Giovedì 13 Dicembre 2018 - 6:03

Cr8, giovedì de Magistris da Gentiloni

Il sindaco: "Mi ha assicurato che sta seguendo personalmente la questione ed entrambi abbiamo auspicato che si possa chiudere definitivamente la questione"

NAPOLI. "Stamattina la segreteria di Palazzo Chigi ha contattato il mio Capo di Gabinetto, Attilio Auricchio, per fissare un incontro sul debito CR8 a Palazzo Chigi giovedì prossimo. Oggi pomeriggio mi ha chiamato il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni con il quale mi sono intrattenuto in un cordiale colloquio telefonico. Non avevo dubbi che mi avrebbe richiamato vista la sua tradizionale correttezza istituzionale. Mi ha assicurato che sta seguendo personalmente la questione ed entrambi abbiamo auspicato che giovedì, a Palazzo Chigi, si possa chiudere definitivamente la questione con il via libera per l'eliminazione dell'intero pignoramento delle casse del Comune di Napoli". Lo rende noto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris.

Stamattina, all'inaugurazione dell'anno giudiziario al Tar, il sindaco ha dato appuntamento al 10 aprile a Roma, precisando che cercava da ieri di contattare il presidente Gentiloni. "Il rispetto formale si deve sempre ma la voce si deve alzare, anche alta, quando alcuni provvedimenti o alcune sentenze sono errate, sono ingiuste e provocano anche danni enormi, come meteoriti che si abbattono sul territorio. Più passa il tempo, più sono indignato per quello che sta accadendo". Così il sindaco torna sulla sentenza dellè sezioni riunite della Corte dei Conti riguardo il bilancio 2016 del Comune di Napoli. "Siamo al paradosso formale", afferma il primo cittadino, "non solo per un cavillo burocratico continuiamo a trascinarci questo debito di 100 milioni che dovrebbe pagare lo Stato ma ci bloccano la cassa e ci applicano una sanzione di 100 milioni".  "La nostra indignazione non si fermerà mai", prosegue de Magistris "è da ieri che cerco il presidente Gentiloni". "Chi dice che abbiamo torto sulla questione del debito, e non parlo dei giudici, è in mala fede". A chi fa notare al primo cittadino che alcuni esponenti di Forza Italia dicono che de Magistris dovrebbe fare un passo indietro, il leader di demA risponde; "per adesso hanno avuto una sonora sconfitta alle elezioni politiche, sono stati battuti per l'amministrazione, quando fra tre anni si andrà a votare, se riescono di fanno eleggere. Quello che posso dire è che in tanti anni, da parlamentari, non hanno fatto nulla perché questo debito non cadesse sulla testa dei napoletani". "Gli attacchi personali a me fanno solo piacere", conclude il primo cittadino, "di questo parleremo tutti i giorni. Prossimo appuntamento è il 10 aprile a Roma".

16:25 9/03

di Redazione


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno