Giovedì 21 Febbraio 2019 - 3:29

L'Ue estende
la missione "Triton"

BRUXELLES. L'operazione "Triton" nel mar Mediterraneo viene estesa fino "almeno" alla fine del 2015 e l'Italia riceverà 13,7 milioni di euro per gestire l'emergenza immigrati . Lo ha annunciato il commissario Ue agli Affari interni e all'Immigrazione, Dimitris Avramapoulos.

Atene chiede prestiti
per altri sei mesi

BRUXELLES. Sei mesi in più dell'attuale programma di aiuti. E' quanto richiesto dalla Grecia che, con un documento inviato questa mattina, ha sollecitato all'Eurogruppo l'estensione dei crediti internazionali. Lo hanno reso noto fonti del governo ellenico. Il portavoce della Commissione europea, Margaritis Schinas, ha poi reso noto che l'esecutivo greco ha chiesto all'Eurogruppo «l'estensione del Master Financial Assistance Facility Agreement, che in termini legali è il riferimento all'attuale programma». La lettera del Governo greco «è un segnale positivo che apre la strada a un compromesso ragionevole» fra Atene e l'Eurogruppo. Lo afferma un portavoce della Commissione Ue. Ma la Germana dice "no" e rifiuta la proposta presentata. Lo hanno detto fonti del ministero delle Finanze tedesco alla Dpa. La lettera greca è stata inviata al presidente dell'Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, e a quello della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker. Lo stesso presidente dell'Eurogruppo lo ha confermato con un tweet senza entrare nel dettaglio.

Detenuto suicida, alcuni agenti: «Uno in meno»

MILANO. Il Dap, il dipartimento amministrazione penitenziaria, ha avviato accertamenti su violenti insulti apparsi sulla pagina Facebook del sindacato della Polizia penitenziaria Aslippe («meno uno», «un rumeno in meno», «collega, scala la conta», tra gli altri) a proposito di un detenuto condannato all'ergastolo che nei giorni scorsi si è suicidato nel carcere milanese di Opera. «È un'offesa - spiegano al Dap - al lavoro di tutti gli agenti impegnati a salvaguardare le persone che hanno in custodia». Interrogazioni al Guardasigilli Orlando che convoca i vertici del Dap.  Ancora più vergognosa la "catena" ddi commenti di "sostegno" degli utenti Fc.

 

Barriera corallina, gli Usa risarciscono con circa 2 milioni di dollari

MANILA. Gli Stati Uniti hanno versato alle Filippine un risarcimento di 87 mln di pesos (1,97 milioni di dollari), per i danni causati due anni fa da un dragamine della marina americana alla barriera corallina di Tubbataha, patrimonio mondiale dell'Unesco. Lo ha reso noto oggi il Dipartimento filippino degli affari esteri specificando che il pagamento è stato effettuato lo scorso 20 gennaio. Nell'incidente, avvenuto il 17 gennaio 2013, la Uss Guardian aveva danneggiando più di 2mila metri quadrati di barriera. Compiendo una manovra non corretta, si era infatti incagliata tra i coralli del sito del Mare di Sulu, uno dei più importanti santuari marini di tutto il mondo. Il risarcimento - ha fatto sapere il governo filippino in un comunicato- contribuirà a riabilitare e proteggere la barriera corallina e migliorare il monitoraggio della zona, per evitare il ripetersi di incidenti simili. Da parte sua, il governo degli Stati Uniti fornirà assistenza alla Guardia Costiera filippina per potenziare la loro sottostazione di Tubbataha

Ucraina, i filorussi annunciano il ritiro delle armi pesanti

E' iniziato il ritiro delle armi pensati dalle aree del Donbass. I ribelli filorussi cominciano a smantallare gli armamenti, come prevedono gli accordi di Minsk: a riferirlo è il ministero della Difesa dell'autoproclamata repubblica di Donetsk. "Le forze armate della Repubblica popolare di Donetsk hanno iniziato la rimozione dei sistemi di artiglieria pesante dalla linea di demarcazione, prevista dall'acordo di Minks del 19 settembre 2014", conclude il ministero.

Nel frattempo i militari ucraini lasciano Debaltsevo. "Centinaia di soldati ucraini si stanno arrendendo a Debaltsevo" e "consegnano le armi", riferisce Maksym Leshcenko, capo dello staff dell'amministrazione dell'autoproclamata repubblica di Donetsk, citato dalle agenzie russe. Debaltsevo è lo strategico nodo ferroviario conteso da settimane tra Kiev ed i separatisti, che ieri hanno sferrato per la prima volta un pesante attacco all'interno della città.

Intanto il presidente ucraino, Petro Poroshenko, è partito da Kiev per raggiungere il fronte del conflitto nell’est del Paese. "Ritornerò in serata per partecipare al consiglio di sicurezza", ha annunciato Poroshenko. Anche il presidente ucraino ha confermato che le truppe di Kiev hanno cominciato il ritiro da Debaltsevo. Poroshenko ha spiegato che le truppe stanno completando il ritiro "programmato e organizzato» dalla zona, che è ormai completato "all’80%".

Il vicepresidente americano Joe Biden condanna le violazioni del cessate il fuoco in Ucraina orientale, che la Casa Bianca imputa ai separatisti filo-russi e alle forze russe. Biden ha parlato ieri sera al telefono con il presidente ucraino Petro Poroshenko. La Casa Bianca afferma che le violazioni si sono verificate dentro e intorno alla città di Debaltseve e sono state confermate dagli osservatori speciali dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Osce). Biden accusa inoltra la Russia e i separatisti di bloccare l'accesso degli osservatori, affermando che viene permesso ai separatisti di continuare gli attacchi senza sosta. Se la Russia continuerà a violare gli accordi raggiunti con l'Ucraina - aggiunge Biden -, i costi per la Russia stessa aumenteranno. 

Mosca si riserva il diritto di reagire alle nuove sanzioni imposte dal Canada ma invita l'Occidente a cessare la guerra delle sanzioni e ad avviare un dialogo costruttivo con la Russia. Lo riferisce il ministero degli esteri russo.

Catania, malore per la mamma
della neonata morta

CATANIA. È stata ricoverata all'ospedale Cannizzaro di Catania, Tania Laura Egitto, la mamma della piccola Nicole, la neonata morta in ambulanza perché nel capoluogo etneo non c'erano posti disponibile nelle unità di terapia intensiva neonatale. La donna, mentre era a casa, è stata colta da un malore ed è stata soccorsa per alcuni dolori all'addome. Intanto, c'è stata all'ospedale “Paternò-Arezzo” di Ragusa l'autopsia sul corpo della neonata, eseguita dall'anatomopatologo Giuseppe Ragazzi, dalla ginecologa Claudia Giuffrida e dalla neonatologa Eloisa Gitto, alla presenza dei periti di parte, nominati dagli indagati e dalle parti lese. La Procura ha anche firmato il nulla osta per la restituzione del corpo della piccolina alla famiglia. Non è stata ancora stabilita la data dei funerali . 

Isis, nuove minacce all'Italia

ROMA. Nuove minacce dell'Isis all'Italia. Presto «dominerete tutta l'Africa ed entrerete Roma, con il volere dell'onnipotente Allah»: così si chiude un "importante" messaggio dello Stato islamico (Is) intitolato «ai soldati del califfato in Libia, oggi è il vostro giorno», rilanciato sul web da un sostenitore dei jihadisti. E Hamas si dice  contrario "in modo categorico" a un intervento della comunità internazionale in Libia, in particolare da parte di «alcuni paesi come l'Italia che stanno adducendo pretesti, come la lotta al terrorismo, per intervenire negli affari interni» del paese nordafricano. È la posizione espressa dal dirigente del movimento islamico palestinese, Salah al-Bardawil, citato dal sito di 'Palinfo'. «Respingiamo questo intervento e lo consideriamo una nuova crociata contro i paesi arabi e musulmani», ha aggiunto al-Bardawil. Intanto il premier Matteo Renzi ha riunito in mattinata a Palazzo Chigi i ministri degli Esteri Paolo Gentiloni, degli Interni Angelino Alfano e della Difesa Roberta Pinotti assieme al sottosegretario Marco Minniti. Al centro della riunione la situazione libica. Nell'incontro è stato ribadito l'impegno italiano per una forte azione diplomatica in ambito Onu e il sostegno per un'iniziativa urgente al consiglio di sicurezza che promuova stabilità e pace in Libia.

Ruby, le ragazze ancora pagate. Perquisita anche la casa delle gemelle napoletane

MILANO. Perquisizioni e oggi nell'ambito dell'inchiesta 'Ruby ter' hanno riguardato, da quanto si è saputo, tutte le ragazze ospiti alle serate di Arcore con Silvio Berlusconi,  tra cui le gemelle napoletane De Vivo, già indagate per corruzione in atti giudiziari. Sono una ventina, in totale, e tra queste figurano la showgirl Barbara Guerra e le gemelle Eleonora e Concetta De Vivo. Come è emerso dalle motivazioni delle sentenze di primo grado sui casi Ruby (Berlusconi è stato assolto in appello) e Ruby 2 (condannati Fede, Mora e Minetti), che hanno dato il via all' inchiesta con la trasmissione degli atti in Procura, le ragazze sarebbero state ricompensate dall'ex premier per mentire nel corso delle loro testimonianze in aula. In particolare, le giovani avrebbero ricevuto una sorta di stipendio da 2.500 euro al mese dal leader di FI. I pagamenti sarabbero ancora in atto.

L'Ue gela Atene: nessun piano B

BRUXELLES. L'unico piano dell'Unione europea per la Grecia e il suo programma di sostegno finanziario «è che ci sia un accordo a 19 tra tutti i membri dell'Eurogruppo. Questo è il piano A ed è il solo sul tavolo». Lo ha detto il portavoce della Commissione europea, Margaritis Schinas, dopo la rottura ieri fra Eurogruppo e Grecia sull'estensione del programma di salvataggio. Alla Grecia sarebbero state presentate diverse bozze di accordo, fra cui una del commissario Ue agli Affari economici, Pierre Moscovici, poi ritirata. «Cerchiamo un buon accordo per tutti gli europei, non solo per i greci, gli olandesi o i tedeschi. Cerchiamo una soluzione molto buona e onorevole a partire da un disaccordo iniziale», ha detto il ministro greco delle Finanze, Yanis Varoufakis, entrando alla riunione del Consiglio Ecofin in corso oggi a Bruxelles.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno