Mercoledì 28 Giugno 2017 - 14:35

L'utopia di Giuseppe Z. in una società dispotica

L'attore braccio destro di Montalbano firma, dirige e interpreta "Giuseppe Z." in prima nazionale al Ridotto del Mercadante e in replica fino a domenica 19 marzo

<<Basta bruciare il frumento. Bisogna bruciare il danaro. Viva l’Italia>>: è  il monito che Giuseppe Z. lascia alla storia prima di essere giustiziato sulla sedia elettrica per avere attentato alla vita del presidente degli Stati Uniti d’America. Così cala il sipario  su “Giuseppe Z.”, testo e regia di Peppino Mazzotta, rappresentato, in prima nazionale, al Ridotto del Mercadante tra gli applausi convinti, prolungati e meritati del pubblico. Maiuscola l’interpretazione del protagonista Mazzotta e altrettanto bravi Marco Di Prima ( il compagno di cella), Salvatore D’Onofrio (il poliziotto) e Giulia Pica ( la compagna di Giuseppe Z.). La drammaturgia si ispira a un fatto realmente accaduto negli anni trenta. Giuseppe Zangara, calabrese di Ferruzzano, classe 1900, Il 15 febbraio del 1933 fu autore di un tentativo di assassinio ai danni di Franklin Delano Roosevelt a Miami, in Florida, durante il quale invece morì il sindaco di Chicago Anton J. Cermak.

Il testo del regista, l’attore braccio destro di Montalbano, dopo il momento dell’abbandono di Giuseppe da parte della sua compagna,  si sviluppa tutto sulla sua reclusione fino al momento  che precede la sua esecuzione capitale.Le scene sono di Grazia Iannino, i costumi di Marianna Carbone, il disegno luci di Cesare Accetta, le musiche di Ciro Riccardi. La produzione  è del Teatro Stabile di Napoli-Teatro Nazionale.

Mimmo Sica

09:00 17/03

di Redazione


Inserisci un commento

Rubriche

REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici