Giovedì 30 Marzo 2017 - 22:38

Il Falcon 9 porterà nello spazio un satellite per Tlc della società lussemburghese Ses.

Nuovo passo storico per Space X che è pronta a lanciare oggi il suo primo razzo 'riciclato', un vettore usato già in una precedente missione. Si tratta di un nuovo traguardo particolarmente importante per il visionario Elon Musk perchè riuscire a mandare in orbita vettori riutilizzabili taglierebbe molto i costi delle missioni della sua società spaziale privata. L'annuncio è arrivato via Twitter dall'account ufficiale di Space X.

Il lancio, il primo volo orbitale con un razzo riutilizzabile per un'azienda privata, è previsto dalla base spaziale di Cape Canaveral e il razzo è già posizionato sulla rampa di lancio della Nasa. Si tratta del Falcon 9 il cui primo stadio ha portato in orbita l'anno scorso la navicella spaziale Dragon, per poi atterrare sulla piattaforma oceanica di rientro. Il Falcon 9 porterà nello spazio un satellite per Tlc della società lussemburghese Ses.

17:11 30/03

di Redazione

Commenta

Sgarbi-show: si addormenta di botto in diretta tv

Ha chiuso gli occhi qualche secondo, ma tanto è bastato a Vittorio Sgarbi per farsi cogliere di sorpresa da un colpo di sonno mentre era collegato in diretta con gli studi di 'Dalla vostra parte', su Rete 4. Il critico d'arte ha chiuso gli occhi e si e ritrovato con la testa in avanti mentre il conduttore della trasmissione Marcello Vinonuovo, provava a destarlo, punzecchiandolo: "Fatemi vedere se è ancora vivo Vittorio Sgarbi, Vittorio ci sente?" ha chiesto al critico, prima che lui aprisse gli occhi ed esclamasse: "Sì, vi sento, vi sento". Non è la prima volta che il critico d'arte cede alle lusinghe di Morfeo: qualche mese fa, ospite nel salotto di Barbara D'Urso, Sgarbi era stato protagonista di un episodio simile.

17:02 30/03

di Redazione

Commenta

Torna “Pizza a Vico”, gara e solidarietà

VICO EQUENSE. Domani a Vico Equense, nel complesso monumentale della Ss Trinità e Paradiso, sarà presentata l’edizione 2017 di “Pizza a Vico”, manifestazione ideata dell'Associazione "Pizza a Vico", presieduta dal campione mondiale di pizza a metro Michele Cuomo, in programma dal 3 al 5 aprile.  Alla conferenza stampa interverranno, oltre a Michele Cuomo (nella foto) ed a tutti i maestri pizzaioli dell'Associazione Pizza a Vico che hanno reso possibile l'anno scorso il "miracolo" della prima edizione - 13mila presenze - il sindaco di Vico Equense Andrea Buonocore, l’assessore alla Cultura e Turismo Lucia Vanacore, il giornalista Luciano Pignataro che presenterà il suo ultimo libro "La cucina napoletana", vari rappresentanti dell’eccellenza gastronomica del territorio tra cui lo chef Gennaro Esposito, i produttori caseari locali, i frantoi e le aziende che sostengono la kermesse. Modera Antonino Siniscalchi.  

Dopo grande successo della scorsa edizione organizzata dall'Associazione, l'iniziativa si inserisce a pieno titolo tra le risorse primarie dell’economia della zona e stavolta si avvale del contributo del locale Comune e delle energie di una serie di soggetti attivi sul territorio. Essa punta a valorizzare le tipicità locali, a promuovere le buone pratiche tradizionali e diffonderle tra le giovani generazioni. Gli incassi realizzati con “Pizza a Vico” saranno destinati all'acquisto di strumentazioni per i presidi ospedalieri locali, agli ambulatori e ad altre attività filantropiche o socialmente utili.   Pizza a Vico, nelle intenzione dei suoi creatori, i componenti dell'Associazione Pizza a Vico guidata da Michele Cuomo, e degli altri soggetti che si sono ora aggregati, mira alla creazione e condivisione di un disciplinare di produzione della Pizza di Vico Equense, che oltre la kermesse, prosegua nelle pizzerie che partecipano all'iniziativa dove, tra l'altro, dal 3 al 5 aprile, si susseguiranno, incontri didattico - dimostrativi con gli studenti degli istituti scolastici.

Partecipano alla seconda edizione le pizzerie: All’Angolo, Antico Forno, Al Buco, Cerasè, Covo del Buongustaio, Cuore di Pizza, Da Cardone, Da Gighetto, Da Giovanni, Da Franco, Frate Cosimo, Il Casale del Golfo, Il Cavallino, La Piazzetta,  Ma che Bontà, Mordi e Fuggi, Oasi, Pizza a Metro, Pizza Taxi, Saporì, Terra Mia, Titos, Torre Ferano.  Appoggiano l’evento le aziende: Caputo, Ferrarelle, La Torrente, Nastro Azzurro, Lollo Caffè,  Agi Apicella, Cantine La Mura, Diego, Forni Magliano, Frantoio Ferraro, Italiana Energia, Over the Top, Encom, Saces e Sarim.

Teresa Lucianelli

 

21:31 29/03

di Redazione

Commenta

Agon politikos, conferenza al liceo “Durante"

FRATTAMAGGIORE. “Antifonte dietro Glaucone: lettura di Repubblica II” è questo il fillo conduttore della conferenza prevista dal programma propedeutico allo svolgimento del concorso “Agon politikos” di greco antico, riservato agli studenti di liceo classico di tutta Italia. A tenere la conferenza il professore Gennaro Carillo, ordinario di storia delle dottrine politiche dell’Università  Suor Orsola Benincasa. L’iniziativa, che si terrà domani, alle ore 18, nell’auditorium del liceo classico e delle scienza umane “Francesco Durante” in via Giacomo Matteotti,  è stata organizzata dall’associazione ex alunni del liceo classico Francesco Durante, dallo stesso istituto superiore, e dalla delegazione di Frattamaggiore dell’associazione italiana di cultura classica. A fare gli onori di casa il presidente dell’associazione ex alunni, Riccardo Acri, il dirigente scolastico del liceo “Durante", Giuseppe Capasso, ed il sindaco di Frattamaggiore Marco Antonio Del Prete. A moderare i lavori Teresa Maiello, presidente della delegazione di Frattamaggiore dell’associazione di cultura classica. La conferenza è una delle fasi preparatorie alla settima edizione della gara di greco che vedrà in competizione 39 licei, provenienti da 30 città italiane. Tema della gara è quello della  cittadinanza  attiva, con  l’intento  di  promuovere  un  approfondimento della cultura greca sotto il profilo linguistico e letterario. In competizione gli allievi del penultimo  ed  ultimo anno  dei licei classici italiani, promossi con valutazione non inferiore ad 8/10 lo scorso anno scolastico. La premiazione dei vincitori della gara è prevista per domenica 9 aprile 2017 ore 10,00 nella sala convegni del Giardino degli Aranci.

 

20:16 29/03

di Benny Maiello

Commenta

Legalità e web, incontro all'istituto Niglio

GRUMO NEVANO. “Legalità, by connected! Noi nella rete, più liberi o più intrappolati?” se ne discute domani mattina nell’auditorium della sede associata dell’istituto professionale industria ed artigianato “Michele Niglio” in via San Domenico a Grumo Nevano. I lavori prenderanno il via alle ore 11 con i saluti del dirigente scolastico dell’Ipia Niglio, Raffaele D’Alterio e dei sindaci di Grumo Nevano, Pietro Chiacchio e di Frattamaggiore, Marco Antonio Del Prete. Sono previsti gli interventi del tenente dei carabinieri, Franco Davide che approfondirà il tema “Come riconoscere l’insidia delle comunicazioni alternative”; del magistrato, Rosario Caiazzo, consigliere della Corte Suprema di Cassazione, che tratterà “I diritti sanciti dalla Costituzione (articolo 15)  e violati dal web” e di Anna Lucia Caccia, assistente sociale dell’Asl Napoli 2 Nord che parlerà su “Come riconoscere e liberarsi delle nuove dipendenze”. Modera il giornalista Giuseppe Maiello. Il tema della giornata sarà introdotto dagli studenti dell’istituto superiore. Ai lavori sono stati invitati dirigenti scolastici e docenti della scuole del territorio, gli assessori alla pubblica istruzione dei due centri e rappresentanti delle forze dell’ordine.

20:10 29/03

di Redazione

Commenta

Pastiera e babà racchiusi in una sfogliatella: ecco la Sfogliacampanella di Pasqua

A Napoli è “granomania”: il contest “Vinci con i tuoi racconti di Grano Chirico” lanciato dall’azienda Chirico con il supporto della piattaforma di registrazione ricette mysocialrecipe.com ha scatenato la creatività di centinaia di chef e appassionati di cucina che si sono cimentati in golose ricette (primi e secondi piatti, contorni, appetizer, dolci) aventi come ingrediente principale il grano cotto. 
Vincenzo Ferrieri, patron di “SfogliateLab” (l’hub del gusto di piazza Garibaldi che da anni delizia ogni giorno il palato di centinaia di persone che si accingono alla partenza) e Sfogliacampanella (piccola e leziosa pasticceria ubicata a San Biagio dei Librai), ha anche lui voluto contribuire all’iniziativa presentando un prodotto dolciario avente come ingrediente il grano Chirico. La Sfogliacampanella, il dolce due in uno (una sfogliatella con il cuore di babà) che ha tanto incuriosito i napoletani negli ultimi mesi, entra nel “mood pasquale” e viene farcita con ricotta aromatizzata al millefiori e grano Chirico. Essa sarà presentata per la prima volta  venerdì 31 marzo, alle ore 13.30, a Palazzo Petrucci, nel corso della cerimonia di premiazione del concorso.

Il menu dell’evento, interamente studiato e realizzato con il grano Chirico, sarà a cura della scuola di cucina e pasticceria Dolce & Salato guidata dallo chef Giuseppe Daddio in sinergia con lo chef di Palazzo Petrucci Lino Scarallo. Saranno serviti: bocconcini di maiale, papaccelle e crema di grano, zeppoline di pasta cresciuta con lardo ed erbette, baccalà e grano in crosta di pane verde, muffin di grano e salame.  Dulcis in fundo, saranno serviti quattro dessert griffati da nomi importanti della pasticceria campana: la Pastiera scomposta di Lino Scarallo; la Sfogliacampanella di grano di Vincenzo Ferrieri; la Pastiera Inversa di Giuseppe Daddio; il Chirigrano di Casa Infante. 

16:23 29/03

di Redazione

Commenta

Dalla Bioetica al dialogo interreligioso: i nuovi valori della Chiesa di Papa Francesco

La ricerca del dialogo interreligioso, la vicinanza alle periferie del mondo, l’intransigenza contro le mafie e la pedofilia, la semplicità del lessico della comunicazione, le aperture sui temi della bioetica e l’abbandono dell’integralismo su alcuni storici tabù come il matrimonio dei sacerdotiDopo quattro anni di​ Pontificato si avverte ormai in maniera profonda, non senza qualche dissenso interno, la rivoluzione lanciata da Papa Francesco per un rinnovamento dei valori aggregativi della Chiesa cattolica. E venerdì 31 Marzo alle ore 18.30 sarà dedicato proprio a “I nuovi valori della Chiesa di Papa Francesco” il terzo appuntamento della seconda edizione de “La Memoria degli Elefanti”, il Festival della Letteratura nel segno del mito, ideato da “Arena Spartacus Amico Bio” all’Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere, il secondo anfiteatro al mondo per dimensioni dopo il Colosseo.

In una rassegna che ha per sottotitolo e per comune denominatore culturale “I am Spartacus: eroi, valorosi e valori”, lo spunto di partenza per la discussione su “I nuovi valori della Chiesa di Papa Francesco” sarà “The American Pope. Costruire ponti per costruire la pace” (Libreria Editrice Vaticana), il libro scritto dal giornalista Massimo Milone, direttore di Rai Vaticano insieme con Paolo Messa, direttore del Centro Studi Americani di Roma e Lara Jakes, managing editor del Foreign Policy Magazine di Washington.

Papa Francesco a Cuba e negli Stati Uniti: un libro che è l’analisi di un viaggio che è già storia, più che mai dopo la morte di Fidel Castro e l’elezione di Donald Trump. L’attualità di un viaggio, l’incontro con Castro, i discorsi del Papa argentino a Plaza della Revolution, all’ONU, al Congresso Americano sono riproposti nel volume “The American Pope” (LEV 2016) che analizza le nuove idee del Pontefice su libertà, giustizia, uguaglianza, diritti umani e dignità della persona. Sia a Cuba che negli Stati Uniti, dinanzi al Congresso Americano e all’Onu, Papa Francesco ha ricordato che “il mondo ha bisogno di riconciliazione in questa atmosfera  di terza guerra mondiale a pezzi che stiamo vivendo”.

L’incontro con Massimo Milone, già autore di “Pronto? Sono Francesco. Il Papa e la rivoluzione comunicativa un anno dopo” (Libreria Editrice Vaticana) e da pochi giorni nelle librerie con il suo ultimo libro “Dal Sud per l’Italia: la Chiesa di Papa Francesco, i cattolici, la società” (Guida Editore), è stato organizzato con il  patrocinio dell’UCSI, l’Unione della Stampa Cattolica Italiana e sarà introdotto dal Sindaco di Santa Maria Capua Vetere, Antonio Mirra, dal direttore artistico del Festival della Letteratura “La memoria degli Elefanti”, Antonio Emanuele Piedimonte e dal vicepresidente nazionale dell’UCSI, Donatella Trotta, fondatrice del “Premio Napoli Città di Pace”.

 

Insieme con Milone discuteranno nel salotto letterario coordinato dal project manager del Festival,Roberto Conte, lo studioso di ebraismo, Ottavio Di Grazia,docente di Culture, identità e religioni all'Università Suor Orsola Benincasa, il teologo Pasquale Giustiniani, professore ordinario di Filosofia teoretica e di Bioetica presso la Pontifica Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale,membro del Consiglio direttivo del CIRB, il Centro Interuniversitario Campano di Ricerca Bioetica e autore del volume in corso di pubblicazione “Una nuova bioetica al tempo di Papa Francesco?” (Edizioni Biblioteca Teologica Napoletana), l’Imam della Moschea di San Marcellino,Nasser Hidouri, lo storico del diritto Francesco Lucrezi, professore ordinario di Storia del diritto romano all’Università Suor Orsola Benincasa, già visiting professor all’Università di Gerusalemme e membro del Consiglio direttivo del CIRB, il giornalista vaticanista Raffaele Luise, autore del volume“Testimone di misericordia. Il mio viaggio con Francesco” e vincitore del “Premio Napoli Città di Pace”, il Vescovo emerito di Caserta, Raffaele Nogaro, il costituzionalista Andrea Patroni Griffi, professore ordinario di Diritto pubblico all’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, membro del Consiglio direttivo del CIRB e autore del volume “Le regole della Biotetica tra legislatore e giudici”(Editoriale Scientifica), il presidente dell’Istituto di Cooperazione e Sviluppo Italia-Cuba, Alessandro Senatore, il pastore della Chiesa Evangelica di Caserta, Giovanni Traettino, eDiana Pezza Borrelli in rappresentanza del Movimento dei Focolari.

Il 26 Maggio con il Presidente del Consiglio Superiore per i Beni Culturali Giuliano Volpe l’appuntamento conclusivo della seconda edizione del Festival

Dopo i valori della storia analizzati con il libro di Guido Trombetti “Annibale Spartaco e Garibaldi”, i valori della giustizia raccontati con “Toghe, banchieri e rotative” di Vincenzo Pezzella e i nuovi valori della Chiesa di Papa Francesco, la seconda edizione de “La Memoria degli Elefanti”, il Festival della Letteratura nel segno del mito ideato da “Arena Spartacus Amico Bio” con il patrocinio del Comune di Santa Maria Capua Vetere, si concluderà venerdì 26 Maggio con i valori del patrimonio culturale italiano celebrati nel suo ultimo libro “Un patrimonio italiano” (Utet Editore) dal presidente del Consiglio Superiore per i Beni Culturali e Paesaggistici, Giuliano Volpe, che racconta anche l’esperienza del ristorante biologico “Amico Bio - Arena Spartacus” all’Anfiteatro Campano come uno degli esempi più innovativi in Italia di valorizzazione di un sito culturale.

La Cena biologica con i menù tematici

Venerdì 31 Marzo partire dalle 20.30 dopo la presentazione del volume di Massimo Milone il salotto letterario dell’Arena Spartacus tornerà ad essere la sala del primo ristorante biologico al mondo in un sito archeologico. E come di consueto occasione del Festival della Letteratura ci saranno men� speciali tematici (con prezzi fissi dai 10 ai 20 euro) dedicati alle figure storiche del Festival nel segno del mito, da Annibale a Spartaco.

 

16:19 29/03

di Redazione

Commenta

Pippo Delbono presenta "Vangelo" ad AstraDoc

Il regista Pippo Delbono sarà il protagonista della rassegna AstraDoc -Viaggio nel cinema del reale - organizzata da Arci Movie, Parallelo 41, Università Federico II e Coinor- venerdì 31 marzo alle 20.30. Delbono presenterà “Vangelo” (85’) il docufilm che ha scritto e diretto con le musiche di Enzo Avitabile. In questa occasione il giornalista Maurizio di Rienzo dialogherà con il regista prima del film e a nome di SNGCI gli consegnerà il premio speciale per la regia del suo docufilm Vangelo, riconoscimento ottenuto nell’ambito dei recenti Premi Nastri d’Argento per il documentario italiano, alla cui premiazione del 3 marzo in Roma Pippo Delbono non ha potuto essere presente 

Delbono, regista teatrale, si reca in un centro dove i profughi trovano asilo e condivide la loro quotidianità fatta di tempo sospeso tra dolorose memorie e incerto futuro. Poco alla volta i rifugiati si aprono al regista, gli raccontano le loro storie. Inizia così un rapporto di conoscenza che lo porta a immaginare di fare con loro quel Vangelo che la madre in punto di morte gli aveva chiesto di mettere in scena. Alla fine di quel Vangelo rimarranno solo alcuni momenti, ma rimarrà soprattutto il fatto che su queste persone quelle parole riacquisteranno una loro forza originaria. E in questo cammino si incroceranno poi le vite di questi uomini scampati all’esodo. E così l’idea di mettere in scena il Vangelo prende una sua forma incarnandosi proprio nella vita di queste persone, inevitabili protagoniste di un tempo nuovo.

NOTE DEL REGISTA Sono a Napoli, davanti a Le sette opere di misericordia del Caravaggio. Non avevo mai visto prima questo quadro. È la prima volta che lo vedo nella mia vita. Il film è finito. Questo film nasce da una esperienza. Un’esperienza che è durata un anno e mezzo. E che sta ancora continuando. L’esperienza di entrare in un luogo quasi per caso. Un campo di rifugiati. E da lì iniziare questo cammino del Vangelo. Guardo questo Caravaggio. I miei occhi sono attirati dagli squarci di luce sui piedi dei personaggi, che li fanno apparire forti, belli. E mi vengono in mente gli attori del film Vangelo. I loro volti, le loro espressioni. Ho trovato in loro degli attori straordinari, se attore vuol dire quasi un officiante, qualcuno che essenzialmente mi confronta col mistero della vita e della morte, col mistero dell’uomo, con la violenza, la tenerezza, la durezza, la forza, la fragilità. Ecco, questa è stata la cosa principale che mi ha fatto seguire questo cammino, la scoperta in queste persone di una rara capacità comunicativa. Ho ascoltato le loro storie per lungo tempo senza mai filmare, anche perché mi sembrava un atto di violenza voler rubare qualcosa a loro per il “mio” film. E in questo incontro mi sono reso conto che loro sono ignoranti del nostro mondo e noi del loro. Non ci conosciamo. E poi mi sono ritrovato al montaggio non tanto per cercare di dare compimento a una storia scritta ma per cercare di capire che cosa era successo quando ero in mezzo a loro. Passando del tempo in mezzo a loro avevo creato un rituale di comunicazione, silenzioso. C’eravamo forse spogliati, un po’, delle nostre certezze. Credo che questo sia stato il Vangelo. Un incontro. Guardo questo Caravaggio. In questo tempo ombroso, dove non è chiaro chi deve aiutare chi. E chissà, forse alla fine il messaggio profondo di quel Cristo, scorporato da tutte le morali, le ideologie, i fanatismi, le menzogne, in questo incontro con loro ha ripreso per me una verità. “La verità ci renderà liberi” diceva quel Cristo, come loro

In questa speciale occasione napoletana Maurizio di Rienzo dialogherà con il regista prima del film e a nome di SNGCI gli consegnerà il premio speciale per la regia del suo docufilm Vangelo, riconoscimento ottenuto nell’ambito dei recenti Premi Nastri d’Argento per il documentario italiano, alla cui premiazione del 3 marzo in Roma Pippo Delbono non ha potuto essere presente 

17:41 28/03

di Redazione

Commenta

"Pascià": Peppe Lanzetta e Federico Salvatore al Lendi

È quasi in chiusura la stagione del Lendi in via A. Volta 176 (Strada Provinciale Grumo Nevano-Sant’Arpino). Da domani, mercoledì 29 marzo (in replica giovedì 30 marzo e venerdì 31 marzo), sul palcoscenico del teatro diretto da Francesco Scarano arriva il duo Peppe Lanzetta e Federico Salvatore con “Pascià – ‘A nuttata ancora adda passà”. Ad aprile, ultimo spettacolo con Nino D’Angelo e “Io senza giacca e cravatta” (4, 6 e 7 aprile), in sold out. “Pascià” è un musical di Peppe Lanzetta, da un progetto di Gaetano Liguori, scritto con Gaetano Liguori, Edoardo Guadagno e Rosario Minervini. In palcoscenico un cast che vede la partecipazione straordinaria di Caterina De Santis e Davide Ferri. Live rap e percussioni, Ciccio Merolla con Danceworksballet.

17:39 28/03

di Redazione

Commenta

Il 70% dei giovani sono inconsapevoli della gravità del bullismo e della violenza

"Secondo il 70% del campione - spiega l'esperta - questi atti vengono messi in atto di solito per curiosità. Secondo le risposte raccolte, chi agisce con violenza fisica e verbale su un'altra persona, chi maltratta i genitori, chi mette in pericolo la propria vita e quella degli altri lo fa perché queste azioni danno eccitazione; oppure si mettono in pratica tanto per fare qualcosa e vedere la reazione nell'altro. Sul fronte uso di droghe le risposte sono poi molto pericolose. La maggior parte dei giovani sostiene che usare droghe sia normale", dice Vinciguerra, anche docente presso l'Università Ludes di Lugano. "I giovani credono che queste azioni sia sempre esistite ma che adesso siano più conosciute da quando si dispone di Internet che ha aperto un mondo - spiega l'esperta - Solo il 30% dei giovani ravvede in questi atti comportamenti socialmente inadeguati e pericolosi e tende a dare la responsabilità all'esterno. Nella fascia di età tra i 25-45 anni, l'80% di coloro che hanno risposto al sondaggio considera i comportamenti di cui a​bbiamo​ parlato in precedenza come qualcosa di negativo e pericoloso ma tende a considerarli bravate, di cui i social sono i maggiori responsabili". Queste persone "non si dicono allarmate rispetto al diffuso uso delle droghe e solo il 20% del campione in questa fascia di età pensa che si dovrebbero fare corsi ai genitori per migliorare la loro capacità nel gestire la crescita dei figli".

16:24 28/03

di Redazione

Commenta

Pagine

Rubriche

I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
SEX AND NAPLES
di Mariagrazia Poggiagliolmi
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano