Mercoledì 23 Gennaio 2019 - 22:53

Troppe parole al vento da “palazzi&concerti”

Opinionista: 

Aldo de Francesco

“Quando la politica mette cappello e si attribuisce indirettamente meriti non suoi, che spettano ad altri, dimostra di non avere progettualità ma di campare alla giornata”. Questa lontana riflessione fatta anni fa da Ugo La Malfa, in polemica con alcuni amministratori siciliani, da Taormina a Siracusa - che si pavoneggiavano per i successi turistici, derivanti più dall’ attrazione dei luoghi che dalle loro iniziative- mi è tornata in mente, leggendo le dichiarazioni trionfalistiche del sindaco di Napoli sull’eccezionale pienone tra Natale e Capodanno. «Siamo convinti - ha dichiarato Luigi de Magistris - che il 2019 sarà strepitoso. Il 2018 è stato un anno “tosto”, che abbiamo finito nel miglior dei modi: l’energia della città è sempre superiore alle negatività». Dette così le cose, per chi non conosce la realtà napoletana sembra che tutto sia filato liscio nel passato, tranne qualche problemino, immancabile in ogni Comune. Figuriamoci poi in uno come Napoli. Invece, per chi la conosce bene, non è così. Quel “tosto” - scaltro espediente lessicale, usato dal sindaco per liquidare un anno difficile- significa molto altro: reticenza da parte di chi avrebbe dovuto parlare con sincerità. Cioè disagio e sdegno diffusi della cittadinanza per disservizi a catena nei trasporti pubblici, con ore di attesa, corse saltate, cantieri eterni, mobilità drammatica e fatale, in una città che sopravvive di terziario e che avrebbe meritato pubbliche scuse con la rassicurazione di un rapido cambiamento di marcia. Ma si è ben guardato dal farlo, riparandosi sotto il comodo scudo della solita filastrocca retorica su “l’energia della città sempre superiore alle negatività”. Un gigantesco autogol da dovergli chiedere: negatività per colpa di chi? Come si può continuare a pensare di darla ancora da bere alla gente, esorcizzando le mille problematiche urbane e metropolitane con logore scorciatoie, lusinganti “forza, orgoglio e energia” in una città, da tempo stufa di parole al vento? Ha ragione La Capria quando profeticamente scriveva che non v’è soltanto da temere e da lottare contro l’inquinamento ambientale, fatto di smog e di polveri sottili, ma ve n’è un altro, più minaccioso, l’inquinamento delle parole, con cui si fanno balenare svolte epocali, promesse mirabolanti, salvo poi non fare nulla. Napoli “docet”. A proposito di auguri e di promesse di fine anno per il nuovo che nasceva, giova qui ricordare a quei pochi o tanti, che seguono le vicende della nostra città, che, nel 2017, nel tradizionale concerto di Capodanno a piazza del Plebiscito del 2017, al cospetto di una folla di 150mila persone, il “karaoke” del sindaco non fu molto diverso da oggi con un velleitario: “Auguri Napoli: città rifugio e ribelle!”. Rifugio si è visto, da cui però si fugge per trovare altrove lavoro. “Ribelle”, solo il sindaco sa in quale tipo di sfida. Con una memorabile chiusa finale, degna del suo primo e secondo mandato: “Stasera magnammoce n’emozione”. Aria fritta. Roba da “carpe diem”. Non altro.  

Share

Commenta

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Global tokens will be replaced with their respective token values (e.g. [site:name] or [current-page:title]).
  • Twitter-style #hashtags are linked to search.twitter.com.
  • Twitter message links are opened in new windows and rel="nofollow" is added.
  • Twitter-style @usernames are linked to their Twitter account pages.
  • Replaces [VIDEO::http://www.youtube.com/watch?v=someVideoID::aVideoStyle] tags with embedded videos.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

REPORTACI
di Automobile Club Napoli
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale