Sabato 20 Ottobre 2018 - 6:36

Salvini a Fi: sulla legge Fornero basta indecisoni

Il leader della Lega: va cancellata

ROMA. "Mi preoccupa l'indecisione di Forza Italia sulla legge Fornero...non c'è niente da discutere, è una legge ormai riconosciuta sbagliata dall'Universo. A parte il fatto che nella bozza dell'accordo c'era scritto 'azzeramento', vogliamo fare uno sforzo ulteriore? Berlusconi dice 'ne cancelleremo gli aspetti negativi'? Fatto salvo che io la legge me la sono letta e ce l'ho sulla pelle, io gli aspetti positivi ancora non li ho trovati, ma neanche uno. Quindi, volendo raggiungere un accordo e dialogare, mi aspetto che Berlusconi mi dica un solo aspetto positivo di questa legge. Se c'è un aspetto positivo io sono contento e sono pronto a cambiare idea". Così il segretario della Lega Matteo Salvini, ospite di "Circo Massimo" su Radio Capital. Su Berlusconi che ritiene di non dover abbassare l'età pensionabile, Salvini afferma: "E' evidente che Berlusconi dica che lui a 81 anni lavora ancora 12 ore al giorno. Non obbligo nessuno a lasciare il lavoro ma tu, se dopo 41 anni decidi di averne abbastanza, hai maturato il sacrosanto diritti di riavere indietro i soldi che tu hai versato". E a chi dice che non ci sono le coperture per poter cancellare la legge Fornero, Salvini risponde: "Quelli sono soldi degli italiani, prestati dai lavoratori" e "quegli ipotetici 20 miliardi di costo per mandare in pensione chi vuole andare in pensione significano consumi, acquisti, spese, iva e tasse...e questi sono soldi che i pensionati spendono. La legge Fornero è sbagliata e va cancellata. Punto. Su questo con Berlusconi ci metteremo d'accordo. Assolutamente". Salvini torna poi sulla questione vaccini dopo il botta e risposta di ieri con il ministro della Salute Beatrice Lorenzin: "Sono favore dei vaccini ma di una scelta responsabile. I vaccini sono utili, servono, ma siamo l'unico paese al mondo che ne ha adottati dieci obbligatoriamente. L'Italia, fino all'anno scorso, non mi sembra fosse in preda alle pestilenze. Il Veneto, ad esempio, che non aveva alcun obbligo vaccinale, era una delle regioni italiane con la copertura più completa". "Ripeto, sono utili, ma c'è un dibattito scientifico aperto perché ci sono anche delle contro indicazioni, se almeno lo Stato mi passasse gratuitamente delle analisi pre vaccinale, lo dico da genitore, sarei più rassicurato. Insomma passare da 4 a 10 vaccini e nemmeno in modo graduale. Anche bere un bicchiere di vino fa bene, ma se di vino te ne bevi due fiaschi, voglio vedere come ti senti, è un bel problema". "C'è un dibattito aperto, ben al di sopra di Salvini e Renzi. Il mondo scientifico e medico non è unanimemente d'accordo e dice 'non così tanti e non così in fretta'. Che facciamo? Ci affidiamo a quel venditore di pentole di Renzi?", ha domandato in conclusione. Sulla corsa alla Regione Lombardia, Salvini parla poi del candidato scelto dal centrodestra: "Attilio Fontana è il candidato unitario della coalizione e viene presentato oggi ufficialmente a Milano. Non c'è alcun dubbio. Non sottovaluto nessun avversario ma siamo 10 punti avanti. Noi con Fontana in Lombardia vinciamo tranquillamente". E sulla coalizione afferma: "Berlusconi dice che Fi sarà il primo partito del centrodestra? Cosa deve dire? Se lo chiedete a Renzi, anche lui dirà che il Pd vincerà le elezioni. Un conto sono i desideri un conto è la realtà. Io invece sono convinto che vinceremo noi e che la Lega sarà il primo partito".

11:26 11/01

di Redazione


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli