Venerdì 20 Aprile 2018 - 16:48

Migranti, nuovo naufragio: 13 morti, 7 sono bambini

ATENE. ​Almeno 13 migranti, tra cui sette bambini, sono mortinell'ennesimo naufragio di un barcone al largo delle coste dell'isola greca di Farmakonisi, nel mar Egeo, a soli 13 km dalle coste turche. Lo riferisce la guardia costiera greca aggiungendo che 15 persone sono state tratte in salvo, mentre una risulta ancora dispersa. Due dei sopravvissuti sono in shock ipotermico e sono stati portati in condizioni critiche in un ospedale sull'isola di Kos. Un elicottero, una motovedetta e imbarcazioni private sono sul posto per le operazione di ricerca e soccorso.

Siria, «centinaia di civili morti in raid aerei russi»

DAMASCO. "Centinaia di civili" sono stati uccisi nei raid aerei russi in Siria. Le accuse a Mosca arrivano da Amnesty International che in un rapporto cita testimoni e attivisti. La Russia interviene nel Paese arabo dallo scorso 30 settembre con l'obiettivo dichiarato di colpire l'Is e i gruppi "terroristici" su richiesta del regime di Bashar al-Assad. L'organizzazione denuncia come nei raid aerei russi in Siria siano rimasti uccisi "centinaia di civili" e come le operazioni, che potrebbero costituire "crimini di guerra", abbiano provocato "ampia distruzione in zone abitate". Un nuovo rapporto si concentra in particolare su sei raid nelle province di Homs, Idlib e Aleppo, effettuati tra settembre e novembre, nei quali - stando all'organizzazione - sono rimasti uccisi almeno 200 civili e una decina di combattenti.

Nel rapporto l'organizzazione chiarisce di aver analizzato operazioni russe anche nelle province di Hama e Latakia e precisa di aver "intervistato telefonicamente o via Internet 16 testimoni degli attacchi", compresi alcuni medici. L'organizzazione precisa di aver "ottenuto ed esaminato" immagini delle zone degli attacchi e "pareri di esperti di armi".

In uno degli attacchi documentati da Amnesty, il 29 novembre 49 civili sono stati uccisi e molti altri sono rimasti feriti quando tre missili hanno colpito un mercato ad Ariha, nella provincia di Idlib. Stando alle testimonianze raccolte, l'organizzazione sottolinea come nelle "vicinanze" non vi fossero "obiettivi militari". Il gruppo accusa anche la Russia di aver utilizzato "bombe non guidate in zone abitate" e "munizioni a grappolo".

"Alcuni raid aerei russi sembrano mirare direttamente ai civili o a obiettivi civili, perché colpiscono le zone abitate dove non ci sono obiettivi militari evidenti e, persino, strutture sanitarie, provocando morti e feriti tra i civili - afferma Philip Luther, direttore di Amnesty per il Medio Oriente in un comunicato - Questi attacchi potrebbero costituire crimini di guerra".

Turchia, esplosione in aeroporto Istanbul: due feriti

ISTANBUL. Un'esplosione nell'aeroporto internazionale Sabiha Gokcen di Istanbul ha provocato nella notte il ferimento di due persone. Lo riferisce l'agenzia di stampa Dpa, che cita i media turchi. I feriti sono dipendenti di una ditta che lavora nello scalo. La natura dell'esplosione, avvenuta alle 2.05 ora locale (1.05 in Italia) nell'area di parcheggio degli aerei, non è ancora stata accertata. Secondo l'agenzia di stampa turca Anadolu, le operazioni nell'aeroporto - il secondo più importante della città sul Bosforo - sono proseguite normalmente.

Grecia, legalizzate le unioni gay

ATENE. La Grecia ha legalizzato le unioni civili tra persone dello stesso sesso. Lo riferiscono i media statali spiegando che dopo una lunga discussione durata tutta la notte, il disegno di legge è stata approvato all'alba di oggi dalla maggioranza in Parlamento. I sì sono stati 194, 55 i contrari. "Questo è un giorno importante per i diritti umani", ha affermato il primo ministro Alexis Tsipras, spiegando che la legge difendere il diritto delle persone alla parità "indipendentemente dal sesso e dall'orientamento sessuale" e mette la parola fine a "un periodo di arretratezza e vergogna per lo Stato"

La legge approvata cerca di affrontare le omissioni della legislazione del 2008, che ha riconosciuto la convivenza delle coppie non sposate, ma non gay. Nel 2013, la Corte europea dei diritti dell'uomo ha stabilito che escludere le coppie dello stesso sesso dal patto di convivenza era discriminatorio. La nuova normativa risolve tutti i problemi di natura legale, come eredità e assistenza medica, ma non prevede la possibilità di adottare bambini. Tutte le disposizioni in materia sono infatti state ritirate prima del voto per favorire l'accordo.

La Grecia, anche per via dell'opposizione dell'influente Chiesa ortodossa, era uno degli ultimi Paesi europei in cui le coppie omosessuali non ricevevano alcuna forma di riconoscimento ufficiale. Nel corso del dibattito, diverse centinaia di persone hanno marciato sotto lo slogan "L'amore non è un peccato".

Siria, attacco contro una scuola: uccise 9 studentesse

DAMASCO. Nove studentesse sono morte e 15 sono rimaste ferite in un attacco con colpi di mortaio contro una scuola a Deir Ezzor, nella Siria orientale. Lo ha riferito la tv di Stato siriana 'al-Ekhbariah', precisando che l'attacco, sferrato contro una scuola superiore, è stato condotto dai "ribelli".

Stuprarono e uccisero disabile mentale, sette condanne a morte in India

NUOVA DELHI. Sette sentenze di condanna a morte sono state pronunciate oggi da un tribunale indiano nei confronti di sette imputati riconosciuti colpevoli dello stupro ed omicidio di una donna nepalese affetta da disabilità mentale. La donna, 28 anni, era scomparsa a febbraio dall'ospedale del distretto di Rohtak, vicino Nuova Delhi, dove era ricoverata. Il corpo della vittima era stato ritrovato alcuni giorni più tardi in un campo.

L'autopsia aveva confermato le violenze. Nove persone erano finite agli arresti con l'accusa di essere responsabili degli stupri e dell'omicidio. Uno degli imputati si è suicidato durante il processo, un altro è un minorenne attualmente ancora sotto giudizio. Contro la sentenza gli imputati hanno annunciato di voler ricorrere in appello.

Spagna, Psoe e Podemos: «Nessun appoggio a un governo Rajoy»

MADRID. Nessun sostegno al governo Rajoy. I socialisti spagnoli (Psoe) e Podemos hanno annunciato l'intenzione di votare 'no' a un nuovo governo guidato dal Partito popolare che non ha ottenuto la maggioranza assoluta dei voti alle elezioni parlamentari celebrate in Spagna. I conservatori hanno conquistato il 28,7% dei voti, pari a 123 dei 350 seggi in palio nella camera bassa del Parlamento, 63 seggi in meno rispetto a quelli ottenuti 4 anni fa.

 
"Il Psoe agirà con prudenza e responsabilità", è il Pp che deve tentare di dar vita al governo, ma il Psoe "voterà no all'investitura di Mariano Rajoy", ha dichiarato il segretario del partito Cesar Luena. Anche i socialisti sono stati puniti dall'elettorato e hanno ottenuto 90 seggi con il 22% dei voti. A Podemos di Pablo Iglesias sono andati 69 seggi, e 40 a Ciudadanos di Albert Rivera. "O si capisce che la Spagna è un Paese diverso e plurinazionale o si sta consegnando il governo al Pp, la sesta forza in Catalogna e quinta in Euskadi", ha dichiarato Iglesias in un appello al Psoe perché non consenta l'investitura di Rajoy.

Usa, donna si lancia con auto contro pedoni a Las Vegas: un morto e oltre 30 feriti

LAS VEGAS. Una macchina è finita contro alcuni pedoni a Las Vegas, provocando almeno un morto e 36 feriti, sette dei quali gravi. Su Twitter, la polizia di Las Vegas ha precisato che quanto avvenuto nella notte davanti al Paris Las Vegas Hotel non è stato un atto di terrorismo. Secondo le prime indagini, hanno fatto sapere ancora le autorità, si sarebbe comunque trattato di un gesto intenzionale. La donna alla guida dell'auto, con a bordo un bambino di tre anni rimasto illeso, è stata messa sotto custodia e sottoposta all'alcol test.

Spagna, i Popolari di Rajoy vincono le elezioni ma senza maggioranza assoluta

MADRID. Con 123 seggi, il Partito Popolare ha vinto le elezioni parlamentari di ieri in Spagna, ma senza raggiungere la maggioranza assoluta, 176. Dopo il partito del premier Mariano Rajoy sono arrivati il Psoe di Pedro Sanchez, con 90 deputati, e Podemos di Pablo Iglesias, con 69. Ciudadanos, il cui leader è Albert Rivera, è invece arrivato quarto con 40 seggi, meno rispetto alle aspettative. Con l'irruzione in Parlamento di Ciudadanos e di Podemos, da oggi prende quindi il via una nuova era politica, per la quale sarà necessaria una coalizione. Con quasi tutti i voti scrutinati, il Pp si è aggiudicato 63 deputati in meno rispetto al 2011, mentre il Partito socialista ne ha persi 20.

Jet abbattuto, Putin: «Tentativo Turchia di compiacere Usa»

MOSCA. L'abbattimento del Sukhoi-24 russo da parte delle forze turche potrebbe essere stato un tentativo di compiacere gli Stati Uniti da parte di Ankara. "Qualcuno della leadership turca ha deciso di leccare gli americani in un certo posto, ma non so se il suo calcolo è stato corretto o no, se gli americani ne hanno davvero bisogno", ha detto Vladimir Putin, ammettendo di non poter affermare con certezza quali siano state le motivazioni di Ankara, quale l'obiettivo di quello che considera come "un atto ostile" e che comunque "ha messo tutti in una situazione difficile". Forse, ha aggiunto Putin, "c'era un tacito accordo a un qualche livello" con una terza parte, qualcosa del tipo, 'noi abbattiamo l'aereo russo e voi non dite nulla se noi occupiamo parti dell'Iraq".

Il presidente russo ha aggiunto che in ogni caso il calcolo della Turchia si è rivelato sbagliato, perché "la Russia non è un Paese che scappa", ma anzi ha aumentato la sua presenza aerea e le sue difese anti aeree (con gli S-400, ndr) nella regione. "Se la Turchia violava lo spazio aereo siriano, non penso che lo faranno ora", ha sottolineato. Il presidente russo ha quindi denunciato il "traffico di petrolio su scala industriale" nell'area in seguito al "vuoto che si è creato" dopo l'intervento americano.

Putin ha ribadito che non c'è "alcuna prospettiva di cooperazione" con l'attuale leadership turca, sottolineando come sia "molto difficile" mantenere buone relazioni con Ankara. Nella conferenza stampa di fine anno che ha tenuto questa mattina a Mosca, il presidente russo ha denunciato "l'islamizzazione" del Paese, di come "se Ataturk potesse vedere cosa accade al suo Paese, si rivolterebbe nella tomba".

"Ci hanno pugnalato alle spalle, anche laddove eravamo disposti a cooperare con loro su questioni sensibili", ha detto, usando la stessa espressione con cui aveva reagito alla notizia dell'abbattimento del Sukhoi 24 da parte di F-16 turchi. In particolare, Putin ha denunciato che dopo l'abbattimento dell'aereo militare russo, la Turchia si è rivolta alla Nato, "che Ankara ha usato come scudo".

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
SCATTI DI BIRRA
di Alfonso Del Forno