Domenica 16 Dicembre 2018 - 16:50

L'olio più antico del mondo "scoperto" nei depositi del Mann

Il reperto mostrato da Alberto Angela durante la presentazione di “Stanotte a Pompei"

NAPOLI. Potrebbe essere l'olio d'oliva più antico al mondo, quello ritrovato in una bottiglia di vetro conservata nei depositi del Museo archeologico nazionale di Napoli proveniente da una delle città vesuviane sepolte dall'eruzione del 79 d.C. È stato Alberto Angela, accanto a Paolo Giulierini, direttore del Mann, a mostrare, nel corso della presentazione di “Stanotte a Pompei" (in onda domani su Rai1 in prima serata) il reperto che ha “scoperto" lavorando nei depositi del museo. Le analisi sul reperto sono state affidate a Raffaele Sacco e Gaetano Di Pasquale, ricercatori del Dipartimento di Agraria dell'ateneo Federico II di Napoli. 

19:37 21/09

di Redazione


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)