Venerdì 21 Luglio 2017 - 8:55

La Dry & Bitter Brewing Company va in scena a Napoli

Questa sera, il birrificio artigianale di Copenaghen fa il suo debutto in duo con la partenopea birroteca Hoppy Ending

William Shakespeare chiudeva il sipario del 1500 con un "Sogno di una notte di mezza estate", Eduardo De Filippo lo alzava nuovamente, nel 1936, con un "Sogno di una notte di mezza sbornia". Questa sera (10 luglio) il birrificio danese Dry & Bitter Brewing andrà in scena a Napoli in duo con la storica birroteca del vomero (via Santa Maria della Libera) Hoppy Ending presentando, in una serata d'estate, un sogno da "mezza sbornia".
Per l'occasione Paolo Golia e Antonio Romanelli attaccheranno tutte le loro spine alle birre di Dry & Bitter accendendo ancora una volta la luce sul proscenio del mondo brassicolo artigianale.
Alla serata prenderà parte anche Søren Wagner (uno dei due soci del birrificio, l'altro è Jay Pollard).
Ho già avuto modo di evidenziare in altre occasioni come il mondo della birra sia in Italia ancora troppo legato al mercato dei grandi numeri industriali che troppo spesso falsano la qualità di un prodotto vario e dalla millenaria storia (le prime produzioni si fanno risalire ai Sumeri e agli Egiziani). Come controaltare, in questi ultimi anni, sono nati innumerevoli microbirrifici, che cavalcando una nuova "moda" crescente, hanno immesso sul mercato prodotti non sempre all'altezza delle aspettative. Il pregio e il plauso che va fatto a Hoppy Ending è di riuscire a operare  con competenza una selezione di birre, garantendo sempre, come in questa sera,  per qualità e varietà, birre d'eccellenza. Marco Sica

10:38 10/07

di Redazione


Inserisci un commento

Rubriche

REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale