NAPOLI. «Da piccolo mi hanno sempre detto che una donna non si tocca nemmeno con un fiore. E allora, io dico che chi dà uno schiaffo ad una donna è uno stronzo. Perché a quello schiaffo ne seguirà un altro e un altro ancora. L'amore non è violenza, non sono costole rotte, labbra livide. L'amore è solo amore». Non ha usato mezzi termini, nella sua omelia, don Antonio Loffredo, parroco della chiesa di San Vincenzo nel Rione Sanità dove si sono celebrati i funerali di Fortuna Bellisario, uccisa a botte dal marito: «L'amore non lascia lividi. Alle donne dico: se siete in difficoltà, denunciate». La bara era ricoperta da un grande striscione con la sua foto. All'uscita è stata portata in spalla dalle donne e salutata da un lungo applauso dai presenti che in coro hanno gridato «Giustizia, giustizia».