NAPOLI. In serata il Presidente Sergio Mattarella ha fatto visita al parroco della chiesa di San Giuseppe e Madonna di Lourdes, padre Modesto Bravaccino. La chiesa si trova nel quartiere di San Giovanni a Teduccio. A poca distanza dalla parrocchia, precisamente all'incrocio tra via Sorrento e via Ravello, lo scorso 9 aprile è avvenuto l'agguato nel quale è stato ucciso il 57enne Luigi Mignano davanti agli occhi del nipotino di 3 anni, e ferito il figlio di Luigi, Pasquale, 32 anni.  

Mattarella a Napoli, l'arrivo a sorpresa a San Giovanni a Teduccio

CONDIVIDI:

LA MESSA NELLA CHIESA DEL RIONE VILLA.  Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha partecipato in forma privata alla messa celebrata oggi pomeriggio nella parrocchia San Giuseppe e Madonna di Lourdes nel Rione Villa. Mattarella ha raggiunto a sorpresa la chiesa poco prima delle 18: tra i fedeli presenti all'interno della parrocchia erano presenti anche alcuni parenti di Luigi Mignano, il 57enne ucciso in un agguato lo scorso 9 aprile avvenuto a pochissima distanza dalla chiesa, tra via Sorrento e via Ravello, davanti al nipotino di 3 anni e nel quale è rimasto lievemente ferito il figlio Pasquale di 32 anni. Don Modesto Bravaccino, che questa mattina ha celebrato i funerali di Mignano, ha dedicato all'accaduto un passaggio della sua omelia. Al termine della funzione, il parroco ha ospitato nelle sale interne della chiesa il Capo dello Stato per un incontro durato pochi minuti, durante il quale Mattarella lo ha ringraziato per l'omelia e ha chiesto informazioni sulla situazione del quartiere. Don Modesto Bravaccino gli ha parlato della marcia che si terrà nel quartiere San Giovanni il prossimo 16 maggio, alla quale parteciperanno le associazioni attive sul territorio, dal titolo "Io non ci sto all'abbandono", e che richiama il titolo della marcia che si è tenuta l'anno scorso contro le "stese" di camorra.