Domenica 27 Maggio 2018 - 0:53

Borsa della ricerca, forum a Fisciano

SALERNO. Lunedì 28 maggio alle ore 11,00 si terrà la presentazione della IX edizione del Forum “Borsa della Ricerca”, nella sala del Senato Accademico del Campus di Fisciano all’Università di Salerno.

Interverranno all’incontro Tommaso Aiello (direttore della Fondazione Emblema, e coordinatore della “Borsa della Ricerca”), Aurelio Tommasetti (rettore dell’Università di Salerno), Silvia Peschiera (Ibm Italia), Fulvio Musto (Comitato Valorizzazione del Dottorato).

L’evento è organizzato dalla Fondazione Emblema con l’Università di Salerno, la partecipazione della Regione Campania e del PON Imprese e Competitività 2014-2020.

La tre giorni (dal 28 al 30 maggio) rappresenta l’appuntamento annuale ideato per fare incontrare gruppi di ricerca, startup e spin off con imprese ed investitori e favorire la nascita di nuove collaborazioni. Il format prevede due livelli di interazione: gli incontri ‘one-to-one’ e i ‘pitch’. I primi sono appuntamenti di 20’ che i delegati possono calendarizzare in autonomia prima del Forum, individuando nell’area riservata del portale le realtà di interesse. I pitch danno la possibilità agli spin off di presentare in tre minuti la loro idea di impresa agli investitori presenti e di concorrere all’assegnazione dei BdR Awards.

Anche per quest'anno verranno inoltre assegnati i BdR Awards, che saranno consegnati dai partner partecipanti all'iniziativa ai progetti più interessanti. La scelta è di non conferire premi in denaro ma servizi utili sul lungo periodo, pensati per agevolare concretamente realtà che vogliono realizzare un’idea di impresa.

Fra le aziende, faranno parte del network realtà come Banca Etica, FoodForward, H-Farm, Iban (Italian Business Angels Network),Ibm, Leonardo, SellaLab, ZCube Zambon,Angelini, Electrolux, Enel, Glaxo Smith Kline, Amadori, , Parmalat, Maserati, Enginsoft.

Nella seconda giornata sarà possibile incontrare i referenti di Tto/Ilo, gruppi di ricerca e spin off provenienti da oltre 30 atenei. Fra gli altri: Genova, Catania, Università del Salento, Cà Foscari, Bologna ma anche consorzi e fondazione universitarie come JoTTO (Scuola Superiore S. Anna, IMT Lucca, Scuola Normale e Pavia IUSS) e la neonata Fondazione U4I (Bergamo, Bicocca, Pavia).

«Universiadi, ritardo gravissimo»

di Antonio Sabbatino

NAPOLI. «È gravissimo che si èarrivati ad un anno dalle Universiadi in queste condizioni. Perché gli italiani devono sempre fare la figura dei fessi? Gli eventi non sono obbligatori. Se li si sa organizzare, con anticipo, si realizzano. Altrimenti no». Sono le dure parole del professor Raffaele Cercola ex presidente della Mostra d’Oltremare.

Professor Cercola: è di nuovo tornata di moda l’idea di ospitare gli atleti delle Universiadi sulle navi da crociera al Porto di Napoli. Che giudizio ne dà?

«Che è innanzitutto una questione di tempi. Generalmente le grandinavi da crociera si prenotano anni prima, a maggior ragione ci si anticipa va fatto quando si è nei mesi estivi. Sottrarre navi di linea nei periodi di maggior affluenza turistica non è proprio una grande idea. Mi chiedo in due anni l’Aru cosa ha fatto».

Per Lei l’Agenzia Regionale per le Universiadi ha delle colpe?

«Secondo me è gravissimo che si è arrivati ad un anno dalle Universiadi in queste condizioni. L’Aru è stata istituita nel marzo de l2016 ma non capisco sino ad ora cosa davvero è stato prodotto».

Però almeno la Mostra d’Oltremare potrebbe essere sgravata dall’ospitare tutti gli alloggi per gli atleti

«Io sono affezionato alla Mostra d’Oltremare, essendo stato presidente. Io ho anche lanciato una petizione per salvaguardare edifici come quelli costruiti in epoca fa-scista. Tra le cose che mi lasciano sconvolto c’è la condizione della piscina olimpionica della Mostra. A bordo venne costruito negli anni 39-40 un trampolino che rap-presentava l’elemento di peggior pregio. Bene, vengo a sapere che questo trampolino è stato segato. Io non me ne capacito. E il Soprintendente alle Belle Arti non si esprime mai o quasi mai. Quando ero presidente della Mostra d’Oltremare, che ricordiamo è sottoposto a vincolo, mi sono occupato di decine di edifici dell’area, dal-l’Arena Flegrea e non solo. Con la Soprintendenza avevo rapporti e ci ho anche litigato, ma almeno tentavo di essere operativo al massimo. I politici invece, quando sono in difficoltà, scaricano sempretutto sulla Mostra d’Oltremare e non è giusto».

Da docente esperto, quale ricetta propone?

«Premesso che io non mi sono occupato della pianificazione, forse sarebbe opportuno dislocare in vari punti i villaggi per gli atleti. Una parte potrebbe andare nell’area di Bagnoli, un’altra all’Ippodromo di Agnano come pure ho appreso si sta ipotizzando di fare. Stessa cosa alla Mostra d’Oltremare. Però ,una cosa è ospitare per esempio 2000 atleti in 250.000 mq ed un’altra è 7000. Le baracche, poi, sono la soluzione peggiore secondo me. Mi ricorda un po’ quando dopo i lterremoto del 1980 lì vennero ospitate le roulotte degli sfollati. Non dimentichiamo che a queste strutture vanno garantiti allacci dell acorrente, dell’acqua. Mica è una cosa semplice. Ripeto, si stanno accumulando ritardi».

Teme un fallimento delle Universiadi?

«Le Universiadi non possono essere catalogati come grandi eventi! Mi spieghi quale visibilità possano davvero portare alla città di Napoli e alla regione. Almeno la Coppa America di Vela, sebbene si è poi scoperto non essere una vera e propria Coppa, lasciò qualcosa in più. Non dimentichiamoci di quanto accadde per il Forum delle Culture del 2013, con 15 millioni di euro spesi e con le esibizioni dei cantanti fatte passare come eventi culturali. Ma quel forum si fece anche perché gli spagnoli si ritirarono. Discorso simile, a livello nazionale, con l’Expo dove Milano concorreva con la città turca di Smirne. Perché gli italiani devono sempre fare la figura dei fessi? Gli eventi non sono obbligatori. Se li si sa organizzare, con anticipo, si realizzano. Altrimenti no».

Eav, De Gregorio: Cuma express e Sorrento night per l'estate

NAPOLI. "Nei prossimi due mesi partiranno due importanti iniziative di Eav per l'Estate: il Cuma express che dal 1 luglio viaggerà in area flegrea e si fermerà nell'ex stazione abbandonata Eav, oggi riqualificata, attraversando una foresta, e dal 23 giugno il Sorrento Night, in collaborazione con i Sindaci della Costiera, con corse prolungate per la costiera fino a mezzanotte da Sorrento nei weekend". Così, Umberto De Gregorio, presidente Eav, a margine del forum "La tua Campania. I fatti, il progetto", il focus organizzato dalla Regione Campania sul mondo dei trasporti, con la partecipazione del presidente Vincenzo De Luca. "Il Cuma Express - conclude - segue il modello Campania Express, ogni domenica in via sperimentale a partire dal Primo Luglio. Il Sorrento Night, a partire dal 23 Giugno nei fine settimana, corse suppletive con ultimo rientro partenza da Sorrento alle 23,39". 

«Padre separato minaccia suicidio prima dell'udienza di divorzio»

SALERNO. «Ennesimo caso di padre separato in gravi difficoltà economiche, che è sfociato nella manifestazione di volontà suicide di fronte alla Cittadella Giudiziaria di Salerno, poco prima dell'udienza di divorzio. Stavolta si tratta di un 45enne di Capaccio, che lavora come operaio di un ente. I motivi della protesta che lo portavano a manifestare l'atto estremo, sarebbero stati riconducibili proprio alle vicende familiari seguite alla separazione; in particolare l'uomo sosterrebbe che l'ex moglie gli abbia completamente negato di vedere il figlio da tempo e questo lo avrebbe portato alla disperazione. In seguito allo sfogo plateale dell'uomo è intervenuta la sicurezza in servizio al nuovo Palazzo di Giustizia, che lo ha fermato giusto in tempo nel piazzale antistante l'ingresso principale, prima che si legasse con una corda. L'uomo era in preda alla disperazione, coperto di lacrime, ha dichiarato di non avere la possibilità di vedere i figli da tempo, dato che la ex moglie si era opposta. Di fronte all'imminente udienza di separazione l'uomo si è sentito in difficoltà per la paura di non riuscire a far fronte al pagamento degli alimenti per il figlio. Molti padri vivono questa condizione di alienazione genitoriale dalla vita dei figli, a causa dell'ex coniuge che si interpone tra loro e il figlio. Questo atteggiamento, sommandosi a tutte le nuove difficoltà a cui va incontro un uomo durante la separazione, rischiano di far cadere i padri in una profonda depressione. Taluni con particolari problemi economici arrivano anche a dormire in auto per poter pagare l'assegno di mantenimento. Altri sono nella condizione di non poter sopravvivere senza l'aiuto della Caritas o altri enti assistenziali». «La nostra Associazione ha da sempre posto particolare attenzione alle vicende dei padri separati, schierandosi dalla parte della bigenitorialità - ha dichiarato il Segretario Nazionale di Codici, l'avvocato Ivano Giacomelli - che rappresenta una scelta democratica per entrambi i genitori di poter essere informati e poter seguire, in pari misura il figlio. Purtroppo nel nostro Paese - ha proseguito Giacomelli - aumentano le statistiche relative e il dramma familiare dei padri separati in difficoltà è un'emergenza sociale da non sottovalutare. Vicende come questa e i casi di padri separati - ha concluso il Segretario Nazionale - diventano ancor più gravi quando quest'ultimi non riescono a far fonte alle spese e si ritrovano a vivere uno stato di depressione, in quanto esclusi dalla vita dei figli, e di povertà, per la difficoltà nel far fronte a nuove spese». 

Il Porto riapre alle Universiadi

di Mario Pepe

NAPOLI. Sembrava un’idea abbandonata, dopo essere stata quella principale e poi diventata “piano B”. Ma l’opzione di ospitare gli atleti delle Universiadi al Porto di Napoli, su navi da crociera. potrebbe tornare improvvisamente “di moda”. E questo non perché la cabina di regia abbia deciso di abbandonare, malgrado le rivolte di intellettuali, operatori fieristici e associazioni, il progetto di ubicare le casette alla Mostra d’Oltremare. Ma perché a offrire la propria disponibilità è direttamente il presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno centrale, Pietro Spirito. Che, confermando la disponibilità dell’organismo da lui presieduto a fornire il supporto, nelle forme che saranno eventualmente richieste, allo svolgimento delle prossime Universiadi, sottolinea che «l’evento sportivo, di rilievo internazionale, costituisce certamente un momento di rilancio per la città e per la Regione: per questo deve essere affrontato in spirito unitario e di cooperazione da parte di tutti. Il sistema portuale della Campania è pienamente disponibile a lavorare al fianco delle istituzioni, per assicurare la migliore riuscita di un appuntamento che può costituire occasione importante di attenzione del mondo verso i nostri territori. Non cerchiamo visibilità ma ci limitiamo a riaffermare la nostra disponibilità, da sempre dichiarata, ad essere parte di una squadra che lavora per raggiungere risultati positivi». 

CONTINUA A LEGGERE SUL ROMA IN EDICOLA O SUL GIORNALE ONLINE

«Carrefour illustri il piano di ricollocazione dei 130 lavoratori»

NAPOLI. “Come purtroppo temevamo, il destino dei 130 lavoratori del punto vendita Carrefour di Marcianise è giunto a un passo dal compiersi. Quello che più preoccupa, oggi, sono le garanzie inconsistenti fornite dall’azienda ai dipendenti, ai quali, nelle prime fasi delle trattative con le parti sociali, era stata promessa una ricollocazione in altri punti vendita della multinazionale francese. Un annuncio in parte sconfessato dalla stessa azienda con l’invito ai lavoratori ad accettare una buonuscita nel caso in cui decidessero di firmare una conciliazione con la quale dichiarano, di fatto, di non avere più nulla a pretendere. L’alternativa consiste nell’accettare un eventuale trasferimento per molti padri di famiglia chissà dove, con una indennità per l’affitto di una casa della durata non superiore ad un anno”. Così i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle Gennaro Saiello e Vincenzo Viglione, firmatari di una richiesta di audizione al presidente della Commissione regionale Attività produttive.
“Dopo il caso Auchan, la Regione Campania sta assistendo passivamente alla smobilitazione di un’altra realtà commerciale che per anni ha fatto affari sul nostro territorio ai danni del piccolo commercio al minuto e che oggi sta creando tutti i presupposti per un nuovo dramma sociale. Pretendiamo garanzie certe sul futuro occupazionale dei lavoratori Carrefour, per questo chiediamo di poter ascoltare in audizione il management dell’azienda, assieme alle parti sociali, così da poter conoscere nel dettaglio il piano di ricollocazione degli attuali dipendenti e quali le possibili destinazioni in caso di trasferimento presso altri punti vendita”.
 

Sequestra la ex e la tortura per una notte

CASERTA. Sequestra l'ex compagna nella sua abitazione per una notte intera seviziandola e aggredendola a colpi di martello alla testa. M. A., 32enne nato a Teano (Caserta), è stato quindi arrestato per tentata estorsione aggravata e lesioni personali aggravate dai carabinieri della stazione di Vairano Scalo, in esecuzione di un'ordinanza emessa dal gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, su richiesta della Procura sammaritana.

LE INDAGINI - Le indagini sono scattate a seguito della denuncia presentata dalla vittima, una giovane domiciliata a Vairano Scalo. Secondo quanto riferito dalla ragazza, dopo la fine della lunga relazione sentimentale con l'indagato, lo scorso 4 maggio è stata condotta con la forza nel suo domicilio dove è stata costretta a permanere contro la sua volontà per l'intera notte, venendo privata del proprio telefono cellulare. 

LE TORTURE - Durante la notte la ragazza è stata seviziata e aggredita anche a colpi di martello alla testa e su altre parti del corpo. L'indagato, al fine di farsi consegnare 3mila euro, minacciandola ulteriormente di morte, avrebbe inoltre costretto la ragazza a telefonare alla madre per chiedere la consegna della somma di denaro.

LA FUGA - La giovane è riuscita a liberarsi dall'appartamento dove era segregata solo grazie all'aiuto di un passante che ha sentito le grida di aiuto della vittima che è riuscita a farsi notare sporgendosi da una finestra dell'immobile, approfittando della momentanea assenza dell'uomo.

LA PERQUISIZIONE - Nel corso dell'esecuzione della misura cautelare, i carabinieri hanno trovato e sequestrato il martello utilizzato dall'uomo e hanno inoltre trovato 50 grammi di hashish, due bilancini di precisione e materiale atto al confezionamento della droga.

Maltempo, allerta gialla da stasera

NAPOLI. La Protezione civile della Regione Campania ha diramato un avviso di criticità meteo per piogge e temporali di colore Giallo su tutto il territorio regionale. A partire dalle 20 e fino alle 8 di domani mattina si prevedono "Possibili locali rovesci e temporali di moderata intensità. Possibili raffiche di vento nei temporali".  L'allerta è gialla per il rischio Idrogeologico da temporali che saranno caratterizzati da una incertezza previsionale e rapidità di evoluzione, con possibili danni alle coperture e strutture provvisorie dovuti a raffiche di vento e fulminazioni. Tra i rischi si segnalano "Ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale; Allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno;  Scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse; Occasionali fenomeni franosi superficiali legati a condizioni idrogeologiche particolarmente fragili, in bacini di dimensioni limitate". La Protezione civile della Regione Campania raccomanda alle autorità competenti di porre in essere tutte le misure previste dai rispettivi piani comunali di protezione civile atte a prevenire e contrastare i fenomeni attesi. 

Rubano uno scooter: presi due pluripregiudicati

SALERNO. Gli agenti dei Falchi della squadra mobile di Salerno, unitamente agli operatori della sezione volanti, hanno tratto in arresto in flagranza di reato due pluripregiudicati della zona di Sarno, un 36enne e un 31enne, che nel centro cittadino si erano resi responsabili del furto di uno scooter di media cilindrata, parcheggiato sul Lungomare Trieste. L’arresto è stato possibile grazie alla segnalazione di un finanziere libero dal servizio che aveva notato due giovani vicini allo scooter.

Badante trovata morta in auto: è stato un infarto

SALA CONSILINA. È deceduta per arresto cardiaco la badante di 61 anni trovata cadavere a Sala Consilina. A stabilirlo l’esame esterno eseguito in nottata dal medico legale. Il corpo della donna è stato rinvenuto all’interno della sua auto in sosta in un parcheggio pubblico di via Pozzillo. La morte risalirebbe al primo pomeriggio di sabato. Con molta probabilità, dopo essere entrata nel veicolo la donna si è sentita male e si è distesa sui sedili anteriori dell’auto.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
SCATTI DI BIRRA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica