Mercoledì 26 Settembre 2018 - 7:09

Tensione M5S, Fico ancora giù dal palco di Rimini

Il deputato campano non parlerà neanche oggi

ROMA. Clima sempre più teso tra i vertici del Movimento 5 Stelle e l'ala ortodossa guidata da Roberto Fico. Nemmeno oggi, a quanto si apprende, il deputato campano dovrebbe parlare dal palco di 'Italia 5 Stelle'  - la kermesse riminese dove, con ogni probabilità, Luigi Di Maio sarà proclamato candidato premier del Movimento.

Fico era stato inserito nella scaletta di ieri ma - riferiscono persone vicine a lui - avrebbe deliberatamente deciso di dare forfait, proseguendo la sua protesta silenziosa nei confronti della gestione della vicenda primarie e soprattutto della scelta di conferire al futuro candidato premier del Movimento i poteri del capo politico.

Ad ogni modo Fico, che è arrivato a Rimini nella tarda serata di venerdì, dovrebbe comunque essere presente alla festa: un'occasione per rompere finalmente il silenzio e chiarire la sua posizione.

TONINELLI - "Ho voglia di vederlo, di abbracciarlo e anche di ascoltarlo: questa è una grande famiglia, non ci sono i singoli. Lui sarà qua e sarà felice come tutti noi di riabbracciarci" dice Danilo Toninelli, parlando con i cronisti a Italia 5 Stelle di Roberto Fico.

Ci sarà una scissione dell'ala ortodossa? "Scissione è una parola che non esiste nel Movimento, perché il programma non si scinde, le idee non si scindono. Questa è una grande festa, un grande abbraccio collettivo. Quindi evitiamo di dire stupidaggini come quella parola lì", risponde.

SIBILIA - Riferendosi sempre alle polemiche scatenate dall'assenza di Fico, il deputato pentastellato Carlo Sibilia all'AdnKronos dice: "Rispolverando la mia laurea in biotecnologie, mi viene da dire che la partecipazione nelle scelte è il Dna del Movimento. Il Movimento - sottolinea - non lo puoi mutare geneticamente. E tantomeno privare del suo Dna. Dell'animo e del cuore. Altrimenti è destinato a scomparire".

"Queste giornate devono darci la spinta e la forza per aumentare il nostro equilibrio e la condivisione. Se vogliamo governare, non abbiamo altra scelta che aggrapparci al nostro Dna. E' questa la strada", conclude il parlamentare avellinese, ex membro del direttorio.

GRILLO - Intanto, a sorpresa, è stato Beppe Grillo ad aprire la seconda giornata cimentandosi, sul palco della kermesse, nell'esecuzione di alcuni brani country e rock anni '70.

13:54 23/09

di Redazione


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRE IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno