Mercoledì 23 Gennaio 2019 - 23:00

Blitz in opificio, metà dei lavoratori sono a nero

Sequestrati locali e produzione per oltre 100.000 euro a Grumo Nevano, nei guai il titolare

GRUMO NEVANO. Nel corso di un servizio di controllo straordinario del territorio finalizzato a contrastare violazioni alle norme in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro e lo sfruttamento del lavoro nero, i carabinieri della stazione  di Grumo Nevano insieme a colleghi e a dipendenti dell’Ispettorato del lavoro di Napoli hanno denunciato un cingalese 28enne, titolare di una ditta produttrice di giacche e pantaloni da uomo. All’interno della sua attività produttiva sono stati trovati 12 lavoratori, di cui 7 risultati a nero; uno era senza permesso di soggiorno. Analizzando la documentazione è inoltre emerso che non era stato redatto il documento di valutazione dei rischi per i lavoratori e che le attrezzature non erano conformi alle norme vigenti: requisiti non conformi dei locali e dei macchinari in ordine a salute e sicurezza, mancanza dei dispositivi di protezione individuali, omissione dell’invio dei lavoratori alle previste visite mediche e delle informazioni circa i rischi per la salute. Comminate sanzioni penali e amministrative per complessivi 38.000 euro. Locale, attrezzature e capi di abbigliamento sottoposti a sequestro.

16:13 10/01

di Redazione


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

REPORTACI
di Automobile Club Napoli
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale