Martedì 23 Gennaio 2018 - 19:03

Sparatoria in una scuola superiore del Kentucky

Sparatoria in una scuola superiore del Kentucky, la Marshall County High School di Benton. Come riferisce la Cnn, che cita la polizia, ci sarebbero vittime. La conferma di un morto arriva da un tweet del governatore del Kentucky, Matt Bevin: «Tragica sparatoia alla Marshall County High School. Chi ha sparato è in custodia. Una vittima confermata, molti altri feriti... tanto ancora da chiarire». «Per favore non speculate o diffondete voci. Lasciamo lavorare coloro che sono intervenuti e ringraziamoli per essere lì ad agire». Secondo le autorità, come riferisce la Cbs, cinque persone sarebbero state colpite. Il detective Jody Cash ha spiegato all'emittente che «la situazione è sicura e non più attiva». È stato confermato l'arresto di un sospetto ma non sono state diffuse informazioni sulla sua identità.

Un 15enne uccide compagno di scuola

Un ragazzino di 15 anni ha ucciso in Germania un compagno di scuola di un anno più giovane. La tragedia si è consumata alle 8 di questa mattina, all'interno dell'istituto frequentato dai due, la scuola secondaria Kaethe Kollwitz della città di Luenen, nel Land del NordReno Westfalia. Il presunto responsabile è stato arrestato e polizia e procura hanno escluso che si sia trattato di un tentativo di strage all'interno dell'istituto, frequentato da circa mille studenti.

Sulla dinamica, il presunto movente, la natura delle ferite riportate dalla vittima, le forze dell'ordine e le autorità mantengono il massimo riserbo, in attesa che le indagini, che hanno preso il via questa mattina con i sopralluoghi sul posto e le testimonianze dei presenti, avanzino. «L'inchiesta procede con la massima rapidità: per ricostruire perché sia accaduto ma anche cosa esattamente sia accaduto», ha dichiarato una portavoce della polizia.

Mistero nel porno: 5 attrici morte in 3 mesi

Shyla, August, Yuri, Olivia Nova e Olivia Lua. Una macabra lista per il mondo dell'hard, che in meno di tre mesi ha perso cinque fra le sue stelle. Un mondo fatto di depressione, droga, ma anche isolamento, solitudine e bullismo dietro la scomparsa prematura di giovani attrici i cui decessi ancora tutti da chiarire restano avvolti nel mistero.

A dare il via alla triste conta, Shyla Stylez, 35enne morta improvvisamente nel sonno il 9 novembre scorso durante un breve soggiorno a casa della madre a Los Angeles. Le cause della morte, ad oggi, non sono ancora state rese note.

Un mese più tardi, a togliersi la vita è Mercedes Grabowski, in arte August Ames. 23 anni, la giovane promessa del porno si sarebbe suicidata dopo le accuse di omofobia ricevute sui social. A scatenare gli eventi, un tweet nel quale l'attrice affermava di aver rifiutato di girare un film con un collega attivo nel porno gay: "My body, my rules", "il mio corpo, le mie regole", aveva poi spiegato, respingendo le accuse e sottolineando come si trattasse di una questione di sicurezza sanitaria: "Non sono omofoba", si era difesa su Twitter, ma "non voglio mettere a rischio il mio corpo, non so cosa facciano nelle loro vite private". Una settimana dopo, August si è impiccata in casa.

Yuri Luv, 31 anni, muore solo a qualche giorno di distanza. Stando alle notizie diffuse dalla stampa americana, la diva del porno sarebbe rimasta vittima di un mix letale di droghe e farmaci.

Il giorno di Natale su Twitter scriveva di sentirsi "molto sola". Qualche giorno più tardi, il 9 gennaio, Olivia Nova è stata trovata morta a soli 20 anni nella sua casa di Las Vegas. Secondo le dichiarazioni degli inquirenti riportate dalla stampa, la giovane avrebbe ingerito una massiccia dose di sonniferi. Entrata nel porno pochi mesi prima, nel marzo 2017, Olivia aveva già girato circa 20 film hard ed era sotto contratto con LA Direct Models.

E con l'agenzia specializzata in modelle e attrici hard aveva firmato anche l'ultima pornostar morta giovedì scorso, Olivia Lua. 23 anni, attrice hard dall'aprile 2017, la ragazza è stata ritrovata morta nella clinica di riabilitazione dov'era ricoverata dopo una ricaduta. Anche per quanto riguarda l'ultimo decesso, le cause non sono ancora state rese note.

Fuga gas, evacuati 270 bambini a Milano

MILANO. Una scuola di Melegnano, comune alle porte di Milano, è stata evacuata per una sospetta fuga di gas. Circa 270 bambini sono stati fatti uscire dall'edificio, situato in via Lazio. Sul posto, si comunica dall'Areu, sono intervenuti l'elisoccorso, due ambulanze e un'autoinfermieristica per valutare la gravità dell'evento.

Italiano fatto a pezzi e bruciato, orrore in Thailandia

Parti di un corpo, che si presume appartengano a un italiano scomparso in Thailandia, sono state ritrovate in un'area boschiva nella provincia di Phichit, nel nord del Paese. Secondo quanto riferiscono i media locali, su una gamba parzialmente bruciata è stato identificato da un testimone un tatuaggio uguale a quello che aveva il 62enne originario di Sondrio Giuseppe De Stefani. Domenica scorsa la polizia ha perquisito la casa dell'ex moglie thailandese dell'uomo, Rujira Eiumlamai, trovando il passaporto italiano della vittima e una macchia di sangue su un tappeto, il cui Dna è stato inviato per le analisi. Il sovrintendente della polizia di Bung Narang, il colonnello Chaisathien Maneejak crede che alla base dell'omicidio ci siano dispute legate ai soldi.

FARNESINA. L'ambasciata d'Italia a Bangkok, in stretto raccordo con il ministero degli Esteri, segue con attenzione il caso del connazionale ritrovato senza vita in Thailandia e si è sin da subito attivata con le autorità locali per svolgere tutte le verifiche di rito e prestare tutta l'assistenza necessaria. Lo riferiscono fonti della Farnesina.

 

Il pilota è ubriaco, panico in volo

La scena alla quale hanno dovuto assistere gli allibiti passeggeri è stata degna di un film. Poliziotti armati che trascinano via in manette dalla cabina di pilotaggio il comandante dell'aereo, sospettato di avere alzato troppo il gomito. È accaduto sulla pista dell'aeroporto londinese di Gatwick, a bordo di un volo della British Airways. A chiamare la polizia, il personale di volo, dopo che il comandante, secondo quanto riportano i media britannici, era apparso ubriaco.

Il Boeing 777, con a bordo 300 passeggeri, sarebbe dovuto decollare ieri alle 20.20 (ora locale) per un volo di 11 ore per le Mauritius. Il volo è rimasto sulla pista fino alle 23, quando la compagnia aerea ha trovato un sostituto per il pilota arrestato, che è risultato essere un 49enne di Harmondsworth, a ovest di Londra.

Un portavoce della British Airways ha riferito che la compagnia sta affrontando la questione con la massima severità e sta assistendo la polizia nell'inchiesta che è stata aperta. «La sicurezza dei nostri passeggeri e dell'equipaggio è sempre la nostra principale priorità», ha detto.

Attacco a hotel Intercontinental di Kabul

Almeno quattro uomini armati hanno assaltato l'hotel Intercontinental di Kabul. Gli assalitori hanno dato fuoco alle cucine e si sono poi asserragliati al quarto e al quinto piano dell'edificio. Le forze speciali afghane hanno circondato la zona e, secondo alcune ricostruzioni, stanno scambiando colpi di arma da fuoco con gli assalitori. L'assalto è iniziato alle 21 ora locale (le 17,30) in Italia. L'emittente ToloNews, citando fonti della polizia, riferisce che alcuni ospiti dell'albergo sarebbero stati uccisi, mentre altri sarebbero stati presi in ostaggio. L'Hotel Intercontinental è frequentato dall'elite della capitale afghana e da molti ospiti stranieri. Al momento, nessun gruppo ha rivendicato la responsabilità dell'attacco.

Puigdemont: «Posso governare la Catalogna da Bruxelles»

Carles Puigdemont non si arrende e insiste sulla possibilità di presiedere il governo catalano senza tornare in patria.

Secondo il presidente destituito, infatti, è possibile governare da Bruxelles grazie alle "nuove tecnologie", cosa che "non sarebbe invece possibile fare dal carcere" ha detto in una dichiarazione a “Catalunya Radio", riferendosi al fatto che qualora mettesse piede sul suolo spagnolo verrebbe arrestato.

«Tra l'essere presidente ed essere un detenuto - ha aggiunto - ho scelto la seconda opzione, perché penso così di poter servire meglio la Catalogna».

Migranti, l'Austria blinda i confini

Il ministro dell'Interno austriaco Herbert Kickl (Fpoe) ha annunciato in un'intervista al Tiroles Tageszeitung l'istituzione di un'unità di protezione delle frontiere. Si tratterà di un gruppo di pronto intervento della polizia che - se necessario - nel giro di poche ore potrebbe intervenire per erigere barriere ed eseguire controlli e verifiche di identità, ha spiegato.

L'uragano Friederike spazza l'Europa: 5 morti

ROMA. È di cinque morti il bilancio della violenta tempesta che sta spazzando l'Europa centrale - tra Belgio, Olanda, Gran Bretagna e Germania - che ha portato alla sospensione del traffico ferroviario e alla cancellazione di decine di voli.

Tre persone sono morte in Olanda: due uomini entrambi uccisi dagli alberi caduti a causa del vento a Olst e nei pressi del confine con la Germania, a Enschede, mentre un terzo uomo, 66 anni, è morto in seguito a una caduta provocata probabilmente dal forte vento. Oltre 260 i voli cancellati a causa dei venti fino a 140 chilometri all'ora, con l'aeroporto Schipol di Amsterdam chiuso per due ore.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)