Mercoledì 22 Novembre 2017 - 3:04

Crac Novaceta, chieste condanne per Lettieri e il figlio

L'imprenditore: «Estranei ai fatti contestati, accuse destituite di ogni fondamento»

MILANO. Nell’ambito del processo in corso a Milano per il crac della Novaceta Spa, il pm Bruna Albertini ha chiesto la condanna a 9 anni di carcere per l’imprenditore napoletano Gianni Lettieri. Per Giuseppe Lettieri, figlio dell’ex candidato a sindaco di Napoli per il centrodestra ed ex capo dell’opposizione in consiglio comunale, il pm ha chiesto 4 anni di reclusione. La vicenda riguarda il crac della Novaceta Spa, poi diventata BembergCell, storica azienda di Magenta e leader nella produzione di filo acetato in Italia e nel mondo. «Le accuse sulla gestione di Novaceta Spa negli anni 2007-2009, rivolte a me e mio figlio, sono destituite di ogni fondamento. Siamo estranei ai fatti contestati e dimostreremo di aver agito nell’esclusivo interesse dell’azienda. Sottolineiamo che abbiamo investito 25 milioni di euro per acquisire questa azienda su espressa autorizzazione del Tribunale di Milano. Nulla abbiamo a che vedere con la precedente gestione della Bembergcell e questa, come tutte le altre circostanze, verranno correttamente ed opportunamene dimostrate al Tribunale, nel quale riponiamo come sempre la massima fiducia per la corretta ricostruzione dei fatti» dice Lettieri

 

22:01 2/11

di Redazione


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

REPORTACI
di Automobile Club Napoli
RICETTE E CURIOSITÀ: ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ: ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica