Martedì 23 Ottobre 2018 - 0:33

Regionali, Caldoro: «De Luca scappa»

NAPOLI. «Sono andato a Roma per confrontarmi con gli altri candidati e con la desolazione di una sedia vuota. De Luca scappa senza dare spiegazione, con i suoi insulti rivolti a tutti, le sue menzogne». Così Stefano Caldoro, presidente della Campania e candidato del centrodestra alle regionali, commentando l'assenza dell'ex sindaco di Salerno alla puntata di ieri sera a Matrix su Canale 5. «Tutto questo - ha aggiunto - non può reggere ad un confronto diretto sui fatti, sulle cose concrete. Ieri sera abbiamo visto la novità su Vincenzo De Luca: dopo gli impresentabili tocca agli' impresentati'. Il problema reale è in verità molto più complesso». 

Avellino, operaio muore su raccordo autostradale

AVELLINO. Un operaio di 58 anni, originario di Mondragone, è morto mentre stava effettuando la manutenzione del verde sul raccordo autostradale Salerno-Avellino all’altezza di Piazza di Pandola in direzione Salerno. Probabilmente a causa del restringimento della carreggiata, un tir ha invaso il cantiere, affidato dall’Anas ad una impresa privata, che ha travolto l’operaio mentre gli altri suoi colleghi di lavoro sono riusciti a mettersi in salvo. 

Sanità, nuovi concorsi per mille precari

NAPOLI. La Struttura commissariale alla Sanità della Regione Campania ha scritto alle direzioni delle aziende sanitarie, invitandole a bandire le procedure concorsuali per titoli ed esami riservate al personale precario avente i requisiti di legge per la stabilizzazione, nel limite massimo del 50% delle risorse finanziarie destinate alle assunzioni relative agli anni 2015, 2016, 2017 e 2018. A concorso, scaglionati nel triennio, i primi 1000. Di questi, l’80% circa sono riservati ai sanitari, tra medici e gli infermieri, gli altri al personale amministrativo ai vari livelli. Con il Governo si lavora per aumentare il numero. 

Traffico illecito di rifiuti, arrestati i fratelli Roma

NAPOLI. Beni mobili e immobili per cinque milioni di euro sono stati confiscati dalla Dia di Napoli ai frarelli imprenditori Generoso, Elio e Raffaele Roma, di 68, 64 e 61 anni. I tre, tutti casertani, sono ritenuti in stretti rapporti con la fazione Bidognetti del clan di camorra dei Casalesi. Secondo gli inquirenti, i fratelli Roma avevano stretto rapporti di affari nel settore dello smaltimento illegale dei rifiuti con Gaetano Cerci, nipote del boss Francesco Bidognetti e con il re delle ecomafie Cipriano Chianese. Decisive le rivelazioni di Domenico Bidognetti.

Giannone Day, settima edizione al liceo di Caserta

CASERTA. Questa mattina, con inizio alle ore 10,30 presso l’Aula Magna dell’antica sede storica del Liceo “Pietro Giannone” di Caserta si svolgerà il “Giannone day 2015” tradizionale appuntamento annuale organizzato dall’ “Associazione ex allievi del Liceo Giannone” di cui è presidente il preside Giorgio Iazeolla. Quest’anno l’evento assume particolare significato in quanto coincide con il 150° anno dalla fondazione del l’Istituto. L’iniziativa, che rientra tra le finalità dell’associazione, intende promuovere i contatti tra i numerosissimi ex allievi del Giannone  residenti in Caserta,  in Italia ed anche all’estero, molti dei quali affermatisi nelle professioni, nelle istituzioni, nell’impresa e nel mondo della cultura e dello spettacolo.  Il programma della manifestazione, giunta alla settima edizione, prevede, dopo i saluti istituzionali, la relazione di Giorgio Iazeolla, già preside del Liceo, sui “150 anni di vita del Liceo Giannone di Caserta”. Saranno poi premiati gli studenti che hanno ottenuto significativi riconoscimenti in competizioni nazionali ed internazionali e saranno proclamati i vincitori della sesta edizione del  Concorso letterario, indetto dall’Associazione, in memoria della scienziata Anastasia Guerriero ex allieva, oncoematologa e ricercatrice di fama internazionale, con un primo premio di euro 500 offerto dalla famiglia Guerriero. Sono poi previsti intermezzi musicali a cura dell’Istituto Comprensivo “P. Giannone” a cura della professoressa Maria Perna e della “Camerata “ del Liceo Giannone a cura del prof. Nicola Di Cerbo. Saranno infine consegnate le tessere di Socio onorario a tre ex allievi che hanno conseguito particolari meriti professionali in Italia ed all’estero e che, pur non vivendo in Caserta, hanno continuato a mantenere vivo il loro legame affettivo con il Liceo Giannone: Giuseppe Forlani, prefetto di Parma, Francesco Grillo, professore di Economia alla Oxford University, Raffaele Landolfi, direttore del Dipartimento di Scienze Mediche dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma. 

Valentina Rampetta

Caserta, appalti Asl: Grillo svela le mazzette

SANTA MARIA CAPUA VETERE. Mazzette per i vertici dell’Asl e per i politici. Prime ammissioni di Angelo Grillo, imprenditore del settore pulizie del Casertano arrestato nei mesi scorsi nell’ambito dell’inchiesta sugli appalti assegnati irregolarmente in aziende dell’Asl diCaserta. Il pm della Dda di Napoli Luigi Landolfi ha depositato infatti dichiarazioni del 29 aprile scorso con le quali Grillo, ritenuto vicino al clan Belforte, inizia un percorso di collaborazione con la giustizia. Il verbale è stato depositato nel corso dell’udienza del processo che vede imputati l’ex consigliere regionale Angelo Polverino e Francesco Bottino, ex direttore generale dell’ospedale di Caserta, in corso al tribunale di Santa Maria Capua Vetere. Grillo, detenuto al 41bis, racconta ai pm delle tangenti che ha versato ai vertici dell’Asl casertana. «Conobbi Bottino grazie a Pierino Sgueglia - si legge nel verbale - in relazione alla gara d’appalto delle pulizie che mi sono aggiudicato all’Asl nel 2005 o 2006; io ho consegnato a Bottino la somma di 50mila euro. Questa somma è stata da me consegnata, dopo l’aggiudicazione dell’appalto alla mia ditta che era la New Splash, direttamente nelle mani di Bottino nel suo ufficio. Ci siamo accordati nel senso che lui mi avrebbe garantito che nel corso del servizio pulizie io avrei ottenuto con affidamento diretto e senza gara tutta una serie di servizi relativi a piccoli adempimenti, tra cui mi sono occupato del trasloco dei mobili dell’Asl dalla sede di via Roma al Palazzo della Salute Saint Gobain, nonché autorizzato da Bottino a una serie di pulizie straordinarie che venivano pagate a parte».

Clan Belforte, nuovo sequestro all'imprenditore Grillo

CASERTA. Beni per un valore di 1,7 milioni di euro sono stati sequestrati dai carabinieri del reparto operativo di Caserta all'imprenditore Angelo Grillo, ritenuto vicino al clan Belforte di Marcianise. Grillo è stato arrestato nel novembre del 2013 nell'ambito di una inchiesta su appalti truccati all'Asl di Caserta. Il provvedimento, oltre a riguardare le quote societarie e i beni strumentali della Silpres Group srl di Livorno, già oggetto di sequestro preventivo emesso dal tribunale di Napoli nel luglio 2014, riguarda anche quattro appartamenti e un'autorimessa a Capua, riconducibili a Grillo, anch'essi già oggetto di sequestro preventivo in nell'ottobre 2014. 

Salerno, turista australiana muore alla stazione Fs

SALERNO. Una donna di 63 anni è morta per cause naturali, questa mattina, intorno alle 13.10, alla stazione ferroviaria di Salerno. La donna si è sentita male sul binario 1 in un momento in cui c'erano tantissimi viaggiatori e pendolari abituali. Decine di curiosi si sono accalcati intorno alla donna riversa a terra e che sono stati allontanati prima che la stessa venisse coperta da un lenzuolo. La donna era una turista australiana che si è improvvisamente accasciata mentre camminava sul binario insieme al marito, il quale, al momento, si trova negli uffici della Polizia Ferroviaria.

Due pregiudicati uccisi alla periferia di Salerno

SALERNO. Sparatoria alla periferia di Salerno, a Fratte. Due pregudicati sono morti in uno scontro a fuoco la cui dinamica ancora non è ben chiara agli agenti che stanno conducendo le indagini. L'agguato è avvenuto in serata in una traversa di via dei Greci. 
Le vittime sono Angelo Rinaldi, ucciso con due colpi al torace, e Antonio Procida, morto per un proiettile al cuore, entrambi erano salernitani, con precedenti penali per spaccio. 

 

Whirlpool, operai sul tetto della fabbrica

CARINARO. Tre lavoratori dello stabilimento Whirlpool-Indesit di Carinaro sono saliti sul tetto del sito per protestare contro la decisione della multinazionale di chiudere l'insediamento. Altri addetti sono sulla superstrada Giugliano-Marcianise: bloccano parte della carreggiata e costringono la Polizia a chiudere lo svincolo che precede l'uscita. Il tutto mentre la giunta regionale ha approvato la delibera che fissa entro l'ammontare di 50 milioni di euro (a valere sulle risorse della Programmazione unitaria 2014-2020) la dotazione finanziaria complessiva massima a disposizione per l'attuazione della proposta "Campania Carinaro", la giunta sottolinea che l'impegno è subordinato alla conclusione di un accordo con governo, azienda e sindacati che assicuri adeguate prospettive di crescita allo stabilimento sito in Carinaro e alle altre strutture di ricerca e sviluppo, produttive o commerciali dell'Azienda, operanti in Campania.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis