Sabato 27 Maggio 2017 - 14:04

Roma, sigilli a ristorante vip: in manette il titolare

ROMA. Dalle prime luci dell'alba, Agenti della Squadra Mobile di Roma ed i Finanzieri del Nucleo Speciale Polizia Valutaria della Guardia di Finanza di Roma stanno eseguendo un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Roma su richiesta della locale Dda, a carico di sei soggetti ritenuti responsabili dei reati di intestazione fittizia di beni, riciclaggio e autoriciclaggio di denaro di provenienza illecita.

E' in corso di esecuzione anche il decreto di sequestro preventivo di numerosi beni, locali e conti correnti, tra cui il ristorante 'Assunta Madre', frequentato abitualmente da personaggi dello spettacolo, calciatori e politici. Tra le sei persone arrestate, due in carcere e quattro ai domiciliari, il titolare del noto ristorante di pesce a via Giulia, i prestanome, un direttore di banca e un commercialista.

Consip, azione disciplinare contro il pm Woodcock

ROMA. L'ex dirigente della Consip, Marco Gasparri, ha confermato le sue accuse all'imprenditore napoletano Alfredo Romeo. Interrogato per circa 5 ore, davanti al giudice Gaspare Sturzo, Gasparri ha ripetuto quanto aveva già dichiarato ai magistrati, ovvero di aver preso circa centomila euro in tre anni dall'imprenditore in cambio di una consulenza sotto forma di suggerimenti e informazioni su bandi di gara e capitolati d'appalto. Proprio alla luce dell'interrogatorio di Gasparri, filtra l'ipotesi che il filone d'inchiesta sulla presunta corruzione potrebbe chiudersi con una richiesta al gip di giudizio immediato. Dal canto loro, gli avvocati Francesco Carotenuto, Alfredo Sorge e Gianni Vignola, difensori di Romeo, spiegano:  «Gasparri ha reso molti chiarimenti rispetto ai precedenti interrogatori, precisando diversi aspetti tutti ritenuti molto utili alla difesa di Alfredo Romeo e della società Romeo Gestioni spa, tanto da ritenere ormai difficilmente configurabili ipotesi di reato e di illeciti amministrativi». Intanto si aprende che il procuratore generale della Cassazione, Pasquale Ciccolo, ha avviato l'azione disciplinare nei confronti del pm di Napoli Henry John Woodcock, relativa ad alcune dichiarazioni rilasciate dal magistrato sull'inchiesta Consip.

«Eccolo, è lui»: Milano impazzita per Obama

MILANO. L'ex presidente americano Barack Obama è arrivato a Milano dove sarà protagonista del summit sul cibo "Seeds&Chips" e riceverà le chiavi della città dal sindaco Giuseppe Sala.

Migranti, strage continua: oltre 100 morti in naufragio Libia

ROMA. Dopo gli 8o immigrati morti segnalati ieri da un gruppo di sopravvissuti al loro arrivo al porto di Pozzallo, ancora morti nel mare Mediterraneo. Secondo l'Oim, l'Organizzazione internazionale delle migrazioni, ci sarebbe stato un altro naufragio con almeno 113 morti. A darne conferma all'agenzia AdnKronos è Flavio De Giacomo, portavoce dell'organizzazione. "Ce lo hanno riferito i nostri colleghi in Libia - spiega Di Giacomo - Hanno parlato con i sette sopravvissuti, sei uomini e una donna, che hanno spiegato di essere saliti su un gommone in 120. Sono 113 le persone disperse, probabilmente annegate". L'ennesimo naufragio è avvenuto davanti alle coste di Az Zawyah. Ammonta così a circa duecento il numero di vittime nelle ultime ore.

Neonata morta dopo abbandono: indagata 16enne

TRIESTE. Una ragazza 16enne è indagata per la morte della neonata trovata ieri in un cortile, a Trieste, e poi morta in serata in ospedale. Sul caso, nel massimo riserbo, stanno indagando gli agenti della squadra mobile di Trieste.
La piccola era stata trovata ieri in un giardino condominiale ed era stata trasportata d'urgenza in ospedale e ricoverata, ma le sue condizioni erano gravissime ed è deceduta.

Corruzione, blitz Nas: arrestati 19 medici e imprenditori farmaceutici

PARMA. Dalle prime ore della mattinata, oltre 200 carabinieri del Comando per la Tutela della Salute e dei Comandi Provinciali di sette Regioni (Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Veneto, Toscana, Umbria e Lazio) stanno eseguendo uan’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip presso il Tribunale di Parma per l’arresto di 19 medici e imprenditori operanti nel settore della commercializzazione e della promozione di farmaci e di dispositivi medici. Riferisce in una nota il Nas di Parma aggiungendo che sono settantacinque gli indagati.

In corso, fa sapere il Nas, anche "il sequestro preventivo di due società di comodo allestite per il riciclaggio del provento delle attività illecite ed il sequestro, ai fini della confisca, di quasi mezzo milione d’euro" ritenuto profitto "per la commissione del reato di corruzione". In corso d’esecuzione, inoltre, 52 perquisizioni presso le abitazioni di professionisti e nelle sedi di importanti società e note aziende farmaceutiche.

I reati contestati agli indagati, spiega il Nas, sono: "associazione per delinquere finalizzata alla corruzione e al riciclaggio, attuata nel campo della sperimentazione sanitaria e nella divulgazione scientifica per favorire le attività commerciali di imprese farmaceutiche nazionali ed estere, attraverso la commissione altresì dei reati di abuso d’ufficio, peculato, truffa aggravata e trasferimento fraudolento di valori".

Supplica a Pompei. Scandalo Italia: 8,7 miliardi di euro di cibo nella pattumiera

POMPEI - Lo scandalo di 8,7 miliardi di euro di cibo che "in Italia si butta nelle pattumiere" è la denuncia che il Cardinale Francesco Montenegro, Arcivescovo Metropolita di Agrigento e Presidente della Caritas Italiana, ha lanciato a Pompei, dove ha presieduto la celebrazione eucaristica in occasione dell'annuale supplica alla Madonna del Rosario, che si recita l'8 maggio, sul sagrato della Basilica fondata dal beato Bartolo Longo.
"Il contesto sociale nel quale viviamo ci mette quotidianamente a contatto con molte forme di povertà e di disagio sociale - ha detto il presidente della Caritas italiana -  Non è raro incrociare persone che non hanno nulla con cui vivere e che sono costrette a rovistare nei cassonetti della spazzatura pur di trovare qualcosa. Intanto in Italia si butta nelle pattumiere cibo per 8,7 miliardi di euro".
"La fede c'è quando c'è la carità - ha ricordato il Cardinale -  Anzi la carità è il termometro della fede".
E poi ha aggiunto: "Riusciamo a pregare con fervore il Signore Gesù e nello stesso tempo, senza sentirci in colpa, a cacciarLo, per esempio, perché è immigrato, con la motivazione che ogni straniero - per noi Gesù - è un terrorista, un poco di buono o qualcuno da cui guardarsi".
Montenegro è stato accolto dall'Arcivescovo di Pompei, monsignor Tommaso Caputo, che gli si è rivolto come colui che "incarna quella Chiesa in uscita di cui ci parla Papa Francesco e questo La rende vicino anche al carisma della nostra Città mariana, dove le periferie esistenziali diventano centro, ai poveri è restituita la dignità, i bisognosi sono visti come immagine di Cristo".

Barack Obama sbarca a Milano

MILANO. È tutto pronto per l’arrivo a Milano dell’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama (nella foto). La platea scelta per il suo intervento pubblico è Seeds&Chips, il Global Food innovation Summit che si apre oggi e terminerà giovedì. Obama parlerà domani, ma già oggi dovrebbe essere a Milano e incontrarsi con l’ex premier Matteo Renzi proclamato oggi segretario del Pd. Previsto anche un incontro con il sindaco Giuseppe Sala, che ha annunciato l’intenzione di volergli consegnare le chiavi della città. Dopo il suo intervento Obama dialogherà con Sam Kass, chef-consigliere dell’ex presidente americano e artefice della rivoluzione salutista alla Casa Bianca. 

Sud, giovani più dinamici di quelli del Nord

ROMA. I giovani del Sud Italia sono più insoddisfatti dei coetanei al Nord, ma allo stesso tempo sono molto dinamici e orientati a mettersi in gioco e a favorire un cambiamento positivo del proprio destino. Infatti, se da un lato la soddisfazione generale nei confronti della propria vita è nettamente inferiore ai giovani del Nord (36,8% di insoddisfatti al Sud rispetto al 26% del Centro-Nord), così come nel lavoro (33,3% di risposte negative contro circa il 20% del resto della penisola), i giovani del Sud sono quelli più dinamici a cogliere le nuove opportunità lavorative. Sono alcuni aspetti che emergono dal Rapporto Giovani 2017 dell’Istituto Toniolo realizzato con il sostegno di Intesa Sanpaolo e della Fondazione Cariplo su un campione di oltre 9.000 giovani tra i 18 e i 32 anni. 

Apre "La Posteggia" Ristorante tipico napoletano

 

“Meglio murí sazzio ca campà diúno”: è il noto aforisma riportato sul pieghevole de “La Posteggia-Ristorante Tipico Napoletano” che ha aperto i battenti qualche giorno fa in via Falero 13 a Santa Lucia. Entrando  si resta colpiti dall’ambiente  accogliente e si respira immediatamente l’atmosfera calda  di casa propria. Si nota il mix tra semplicità e raffinatezza, moderno e antico sotteso da un’ attenta cura nella ricerca del particolare che è l'elemento caratterizzante la vera eleganza, quella  che non cede mai alla tentazione del “pacchiano”. Il locale è piccolo, può ospitare quaranta persone e questo contribuisce alla socializzazione in un contesto generale sempre più orientato verso l’involuzione delle relazioni e dei rapporti umani. La cucina è rigorosamente “a giorno”.<<E’ proprio quello che abbiamo fortemente voluto, creare un ambiente familiare  dove non solo si possa mangiare bene, ma  trascorrere momenti  e tranquilli piacevoli in contrapposizione al vivere nevrotico  che, nostro malgrado, condiziona quotidianità>> spiega Gianfranco Pirozzi, uno del gruppo  di amici proprietari de “La Posteggia”. Ma come nasce l’idea? <<Una sera, per caso, perché uno di noi  ama la cucina e , in particolare, quella della tradizione napoletana. E’ stata quasi una sfida  dal sapore goliardico che ha reso ancora più avvincente l’avventura nella quale ci siamo lanciati con grande entusiasmo>>. “Cucina tipica napoletana” è uno slogan ricorrente tra i ristoratori nostrani. La vostra in che cosa trova la sua legittimazione? <<Nel modo di cucinare e nella scelta dei prodotti che sono frutto di un’accurata selezione>> Ci spieghi…<<Il ragù, per esempio, deve pippiare e cuocere lentamente, a fuoco dolce per cinque, sei ore. I pomodorini che usiamo sono vesuviani, quelli del piennolo, la pasta è di Gragnano, il pesce è il pescato quotidiano che ci porta un pescatore che lavora con la sua barca nello specchio d’acqua tra Posillipo e il Castel dell’Ovo, il baccalà viene da Somma Vesuviana, la carne  la prendiamo da uno dei pochi macelli campani , la mozzarella è dell’agro aversano, il vino, che si chiama “Caprettone, ce lo dà un produttore alla falde del Vesuvio, ”. E’ un bianco molto apprezzato e se ne fanno quantità ridotte perché ci sono poche viti. Naturalmente abbiamo anche vini nazionali. Un discorso a parte merita il pane . Ne abbiamo due tipi: quello bianco con lievito madre e quello nero fatto con farina integrale senza lievito>>. E i dolci? <<Ne proponiamo solamente tre: il babà, la caprese e la crostata al limone. Ce li prepara la signora Rosa  che recentemente ha aperto un piccolo laboratorio a Posillipo>>  C’è un piatto tipico della casa? << Gli spaghetti con taralli napoletani. Anche gli antipasti sono particolari perché ogni giorno, a pranzo o a cena, è possibile avere un piatto con  almeno sei pietanze diverse che variano ogni giorno>>. Quando siete aperti? <<Tutti i giorni a pranzo e a cena>> Avete un modo particolare di salutare il cliente…<<Gli regaliamo “o’Curniciello” realizzato da Sciuscià a San Gregorio Armeno>>. Mimmo Sica

Pagine

Rubriche

I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
DIRITTI&LAVORO
di Carlo Pareto
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
DIRITTI&LAVORO
di Carlo Pareto