Sabato 23 Settembre 2017 - 4:03

Ma quale “cuorno”, meglio un cornetto

Opinionista: 

Aldo de Francesco

Autoreferenzialità, supponenza, presunzione, spocchia, demagogia… Non vi sono altri termini per definire tutti coloro - come già diceva agl’inizi dell’800 il grande purista Basilio Puoti - “che cercano gloria, e alimentano il desiderio di lode e rinomanza in cose che a nulla giovano”. O come ricorda Platone nella Repubblica (non sulla Repubblica…) che “costruiscono il loro potere di latta sulle emozioni, sul pathos di molti, a differenza di quelli, invece, più giusti che lo fondano sulla verità, tipica della polis ideale”. Personaggi, i primi, di cui abbondano le nostre istituzioni. Mentre continuiamo ad annaspare, Dio solo sa con quanta sofferenza, nelle sabbie mobili di tasse nazionali e locali, il “palazzo” ci ricorda che “Natale a Napoli”, anche quest’anno, sarà una cosa “grandissima”, anzi altissima. Merito naturalmente del “ribelle” gigantismo amministrativo. Dopo Nàlbero, un “campanile” di ferro alto una quarantina di metri, piantato l’anno scorso alla rotonda Diaz, le teste d’uovo sodo di Palazzo San Giacomo punterebbero per la Natività del 2017 a far erigere addirittura un mega “cuorno” di 60 metri. Un’idea già “impostata” davanti alla Reggia di Caserta e ora in trasferta a Napoli a conferma della comune, sinergica volontà di costruire una Campania nuova con questi “giocattoli”. Per carità, senza ironia o offesa per coloro che si spremono le meningi per regalarci un Natale “originale”, quest’idea è da bocciare, non tanto e non certo per inconvenienti estetici e statici in un luogo tra i più belli del mondo, ma per altre, più serie e sostanziali ragioni, su cui bisogna riflettere per non cadere nel ridicolo. Una su tutte e fondamentale. “’O cuorno”, si creda o no, rappresenta l’antidoto più antico e scaramantico contro il malocchio: insomma contro tutto ciò che di negativo può investire un sogno segreto o manifesto. Bene. Diciamocelo allora con franchezza: per come stanno le cose a Napoli - tranne paesaggio e patrimonio culturale, donati a Napoli dal Padreterno, che tutto il mondo ci invidia e nessuno ci può togliere - chi volete che si sogni di invidiarci tutto il resto? Trasporti, disservizi, invivibilità, criminalità, partecipate, periferie… etc… etc... Questa storia ci ricorda una divertente “cantata” dell’indimenticabile poeta Gennaro Esposito, ispiratagli da un “saponaro”, un vecchio rigattiere, il quale girava per Napoli su un carretto pieno di pezze e di roba vecchia con un cartello, decorato da un “cuorno”, su cui aveva scritto: “L’invidia crepa”. Ecco: di fronte a quel “disastro ambulante”, chi volete che potesse provare invidia o altro se non un comprensibile riso? Per carità, senza voler accostare la nostra “Bella Napoli” a un vecchio “saponaro” - ci mancherebbe! - se proprio si volevano onorare seriamente i poteri d’“’o cuorno” bisognava piantarlo, per tempo, all’inizio dell’anno in corso 2017, presentatosi con uno sgradevole 17: ‘’a disgrazia” secondo la smorfia e la credenza popolare. Per concludere: invece d’“’o cuorno” non sarebbe più coerente mettere un “cornetto” al Lungomare per meglio promuovere le… nuove vocazioni dei luoghi? 

Share

Commenta

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Full HTML

  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Global tokens will be replaced with their respective token values (e.g. [site:name] or [current-page:title]).
  • Twitter-style #hashtags are linked to search.twitter.com.
  • Twitter message links are opened in new windows and rel="nofollow" is added.
  • Twitter-style @usernames are linked to their Twitter account pages.
  • Replaces [VIDEO::http://www.youtube.com/watch?v=someVideoID::aVideoStyle] tags with embedded videos.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Rubriche

LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici