Sabato 15 Dicembre 2018 - 1:43

Garrone e Rohrwacher in concorso a Cannes

Italia a caccia della Palma d'oro: due i film in gara

Italia a caccia della Palma d'oro: due i film in gara. 'Lazzaro felice' di Alice Rohrwacher' e 'Dogman' di Matteo Garrone saranno in concorso a Cannes. Non c'è, almeno al momento, nel cartellone del festival francese 'Loro', il film di Paolo Sorrentino su Silvio Berlusconi, che la stampa francese dava nelle scorse settimane tra i titoli in pole. Resta fuori anche 'Soldado' di Stefano Sollima.

'Lazzaro felice' - interpretato da Adriano Tardiolo, Luca Cikovani, Agnese Graziani, Alba Rohrwacher, Sergi Lopez, Tommaso Ragno, Natalino Balasso, con la partecipazione di Nicoletta Braschi - racconta la storia di Lazzaro, il santo che tutti credono idiota, che per amicizia diventa cavaliere, rapitore e ladro di banche. 'Dogman', interpretato da Marcello Fonte ed Edoardo Pesce, prende invece spunto dalle cronache sul 'canaro' della Magliana.

Altra presenza importante sulla Croisette è 'Euphoria', nuovo film da regista di Valeria Golino. La pellicola - interpretata da Valerio Mastandrea e Riccardo Scamarcio, racconta di due fratelli che si ritrovano dopo molto tempo - andrà al Festival nella sezione 'Un certain regard'.

L'Italia è poi presente tra i 17 titoli della selezione Cinefondation con 'Così in terra' di Pier Lorenzo Pisano, cortometraggio di 13 minuti prodotto dal Centro Sperimentale di Cinematografia.

IL CONCORSO - Per quanto riguarda il concorso, in gara per la Palma troviamo - oltre al già annunciato film d'apertura 'Everybody Knows' di Asghard Farhadi e ai due titoli italiani di Garrone e Rohrwacher - 'Le livre d'image' di Jean-Luc Godard, 'En guerre' di Stephan Brizé, 'Asako I & II' di Ryusuke Hamaguchi, 'Plaire aimer et courir vite' di Christophe Honoré, 'Les filles du soleil' di Eva Husson, 'Ash is Purest White' di Jia Zhang-Ke, 'Shoplifters' di Hirokazu Kore-Eda, 'Capharnaum' di Nadine Labaki, 'Burning' di Lee Chang-Dong, 'Blackkklansman' di Spike Lee, 'Under the Silver Lake' di David Robert Mitchell, 'Three Faces' di Jafar Panahi, 'Cold War' di Pawel Pawlikowski, 'Yomeddine' di A.B Shawky, 'L'été' di Kirill Serebrennikov. A svelare la selezione ufficiale della manifestazione è stato il direttore del festival francese Thierry Fremaux.

UN CERTAIN REGARD - In Un Certain Regard, oltre a Valeria Golino, troviamo 'Border' di Ali Abbasi, 'Sofia' di Meyem Benm'Barek, 'Les chatouilles' di Andréa Bescond & Eric Métaye, 'Long Day's Journey Into Night' di Bi Gan, 'Manto' di Nandita Das, 'Girl' di Lukas Dhont, 'Angel Face' di Vanessa Filho, 'Friend' di Wanuri Kahiu, 'My Favourite Fabric' di Gaya Jiji, 'The Harvesters' di Etienne Kallos, 'In my Room' di Ulrich Köhler, 'El Angel' di Luis Ortega, 'The Gentle Indifference of the World' di Adilkhan Yerzhanov e 'À genoux les gars' di Antoine Desrosières.

14:13 12/04

di Redazione


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno