NAPOLI. «Oggi è stato certificato il 41bis per Marco Di Lauro». Lo ha detto il ministro dell'Interno Matteo Salvini, a Napoli per il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica. «Le forze dell'ordine lavorano per individuare finanziamenti e appoggi in questi 14 anni di latitanza. Sono stati dati colpi sostanziosi a 14 clan della città e della provincia, e altre operazioni di ripristino della legalità sono in corso d'opera». «Camorra, 'ndrangheta e mafia hanno nel Governo dei nemici - ha aggiunto Salvini - Siamo in battaglia, siamo parte di un percorso che vive un momento felice».

SCAMPIA. «Ad aprile ci sarà il primo atto di demolizione della vela verde di Scampia» ha annunciato Salvini. «Sarà un periodo complicato ma sarei orgoglioso di esserci e di assistere alla restituzione ai cittadini di quell'area», ha aggiunto. 

AUTONOMIA DIFFERENZIATA. «Difficile rispondere all'ignoranza, non conoscono il progetto. Magari qualcuno, da De Luca ad altri che hanno governato prima di lui, è preoccupato perché autonomia fa rima con responsabilità». «Il progetto applica un articolo previsto in Costituzione, non penso che la Costituzione preveda secessione, furti, rapine o scippi. E' un diverso modello organizzativo: se ai cittadini campani va bene l'offerta pubblica che la Regione Campania è in grado di dare oggi nulla cambia. I numeri in sanità dicono che ci sono un milione di italiani che dal Sud vanno a farsi curare al Nord, evidentemente qualcosa non funziona. Se ci sono formiche o malati per terra a Napoli, adesso è sempre colpa degli altri, con l'autonomia, se cose funzionano è merito tuo, se non funzionano è colpa tua». Salvini ha concluso annunciando che invierà «una copia della proposta a De Luca e agli esponenti di Forza Italia che hanno criticato affinché, se devono criticare, conoscano cosa stanno criticando».

MENO REATI RISPETTO ALLO SCORSO ANNO. «In città c'è una riduzione dei reati rispetto all'anno precedente». «L'attenzione che ho per la città di Napoli, la fiducia che ho nei suoi cittadini e la speranza che questa città abbia un futuro sempre migliore, sono rappresentati dal fatto che ho fatto piu comitati per l'ordine e la sicurezza qui che in ogni altra città. A Milano e Roma sono stato una volta, qui tre per comitati formali e altre volte informalmente». 

UNIVERSIADI. «Per le Universiadi non c'è alcun tipo di allarme. Ci sarà un rinforzo della presenza di forze dell'ordine e anche delle forze armate. Ci saranno decine di migiaia di persone, sarà un bellissimo evento che porterà tantissimi giovani a godere di questa città. Vigileremo gli obiettivi che vanno normalmente vigilati».