Mercoledì 22 Agosto 2018 - 3:18

«La scuola non vuole tacere», flash mob alla De Amicis dopo gli insulti

NAPOLI. “La scuola non vuole tacere: parla e chiede aiuto". Si legge così sullo striscione che questa mattina le maestre della scuola elementare De Amicis hanno srotolato davanti all'istituto, in segno di solidarietà alla collega oggetto delle scritte offensive lasciate sui muri. Con le maestre, ha partecipato al flash mob anche il personale amministrativo della scuola e i tanti genitori che questa mattina hanno accompagnato i bambini a scuola. «La frase che vedete - ha spiegato la dirigente Adelia Pelosi - è stata scritta da uno dei nostri bambini. Per questo ci piace ancora di più stare qui stamattina ed esporre questo striscione. Chiediamo aiuto per la scuola, non solo per la nostra ma per tutte le scuole. Vorremmo sentire la società più vicina a quello che noi facciamo. L'impressione che abbiamo e che la scuola sia rimasta sola a fare percorsi di responsabilità e rispetto. Abbiamo intorno a noi modelli terribili - ha concluso - ma resistiamo».