Martedì 19 Settembre 2017 - 17:31

Legge Severino, il legale di De Luca: «A lui non si applica»

NAPOLI. La legge Severino non è applicabile a Vincenzo De Luca. È la tesi sostenuta dall'avvocato amministrativista Lorenzo Lentini, uno dei legali del neo governatore della Campania. «La legge - dice all'Agi - prevede la sospensione solo per le sentenze di condanna non definitive che sopravvengono all'elezione e non pure per quelle precedenti alle elezioni. Nessuna sospensione, in ogni caso può essere applicata prima della proclamazione e dell'insediamento che segnano il momento della assunzione della carica». 

Salerno, sequestrato cantiere di Porta Ovest

SALERNO. Un provvedimento di sequestro probatorio è stato eseguito in mattinata dagli agenti della Direzione investigativa antimafia nell'area del cantiere Porta Ovest a Salerno. Sul posto sono ancora in corso accertamenti degli uomini della Dia, diretti dal vicequestore Antonio Galante, e della polizia Scientifica. I sigilli sono stati apposti sia nell'area di via Ligea, sia in quella di via Sorgente, dove sono in costruzione due gallerie. Il sequestro rientra in una indagine coordinata dal procuratore Corrado Lembo, su cui c è ancora riserbo. L'opera di Porta Ovest, finanziata per 150 milioni di euro dall'Unione europea, collegherà con un sistema di gallerie porto commerciale e svincolo autostradale della Napoli-Salerno. È uno dei cantieri voluti da Vincenzo De Luca quando era sindaco

De Luca, primo atto da governatore: denuncia la Bindi

NAPOLI. Vincenzo De Luca si mette già al lavoro e come primo atto da governatore querela Rosy Bindi per la vicenda della lista degli impresentabili. Ecco il nuovo consiglio regionale della Campania, confermato anche dal Ministero dell'Interno che ha calcolato i seggi sulla base dei risultati definitivi. In consiglio entrano Vincenzo De Luca (Governatore), Stefano Caldoro e Valeria Ciarambino. 

Circoscrizione Napoli
Pd (9 seggi)
Mario Casillo, Lello Topo, Nicola Marrazzo, Enza Amato, Gianluca Daniele, Loredana Raia, Carmela Fiola, Antonio Marciano, Antonella Ciaramella
Campania Libera (1 seggio)
Tommaso Casillo
De Luca Presidente (2 seggi)
Carmine De Pascale, Alfonso Longobardi
Idv (1 seggio)
Francesco Moxedano
Verdi (1 seggio)
Francesco Borrelli

Forza Italia (5 seggi)
Armando Cesaro, Michele Schiano di Visconti, Maria Grazia di Scala, Ermanno Russo, Flora Beneduce
Caldoro Presidente (1 seggio)
Carmine Mocerino
Ndc (1 seggio)
Pasquale Sommese
Fratelli d'Italia (1 seggio)
Luciano Passariello

Movimento 5 Stelle (5 seggi)
Valeria Ciarambino, Luigi Cirillo, Gennaro Saiello, Luigia Embrice, Tommaso Malerba

 

Circoscrizione Salerno
Pd (2 seggi)
Francesco Picarone, Tommaso Amabile
De Luca Presidente (1 seggio)
Luca Cascone
Campania Libera (1 seggio)
Nerllo Fiore
Psi (1 seggio)
Vincenzo Maraio
Udc (1 seggio)
Maria Ricchiuti

Forza Italia (1 seggio)
Monica Paolino
Fratelli d'Italia (1 seggio)
Alberico Gambino

Movimento 5 Stelle (1 seggio)
Michele Cammarano
 

Circoscrizione Caserta
Pd (2 seggi)
Gennaro Oliviero
Stefano Graziano
Campania Libera (1 seggio)
Luigi Bosco
Campania in Rete (1 seggio)
Alfonso Piscitelli
Centro Democratico (1 seggio)
Filomena Letizia

Forza Italia (1 seggio)
Gianpiero Zinzi
Caldoro Presidente (1 seggio)
Massimo Grimaldi

Movimento 5 Stelle (1 seggio)
Vincenzo Viglione

Circoscrizione Avellino
Pd (1 seggio)
Rosa D'Amelio
De Luca Presidente (1 seggio)
Carlo Iannace
Udc (1 seggio)
Maurizio Petracca
Centro Democratico (1 seggio)
Vincenzo Alaria

Circoscrizione Benevento
Pd (1 seggio)
Erasmo Mortaruolo

Why Not, pignorato il quinto dello stipendio a de Magistris

 NAPOLI. «Non mi hanno mai perdonato di aver avuto il coraggio, da magistrato, di contrastare il sistema, il cancro tra corruzione, mafia e massonerie deviate che influenzano il nostro Paese fino al punto di arrivare al pignoramento di un quinto dello stipendio da sindaco». Lo ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris commentando la sua vicenda giudiziaria alla luce delle indiscrezioni sulla decisione che sarà emessa dalla Cassazione. Il pignoramento è relativo alla condanna in primo grado per l'inchiesta Why not e al risarcimento riconosciuto alla parte lesa.E sulla eventuale nuova sospensione relativa alla legge Severino e la competenza del tribunale ordinario, il sindaco ribadisce: «Sono tranquillo»

Legge Severino, la Cassazione: «Competenti i giudici ordinari»

NAPOLI. La competenza per l’applicazione della legge Severino ai politici condannati è del Tribunale ordinario e non del Tar. Questo è l’orientamento emerso tra i giudici delle Sezioni Unite della Cassazione, presiedute da Antonio Rovelli, chiamati a decidere sul ricorso presentato al “Movimento per la difesa del cittadino” difeso dall’avvocato Gianluigi Pellegrino. Gli ermellini potrebbero depositare le motivazioni entro dopodomani. Tremano, a questo punto, Vincenzo De Luca e Luigi de Magistris, difeso dall’avvocato Lorenzo Lentini. Il primo, se eletto presidente della Regione Campania, potrebbe trovarsi nella poco invidiabile condizione di essere sospeso e di poter sedere a Palazzo Santa Lucia solo tra 18 mesi. Il secondo, invece, sarebbe di nuovo sospeso. Entrambi, per la riammissione, dovrebbe, a quel punto, rivolgersi ad un Tribunale ordinario con il conseguente allungamento dei tempi. 

Regionali, Renzi a Salerno: «Grande impegno per De Luca»

SALERNO. Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, è a Salerno per un tour della città e la manifestazione con il candidato del centrosinistra, Vincenzo De Luca. Simpatico siparietto alla Marina di Arechi. Affacciandosi dalla terrazza ai giornalisti e fotografi che richiamavano l'attenzione del premier chiamandolo sindaco, Renzi si è rivolto con una battuta: «Se chiamate sindaco ci giriamo tutti e tre», riferendosi alla presenza contemporanea anche di De Luca e Napoli. Prima aveva visitato il sito di compostaggio di Sardone e aveva scherzato ancora: «Oggi ci facciamo un album con De Luca». Poi, nel comizio all'Hotel Mediterranea, incalza. «In questa campagna elettorale si sta parlando tanto di candidati in lista e di nomi, ma io sono qui a nome del Pd a dire che i prossimi 10 giorni saranno di impegno totale perché il 31 maggio vinca Enzo De Luca e vinca il Pd».

Regionali, Berlusconi a Napoli: «Caldoro rivincerà»

NAPOLI. «Stefano Caldoro? Lo conosco da molti anni. È un vero galantuomo e sono sicuro che vincerà». A dirlo il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, oggi a Napoli per una manifestazione elettorale a sostegno del governatore. «Ho la sicurezza che Caldoro sarà rieletto Presidente della Campania», dice l'ex presidente del Consiglio. E Caldoro accusa il centrosininistra: «Nel centrosinistra della Campania ci sono sempre gli stessi. Sono quelli del buco della sanità e dell'emergenza rifiuti».

Sassi contro l'abitazione di Caldoro

NAPOLI. Le forze dell'ordine indagano su quanto accaduto questa notte davanti l'abitazione del presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, che è anche candidato del centrodestra alle regionali del prossimo 31 maggio. Ignoti, infatti, hanno lanciato, probabilmente oltre il cancello d'ingresso del palazzo in via Manzoni a Napoli, sassi di non grandi dimensioni contro la sua abitazione. Alcuni hanno danneggiato il parabrezza di vetture parcheggiate nel cortile interno. «Bisogna capire quale sia la natura dell'accaduto - ha commentato il governatore -, anche se non ci saranno risvolti sull'attività istituzionale». Su quanto accaduto indagano i carabinieri.

Regionali: impresentabili, scontro tra i candidati

NAPOLI. Stefano Caldoro (centrodestra), Vincenzo De Luca (centrosinistra), Salvatore Vozza (Sinistra al Lavoro), Valeria Ciarambino (M5S) e Marco Esposito (Mo!) duellano su Sky Tg24. Si parte con la vicenda occupazionale. Inizia Vozza: «Obiettivo è abbassare del 5 per cento disoccupazione generale e del 20 quella giovanile, abbassando anche le addizionali». La Ciarambino rilancia il reddito di cittadinanza: «Lo attiveremo a livello regionale, con 500 euro al mese ai bisognosi». Per Esposito «il fondamento è quello di dare vantaggi a chi vuole investire in Campania». Caldoro ricorda che c’è «un problema nazionale, ma noi abbiamo più occupati tra i giovani e abbiamo messo in campo mille cantieri. Sono d’accordo con reddito cittadinanza ma coprirlo, magari con i fondi Ue». Dal canto proprio, De Luca ricorda che «obiettivo è l’aumento dell’occupazione giovanile, ora in Campania c’è una bomba sociale. È necessaria una forte azione di sburocratizzazione in tutti i settori». Il clima si scalda sul caso degli impresentabili. «Nel Movimento 5 Stelle non ci sono impresentabili», dice la Ciarambino. «Metto la mano sul fuoco per i miei candidati. Chi ha impresentabili nella coalizione faccia i nomi», dice Esposito. «Sono garantista, ma abbiamo posto un limite. Chi rischia la Severino, non è stato candidato. Ma c’è anche il tema del trasformismo, come un vecchio Dc che va con il Pd o un fascista che passa a sinistra», chiarisce Caldoro. Per De Luca «impresentabile è chi ha condanna definitiva. Il discorso dei candidati lo rimandiamo ai cittadini. Impresentabile è chi si fa commissariare nell’Asl di Caserta o chi toglie speranza ai disabili. Saviano dice cose intelligenti ma anche sciocchezze ma non è il Vangelo». Chiude Vozza: «Io parlo dei miei presentabili, Maurizio De Giovanni, Riccardo Realfonzo, Enrica Amaturo, Anna Donati, Lello Ferrara, ai quali ho chiesto di collaborare».

Regionali, Carfagna: «In una delle liste a sostegno di De Luca c'è un condannato per violenza sessuale»

ROMA. «Pur ritenendo la vicenda degli impresentabili e dei trasformisti una questione seria che non va sminuita e svuotata di significato politico, ritengo che il tema che merita una riflessione attenta, profonda e coraggiosa è un altro. La mia storia personale, le mie battaglie mi impongono un intervento. Non posso tacere. Devo però fare una premessa: sono garantista e non cambio idea. Nelle liste di Vincenzo De Luca c'è un condannato in primo grado per violenza sessuale su minori. Il processo deve fare il suo corso, ma pur non rinunciando al garantismo, non si può far finta di nulla». Lo afferma Mara Carfagna, di Forza Italia, ex ministrO per le Pari opportunità.

Pagine

Rubriche

IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)