Sabato 20 Gennaio 2018 - 18:25

Castellammare. Inps come un girone dantesco per clienti e dipendenti

Mattinata d'attesa agli sportelli per decine e decine di cittadini. Ma la rete web è inadeguata alle istanze presentate e spunta un avviso: l'informazione all'utenza potrebbe non essere garantita

CASTELLAMMARE DI STABIA. Entrare nella filiale dell’Inps di via Savorito a Castellammare di Stabia, è come entrare in un girone dell’Inferno dantesco. 
Si comincia dall’esterno, con le difficoltà a trovare un parcheggio per i numerosi utenti che devono obbligatoriamente dotarsi di un proprio mezzo di trasporto perché la sede è in una zona periferica della città, irraggiungibile a piedi, a meno che non si abiti già nei pressi.
La battaglia degli automobilisti per entrare nel vicolo e quella di uscire, una volta che si è portata a termine la propria commissione, si ingaggia con gli insegnanti della scuola superiore che ha sede nella stessa strada. 
E non manca il parcheggiatore abusivo che stende la mano per approfittare degli spazi scarsi per la sosta. Davanti alla sede dell’Inps di Castellammare di Stabia è un continuo strombazzare e imprecare, a maggior danno degli abitanti che devono sopportare ogni giorno questa bolgia indecorosa. Una volta dentro la sede, ci si deve misurare con la pazienza e la comprensione. Pazienza per le attese interminabili. C’è chi arriva alle 8, ma alle 13 non riesce ancora ad accedere agli sportelli. E la comprensione, per gli addetti, che si misurano con una platea arrabbiata e stanca. Ieri mattina, alle 13, è spuntato un cartello emblematico: “AVVISO: Si comunica che a causa di un malfunzionamento delle procedure informatiche, l’informazione all’utenza - oltre a subire forti rallentamenti - potrebbe non essere garantita. Si rappresenta altresì, che, per motivi di sicurezza, in considerazione dell’elevato numero di utenti in attesa, l’erogazione dei numeri potrebbe essere sospesa”. Ieri mattina, decine e decine di sfortunatissimi utenti in attesa di essere ricevuti agli sportelli, sono rimasti con un palmo di naso. I dipendenti dell’Inps si attengono alla sequenza della numerazione assegnata, ma, nel contempo, sono costretti a fare qualche eccezione, per favorire chi è portatore di disabilità. E, allora il livello di tensione sale. Il vociare è assordante, l’aria irrespirabile. I lentissimi collegamenti alla rete, per ogni singola pratica, rivelano che l’Inps - a livello nazionale - è dotata di una rete web inadeguata all’affollamento di istanze che afferisce ogni giorno alla sua piattaforma. Per cittadini e dipendenti, spremuti come limoni, è un inferno quotidiano. 

09:45 10/01

di Rosa Benigno


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica