Venerdì 19 Ottobre 2018 - 19:23

Addio all'attore Riccardo Zinno

Aveva 60 anni ed era anche regista e compositore

NAPOLI. La sua ultima apparizione è stata lo scorso agosto al Festival di Venezia in occasione della presentazione del film “Nessuno è innocente” di Toni D’Angelo, in occasione della “Settimana della critica”, film interpretato con Salvatore Esposito, Loredana Simioli, Giuseppe Cirillo e Pippo Lorusso.

DAL 1975 SI OCCUPò DI MUSICA E TEATRO. Un male incurabile ha portato via a 60 anni Riccardo Zinna (nella foto), attore, regista e compositore partenopeo, che - diplomatosi al liceo artistico nel 1977 - frequentò il primo anno del corso di scultura all'Accademia di belle arti di Napoli sotto la guida del maestro Augusto Perez. Dal 1975 si occupò di musica e teatro. Si diplomò in solfeggio armonia e storia della musica presso il Conservatorio Licinio Refice di Frosinone. Zinna partecipò come attore a numerosi spettacoli teatrali collaborando tra gli altri con Paolo Bonacelli, Enzo Cannavale, Renato Carpentieri, Victor Cavallo, Marina Confalone e Toni Servillo.

MOLTISSIME ESPERIENZE TRA CINEMA E TV. Per il cinema collaborò con molti registi di livello, tra i quali Francesca Archibugi, Matteo Garrone, Daniele Luchetti, Carlo Mazzacurati e Gabriele Salvatores. Zinna era anche compositore, chitarrista e trombettista. Suonò con l'orchestra “Nessuno è perfetto” diretta dal maestro Mario Raia, all'Auditorium di Roma nella sala Santa Cecilia. Compose le musiche per il racconto “Vincenzo e Gaudenzio” di Gabriele Frasca, trasmesso nel programma “Audiobox” di Radio1 Rai, nonché le musiche originali per il film “Poeti” di Toni D'Angelo. Tra le pellicole alla quali prese parte vanno ricordate “Eccezzziunale veramente-Capitolo secondo... me”, con la regia di Carlo Vanzina (2006), “Una notte” diretto da Toni D'Angelo (2007); “Benvenuti al Sud” con la regia di Luca Miniero (2010) ed “Educazione siberiana” con la regia di Gabriele Salvatores (2012). Per la tv prese parte anche a “Il caso Enzo Tortora-Dove eravamo rimasti?” con la regia di Ricky Tognazzi (2012), e “I bastardi di Pizzofalcone” diretto da Carlo Carlei (2017). Tra i tanti spettacoli teatrali, “Medea” con la regia di Antonio Capuano (1994) e “Don Raffaele il trombone, cupido scherza e spazza” diretto da Silvio Orlando ma anche tantissime regie. 

IL RICORDO DI TONY D'ANGELO SU FACEBOOK. Il regista Toni D’Angelo, figlio di Nino e grande amico di Riccardo Zinna, lo ricorda così sulla sua pagina di Facebook: “Sei stato il mattatore del mio primo film. Le notti insieme, la musica, il teatro , il cinema... quanti sogni, quante cazzate. Sei stato un grande artista e che la tua tromba squilli forte lassù dove sei volato prima della Jam session che avevamo programmato di fare. Ricky, ti ho voluto bene e oggi te ne voglio ancora di più”.

15:27 21/09

di Redazione


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli