VICO EQUENSE. Da Napoli in Penisola sorrentina a caccia di impianti stereo. Carabinieri arrestano 2 giovani. In un giorno avevano depredato tre auto. I Carabinieri della Stazione di Vico Equense, coadiuvati in fase esecutiva da colleghi di Napoli, hanno dato esecuzione a un’Ordinanza di Custodia Cautelare ai domiciliari emessa dal Gip di Torre Annunziata. Arrestati Luciano Branni, un 27enne già noto alle forze dell'ordine e detenuto a Poggioreale per altra causa e il suo complice Giovanni Focaccio, 26enne, anch’egli già noto alle forze dell'ordine. Indagini svolte dalla Stazione di Vico Equense anche tramite l’analisi di filmati di videosorveglianza pubblici e privati forniscono inconfutabili indizi di colpevolezza dei due che il 1° marzo, di giorno, dopo essere giunti in zona a bordo di una Musa avevano preso a girare per il paese e adocchiato tre vetture parcheggiate in punti diversi. Poi, in un caso rompendo il deflettore lato guida e negli altri due impedendo la chiusura a distanza con qualche sistema elettronico in via di accertamento, avevano rubato dalle auto altrettanti impianti stereo completi di navigatore satellitare, un iPad e altro materiale, per un valore complessivo di circa 2.500 euro. Dopo le formalità di rito Branni è rimasto rinchiuso nella Casa Circondariale mentre Focaccio è stato sottoposto ai domiciliari nella sua casa di residenza.