FRATTAMAGGIORE. Racket a negozio appena aperto, fermati due uomini vicini ai clan su provvedimento della Dda. I carabinieri della Compagnia di Giugliano fermato due uomini per estorsione e porto illegale di armi aggravati da metodo e finalità mafiosi essendo i 2 ritenuti vicini alla criminalità organizzata attiva a Frattamaggiore, Frattaminore e Cardito. Vittima della richiesta estorsiva è il proprietario di un negozio aperto da poco a Frattamaggiore che dopo la "visita" dei due ha subito presentato denuncia ai carabinieri. I due erano entrati nel negozio circa un mese fa poco dopo l’inaugurazione e, presentandosi come coloro che “comandano” in quell’area e minacciando i titolari con una pistola, avevano avanzato la richiesta estorsiva anticipando che sarebbero tornati anche a Natale, Pasqua e Ferragosto.
I militari sono giunti all’identificazione degli indagati e alla ricostruzione degli eventi grazie alle testimonianze di alcune persone presenti ai fatti ed all’analisi delle immagini registrate dalla videosorveglianza del locale.