Sabato 16 Febbraio 2019 - 14:42

Rioni bunker e raid, ecco dove si vive nel terrore

Viaggio nei altri quartieri della città a rischio attentato di cui nessuno parla

di Fabio Postiglione

NAPOLI. Le bombe di Forcella fanno paura e rumore ma ci sono più quartieri a Napoli che sono diventate polveriere negli ultimi mesi e negli ultimi anni. Da una parte l’azione incisiva delle forze dell’ordine che ha messo ko interi clan, dall’altro la voglia di emergere di gruppi di ragazzini più o meno violenti che nulla hanno a che fare con i clan strutturati. E allora ci sono più zone della città che sono instabili e che vivono alla ribalta delle cronache a causa di continue emergenze dovute alla sicurezza. Zona orientale, occidentale, nord e sud di Napoli. La frammentazione della camorra porta a questi risultati. Sono dieci le zone a rischio, le altre Forcella che sono finite nel mirino della criminalità organizzata. Zone in cui vige il coprifuoco e che, a meno di fatti eclatanti, non avranno le prime pagine dei giornali nazionali, a stento forse quelle locali. Eppure soffrono e le tantissime persone perbene fanno fatica a restare serene. E rassegnate ci hanno quasi fatto l’abitudine. 

CONTINUA A LEGGERE SUL GIORNALE ONLINE

16:14 19/01

di Redazione


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno