Lunedì 29 Maggio 2017 - 8:12

Omicidio di Emanuele Sibillo, presi mandanti ed esecutori

Cinque arresti nel clan Buonerba per la faida di Forcella. Chiariti anche tre tentati omicidi

NAPOLI. Risolto il caso dell'omicidio di Emanuele Sibillo (avvenuto il 2 luglio 2015) e di tre tentati omicidi tutti riconducibili alla faida di Forcella tra i Giuliano-Sibillo e i Mazzarella-Buonerba. I poliziotti della sezione della Squadra mobile partenopea hanno dato esecuzione ad un’ordinanza, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia nei confronti di cinque soggetti della famiglia Buonerba, legata al clan Mazzarella. I reati contestati a vario titolo sono omicidio, tentato omicidio, detenzione e porto illegale di arma da fuoco, tutti con l'aggravente mafiosa. I fatti delittuosi si collocano nell’ambito della faida tra opposte strutture criminali operanti nel quartiere Forcella che, a partire da giugno 2015, è stata caratterizzata da omicidi, agguati e conflitti a fuoco, nonché da azioni armate a scopo dimostrativo eseguite a bordo di motocicli all’interno dei vicoli del centro storico, finalizzate ad ostentare, anche nei confronti degli abitanti del quartiere, la supremazia criminale e la capacità di controllare il territorio.

11:01 16/05

di Redazione


Inserisci un commento

Rubriche

I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
DIRITTI&LAVORO
di Carlo Pareto
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
DIRITTI&LAVORO
di Carlo Pareto