NAPOLI. La commissione presieduta da Marco Gaudini ha incontrato oggi il dirigente di Ricerca e sviluppo di Asìa, Stanganelli, e la dottoressa Sivo, neo direttore centrale di Ambiente, per un aggiornamento su contenuti e date della imminente estensione ad altri 160mila abitanti della raccolta differenziata porta a porta e il suo rilancio in zone già servite, per ulteriori 45mila abitanti. Esaminate in particolare le problematiche riguardanti i Quartieri Spagnoli e in generale la Seconda Municipalità, per la quale è stato presente l'assessore municipale Marino. Con la delibera di Giunta dello scorso 17 maggio, che rende possibili protocolli e convenzioni da stipulare per realizzare il piano elaborato da Asìa ed accedere al finanziamento regionale, ha spiegato il presidente Gaudini in apertura, e grazie anche allo sforzo sia tecnico che di natura economica dell'azienda dei rifiuti, una ulteriore larga fetta di territorio sarà coperta dalla raccolta differenziata porta a porta, con un miglioramento quantitativo e qualitativo della stessa, un passo importante sulla strada del corretto ciclo dei rifiuti. Oggi ha partecipato alla riunione anche la dottoressa Roberta Sivo, da poco alla direzione centrale dell'Ambiente; c'è stata una accelerazione, ha assicurato, sugli atti amministrativi che sono a valle della delibera di Giunta, tra questi la bozza di convenzione che permette l'assegnazione di nuova forza lavoro alla raccolta differenziata con circa 240 ex dipendenti dei consorzi di bacino.