NAPOLI. I Carabinieri del nucleo operativo Vomero hanno eseguito due ordinanze di custodia cautelare emesse dai gip del Tribunale di Napoli e del Tribunale per i minori di Napoli nei confronti di 7 giovani ritenuti i responsabili della rapina ai danni di un garage dal quale hanno portato via 5 auto, 200 euro e un apparato del sistema di videosorveglianza. I destinatari delle ordinanze sono 6 maggiorenni e un minorenne. Le indagini dei militari hanno preso il via dopo la commissione, lo scorso 2 novembre, di una rapina ai danni di un garage del quartiere Arenella e hanno permesso di individuare e recuperare le 5 auto rubate, di identificare i componenti il gruppo di rapinatori e di delineare i ruoli di ognuno dei 7, grazie anche alla visione dei video estrapolati da svariati impianti di videosorveglianza installati nella zona. Nei video si vede il gruppo di rapinatori che viene accompagnato in auto da un complice nei pressi di un garage. Dopo essersi coperti il viso fanno irruzione all'interno del garage minacciando con una pistola a tamburo il dipendente in servizio notturno, costretto a sdraiarsi a terra e subito dopo chiuso a chiave nel bagno. Neutralizzato il guardiano, i malfattori selezionano i veicoli da rapinare e vi saltano a bordo dandosi alla fuga immediatamente dopo aver razziato l'incasso, circa 200 euro. Nella fase di uscita dal garage incrociano anche il proprietario di una delle vetture che stanno portando via, ma lo sfortunato non riesce a capire che si tratta di una rapina, anche quella della sua vettura, e lascia fare pensando di essere capitato nel momento di una "rotazione" per guadagnare spazio.