Venerdì 15 Dicembre 2017 - 5:25

A Rotterdam col dilemma Insigne

Gli azzurri molto probabilmente rinunceranno all’attaccante, sul quale aleggia il timore per una pubalgia

Aleggia il dubbio Insigne sul Napoli che si prepara all’ultimo atto della fase a gironi della Champions League. Sentenza inappellabile quella che arriverà a Rotterdam, direttamente collegata a quanto avverrà a Kharkiv tra Shakhtar Donetsk e Manchester City. Col Feyenoord gli azzurri dovranno vincere, sperando che lo stesso faccia la squadra di Guardiola, che però affronterà l’ultima giornata da prima sicura e ovviamente già qualificata. Obiettivi, quindi, pari a zero o quasi. Questo il vero problema, senza considerare che la presenza di Lorenzo Insigne è fortemente in dubbio a causa di problemi fisici di natura ancora imprecisata.

IL NAPOLI ha l’obbligo di guardare avanti, nonostante tutto. Mancano appena due giorni alla decisiva sfida di Rotterdam che segnerà, in un senso o nell’altro, il destino europeo degli azzurri, costretti a vincere in Olanda per sperare nella qualificazione agli ottavi, a patto che il Manchester City faccia lo stesso in Ucraina. A di là del risultato, sarà importante ritrovare il calcio effervescente che da qualche settimana sembra essersi appiattito; Sarri ha parlato di scarsa brillantezza, aprendo dunque (almeno apparentatemene) al turnover.

IL RIENTRO DI MAGGIO sembra più che probabile, se non altro per le precarie condizioni di Rui, costretto a lasciare il campo anzitempo anche contro la Juventus. Il portoghese non è ancora al meglio della condizione e per questo motivo potrebbe osservare un turno di riposo in vista del match casalingo contro la Fiorentina. Con l’ingresso di Maggio, Hysaj sarà dirottato sul versante mancino. Davanti a Pepe Reina ci sarà sicuramente Kalidou Koulibaly mentre non è da escludere l’impiego di Chiriches in luogo di Albiol.

SI GIOCA UNA BELLA OPPORTUNITÀ Diawara, pronto a riprendersi le chiavi del centrocampo. Il mediano guineano ha visto poco il campo nelle ultime settimane ma a Rotterdam sarà lui a dirigere l’orchestra azzurra. Contro la Juventus, Jorginho è apparso stanco e Sarri sembra orientato a concedergli una giornata di meritato risposo. Il turnover non coinvolgerà Hamsik, così come Allan, tra i più positivi contro la Juventus, almeno fino a quando è rimasto in campo.

IL GRANDE PUNTO INTERROGATIVO, per una volta, riguarda l’attacco. Le certezze del solito tridente sono state messe in crisi dal problema accusato da Lorenzo insigne; l’infiammazione al pube non rassicura né il ragazzo né Sarri e non è da scartare l’ipotesi di una sua esclusione dalla lista dei convocati. Le alternative (sul piano numerico) ci sono ma non offrono grandissime garanzie; Giaccherini ha giocato pochissimo, Ounas (a detta di Sarri) non è ancora pronto per recitare da protagonista in azzurro e dunque prende sempre più corpo l’idea Zielinski, già provato da esterno alto a sinistra, con discreti risultati. Il polacco è la prima scelta di Sarri, qualora Insigne non dovesse riuscire a recuperare. Gli altri due terzi del tridente non si toccano: a destra Callejon e al centro Mertens (un gol nelle ultime cinque, tra campionato e Champions). Il Napoli affida a loro –e a Guardiola- le residue speranze europee. L’attesa quindi è di capire cosa ha Insigne: si vocifera anche di una preoccupante pubalgia, ma non sono arrivate conferme. Se così fosse il problema sarebbe insidioso e con dei tempi di recupero tutti da decifrare. Dal club azzurro, a partire dalla serata di venerdì, si è parlato semplicemente di “stanchezza”, mentre Sarri ha parlato chiaramente di problemi fisici.

11:08 4/12

di Redazione


Inserisci un commento


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli