Mercoledì 13 Dicembre 2017 - 23:22

Gigi D’Alessio al timone della nave “Made in Sud”

In onda su Rai 2 da mercoledì 8 marzo

Chi è più 'Made in Sud' di Gigi D'Alessio? Non stupisce quindi che Ilaria Dallatana, direttrice di Raidue, abbia pensato a lui per l'edizione del programma che ha nei comici la sua struttura portante. Il progetto di D'Alessio diventa chiaro appena inizia a parlare: "Quello che vogliamo dimostrare, visto che c'è ancora un'Italia divisa, è che nascerà dal Sud un'Italia unita - dice in conferenza stampa nella sede Rai di Via Asiago a Roma - Io voglio far capire la ricchezza che c'è al Sud. Chi ci è nato ha una marcia in più, non in meno. Già il solo fatto di essere bilingue dà l'idea. Chi canta in napoletano, che non è un dialetto ma una vera e propria lingua, deve saper cantare anche in italiano". Ecco spiegato perché Gigi D'Alessio ha accettato, stupendo Dallatana che, durante la presentazione dell'edizione 2017 ha raccontato come l'idea di coinvolgerlo sia nata dopo aver visto il cantante ospite della trasmissione e in linea con la nuova parola d'ordine di Raidue: contaminazione. Quest'anno, però, i confini della trasmissione in diretta dall'Auditorium Rai di Napoli a partire dall'8 marzo (ore 21,20), saranno più larghi: 12 puntate con il condottiero D'Alessio, una super band di 10 elementi che suonerà ogni sera dal vivo, un balletto di 8 elementi guidati dal coreografo Filippo Mainini e tanti ospiti. Insomma, come dice il cantautore napoletano, "un varietà. Ma - avverte - non vogliamo l'ospite che arriva solo per promuovere il disco e poi se ne va. Insomma niente marchette. Vogliamo ospiti che cantano e che si fermano con noi per divertirsi". Niente di già scritto, ma Gigi D'Alessio ha già in mente qualcuno: "Gino Paoli, Danilo Rea, Ermal Meta, Fiorella Mannoia, e artisti napoletani importanti. Ma è presto per dirlo...lo scopriremo solo vivendo", scherza citando il famoso ritornello di un pezzo di Lucio Battisti.

D'Alessio sarà affiancato da Fatima Trotta ed Elisabetta Gregoraci. In primo piano sempre le risate con comici già noti per il pubblico di Made in Sud come Arteteca, Ditelo Voi, Paolo Caiazzo, Nello Iorio, Gino Fastidio, Mariano Bruno, Ciro Giustiniani, Enzo e Sal, Maria Bolignano, Mino Abbacuccio, ma anche con nomi nuovi e prestigiosi provenienti non necessariamente dalle aree del Sud Italia come Marco Bazzoni, Alessandro Di Carlo e Antonio D'Ausilio, oltre ad alcuni debutti assoluti sul piccolo schermo. I contrappunti musicali dalla console, che daranno ritmo all'intera serata e ai comici, saranno come da tradizione a cura di Frank Carpentieri. L'entusiasmo di Gigi D'Alessio è palpabile ma tiene a sottolineare: "Sto salendo su un carro che funziona già, un carro dei vincitori. Il risultato non sarà merito mio. Farò il vigile urbano che governa il traffico tra musica e comicità. Anche se va detto che il mestiere del comico è più difficile: quando scrivi una canzone col tempo diventa più bella, mentre quando fai una battuta, poi la devi buttare". 'Made in Sud' 2017, assicura Gigi D'Alessio, "sarà la casa di tutti come è il Sud d'altronde che, pensiamo a Lampedusa, apre le porte anche a chi scappa dalla guerra". Cosa aspettarsi di preciso dalla nuova edizione è ancora difficile da dire: "Sarà una conduzione condivisa. Non ci saranno capi. Tutti saremo capi e tutti saremo alunni. Io farò il Pierino della situazione ma non starò sempre in mezzo. Sarò in scena quando ha un senso nello spettacolo. In ogni caso mi divertirò tanto". I comici già stanno imparando i miei testi - scherza - ma no! Canteremo le canzoni che piacciono a tutti e poi chissà che io non faccia il comico e che, invece, i comici cantino qualcosa".

"Volete sapere se ho paura? - ripete la domanda il cantante con un sorriso divertito - A Napoli si dice 'Chi ha paura non va a letto con le belle donne'. Non ho paura, devo fare soprattutto quello che so fare, cantare. Ma di certo sono emozionato, questo sì. Sono tante 12 puntate e ringrazio Dallatana per questo. Comunque una cosa mi conforta - dice sorridendo - Non ci sarà una giuria di qualità!". Una battuta, questa, che non si è lasciato scappare, prima di andare al pianoforte e intonare tre pezzi che tutta la sala si è messa a cantare: 'Non mollare mai' e 'Un nuovo bacio' (brani contenuti nel suo album 'Uno come te') e 'O surdato 'nnamurato'. 'Made in Sud' è realizzato nel Centro di Produzione Tv Rai di Napoli, rappresentato oggi dal suo direttore Francesco Pinto che ricorda commosso il comico di Made in Sud Massimo Borrelli: "Abbiamo piantato un albero per lui". Il programma che riprende il via l'8 marzo è di Paolo Mariconda e Nando Mormone, per la regia di Sergio Colabona, prodotto in collaborazione con la Tunnel produzioni.

17:47 21/02

di Redazione


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale