Domenica 26 Febbraio 2017 - 6:33

Cesaro: «2016 vincente, ora guardiamo più lontano»

Il capogruppo di Fi al consiglio regionale campano: «Esecutivo senza visione strategica e programmazione»

NAPOLI. Presidente Cesaro, si chiude il 2016 si apre un nuovo anno di impegno politico e istituzionale in Consiglio Regionale. Qual è intanto il suo bilancio?

“Abbastanza positivo. Abbiamo un gruppo consiliare forte e coeso, col quale abbiamo svolto un’attività di opposizione alla giunta De Luca decisa, mai urlata e condotta sempre nell’interesse dei cittadini. Abbiamo portato avanti proposte concrete alcune delle quali con successo”.

Qualche esempio?

“Penso all’approvazione di importanti interventi viari e di sicurezza dell’Asse Mediano a Nord di Napoli, la battaglia grazie alla quale abbiamo bloccato l’aumento indiscriminato delle tariffe idriche, l’introduzione di un efficace sistema di controllo dell’operato dei Direttori Generali delle Asl e delle Aziende Ospedaliere. Successi che portano tutti la nostra firma. Ma molto intensa è stata anche l’attività ispettiva che ci ha visti protagonisti di decine e decine di interrogazioni grazie alle quali sono emerse le insufficienze del governo regionale che spesso è dovuto correre ai ripari. Abbiamo smascherato i privilegi concessi, come le tanto conclamate auto blu, ai consiglieri del presidente De Luca; mettendo in difficoltà la maggioranza di governo che in alcun modo sta riducendo i costi della politica”.

Lei è tra i più giovani consiglieri dell’assemblea legislativa campana, qual è stato il suo impegno per le future generazioni?

“Ho dato un rilevante contributo alla nuova legge per il diritto alla studio, ho portato e continuerò a portare avanti la battaglia per l’introduzione del principio di equità generazionale nel nostro ordinamento regionale. Il governo De Luca continua ad operare scelte che penalizzano il futuro dei nostri giovani. Noi invece vogliamo riconoscere ai giovani, per legge, le stesse opportunità di cui hanno goduto chi li ha preceduti. In altri termini, come è accaduto per le quote rosa, vogliamo che vengano riservati agli under 35 spazi ad hoc negli enti e, se possibile, quote di riserva anche nei bandi e nei concorsi regionali”.

L’anno che verrà è alle porte, quali le priorità sue e del gruppo di Forza Italia?

“C’è bisogno di una visione strategica e di una programmazione, che manca a questo governo regionale, che realizzi la Campania che vogliamo. Per ora, come ha dimostrato anche la vicenda dei saldi che avremmo potuto far partire già il 2 gennaio scorso, continuiamo ad omologarci alle scelte degli altri senza imporre le nostre specificità. Tutto questo si chiama miopia politica e danneggia solo la Campania. Non a caso con De Luca la sanità campana è all'ultimo posto d'Italia”.

Prossimo obiettivo concreto?

“Tagliare di almeno il 20% la Tari,la tassa sui rifiuti che, come abbiamo dimostrato nell’ultima seduta di Consiglio dedicata alla manovra finanziaria, ha un surplus di circa 80 milioni di euro che possono essere tranquillamente risparmiati ai cittadini”.

16:52 6/01

di Redazione


Inserisci un commento

Rubriche

LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
DIRITTI&LAVORO
di Carlo Pareto
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano