Martedì 22 Gennaio 2019 - 2:52

Salvini ha un piano per cambiare l’Italia

Opinionista: 

Ottorino Gurgo

C’è, nella composizione del nuovo governo, una particolare novità che sembra essere sfuggita alla gran parte degli osservatori, ma che non appare priva di significato. Il Ministero per i rapporti con il Parlamento, di cui è titolare il pentastellato Riccardo Fraccaro, ha allargato le sue competenze. Ora si chiama "Ministero per i rapporti con il Parlamento e per la democrazia diretta ". Il perché di questa aggiunta è chiaro: in sordina, senza clamorosi annunci e senza squilli di tromba, la nuova leadership governativa ha, in questo modo, indicato qual è il significato più autentico di quella formula, "governo del cambiamento" con la quale intende qualificarsi agli occhi della pubblica opinione. Settant'anni or sono i padri costituenti hanno scelto di dare al nostro Paese i connotati della democrazia rappresentativa che è l'incontestabile antitesi della democrazia diretta. L'articolo 1 della Carta costituzionale non lascia adito a dubbi a questo riguardo. Sia chiaro: al suo interno la nostra Costituzione prevede anche forme di democrazia diretta come il referendum. Ma l'impianto complessivo è quello della democrazia rappresentativa che fu scelta perché offriva (e offre) maggiori garanzie della democrazia diretta sostenuta fortemente dai movimenti populisti che hanno trovato in Internet (vedi i Cinquestelle) lo strumento idoneo a dare applicazione alla loro scelta. La principale controindicazione alla democrazia diretta, se si ha il coraggio di guardare al di là del contingente, è che essa ha, come obiettivo finale, un regime di stampo autoritario nel quale vengono meno tutti i contrappesi grazie ai quali il sistema rappresentativo-parlamentare garantisce il mantenimento della democrazia. Inoltre, chi propugna la democrazia diretta, non può non guardare con fastidio all'Unione europea per i lacci e lacciuoli che impone agli Stati aderenti. Dalla teoria alla pratica. In Italia il piano per il passaggio dalla democrazia rappresentativa alla democrazia diretta è in piena attuazione. I suoi sostenitori hanno conquistato il governo e hanno un leader che non nasconde più di tanto i suoi propositi. Non è l'evanescente Di Maio, telecomandato dal duo Grillo-Casaleggio, né il presidente del Consiglio Conte che, sia detto con tutto il rispetto, ci fa tornare alla memoria una battuta del grande Fortebraccio (Ruggero Zangrandi) che raccontò di un'auto con a bordo un noto ministro che si era fermata davanti a Montecitorio. Si era aperto lo sportello e non ne era uscito nessuno... Il vero "uomo forte " di questa coalizione si chiama Matteo Salvini. Da quando ha preso il posto di Umberto Bossi alla guida del Carroccio, Salvini ha attuato, nel partito, una vera e propria rivoluzione copernicana, trasformandolo da movimento prettamente nordista, in una forza politica nazionale, stipulando con Silvio Berlusconi un'alleanza a suo esclusivo uso e consumo, abbandonandolo cinicamente quando ha visto di avere il potere a portata di mano, facendosi interprete degli umori più egoistici degli italiani (come nella lotta contro i migranti della quale ha fatto il proprio cavallo di battaglia). Che Salvini si stia comportando in modo da affermare la propria leadership e lo stia facendo con molta determinazione, è più che evidente, come è fuor di dubbio che egli stia perseguendo, come punto di approdo, l'instaurazione di una democrazia diretta. I prossimi mesi diranno se e in qual modo le altre forze politiche saranno in grado di contrastare il piano egemonico del leader leghista.   

Share

Commenta

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Global tokens will be replaced with their respective token values (e.g. [site:name] or [current-page:title]).
  • Twitter-style #hashtags are linked to search.twitter.com.
  • Twitter message links are opened in new windows and rel="nofollow" is added.
  • Twitter-style @usernames are linked to their Twitter account pages.
  • Replaces [VIDEO::http://www.youtube.com/watch?v=someVideoID::aVideoStyle] tags with embedded videos.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici