Lunedì 22 Gennaio 2018 - 1:53

Patenti, in Campania i più bravi sono sanniti

Negli ultimi dieci anni il numero delle patenti di guida B attive (cioè non scadute) in Italia è aumentato del 14,4% passando da 31.255.781 nel 2007 a 35.755.912 nel 2016. La regione che conta più abilitazioni è la Lombardia (6.036.346 patenti B), seguita da Lazio (3.480.031), Campania (3.085.103) e Veneto (3.041.953). La crescita maggiore si è osservata in Trentino Alto Adige (+23,8%); la minore, invece, in Abruzzo (+4,8%). In Campania l’incremento è stato dell’11,7 per cento. Complessivamente, nel 2016, in Italia, sono stati abilitati alla guida 798.197 candidati, il 69% dei quali per la patente di categoria B. Per conseguire questo obiettivo sono state sostenute 1.891.632 prove, fra teoria e pratica. Secondo i dati del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, la maggiore concentrazione di idonei si è registrata al Sud (81,59%), ma la regione con la più elevata percentuale di promossi è stata il Molise (82,99%). I dati più negativi, invece, hanno riguardato il Centro, con il 24,77% di respinti, nonostante la peggiore performance spetti ad un’isola, ovvero la Sardegna dove l’incidenza dei bocciati è stata del 29,08%. Chi intende conseguire la patente di guida preferisce preparasi presso le autoscuole. Infatti, solo il 4,14% dei candidati si è presentato da privatista, il resto (95,86%), invece, ha optato per le scuole guida, con la Campania che spicca per essere la regione con la minor propensione al “fai da te” (appena il 2,12%). Una scelta che incide significativamente sul piano dei risultati: nella nostra regione, infatti, le prove di teoria sono state superate dal 67,77% degli allievi delle autoscuole contro il 33,97% di chi ha scelto di prepararsi in proprio (le medie nazionali sono rispettivamente di 70,46 e 32,73 per cento). Più equilibrato, invece, risulta il confronto nel test di guida: 96,92% di idoneità per le autoscuole e 96,50% per gli “autodidatti” (in Italia, rispettivamente 88,07 e 86,31 per cento). L’esame di teoria si conferma lo scoglio più difficile da superare. Nel 2016, su 984.648 prove sostenute in Italia è stato respinto il 31,32% degli iscritti, contro il restante 68,68 di promossi. Rispetto all’anno precedente è aumentata la quota dei bocciati che si concentrano in misura maggiore a Roma (39,69%), Livorno (38,44%) e Grosseto (38,17%). Viceversa, le province più “virtuose” risultano essere, nell’ordine, Sondrio (79,26%), Ragusa (78,94%) e Vicenza (78,45%). Nettamente diverso è il quadro relativo ai test di guida che sono stati superati dall’88,01% dei candidati (lo scorso anno questa percentuale era stata leggermente più alta 88,74%) su un totale di 906.984 prove. I risultati migliori si sono verificati nelle province di Isernia (99,44%), Vibo Valentia (99,09%) e Messina (98,95%); i peggiori, invece, a Cagliari (36,07%), a Pistoia (30,80%) e a Trento (28,74%). Per quanto riguarda le differenze di rendimento tra i due sessi, il 2016 ribadisce la maggiore predisposizione delle donne per gli esami di teoria (70,21% di promozioni contro il 67,47% dei maschi), mentre nelle prove pratiche sono gli uomini a riscattarsi con il 90,89% di idoneità rispetto all’83,75% conseguito dal sesso femminile. Prosegue la disaffezione per la più giovane delle patenti, quella di categoria AM valida per la conduzione dei ciclomotori. Anche nel 2016 si è registrato un decremento (- 1,75%) delle prove complessive sostenute (sia pratica che guida) che si è riflesso sul numero delle abilitazioni (63.671) diminuite in un anno di 1.440 unità. Anche in questo caso, le migliori performance si sono registrate nel Mezzogiorno con il 97,75% dei promossi agli esami di guida, mentre la più alta frequenza di respinti (10,99%) si è osservata al Nord. Spostando, infine, l’attenzione sulla Campania, nel 2016, sono stati abilitati alla guida 84.480 candidati (il 9,4% in meno rispetto al 2015) il 54% dei quali a Napoli. Nella nostra regione, la provincia in cui si rileva la maggiore concentrazione di idonei, fra teoria e pratica, è Benevento con l’84,34% di promossi contro una media regionale pari al 80,88%. A Caserta, invece, si registra il record negativo delle bocciature: 20,79% (la media in Campania è del 19,12%).

di Automobile Club Napoli

Commenta


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)