Mercoledì 18 Luglio 2018 - 8:35

Roma, falde acquifere a rischio

ROMA. «Presso il Servizio Bonifica Siti Inquinati e Geologia Ambientale di Roma sono istruiti più di 290 casi di siti potenzialmente contaminanti che spesso interessano anche le acque sotterranee». Lo ha detto il sindaco di Roma Ignazio Marino partecipando ad AQUA 2015, quarantaduesimo congresso internazionale di idrogeologia, all'Università di Roma La Sapienza. «Insieme agli Istituti di eccellenza presenti a Roma – l’Università Roma TRE, l’Istituto Superiore di Protezione e Ricerca Ambientale, il CERI-Sapienza, il CNR e l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia – che ringrazio per aver messo a nostra disposizione ulteriori dati in loro possesso e la loro esperienza – abbiamo fatto uno screening completo dell’andamento delle principali falde acquifere presenti sotto la nostra città» ha aggiunto Marino.

Di fronte a quasi mille studiosi da tutto il mondo riuniti all'Aula Magna dell'Università La Sapienza per il congresso internazionale di idrogeologia AQUA 2015 che per la prima volta si svolge in Italia, il sindaco di Roma ha illustrato il recente progetto della Carta Idrogeologica della città, «molto utile nell'ambito dei procedimenti relativi ai siti inquinati per la previsione di diffusione di eventuali sostanze nelle falde» ha detto Marino. Uno strumento che «sarà di sicuro utile perché l’Amministrazione possa dare ai cittadini una risposta pronta ed efficace. Da un punto di vista tecnico, inoltre, la Carta Idrogeologica sarà di grande aiuto per tutte le opere di progettazione, specialmente per quelle che prevedono gran parte dei lavori in sotterraneo» ha spiegato il sindaco di Roma. Non solo. «Conoscere i deflussi sotterranei - ha continuato Marino - può aiutare a prevenire o a trovare soluzioni per evitare l’allagamento di cavità ipogee di interesse storico-archeologico e di siti archeologici solitamente posti al di sotto dell’attuale livello del terreno, come ad esempio quelli presenti nell’area di Ostia Antica». «Il nostro lavoro – ha concluso il sindaco di Roma - è volto alla valorizzazione delle risorse idriche di Roma” puntando «al miglioramento della gestione e del controllo delle risorse naturali, alla valorizzazione dell’impiego e alla riduzione degli sprechi, anche attraverso l’uso più razionale del patrimonio idrico».

Maltempo,
si cerca auto trascinata
dal fiume
nel Piacentino

PIACENZA. Un'auto, con a bordo almeno una persona, è stata trascinata dal fiume Trebbia, straripato la scorsa notte a Bettola, in provincia di Piacenza. L'esondazione ha inoltre provocato il crollo del ponte di Barberino, con la conseguente rottura delle tubazioni del gas. A quanto si è appreso anche altre auto, probabilmente parcheggiate in strada, sono state trascinate nel torrente Nure, tra Bettola e Ponte dell'Olio, a sua volta esondato. Due case disabitate sono crollate a Ferriere e a Farini. Non si registrano feriti. Sul territorio sono al lavoro diverse squadre dei vigili del fuoco, inviate anche da Bologna e da Modena, e un elicottero.

«Siamo in emergenza, il paese è in ginocchio. Ora il problema è capire con che celerità saranno consentiti gli interventi. La totalità degli impianti sportivi è andata distrutta, abbiamo dovuto evacuare 29 persone dal campo in cui erano alloggiati i giostrai, che si trovavano qui a Bettola per partecipare alla fiera. Alle 12 è prevista una riunione in prefettura con la Regione, i vigili del fuoco, la Difesa del suolo e la Protezione civile per coordinare il piano di interventi», ha detto all'Adnkronos il sindaco di Bettola, Sandro Busca, aggiungendo: «Al momento le scuole sono inagibili, domani non riapriranno a causa dell'allagamento dei locali».

Allerta meteo oggi nel Lazio. A comunicarlo in una nota la Protezione civile di Roma Capitale che sottolinea come si prevedano «precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulle zone occidentali e settentrionali del Lazio. I fenomeni temporaleschi saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, forti raffiche di vento e locali grandinate».

Liguria. Allagamenti a Genova, in Valbisagno a Struppa, Molassana e San Gottardo ma i danni più gravi della pioggia di questa notte si registrano nel Levante. A Montogggio, nell'entroterra, due ore di precipitazioni violente hanno fatto esondare lo Scrivia che ha allagato il centro della città come nel 2014. Box e negozi sono stati invasi da acqua e fango. A Rezzoaglio, in località Cabanne, a causa dell'esondazione del rio Cabanne i dodici residenti di una struttura per anziani sono stati evacuati nella notte. L'entroterra ha subito forti disagi anche nella viabilità.

Numerose le chiamate arrivate al centralino della sala operativa dei vigili del fuoco, impegnati in diversi interventi sul territorio del Levante. Tra i danni provocati dal maltempo, si segnalano smottamenti, alberi caduti, tettoie pericolanti. Frane e smottamenti hanno invaso le strade provinciali di Creto, Rovegno, Lumarzo, Moconesi, Verzi e la strada statale della Scoglina. La situazione è critica nella val d'Aveto. A Genova nella notte sono rientrati sotto i limiti il Bisagno e il Fereggiano. L'allerta 2, che era in vigore in tutta la Liguria tranne l'imperiese, è cessata alle sei di questa mattina, fino alle 15 sono in allerta 1 le province di Genova, Savona e La Spezia, nessun allerta sull'imperiese. Le scuole sono aperte.

Stasera alle 20.45 Samp-Bologna. La partita tra Sampdoria e Bologna, valida per la terza giornata del campionato di Serie A rinviata in mattinata per l'allerta meteo sul capoluogo ligure sarà recuperata oggi con inizio alle 20.45.

Precipitano sull'Amalfitana, un albero salva tre ragazzi

VICO EQUENSE. Un albero ha probabilmente salvato la vita a tre giovani sulla Statale Amalfitana. L'ncidente è avvenuto all'alba di stamane, mentre un ragazzo e due ragazze tornavano a casa da un sabato sera trascorso in discoteca. La tragedia è stata sfiorata quando il giovane che era alla guida dell'auto ha improvvisamente perso il controllo del veicolo, sfondando il parapetto che delimita la carreggiata. La macchina avrebbe finito la sua corsa nel burrone sottostante se non fosse stato per un albero. Sì, un albero provvidenziale che ne ha boccato la caduta. I tre sono rimasti in bilico, fino all'arrivo dei vigili del fuoco del distaccamento di Piano di Sorrento, che con l'aiuto di una gru sono riusciti a metterli in salvo. Un ragazzo e una ragazza sono rimasti illesi, l'altra giovane è stata portata in ospedale perché nello schianto ha battuto la testa nell'abitacolo perdendo alcuni denti.

Oltre 30 immigrati annegati in Grecia, tra le vittime neonati
e bambini

ATENE. Nuova tragedia in mare per i migranti: Almeno 34 persone, fra cui quattro neonati e undici minori, sono morte annegate nel naufragio di un barcone con a bordo più di un centinaio di immigrati, 120 secondo le prime testimonianze, provenienti dalla Turchia e dirette in Grecia, al largo dell'isola greca di Farmakonisi, nell'Egeo. Lo ha reso noto la Guardia costiera greca precisando anche di aver tratto in salvo 68 persone e che altre 29 sono riuscite a raggiungere da sole a nuoto l'isola. Otto corpi erano intrappolati all'interno dell'imbarcazione.

Berlino: fermare il flusso di immigrati

BERLINO. Un nuovo record del numero di immigrati entrati in Ungheria dalla Serbia è stato raggiunto nella giornata di ieri, con più di 4mila persone in fuga che sono riuscite a passare il confine che il premier ungherese Viktor Orban ha promesso di sigillare da martedì. A renderlo noto è la Bbc ricordando che dall'inizio dell'anno, i profughi arrivati dalla Serbia sono stati 175mila. Anche la città tedesca di Monaco ieri ha visto arrivare un numero senza precedenti di immigrati provenienti da Ungheria e Austria, pari a 12.200, con la polizia locale che ha denunciato il raggiungimento del «limite estremo» delle capacità di accoglienza. Il ministro dei trasporti tedesco Alexander Dobrindt ha denunciato il «fallimento completo» dell'Unione europea nel controllo delle sue frontiere esterne che, ha aggiunto in una nota, «non funziona più». L'esponente della Csu ha quindi sollecitato l'introduzione di misure «efficaci per fermare il flusso dei migranti».

Si ricomincia: domani 8 milioni di studenti sui banchi

ROMA. Anno scolasticoal via da domani per oltre 8 milioni di studenti. Quest’anno sono infatti 7.861.925 i ragazzi iscritti nella scuola statale, oltre 960.000 quelli delle paritarie. Nella scuola statale sono più di 1 milione gli alunni dell’infanzia, 2.583.514 quelli della scuola primaria, 1.649.408 gli studenti della secondaria di I grado e 2.628.648 quelli della secondaria di II grado. Oltre 216.000 gli alunni con disabilità. Complessivamente, le classi saranno 369.902 distribuite in 8.384 istituzioni scolastiche. Fra le regioni con più alunni, la Lombardia (1.185.662), seguita da Campania (920.964), Sicilia (763.529), Lazio (741.633).

Il Papa con i prof precari: «Si tenga conto delle esigenze della famiglia»

CITTA' DEL VATICANO. «Saluto gli insegnanti precari venuti dalla Sardegna, e auspico che i problemi del mondo del lavoro siano affrontati tenendo concretamente conto della famiglia e delle sue esigenze». Così Papa Francesco al termine dell'Angelus, in piazza San Pietro, parla della situazione che in questi giorni sta riguardando il mondo della scuola. Durante l'Angelus il santo Padre ha invitato a «operare un netto rifiuto di quella mentalità mondana che pone il proprio 'io' e i propri interessi al centro dell’esistenza», chiedendo di «perdere la propria vita per Cristo e il Vangelo, per riceverla rinnovata e autentica».

 

«Mettersi alla sequela di Gesù - sostiene Francesco - significa prendere la propria croce, tutti l'abbiamo, per accompagnarlo nel suo cammino, un cammino scomodo - sottolinea - che non è quello del successo o della gloria passeggera, ma quello che conduce alla vera libertà, che ci libera dall’egoismo e dal peccato». Da qui l'esortazione a rifiutare «la mentalità mondana», che «non è ciò che Gesù vuole da noi».

 

«Siamo certi, grazie a Gesù, che questa strada conduce alla risurrezione, alla vita piena e definitiva con Dio. Decidere di seguire Lui, il nostro Maestro e Signore che si è fatto Servo di tutti - aggiunge il papa - esige di camminare dietro di lui e ascoltare la sua Parola» e - esorta Bergoglio ancora una volta «ricordate di leggere ogni giorno il Vangelo».

Ci risiamo, Genova allagata e frane a Imperia. Rinviata Samp-Bologna

GENOVA. Allagamenti a Genova e frane nell'imperiese. È allerta meteo in tutta la Liguria, dove la Protezione Civile della Regione ha trasformato lo stato di Allerta 1 in vigore dalla mezzanotte di ieri, in Allerta 2, fino alle 6 di domani, lunedì 14 settembre.

 
Rinviata Samp-Bologna, sospesa Festa Unità. In seguito all'allerta meteo è stata rinviata a Genova la partita di calcio Sampdoria–Bologna mentre è stata sospesa fino a domani mattina la Festa dell'Unità a Genova. L'amministrazione civica ha disposto l’aumento delle pattuglie di polizia municipale per tutto il periodo dello stato di allerta, con l’attivazione del presidio territoriale per il monitoraggio dei rivi, unitamente alle squadre di volontariato di Protezione Civile. Per questa sera, alle 19.15, è prevista una riunione della Protezione Civile regionale in cui si analizzerà l'evoluzione delle condizioni meteo per decidere sulla riapertura delle scuole domani.

Genova. Dopo la pioggia e gli allagamenti della mattina, la pioggia ha concesso una tregua a Genova verso ora di pranzo con il fronte temporalesco che si sta spostando da Ponente a Levante. Non si registrano finora grossi danni, solo alcuni allagamenti. Fiumi e torrenti sono sotto i livelli di sicurezza. Sullo spezzino le precipitazioni più intense sono attese per la serata e la notte. La metropolitana a Genova è in servizio solo sulla tratta Brin-De Ferrari. Chiusa la stazione Brignole come previsto in allerta meteo 2 idrologica.

Frane nell'imperiese. Frane nell'imperiese a causa della pioggia. Fango e detriti sono scivolati lungo la strada Provinciale 548 della Valle Argentina. A Badalucco sul versante di una collina investita nei giorni scorsi da un incendio che ha distrutto la vegetazione, ha ceduto il muro di recinzione di una villa. La frana ha ostruito per una ventina di minuti la strada sottostante, poi i detriti sono stati rimossi.

Roma, preso pusher di "yaba": la droga della pazzia

ROMA. I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Casilina hanno arrestato un cittadino del Bangladesh, di 35 anni, domiciliato a Roma, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Ieri sera, seguendo i movimenti alcuni tossicodipendenti, i militari hanno intercettato l'uomo in via Labico che ha tentato la fuga per le vie del quartiere, ma è stato bloccato dopo un lungo inseguimento. Nel corso della perquisizione personale i militari hanno trovato, nascoste all’interno delle tasche dei pantaloni, ben 600 pasticche di metanfetamina tipo “Yaba”, nota anche come la droga della pazzia, mentre nel corso della perquisizione domiciliare hanno scoperto materiale idoneo al confezionamento dello stupefacente, che è stato sequestrato assieme alla droga. Dopo l’arresto lo straniero è stato trattenuto in caserma, in attesa di essere processato con il rito direttissimo presso il Tribunale di Roma.

Furgone si ribalta sull'A1, un morto

PIACENZA. Sulla A1 Milano-Napoli è avvenuto un incidente tra Fiorenzuola e Piacenza Sud verso Milano, all'altezza del Km 62. Si tratta di un incidente autonomo di un furgone ribaltato. A causa dell'incidente una persona è morta. Sul posto, dove attualmente (ore 10:30) è aperta una sola corsia al traffico e si registrano 6 chilometri di coda verso Milano, sono intervenuti gli operatori della Direzione 2° Tronco di Milano, le pattuglie della Polizia Stradale, i Vigili del Fuoco e i soccorsi meccanici e sanitari. Autostrade per l’Italia consiglia agli utenti provenienti da Parma e diretti verso Milano di uscire a Fiorenzuola, percorrere la Strada Statale 9 via Emilia verso Piacenza dove rientrare in autostrada verso Milano.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis