Accompagnate da arpe, contrabbassi, tammorre e cajon il lavoro coreografico propone una danza che esplode come lava e diventa voglia di riscatto in nome di quell’antico orgoglio. L’arte è speranza, ed è con questa speranza che Napoli può rinascere ogni giorno. “Scappa Napoli” è testimonianza, scintilla ed invito a non arrendersi mai.
 

Le danzatrici daranno vita a incantevoli coreografie, circondate dalla millenaria magia dei teatri romani, accompagnate dalle melodie intonate da cantanti e musicisti nel massimo rispetto del patrimonio archeologico e naturalistico dell'area. Infatti da sempre, la Rassegna non prevede palchi, scenografie, impianti audio o luci, nulla che possa alterare l'essenza dei luoghi.

 

La Rassegna Stabile del Parco Archeologico del Pausilypon nasce com'è noto per raccogliere fondi per progetti di restauro, recupero, ma anche semplice manutenzione del sito archeologico. Molti sono stati i progetti resi possibili in questi anni per il mantenimento di questo importante pezzo di storia delle nostra Città e molti altri ancora si spera di poterne portare avanti grazie anche al sostegno del pubblico.

Enorme importanza riveste in quest'opera di recupero del patrimonio culturale il prezioso sostegno di mecenati, come Ferrarelle che quest'anno è il main sponsor della Rassegna. Prima dello spettacolo, si terrà una degustazione delle eccellenze enologiche campane realizzata grazie alla preziosa collaborazione dell’associazione Ager Campanus, da anni accanto  al CSI Gaiola onlus nell'organizzazione della Rassegna, che per le quinta serata propone le cantine riunite nel Consorzio Tutela Vini Vesuvio. Ad accompagnare i calici (rigorosamente in plastica vegetale), un delicato buffet è offerto da  Le Arcate

16:36 12/07

di Redazione

Commenta

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis